• Theodora cambia pelle, non cambia il cuore

    Theodora cambia pelle, non cambia il cuore. La Fondazione ha infatti perfezionato l’iscrizione al Registro Unico del Terzo Settore (RUNTS), con cui acquisisce la qualifica di Ente del Terzo Settore (ETS).

    Il passaggio da “ONLUS” a “ETS” si è reso necessario per rispondere in modo sempre più efficiente a nuove sfide sempre più complesse, in un contesto sociale in continua e rapida evoluzione: il Registro Unico è stato istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in coerenza con la Riforma del Terzo Settore, per assicurare la piena trasparenza degli ETS attraverso la pubblicità degli elementi informativi che vi sono iscritti.

    L’iscrizione al RUNTS, oltre a consentire di acquisire la qualifica di Ente del Terzo Settore, permetterà infatti di accedere alla devoluzione del 5 per Mille, in alcuni casi di poter ricevere contributi pubblici o stipulare convenzioni con pubbliche amministrazioni, così come di beneficiare di specifiche agevolazioni, anche di natura fiscale.

    Era il lontano 1999, quando Fondazione Theodora acquisì la denominazione di ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale). Oggi, 25 anni dopo, la Fondazione ha compiuto un ulteriore passo per adempiere alla sua Missione in modo sempre più trasparente ed efficiente. Fondazione Theodora ha cambiato pelle, non cambia il cuore che batte ancora forte, all’unisono con i bambini ricoverati in ospedale e le loro famiglie.

  • Un libro per te, un sorriso per loro

    Un libro per te, un sorriso per loro

    Anche quest’anno l’azienda Gea Books S.r.l ha scelto di essere al fianco di Fondazione Theodora Onlus e dei bambini ricoverati in ospedale, donando il 10% del ricavato dalla vendita dei libri promossi, previa autorizzazione delle direzioni didattiche interessate, in più di quattrocento scuole in Italia.

    I fondi raccolti negli ultimi quattro anni, grazie alla collaborazione di Gea Books, hanno aiutato i Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus a regalare sorrisi, magia ed affetto ai piccoli ricoverati degli ospedali italiani nei quali operiamo.

    Per informazioni in merito ai libri proposti da Gea Books: geabooks@libero.it www.geabooks.it

  • Arisa

    Arisa con il naso rosso!

    Grazie di cuore ad Arisa per questo bellissimo scatto con il naso rosso dei Dottor Sogni.
    Un’amica in più nella grande famiglia di Theodora!
  • Un SMS per un sorriso di un bambino

     

    Desideriamo ringraziare di cuore tutti i sostenitori di Fondazione Theodora Onlus per aver aderito così numerosi alla nostra campagna SMS che si è conclusa domenica 27 gennaio.

    Grazie al passaparola, alla diffusione della notizia in tv, sui giornali e in radio abbiamo raccolto circa 200.000 euro che ci permetteranno di continuare a regalare sorrisi ai bambini ricoverati in 13 reparti di onco-ematologia, cardiologia pediatrica, neurologia e neuripsichiatria presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’IRCCS Policlinico San Donato di Milano, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto I di Roma, l’Ospedale Bambino Gesù di Roma, il Policlinico Federico II di Napoli, l’Ospedale Bellaria di Bologna e l’Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano.

    I fondi raccolti, oltre a finanziare le visite dei Dottor Sogni, serviranno a realizzare i corsi di formazione continua attraverso seminari di aggiornamento organizzati da Fondazione Theodora, il counceling psicologico periodico e la sterilizzazione delle attrezzature dei Dottor Sogni: camici, giocattoli, strumenti adatti al gioco con il bambino in ospedale.

    Grazie di cuore a tutti gli amici di Theodora per il sostegno!

  • Elisa Isoardi

    Naso rosso per Elisa Isoardi

    Grazie di cuore Elisa per questo bellissimo scatto.
    Siamo felici di averti tra i nostri sostenitori!

     

  • Dammi il 5…per mille sorrisi

    Dona il tuo 5xmille a Fondazione Theodora, lo trasformeremo in tanti sorrisi!

    Aiutarci è semplicissimo!
    Cerca nei modelli CUD, 730 o Unico Persone Fisiche, la sezione dedicata al 5xmille.
    Apponi la tua firma e scrivi il nostro codice fiscale 97247270156 nel primo riquadro (Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale), regalerai così sorriso, conforto e affetto ai piccoli ricoverati.

    Per chi non ha obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, basterà, senza alcun onere da parte del contribuente, consegnare a una banca o a un ufficio postale la scheda integrativa per il 5 per mille contenuta nel CUD in busta chiusa su cui apporre la scritta “scelta per la destinazione del 5 per mille dell’IRPEF”, con indicazione di nome, cognome e codice fiscale del contribuente.

    Stampa questa pagina e conservala insieme ai documenti per la dichiarazione dei redditi, ti aiuterà a ricordare come sia semplice regalare sorrisi e magia ai bambini in ospedale!

  • Veronica Pivetti in corsia con i Dottor Sogni

    Giovedì scorso si è svolta una visita molto speciale presso il reparto di neurologia dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma.. i nostri Dottor Sogni sono stati affiancati dalla simpaticissima Veronica Pivetti.

    Veronica ha scelto di seguire da vicino la visita dei Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus per essere testimone in prima persona dei magici incontri che avvengono tra il clown e il bambino. E’ stato un pomeriggio molto intenso, ricco di emozioni e sorrisi. Grazie Veronica!

    Un ringraziamento particolare va anche all’ospedale per l’accoglienza e la disponibilità.

  • Aperitivo del Sorriso

    I volontari in festa!

    Allegria, nasi rossi e brindisi per festeggiare i volontari di Theodora milanesi e quelli sparsi in tutta Italia!
    Grazie di cuore per il tempo, la passione, la dedizione con cui ci aiutate ogni giorno.
    E’ anche grazie a persone come voi che possiamo continuare a regalare sorrisi e magia ai bambini in ospedale!
     
  • Porsche Italia in pista al Mugello insieme ai Dottor Sogni per festeggiare la 911!

    Continuano i festeggiamenti itineranti per il cinquantestimo anniversario della Porsche 911. Lo scorso week end Porsche Italia ha allestito un evento internazionale presso l’autodromo del Mugello, sede del terzo appuntamento stagionale della Carrera Cup Italia.
    Ringraziamo di cuore Porsche Italia per averci coinvolto anche in questa manifestazione e per la generosa donazione in nostro favore. Grazie ai fondi raccolti potremo regalare ancora più sorrisi e magia ai bambini in ospedale. Grazie Porsche!

    Guardate qui l’intervista che ha rilasciato Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale, in pista al Mugello prima della gara.

    Anche il nostro Presidente André Poulie era presente ai festeggiamenti di Porsche e ha rilasciato una bella intervista in cui racconta di come la vitalità della mamma Theodora lo abbia ispirato nella creazione di una Onlus che porta il suo nome e sorrisi ai bambini negli ospedali. Guardate qui l’intervista.

  • Naso rosso per Niccolò Canepa

     
    Grazie di cuore a Niccolò Canepa, motociclista della Ducati che gareggia nella Superstock,
    per questo bellissimo scatto con il naso rosso da Dottor Sogni realizzato insieme alla Dottoressa Peppa.
  • Messaggi dai reparti

     

    Condividiamo con gioia quest’articolo uscito su La Stampa, scritto dalla mamma della dolcissima Marta che ha incontrato i nostri Dottor Sogni in ospedale a Torino. Grazie di cuore per averci citato nell’articolo e per questo messaggio che ci ha inviato: “Un Grazie a tutti voi, siete un Dono prezioso per le corsie, per i nostri bimbi e per noi genitori. Con affetto e stima”. Mamma di Marta.

    Dopo l’incontro con la piccola Marta il Dottor Baciccia ha scritto queste parole:

    COSI’ L’HO VISSUTA
    Sorpresi e sconcerti
    da tanta emozione
    entriamo,
    la stanza è un giardino fiorito,
    negli occhi la gioia
    uscita dal cuore
    illumina
    tutti con un solo
    vissuto.
    La mamma di Marta
    così si presenta
    e mette insieme
    tante belle parole
    poi
    accenna al repatro
    all’equipe
    e al primario
    elogiando il suo amore
    nelle coccole a Marta
    e ripete
    “una madre
    accarezza
    i suoi figli!”
    Gli occhi,
    gli sguardi, i sorrisi
    e gli accenti
    ci trovano
    insieme in un
    unico istante,
    poi le foto
    e l’urlo di gioia
    salutano Marta
    che arriva in carrozza
    Astro e Baciccia
    si asciugano gli
    occhi , la mamma
    ringrazia
    per tanto calore
    e dentro
    di noi rimane
    l’onore
    di “stare”
    vicino a una vita
    futura per tutti!

    Dottor Baciccia

     


     

  • Il Pic-nic di Theodora

     
    Il “PIC-NIC DI THEODORA”: un grande successo di pubblico e di raccolta fondi per i bambini in ospedale!
     
    Domenica 15 settembre 2013 presso i Giardini di Villa Reale, a Milano, Fondazione Theodora Onlus ha organizzato la terza edizione del “Pic-nic di Theodora”, un evento benefico pieno di allegria e sorprese che, nonostante la pioggia, ha registrato una grande partecipazione tra bambini e adulti.

    “E’ emozionante pensare che l’allegria e la magia che hanno caratterizzato questa giornata straordinaria non finiranno qui, ma arriveranno ai piccoli pazienti tramite la visita speciale dei Dottor Sogni” spiega Giovanna Ferrero Ventimiglia, ideatrice dell’evento e Consigliere di Fondazione Theodora Onlus. “Un momento toccante della giornata è stato il lancio dei palloncini con le dediche dai bambini per i bimbi ricoverati in ospedale.
    Mi ha colpito la semplicità e l’affetto nel pensiero scritto dalla piccola Sara – Ho disegnato gli occhi, la bocca e i capelli al palloncino, è davvero buffo! Così  ti fa ridere e non pensi all’ospedale. Quando esci giochiamo insieme a casa mia!! -”
     
     

    “Sono molto felice che il “Pic-nic di Theodora” abbia riscosso un così grande successo nonostante il tempo incerto:
    ci ha commosso l’affetto di tutti gli amici della Fondazione che hanno partecipato con gioia al nostro evento sebbene non ci fosse
    il tempo ideale per un picnic sul prato”, spiega Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus.
    “Inoltre, grazie alla copertura di tutti i costi da parte degli sponsor, l’intera raccolta fondi della giornata sarà integralmente
    destinata ai nostri programmi di visita presso gli ospedali milanesi. Il successo del nostro evento non sarebbe stato tale senza
    il prezioso aiuto del Comitato organizzatore, che ringrazio nuovamente di cuore. Inoltre sono felice di comunicare che
    i panini non consumati non sono stati sprecati, ma offerti e consegnati all’Associazione Pane Quotidiano Onlus di Milano”.
     

     

  • I Dottor Sogni in formazione!

    Lo scorso week end si è svolto a Torino il consueto seminario di formazione continua dedicato ai Dottor Sogni di Theodora.
    I 27 clown dottori hanno partecipato a workshop artistici e ad un incontro con il Professor Carlo Vosa, Primario del Reparto di cardiochirurgia del Policlinico Federico II di Napoli. Il Professore ha trattato il tema del “Dottor Sogni nel reparto di cardiochirurgia pediatrica” sottolineando come attraverso il gioco il Dottor Sogni riesca ad aiutare i piccoli pazienti a limitare il trauma dell’operazione e a riportarli  alla normalità.
     

    Nella foto il Professor Vosa

    Il seminario è una preziosa occasione di incontro, approfondimento e scambio volto a migliorare sempre di più il servizio offerto dalla Fondazione ai bambini in ospedale e alle loro famiglie. La Dottoressa Bonsai racconta: “Sono tornata dal seminario ricca di emozioni, nutrita e consapevole della grande fortuna che ho di condividere tanta bellezza con dei veri amici e colleghi. Viviamo in continua evoluzione per migliorare la qualità dello stare insieme con il cuore aperto. Grazie Fondazione Theodora!”

  • I Centri Porsche per Theodora

     

    Domenica scorsa a Padova si sono conclusi i festeggiamenti di Porsche Italia per i 50 anni della mitica 911 al fianco di Fondazione Theodora Onlus e dei bambini in ospedale. La Fondazione ha seguito Porsche Italia negli appuntamenti itineranti che si sono tenuti a Monza, Modena, Roma, Mugello, Bolzano e Padova in occasione dell’Italian Tour. Ringraziamo di cuore i Centri Porsche per le generose donazioni raccolte in occasione di ogni tappa del Tour e per aver coinvolto la Fondazione in questa meravigliosa iniziativa.

  • Fondazione Theodora Onlus sul Corriere della Sera

     
    Si parla anche di Fondazione Theodora Onlus nell’articolo del Corriere della Sera di domenica 27 ottobre 2013.
    Nella foto la Dottoressa Irina Pirina e il Dottor Boh durante una visita in ospedale.
  • TuttoMele

    Vi aspettiamo questa domenica e domenica 17 novembre alla manifestazione TuttoMele a Cavour! Troverete i nostri fantastici Dottor Astro e Dottor Baciccia allo stand de “La Dolce Vita” pronti a regalarvi tanti sorrisi e magia. Grazie di cuore al laboratorio artigianale “La Dolce Vita” per aver scelto di sostenere Fondazione Theodora donando 50 centesimi per ogni confezione di biscotti venduti.

  • In Diretta dai reparti

    La testimonianza del Primario dell’Istituto Nazionale dei Tumori, Maura Massimino

    Qual è il valore aggiunto che porta un Dottor Sogni in reparto?

    L’ospedale è un mondo straordinario dove le cose funzionano per conto loro, è un altro mondo e il sorriso ha un apporto straordinario al benessere e alla cura.
    Noi cerchiamo di sorridere, ma non possiamo essere le stesse persone che possono causare dolore e causare il sorriso. Ed è per questo che ci sono i Dottor Sogni, che sanno sorridere e sanno far sorridere e sanno anche discretamente scomparire, abilità da non sottovalutare, perché quando una persona ha un aspetto così eccentrico potrebbe sollecitare un’attenzione non richiesta e invece in tanti anni noi abbiamo saputo che i Dottor Sogni possono entrare nelle situazioni, possono uscirne, possono passare accanto, lasciando comunque sempre l’immagine di un sorriso che ci poteva essere o ci potrà essere
    “. Sostiene Maura Massimino – Primario del Reaparto di Pediatria dell’Istituto dei Tumori di Milano

     

    La testimonianza delle maestre dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

    Ci racconta la sua esperienza con i Dottor Sogni?

    “La nostra esperienza con i Dottor Sogni nasce con l’arrivo vent’anni fa del Dottor Strettoscopio in pediatria. Anche noi maestre eravamo agli esordi come gruppo e quindi si può dire che siamo nati insieme. E’ stato un bel percorso, che stiamo ancora facendo. Negli anni abbiamo avuto momenti di crescita insieme e soprattutto agli inizi c’è stato un fare da spalla ai Dottor Sogni perché erano una novità, una novità che portava sicuramente allegria ai bambini, ma in un reparto così delicato e con delle problematiche molto grosse.
    Negli anni le cose ovviamente sono cambiate, i Dottor Sogni arrivano in Istituito dei Tumori tutti i lunedì, sono un appuntamento fisso, un appuntamento che i bambini chiedono e si aspettano, ed è rimasto un momento importante di scambio di comunicazione con noi maestre che siamo qui tutti i giorni e abbiamo il polso della situazione e passiamo ai Dottor Sogni le informazioni che possono servire loro per interagire meglio con i nostri pazienti
    .” – Franca –

    Quale aspetto la colpisce dei Dottor Sogni?

    Quello che secondo me è molto importante è che i Dottor Sogni sono dei professionisti formati dalla Fondazione per operare in ambito ospedaliero pediatrico. Avere questo tipo di formazione fa sicuramente la differenza in reparti così delicati come la pediatria oncologica.
    In questi reparti bisogna inoltre avere una visione globale della situazione ed è esattamente quella che hanno i Dottor Sogni. I clown di Theodora non lavorano solo con il bambino, ma anche con i genitori o con chiunque si trovi in camera con loro, sono delle figure delicate che entrano nelle stanze sui piedi leggeri dell’allegria e aiutano in questo modo, secondo me molto professionale, i bambini ad attraversare la malattia. Non è un caso che i clown dottori della Fondazione continuino a venire in reparto da tutti questi anni
    “. – Cinzia
     

     

  • Artigianato All’Emporio

    Venerdì 22 e Sabato 23 novembre 2013 vi aspettiamo all’Artigianato all’Emporio, mostra mercato di alto artigianato, Via Washington 56, Milano.

    La Fondazione sarà presente con un dolcissimo stand ricco di Panettoni e Pandori del Sorriso. Venite a trovarci!!

  • La gioia di un sorriso!

    Grazie di cuore a Livingoffice per aver scelto di regalare sorrisi ai bambini in ospedale sostenendo Fondazione Theodora Onlus con la promozione della prestigiosa sedia Aeron full optional di Herman Miller.


    Contribuisci anche tu a donare magia e colore ai piccoli ricoverati, aderisci all’iniziativa “La gioia di un sorrisovalida fino al 31 dicembre 2013!


    Per informazioni: 0039 06 5780740 – lagioiadiunsorriso@livingoffice.biz
     

  • Capello Point per Fondazione Theodora Onlus

    In occasione delle festività natalizie Capello Point ha scelto di essere al fianco dei bambini in ospedale devolvendo a Fondazione Theodora Onlus 1€ dalla vendita dei prodotti della linea “è pura” e 1€ dalla vendita della confezione regalo trattamento completo “cheratina”.


    Aiutaci a regalare tanti sorrisi ai piccoli pazienti, recati in un punto vendita Capello Point e scegli uno di questi prodotti.

    Il tuo gesto si trasformerà in magia ed allegria!


    Ecco dove puoi trovare i prodotti legati all’iniziativa Capello Point per Fondazione Theodora Onlus:
    Centro Commerciale “GLOBO” Busnago – MI
    Centro Commerciale “Centrosarca” S.S.Giovanni – MI
    Centro Commerciale “Carrefour” Limbiate – MI
    Centro Commerciale “Fiordaliso” Rozzano – MI
    Centro Commerciale “Orio Center” Orio al Serio BG
    Centro Commerciale “Il Leone” Lonato – BS
    Corso Strada Nuova n 11 Pavia – PV
    Centro Commerciale “Shopville Le Gru ” Grugliasco – TO
    Centro Commerciale “San Martino” Novara – NO
    Centro Commerciale “Le Befane” Rimini – RN
    Centro Commerciale “Roma Est” Lunghezza – Roma
    Centro Commerciale “Porta di Roma” Roma

  • Festeggia il Natale con i Regali del Sorriso

    Vuoi fare un regalo davvero speciale e prezioso a un amico, un familiare, un collega?

    Scegli i nostri Regali del Sorriso, donerai così sorrisi e magia non solo al destinatario del regalo, ma anche ai bambini che trascorreranno queste festività in ospedale.

    Panettone Mille Sorrisi: Panettone milanese da 1 Kg., realizzato secondo la ricetta tradizionale e incartato a mano nella prestigiosa carta della collezione storica Tre Marie ispirata allo stile di fine Ottocento. La donazione minima è pari a 14€.


    Pandoro Mille Sorrisi: Pandoro con lieve nota di miele da 1 kg., realizzato nel rispetto della tradizione dolciaria veronese, è confezionato nel prezioso astuccio della linea storica Tre Marie. La donazione minima è pari a 14€.

    Il cartiglio, annodato ai dolci natalizi, spiega il gesto di solidarietà: “Chi dona e riceve questo regalo sostiene l’attività dei Dottor Sogni in favore dei bambini in ospedale. Grazie di cuore! “


    Simpatico Calendario da tavolo per sorridere ogni giorno (17×18 cm) con le foto dei Dottor Sogni e ricordare insieme gli appuntamenti mensili della Fondazione.

    La donazione minima richiesta è pari a 5€.
     

    Scegli il colorato Mousepad del Sorriso personalizzato con il logo di Fondazione Theodora Onlus! Renderà più allegra e divertente la tua navigazione online! La donazione minima richiesta è pari a 7€

     

    Rendi speciali gli auguri di Natale con la e-card Theodora! Ti aspetta un gioioso omaggio speciale…Visualizza qui la grafica

     

    Per informazioni e ordini: Tel 02 801116 – info@theodora.it

     

  • Il Mio Dono di UniCredit: un voto, 200.000 aiuti concreti!

    Dal 5 dicembre 2013 al 13 gennaio 2014 è attiva l’iniziativa di UniCredit a sostegno del Non Profit. La Banca mette a disposizione una preziosa donazione di 200.000€ da distribuire tra le associazioni aderenti al servizio Il Mio Dono.

    Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per poter regalare tanti sorrisi ai bambini in ospedale tramite questa straordinaria iniziativa. Aiutarci è semplicissimo basta cliccare qui e votare per Fondazione Theodora Onlus attraverso Facebook, via email o con carta per il Mio Dono.

    Contiamo su di voi!

  • Un tuo SMS al 45502 vale il sorriso di un bambino

     

    Un sorriso per i bambini in ospedale

    Dal 5 al 26 gennaio 2014 con un SMS al 45502 si aiuta Fondazione Theodora Onlus a garantire la visita dei Dottor Sogni a oltre 15.000 bambini ricoverati in ospedale.

    Grazie a questo progetto, i Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus potranno portare un momento di gioco, ascolto e sorriso, con un sostegno personalizzato, a ciascuno dei bambini ricoverati nei reparti di onco-ematologia, cardiologia pediatrica, neurologia e neuropsichiatria degli ospedali italiani nei quali la Fondazione opera. I Dottor Sogni, che visitano i piccoli pazienti una volta alla settimana tutto l’anno, anche nei giorni festivi, hanno il naso rosso e il camice colorato con strani nomi ricamati sulla schiena, dispendano cure speciali fatte di gioco e allegria.

    Dal 5 al 26 gennaio 2014, sostenere il progetto è possibile inviando un SMS solidale al numero 45502 e contribuire così a offrire a un piccolo paziente e alla sua famiglia un prezioso aiuto per affrontare la difficile prova del ricovero.

    In particolare, grazie ai fondi raccolti, i Dottor Sogni, artisti professionisti assunti e formati dalla Fondazione per lavorare in ambito ospedaliero pediatrico, potranno recarsi nei 14 reparti di onco-ematologia, cardiologia pediatrica, neurologia e neuropsichiatria presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’IRCCS Policlinico San Donato di Milano, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto Primo di Roma, l’Ospedale Bambino Gesù di Roma, il Policlinico Federico II di Napoli, l’Ospedale Bellaria di Bologna e l’Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano.

    Il ricavato della campagna, oltre a finanziare le visite dei Dottor Sogni, servirà a realizzare i loro corsi di formazione continua attraverso i seminari semestrali di aggiornamento organizzati da Fondazione Theodora Onlus, il loro counceling psicologico periodico e la sterilizzazione delle attrezzature utilizzate in ospedale, camici e giocattoli adatti al gioco con il bambino in ospedale.

  • Gli atleti di LGS SportLab per Fondazione Theodora Onlus

    Un SMS al 45502 vale il sorriso di un bambino!

    Fai come gli atleti di SportLab, sostieni Fondazione Theodora Onlus!

     

    Anche gli atleti del Team di LGS SportLab, società di riferimento nel settore del management sportivo, partecipano all’iniziativa di raccolta fondi tramite SMS solidale organizzata da Fondazione Theodora Onlus, attiva fino al 26 gennaio 2014, finalizzata a garantire la visita dei Dottor Sogni a oltre 15.000 bambini ricoverati in ospedale.

    Gli atleti che sostengono la Fondazione sono:

    Romano Battisti, campione di canottaggio e medaglia olimpica a Londra 2012

    Flavia Tartaglini, campionessa di windsurf nella classe RS:X, terza nel ranking mondiale

    Edoardo Gori, mediano di mischia del Benetton Rugby e della Nazionale maggiore

    Valerio Cleri, nuotatore olimpico di fondo e campione del mondo ai Mondiali di nuoto a Roma 2009.

    Grazie di cuore a tutti gli atleti per il preziozo sostegno!

  • Naso rosso anche per l’attore Nicolas Vaporidis

    Grazie di cuore Nicolas per aver scelto di essere al fianco dei bambini in ospedale sostenendo la campagna SMS di Fondazione Theodora Onlus.

    Continuate anche voi a regalare sorrisi, inviate subito un SMS al 45502. Grazie!

  • Si è conclusa l’iniziativa “Un voto 200 aiuti” promossa da UniCredit

    Il 13 gennaio 2014 si è conclusa l’iniziativa “Un Voto, 200.000 aiuti concreti” promossa da UniCredit a sostegno delle associazioni aderenti al servizio Il Mio Dono. Grazie alla vostra preferenza e al passaparola abbiamo ottenuto 374 voti pari a una donazione di 778,18€.
    I fondi raccolti ci permetteranno di continuare a regalare sorrisi, magia e gioco ai bambini ricoverati in ospedale, grazie alla speciale visita dei Dottor Sogni.

  • Sostieni il progetto “Corri per un sorriso con Fondazione Theodora Onlus”


    Retedeldono è la piattaforma web di personal fundraising partner di Fondazione Theodora Onlus e della Milano Marathon.


    Grazie a questo portale puoi intraprendere al fianco della sfida sportiva anche la tua sfida di solidarietà, attivando una personale campagna di raccolta fondi a favore del progetto “Corri per un sorriso con Fondazione Theodora Onlus

    Come fare? E’ semplicissimo.


    1) Iscriviti gratuitamente su Retedeldono

    2) Crea la tua pagina personale a sostegno del nostro progetto

    3) Dai il via alla tua raccolta fondi invitando, tramite e-mail, sms, Facebook e Twitter, amici e colleghi a partecipare alla tua sfida personale con una donazione.

    Grazie al contributo di ognuno, trasformeremo le stanze d’ospedale in un ambiente in cui la risata si farà strumento di gioia e sicurezza!

    Partecipa e sostieni anche tu questo progetto. CORRI PER UN SORRISO E ACCOMPAGNA UN DOTTOR SOGNI IN CORSIA!

    Per avere supporto nella creazione della tua pagina contatta Fondazione Theodora Onlus – tel 02 801116 – info@theodora.it

     

     

     

  • Anche i Dottor Sogni viaggiano con Italo

    I Dottor Sogni sulle ali dell’Alta Velocità. NTV supporta Fondazione Theodora Onlus con particolari agevolazioni riservate ai Dottor Sogni permettendogli così di viaggiare ancora più velocemente e regalare tanti sorrisi ai bambini ricoverati nei 17 ospedali italiani nei quali la Fondazione opera.

    Ringraziamo di cuore NTV per aver scelto di essere al fianco dei bambini in ospedale.

  • La Fondazione agli eventi esclusivi del Centro Studi Grande Milano

    Il Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus, Emanuela Basso Petrino, il 3 febbraio 2014 ha partecipato alla Convention di apertura dei lavori 2014 del Centro Studi Grande Milano Milano città metropolitana- Expo e sviluppo delle imprese” che si è tenuta presso il Palazzo Affari ai Giureconsulti a Milano.

    Ringraziamo Centro Studi Grande Milano per aver concesso alla Fondazione la possibilità di esporre alle prestigiose aziende presenti la missione di Fondazione Theodora Onlus.

    La Fondazione ha avuto inoltre l’onore di partecipare il 14 febbraio 2014 all’evento esclusivo  #AMAREMILANO organizzato dal Centro Studi Grande Milano presso Palazzo Reale. La serata è stata un susseguirsi di momenti unici quali il premio delle grandi Guglie a Roberto Vecchioni e un monologo sull’amore felice del Professor Morelli. I protagonisti della serata hanno dedicato frasi del loro amore per la città di Milano che sono state pubblicate sul sito del Centro Studi e nello splendido libro edito dal Centro Studi titolato con il marchio donato da Carlo Tognoli #amaremilano.

  • Sacchettino del Sorriso

    Dalla primavera 2014 il programma Bomboniere del Sorriso si arricchisce di un nuovo prodotto:

    il SACCHETTINO DEL SORRISO!


    Da marzo i donatori e sostenitori di Fondazione Theodora Onlus, accanto alla tradizionale e amata Bomboniera e alle rinnovate Pergamene, potranno scegliere anche il Sacchettino del Sorriso, un elegante portaconfetti in cotone naturale color ecru arricchito da un ricamo discreto personalizzato.


    Il Sacchettino ha dimensioni molto comode – 7×10 cm -, contiene facilmente i confetti e, una volta terminati questi, può essere riutilizzato come porta minuterie.


    Il Sacchettino è utilizzabile in solo oppure abbinabile agli altri prodotti del programma Bomboniere del Sorriso … un’idea in più per i vostri ospiti e per regalare ancora più sorrisi ai bambini visitati dai Dottor Sogni!

    Per info e ordini: tel 02 801116 – info@theodora.it

  • Massimiliano Rosolino con Theodora alla Milano Marathon!

     

    Alla Milano Marathon io corro per un sorriso! Correre fa bene, soprattutto con Fondazione Theodora Onlus
    per regalare magia e allegria aibimbi in ospedale!” Massimiliano

     

    Ringraziamo di cuore l’amico della Fondazione, Massimiliano Rosolino, per aver scelto di essere al fianco di Theodora anche in occasione della Milano Marathon del 6 Aprile! Insieme riusciremo a tagliare grandi traguardi per i bimbi in ospedale!!

    Correte anche voi per un sorriso! Iscrivetevi subito alla Milano Marathon con Fondazione Theodora Onlus, contribuirete così a regalare sorrisi e magia ai bambini ricoverati all’Ospedale Buzzi di Milano! Per info cliccate qui o telefonate allo 02 801116 – 02 801116.

    Grazie di cuore!

  • Conclusa la collaborazione tra Fondazione Theodora Onlus e Geabooks

    Cari Amici,

    Vi informiamo che, con oggi, si conclude la collaborazione tra Fondazione Theodora Onlus e Geabooks.

    Conseguentemente, ogni eventuale proposta commerciale di rappresentanti o agenti di Geabooks non sarà più in alcun modo collegata ad alcuna collaborazione o sostegno alla nostra missione. Ringraziamo Geabooks per il contributo sinora fornito e auguriamo a tutti Voi buona giornata.

  • Fondazione Theodora Onlus sulla Gazzetta dello Sport!

    Su Gazzetta di oggi l’impegno di Massimiliano Rosolino per Fondazione Theodora Onlus in occasione della

    Milano Marathon del 6 Aprile!

     
    Domenica 6 aprile 2014 Fondazione Theodora Onlus parteciperà per il quarto anno consecutivo al Charity Programm della Milano Marathon con più di 37 staffette e 46 maratoneti. Quest’anno gli oltre 200 Runner correranno per garantire le visite dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati presso il Reparto di Ortopedia dell’Ospedale dei Bambini Buzzi di Milano.

    Ad aiutare la Fondazione a raggiungere questo meraviglioso traguardo ci sarà l’amico di Theodora, Massimilano Rosolino e tra i numerosi Runner del Sorriso Theodora potrà contare anche sul sostegno di  staffette organizzate da aziende amiche, Clifford Chance, SIA e Sky Italia che condivideranno il percorso, la fatica, l’emozione del traguardo e in più un obiettivo comune: il sorriso di dei bambini in ospedale.

    In campo, per il rettilineo finale, scenderanno gli immancabili Dottor Sogni indossando i loro simpaticissimi camici colorati, l’uniforme con cui portano gioco e allegria ai bambini in ospedale…  quel gioco, quella magia e fantasia che non devono mancare nella quotidianità dei nostri bambini.
     
    Vi aspettiamo numerosi il 6 Aprile per sostenere i nostri Runner del Sorriso!

     

  • Fondazione Theodora alla Milano Marathon

    Fondazione Theodora Onlus alla Milano Marathon 2014

    Grazie di cuore a Massimiliano Rosolino per essere stato al nostro fianco anche in occasione della Milano Marathon di ieri, ai nostri Runner del Sorriso, alle aziende amiche che hanno corso con Theodora, Clifford Chance, SIA e Sky Italia, ai volontari che ci hanno aiutato durante l’evento.

    Grazie al sostegno di tutti siamo riusciti a tagliare un meraviglioso traguardo: continuare a regalare sorrisi ai bambini ricoverati presso il Reparto di Ortopedia e Traumatologia Pediatrica dell’Ospedale Buzzi di Milano.

    Ci rivediamo alla Milano Marathon 2015!

     

     

  • Nuova raccolta punti Schesir Ecollection per Fondazione Theodora Onlus

    Schesir, la nota azienda specializzata in alimenti secchi e umidi per cane e gatto, ha lanciato la raccolta punti ECOllection, che terminerà il 29 giugno 2014 con estrazione finale il 30 luglio 2014.
    Partecipando alla raccolta punti si sostiene Fondazione Theodora Onlus contribuendo così a regalare sorrisi ai bambini ricoverati presso l’Istituto Giannina Gaslini di Genova.
    Per maggiori informazioni Schesir.com

  • Regala anche tu un sorriso..con un libro EdiCart!

    Un libro per un Sorriso” è un’iniziativa promossa da Gruppo Edicart e Sparkasse a sostegno di Fondazione Theodora Onlus.
    A partire dalla fine del mese di aprile, acquistando uno dei libri EdiCart esposti presso le filiali lombarde dell’istituto di credito Sparkasse che aderiscono all’iniziativa, contribuirai a regalare un sorriso ai bambini ricoverati in ospedale.

    I libri fiabe, i pop up, i libri sonori, i volumi con protagonisti i personaggi più amati dai bambini, saranno magia e allegria non solo per chi riceverà in dono il libro, ma anche per 35.000 bambini ricoverati in 18 ospedali italiani che ricevono settimanalmente la visita dei Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus.

  • Generali INA Assitalia per Fondazione Theodora Onlus

    Generali INA Assitalia Agenzia Generale di Monza e Agenzia Generale di Milano hanno scelto di contribuire alla missione di Fondazione Theodora Onlus destinando un euro per ogni polizza a premio annuo sottoscritta. Grazie a questo prezioso sostegno potremo regalare ancora più sorrisi, magia e allegria ai bambini in ospedale con le visite speciali dei nostri Dottor Sogni.

  • Sostieni Theodora andando in vacanza!

    Sostieni Theodora andando in vacanza!


    Per i prossimi ponti o in occasione delle vacanze estive sostieni Fondazione Theodora Onlus scegliendo una delle due proposte di “Vacanza del Sorriso”. Ogni tuo soggiorno contribuirà alla missione di Theodora con una donazione del 10% del valore della stessa.


    Grecia: ospiti di un magnifico sloop di 21 metri dalle altissime prestazioni, sarà entusiasmante scoprire le isole e i luoghi più belle della Grecia. Non solo una vacanza, ma anche una scuola di vela, immersi nella natura, in un modo unico e speciale. www.specialexperience.org


    Sardegna: regalati un soggiorno da sogno presso il Bed&Breakfast di Charme Albero Capovolto nell’incantevole località di Golfo Aranci (Olbia). www.alberocapovolto.com

  • Teatro di San Carlo: Cocktail e Opera Pagliacci – Sabato 31 maggio 2014

    Amci di Fondazione Theodora Onlus vi aspettiamo sabato 31 maggio al Teatro di San Carlo di Napoli per un Cocktail in Teatro e per assistere all’Opera Pagliacci di Ruggero Leoncavallo. Le donazioni che raccoglieremo grazie a questa straordinaria serata ci aiuteranno a regalare sorrisi ai bambini ricoverati presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli.


    Gli esclusivi posti a disposizione sono solo 50, quindi affrettatevi! Per informazioni o prenotazioni info@theodora.it

  • Il tuo 5X1000 per far sorridere i bambini in ospedale

     

    5X1000
     
    Aiutaci a far sorridere e sognare i bimbi in ospedale! 
     
    Un bambino sereno ha più forza per affrontare la malattia e per guarire. Aiutaci anche tu a donare, attraverso le speciali visite dei Dottor Sogni, momenti di gioco, ascolto e sorriso ai bambini in ospedale… perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti!
     

    Devolvi il tuo 5X1000 a Fondazione Theodora Onlus!

    FirmaFirma nell’apposito spazio della tua dichiarazione dei redditi “Sostegno del volontariato…”

    123 Inserisci il nostro codice fiscale 97247270156

    Cuore Theodora Regalerai così sogni e sorrisi ai bimbi in ospedale. È semplice, puoi!

     
     
    Stampa e conserva questo promemoria tra i documenti della dichiarazione dei redditi

    5X1000 Fondazione Theodora

     

    DOMANDE FREQUENTI

    Che cos’è il 5×1000?
    Il 5×1000 è un particolare tipo di donazione che proviene dall’imposta sul reddito delle persone fisiche – IRPEF – come stabilito dalla Legge Finanziaria del 2006. Chiunque presenti la dichiarazione dei redditi può scegliere di destinare la propria quota, pari al 5×1000, a finalità di sostegno di particolari enti no profit, o di finanziamento della ricerca scientifica, o universitaria e sanitaria, compilando, con firma e codice fiscale dell’associazione, l’apposita sezione sulla dichiarazione dei redditi.
    Chi può donare il 5×1000?
    Ha la possibilità di destinare il 5×1000 delle proprie tasse ad una specifica associazione chiunque fa la dichiarazione dei redditi, presentando i modelli: REDDITI (Ex UNICO), CERTIFICAZIONE UNICA, MODELLO 730.
    Non ho l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi: posso donare il 5×1000?
    Si: basta consegnare ad una banca o a un ufficio postale la scheda integrativa per il 5×1000 contenuta nel CU in busta chiusa, su cui apporre la scritta “scelta per la destinazione del 5×1000 dell’IRPEF”, con indicazione di nome, cognome e codice fiscale del contribuente.
    È diverso dall’8×1000?
    Si: il 5×1000 non sostituisce, ma si aggiunge al meccanismo dell’8×1000. Entrambi permettono al contribuente di scegliere a chi devolvere una parte delle proprie imposte sul reddito, ma non vanno confusi perché hanno formule di destinazione fiscale diverse. Lo scopo dell’8 x1000 è di offrire sostegno alla Chiesa di culto (confessioni e credo religiosi) oppure è destinabile allo stato
    Cos’è il 2X1000?
    É la quota che si può destinare ai partiti politici.

     

  • Sta per arrivare la Special Edition dell’orologio “Digitona per Theodora” by Marco Mavilla!

    Special Edition dell’orologio “Digitona per Theodora” by Marco Mavilla

     

    Non perdetevi questa edizione speciale e limitata dell’orologio “Digitona per Theodoraby Marco Mavilla che potrete trovare in anteprima al “Pic-nic di Theodora” presso i Giardini della Villa Reale di Milano, il prossimo 10 maggio e poi, a partire da lunedì 12 maggio 2014, sul nostro sito nella sezione Regali del Sorriso.

    L’elegante confezione nera della Special Edition “Digitona per Theodoraby Marco Mavilla include un favoloso Digitona arancione – per trasmettere allegria, gioia di vivere e sorrisi come quelli che regalano ogni giorno i Dottor Sogni ai bambini ricoverati in ospedale – e uno stupendo pin per le vostre camicie e giacche con il logo della Fondazione, da portare sempre con voi.

     

    Il DIGITONA by Marco Mavilla

    Appare come un chrono ma non lo è. Nato da un intrigante inganno percettivo, il DIGITONA è l’ultima coloratissima creazione di Marco Mavilla.
    Collezionista di orologi e cultore delle lancette, Marco Mavilla ha creato una collezione dalla forte personalità: “Un orologio che illude l’occhio e il tempo”.
    Irridente e giocoso, è un richiamo grafico a un famoso status symbol, ma dentro nasconde un’anima digitale.
    La formula che accende subito l’estate è molto glam: silicone avvolgente, colori vitaminici e fluo, contrasti e tratti grafici mixati sapientemente a estro ed esperienza. Il Digitona è un accessorio eccentrico e stravagante,  pronto a stupire in qualsiasi occasione.

     

  • Fondazione Theodora Onlus per i piccoli dell’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma

     

    Il Dottor Sogni arriva all’IRCCS San Raffaele di Roma

    Dal 5 maggio 2014 anche i piccoli ricoverati presso il reparto pediatrico del San Raffaele Pisana potranno vivere la magia  e l’entusiasmo dei Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus. Nasi rossi, camici bianchi e strani nomi ricamati sulla schiena. Questi sono i Dottor Sogni: artisti professionisti, assunti e specificamente formati dalla Fondazione per aiutare i piccoli ricoverati  in ospedale e le proprie famiglie ad affrontare la difficile prova del ricovero.


    «Sentiamo il bisogno di ringraziare Fondazione Theodora Onlus per questa nuova entusiasmante collaborazione», dichiara il Prof. Giorgio Albertini, Responsabile del Centro per lo Sviluppo Infantile dell’Istituto romano. «Specchiarsi negli occhi di nuovo sorridenti dei nostri piccoli pazienti  è una gioia indescrivibile e ha un valore umano inestimabile per chi come noi combatte quotidianamente con la malattia, il dolore e la sofferenza».


    «Siamo davvero felici di collaborare da quest’anno anche con l’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma per offrire ai piccoli ricoverati un prezioso momento di gioco, ascolto e sorriso, grazie alle “visite specialidei nostri Dottor Sogni, ogni settimana, per tutto l’anno», aggiunge Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus.


     

  • Il “Pic-nic di Theodora” a Milano!

    Grazie di cuore cari amici per aver partecipato così numerosi al “Pic-nic di Theodora” presso i Giardini della Villa Reale di Milano sabato scorso. E’ stata una giornata indimenticabile, intrattenimento per grandi e piccini, un gustosissimo pic-nic lunch e tanta allegria per tutti!
    Un ringraziamento speciale alle aziende amiche che hanno coperto i costi dell’evento permettendoci così di destinare l’intero ricavato ai programmi di visita attivi negli ospedali milanesi nei quali siamo presenti con i Dottor Sogni e a tutti i nostri volontari che sono stati fantastici come sempre!!

  • Banca Sistema sostiene Fondazione Theodora Onlus


    Il 23 maggio Banca Sistema aderisce all’iniziativa “Bimbi in Ufficio con mamma e papà” promossa da Corriere Economia e accoglie nella propria sede centrale, in Corso Monforte a Milano, le famiglie dei dipendenti, in particolare i bambini, che avranno così la possibilità di visitare il luogo di lavoro dei genitori ed essergli accanto nel corso di una giornata lavorativa comune.

    La visita negli uffici della Banca rappresenterà però anche un momento ludico, istruttivo e insieme benefico: con l’occasione, infatti, saranno esposti i maialini-salvadanaio realizzati da tutti i dipendenti che, decorati e personalizzati con creatività, aiuteranno i più piccoli ad avvicinare il mondo del “risparmio” e potranno anche essere acquistati con offerte il cui ricavato sarà interamente devoluto a sostegno di Fondazione Theodora Onlus.

    PROGRAMMA

    10.30 – 17.30 Un giorno speciale insieme “al lavoro”
    Banca Sistema sarà aperta ai figli di tutti i dipendenti, che potranno visitare gli uffici dei propri genitori e conoscere i “Dottor Sogni” di Fondazione Theodora Onlus.

    17.30 – 19.30 L’ARTE del risparmio in famiglia
    Le porte di Banca Sistema si aprono a tutti: in questa fascia oraria sarà possibile visitare la mostra dei salvadanai realizzati dai dipendenti con i propri bambini e sostenere Fondazione Theodora Onlus.

    Se sei un nonno o un genitore e sei interessato a partecipare, clicca qui per registrarti. La partecipazione è gratuita e sino a esaurimento posti. La registrazione è obbligatoria.

  • Grazie di cuore Teatro di San Carlo!

    Desideriamo ringraziare il Teatro di San Carlo di Napoli per aver scelto di dedicare le Prove generali dell’Opera Pagliacci di Ruggiero Leoncavallo nell’onirico e suggestivo allestimento firmato da Daniele Finzi Pasca a Fondazione Theodora Onlus. Grazie di cuore anche alle maschere per lo splendido lavoro e per il simpatico scatto con i nasi rossi dei Dottor Sogni!
    Grazie ai preziosi fondi raccolti in occasione della meravigliosa serata di ieri sera potremo continuare a regalare sorrisi ai bambini ricoverati presso il Reparto di Cardiochirurgia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli.

  • Volontariato aziendale per The Royal Bank of Scotland!

     
    Grazie di cuore ai dipendenti di The Royal Bank of Scotland per aver partecipato con entusiasmo e passione alla giornata di volontariato
    dedicata a Fondazione Theodora Onlus! Siete stati bravissimi ad assemblare le nostre Bomboniere del Sorriso! Grazie a tutti!
     

  • Il “Pic-nic di Theodora” a Torino

    Grazie di cuore cari amici per aver partecipato al primo Pic-nic di Theodora a Torino, la domenica scorsa presso lo Juventus Stadium. È stata una giornata magnifica all’insegna dell’allegria e della solidarietà, con tanti divertimenti per grandi e piccini, in una cornice molto suggestiva.

    Un caloroso grazie anche alle Aziende Amiche che hanno partecipato e sostenuto con il loro prezioso contributo il “Pic-nic di Theodora” a Torino, consentendoci così di destinare l’intero ricavato della giornata all’attività dei nostro Dottor Sogni presso l’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.

    Un sentito grazie anche a tutti i volontari che ci hanno supportato durante questa bella giornata.

  • Cocktail e Opera Pagliacci Teatro di San Carlo di Napoli

    Amci di Fondazione Theodora Onlus vi aspettiamo sabato 31 maggio al Teatro di San Carlo di Napoli per un Cockail in Teatro e per assistere all’Opera Pagliacci di Ruggero Leoncavallo. Le donazioni che raccoglieremo grazie a questa straordinaria serata ci aiuteranno a regalare sorrisi ai bambini ricoverati presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli.
    Gli esclusivi posti a disposizione sono solo 50, quindi affrettatevi! Per informazioni o prenotazioni info@theodora.it

  • Grande Serata al Teatro di San Carlo per Fondazione Theodora Onlus!

    Sabato 31 maggio al Teatro San Carlo di Napoli è andata in scena l’opera “I Pagliacci” ed è stata una bellissima serata all’ insegna della solidarietà, un ringraziamento speciale a tutti gli  amici che hanno partecipato aiutando così  Fondazione Theodora Onlus nel portare avanti la sua missione, portare tanti sorrisi ai bambini in ospedale!!

  • Fondazione Theodora ringrazia la Sir James Henderson School di Milano!

    Venerdì 30 maggio la scuola ha promosso e realizzato la manifestazione Performathon – una ventiquattrore di danza, musica, teatro e molto altro – che consentiva ad alunni ed ex alunni di esprimere le proprie peculiarità artistiche. Le performance potevano ottenere una sponsorship da docenti e familiari dell’artista sulla base del gradimento riscosso dall’esibizione.

    L’intero ricavato di questa straordinaria iniziativa sarà devoluto a Fondazione Theodora Onlus.

    La Sir James Henderson School sostiene e incoraggia la sensibilizzazione degli studenti a tematiche sociali e di attenzione verso gli altri e siamo felicissimi che, in questo quadro, anche quest’anno abbia scelto di sostenere la missione di Fondazione Theodora Onlus.

    E’ stato emozionante assistere all’impegno di docenti e studenti nella realizzazione di una iniziativa così complessa e così partecipata: è bello vedere impegno e divertimento coniugati con solidarietà e sapere che tutto questo si trasformerà in sorrisi di bambini ricoverati negli ospedali visitati dai Dottor Sogni della Fondazione.

  • Un voto 100.000 aiuti concreti – Summer Edition 2014

    Dal 5 giugno 2014 al 7 luglio 2014 ritorna l’iniziativa di UniCredit a sostegno del Non Profit. La Banca mette a disposizione una preziosa donazione di 100.000€ da distribuire tra le associazioni aderenti al servizio “Il Mio Dono”Abbiamo bisogno del vostro aiuto per regalare tanti sorrisi ai bambini in ospedale tramite questa straordinaria iniziativa!! Aiutarci è semplicissimo: basta cliccare qui e votare per Fondazione Theodora Onlus. Puoi utilizzare anche Facebook , Twitter e oppure via email o con carta per il Mio Dono

  • Grazie a tutti i volontari di Fondazione Thedora Onlus!

    Grande festa il 18 giugno nella sede di Fondazione Theodora Onlus. I protagonisti erano loro, i nostri speciali e infaticabili volontari, persone straordinarie che donano il loro tempo e le loro energie per sostenere la nostra attività. Grazie di cuore a tutti voi per il vostro sostegno, il vostro sorriso e per essere parte della squadra di  Fondazione Theodora Onlus! Ringraziamo anche la Dottoressa Bonsai, che, smesso il camice da Dottor Sogni, ha partecipato e reso ancora più speciale la festa con i nostri volontari!

  • Arriva l’estate con l’orologio Digitona By Marco Mavilla!

    Arriva l’estate, piena di colori e di allegria!


    Anche Fondazione Theodora si prepara per le vacanze con l’orologio DIGITONA by Marco Mavilla, in edizione speciale!! Un colore glam e fluo per dare energia a grandi e piccini, aiutando i nostri Dottor Sogni a regalare sorrisi e allegria ai bambini ricoverati nei 18 ospedali italiani in cui Fondazione Theodora Onlus opera!


    L’edizione speciale per Fondazione Theodora – di un vivo color arancione – per dare la carica giusta alla Vostra estate, irridente e giocoso, è un richiamo grafico, nato da un intrigante inganno percettivo, dentro cui però nasconde un’anima digitale, pronto a stupire in qualsiasi occasione!

    Sceglilo ora sul nostro sito nella sezione I Regali del Sorriso!

     

  • Selezione fino al 10 ottobre di clown dottori per Torino, Roma e Napoli

    Fondazione Theodora Onlus cerca nuovi clown dottori per inserimento nel gruppo dei Dottor Sogni

    Per lo sviluppo di Fondazione Theodora Onlus, il gruppo dei Dottor Sogni operanti nelle regioni del Piemonte, Lazio e Campania verrà ampliato. A tal proposito, Fondazione Theodora Onlus sta pianificando una nuova formazione iniziale che avrà luogo tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015.

    Il percorso di selezione e formazione si svolgerà in tre fasi successive con l’obiettivo di fornire agli artisti selezionati dalla Fondazione gli strumenti necessari allo svolgimento del lavoro in ambito ospedaliero.

    L’inserimento nella squadra dei Dottor Sogni avverrà attraverso il superamento di una selezione articolata nelle seguenti fasi:

    • compilazione di un questionario scritto e di un colloquio motivazionale;
    • corso di formazione teorico-pratico (almeno 4 mesi) gratuito dedicato in genere a una “classe” di 10 persone; e
    • tirocinio di 3/4 settimane in affiancamento a un Dottor Sogni formatore o di lunga esperienza.
       

    Alla fine di questo percorso, l’artista verrà assunto dalla Fondazione e  lavorerà in ospedale secondo una pianificazione trimestrale. Ciascun Dottor Sogni svolge, in media, l’attività per 4/6 mezze giornate al mese.
     

    Requisiti essenziali:

    – compimento del 25° anno di età;

    – residenza o domicilio in una delle seguenti città italiane: Roma, Napoli, Torino; e

    – formazione artistica e/o partecipazione a progetti artistici.

    Requisiti preferenziali:

    – formazione pedagogica e/o partecipazione a progetti per bambini; e

    – esperienza in ambito ospedaliero

    Il curriculum  vitae dovrà essere inviato, mezzo mail, al seguente indirizzo: cristina.petrarca@theodora.org entro il 10 ottobre 2014.

  • Arrivano tante Piccole Sorpese insieme a Fondazione Theodora Onlus

    Il 30 settembre sono stati presentati a Milano, Piccole Sorprese, i primi e unici cofanetti regalo pensati per il mondo dei bambini da 0 a 10 anni, offrendo una accurata selezione di molteplici attività a carattere ludico-creativo dedicate al mondo dei bambini, nonchè percorsi culturali e mostre con attività didattiche, concerti sinfonici, spettacoli teatrali dedicati ai più piccoli e molto altro ancora.

    Piccole Sorprese , “La scatola delle emozioni”, contribuisce a sostenere la missione di Fondazione Theodora Onlus  e quindi a regalare “emozioni” anche ai bambini ricoverati in ospedale con le visite dei nostri Dottor Sogni, devolvendo, per ogni cofanetto acquistato, da 1 a 3 euro a favore della nostra attività con i bambini in ospedale. Per maggiori informazioni visita il sito.

  • Festeggia il Natale con Fondazione Theodora Onlus

    Questo Natale con Fondazione Theodora Onlus puoi fare un regalo importante non solo alle persone a te più care ma anche ai bambini che si trovano ad affrontare la difficile prova del ricovero.

    Scegli i nostri dolci solidali per contribuire a portare momenti di gioco, ascolto e sorriso ai bambini in ospedale con i Dottor Sogni di Theodora.

    Panettone Mille Sorrisi: panettone da 1 kg. realizzato seconda la ricetta tradizionale. Il marchio G. Cova riprodotto sull’incarto è garanzia di qualità per le famiglie e le aziende che lo doneranno e riceveranno in regalo. Il panettone è incartato a mano nella prestigiosa carta della collezione classica.

    Il cartiglio, annodato al fiocco in raso bianco, spiega il gesto di solidarietà: “Chi dona e riceve questo regalo sostiene l’attività dei Dottor Sogni in favore dei bambini in ospedale. Grazie di cuore!”

    Pandoro Mille Sorrisi: 750 gr. di pandoro G. Cova. Prodotto nel rispetto della tradizione dolciaria veronese. Il pandoro è incartato a mano nella prestigiosa carta della collezione classica.

    Il cartiglio, annodato al fiocco in raso bianco, spiega il gesto di solidarietà: “Chi dona e riceve questo regalo sostiene l’attività dei Dottor Sogni in favore dei bambini in ospedale. Grazie di cuore!”

     

    Vienici a trovare

    A Milano: Piazza Bertarelli: 9, 10, 16, 17 dicembre 2014

    Istituto Neurologico Besta: 3, 4, 10, 11 dicembre 2014

    Istituto dei Tumori: 22 dicembre 2014

    A Torino: Ospedale Regina Margherita: 3, 10 dicembre 2014

    A La Spezia: Ospedale Civile Sant’Andrea: 2 dicembre 2014

    Per informazioni: 02 801116, info@theodora.it

  • Un tuo SMS al 45505 vale il sorriso di un bambino in ospedale!

    Dall’11 gennaio al 2 febbraio 2015 con un SMS al 45505 potremo garantire la visita dei Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus a oltre 12.000 bambini ricoverati.

    Con il progetto “Un sorriso per i bambini in ospedale” i Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus potranno portare un momento di gioco, ascolto e sorriso a ciascuno dei bambini ricoverati nei 10 reparti di onco-ematologia, neurologia, neurochirurgia e neuropsichiatria degli ospedali italiani nei quali la Fondazione opera.

    In particolare, grazie ai fondi raccolti, i Dottor Sogni, artisti professionisti assunti e formati dalla Fondazione per lavorare in ambito ospedaliero pediatrico, potranno recarsi presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto Primo di Roma, l’Ospedale Bambino Gesù di Roma, la Fondazione Istituto Neurologico Nazionale C. Mondino di Pavia, l’Ospedale Bellaria di Bologna e l’Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano.

    Sostenere il progetto è possibile inviando un SMS solidale al numero 45505 contribuendo così a offrire al piccolo paziente e alla sua famiglia un sostegno personalizzato per affrontare la difficile prova del ricovero.

    Il ricavato della campagna, oltre a finanziare le visite dei Dottor Sogni, servirà a realizzare i corsi di formazione continua attraverso i seminari semestrali di aggiornamento organizzati da Fondazione Theodora Onlus, il counceling psicologico periodico e la sterilizzazione delle attrezzature utilizzate dai Dottor Sogni: camici, giocattoli e strumenti adatti al gioco con il bambino in ospedale.

  • FONDAZIONE THEODORA ONLUS selezionata per il progetto B Solidale

    Fondazione Theodora Onlus è tra le cinque Onlus selezionate per partecipare al Progetto B Solidale 2014-15 promosso dalla Lega Nazionale Professionisti Serie B.

    Ogni organizzazione avrà a disposizione sette giornate di campionato – 77 partite – per promuovere e dare visibilità ai propri progetti.

    Fondazione Theodora Onlus sarà presente negli stadi della Serie B e in tv con il suo progetto “Ridere li rende più forti” dal 13 dicembre 2014 al 31 gennaio 2015. In queste giornate Fondazione Theodora Onlus avrà la possibilità di sensibilizzare e far conoscere la sua missione a favore dei bambini in ospedale.

    Il progetto “Ridere li rende più forti” mira a garantire le visite settimanali dei Dottor Sogni, artisti professionisti di Fondazione Theodora Onlus, ai bambini ricoverati nei 18 ospedali italiani in cui la Fondazione opera, con l’obiettivo di offrire ai piccoli pazienti e alle loro famiglie un sostegno concreto per affrontare la dura prova della malattia e del ricovero.

    Con questo progetto, Fondazione Theodora Onlus intende garantire al bambino la possibilità di incontrare un amico che lo farà sorridere, che lo ascolterà, che creerà giochi per sognare e immaginare, che si prenderà cura del suo “essere bambino”, oltre che paziente.

    Insieme a Fondazione Theodora Onlus le altre organizzazioni non-profit selezionate dalla Lega sono: Bethlem per la Terza età, Associazione Giulia per la Diversa abilità, Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica per la Ricerca scientifica e Avis per il Disagio sociale.

  • VARIAZIONE IBAN BANCARIO – FONDAZIONE THEODORA ONLUS

    Fondazione Theodora Onlus ha trasferito il proprio conto corrente bancario presso Banca Prossima, la banca dedicata alle imprese sociali e alle comunità del gruppo Intesa SanPaolo.

    Il nostro nuovo codice IBAN utile per le vostre donazioni sarà:

    IT 51 F033 5901 6001 0000 0113 874

  • Lista Nozze del Sorriso e Lista Occasioni Speciali del Sorriso

    Festeggiate il vostro matrimonio con un gesto di solidarietà. Condividete la gioia del giorno più bello con i Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus e i bambini ricoverati in ospedale.

    Fate della vostra cerimonia – o festa – un momento di gioia e generosità davvero grande aderendo al programma “Liste Nozze del Sorriso” per regalare le visite settimanali dei Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus ai bambini ricoverati nei 18 ospedali italiani in cui siamo presenti.

    Festeggia anche tutte le altre occasioni speciali con la “ Lista Occasioni Speciali del Sorriso” e sostituirai i regali con sorrisi.

    Per maggiori informazioni clicca qui!

    Fallo anche tu! Passaparola!

  • Pasqua all’insegna del Sorriso e della Solidarietà

    Pasqua può essere ancora più dolce e più buona con le Colombe del Sorriso

     

    Scoprite i dolci pasquali di Fondazione Theodora Onlus, sono ancora più buoni perché regalano sorrisi, magia ed affetto ai piccoli ricoverati in ospedale!

    Colomba Mille Sorrisi: 750 gr. di colomba tradizionale, il marchio G. Cova riprodotto sull’incarto è garanzia di qualità per le famiglie e le aziende che lo doneranno o riceveranno in regalo. La colomba è incartata a mano nella raffinata carta azzurra, destinata esclusivamente a Fondazione Theodora Onlus.
    Il cartiglio con il logo Theodora in copertina permette di scrivere il nome del destinatario del regalo e spiega il gesto di solidarietà: “Chi dona e riceve questo regalo sostiene l’attività dei Dottor Sogni in favore dei bambini in ospedale. Grazie di cuore!” Donazione minima 14€
     
     

    Venite a trovarci presso il Theodora Smile Shop in Piazza Bertarelli 2 a Milano il 24 e il 25 marzo 2015 dalle 8.30 alle 17.30.

    Ci trovate anche in ospedale a:

    Milano
    Istituto Neurologico Besta: 24,25, 30 e 31 marzo 2015
    Istituto dei Tumori: 23 e 27 marzo 2015
     
    Torino
    Ospedale Infantile Regina Margherita: 26 e 31 marzo 2015
     
    La Spezia
    Ospedale Sant’Andrea: 24 marzo 2015
     
     

    Vi aspettiamo numerosi!

    Per informazioni: 

    Tel.: 02 801116

    info@theodora.it

  • Nuova sede per Fondazione Theodora Onlus!

    Dal 24 aprile 2015 Fondazione Theodora Onlus cambia sede! Ci trovate in via Boltraffio 21 (a sinistra del teatro) – Milano. Il numero di telefono e di fax rimangono invariati.

    Il nuovo spazio è stato pensato per ospitare tutte le attività della Fondazione: le riunioni con i Dottor Sogni, gli incontri dei nostri preziosi volontari impegnati nelle attività di ufficio, il Consiglio Direttivo e anche divertenti momenti di festa tra la Fondazione e i nostri sostenitori che ci aiutano ogni giorno a regalare sorrisi e magia ai bambini in ospedale!

    Vi aspettiamo numerosi nel nostro nuovo ufficio!

  • Il “Pic-nic di Theodora” a Milano

    Grazie di cuore a tutti i nostri amici per aver partecipato alla quinta edizione de il “Pic-nic di Theodora” a Milano presso i Giardini della Villa Reale. E’ stata una splendida giornata all’insegna della solidarietà e dell’allegria. Un caloroso grazie anche alle Aziende Amiche che hanno sostenuto la nostra iniziativa con il loro prezioso contributo, consentendoci così di destinare l’intero ricavato dell’evento all’attività dei nostri DottorSogni presso gli ospedali milanesi nei operiamo. Un sentito grazie al Comitato Organizzatore e a tutti i volontari che ci hanno supportato durante questa bella giornata.

  • Buon Compleanno Fondazione Theodora!

    Il freddo e il tempaccio non hanno fermato i festeggiamenti per i 20 anni di Fondazione Theodora Onlus! Gli abbracci e i sorrisi scambiati hanno reso unica la serata di ieri, 20 maggio 2015. Grazie di cuore a chi ha partecipato e a chi ci ha pensato. Con noi, gli amici, il nostro Presidente André Poulie, i Dottor Sogni, il famosissimo clown Dimitri e Jean-Léonard de Meuron, autore del libro Chapiteau, da cui è stato tratto lo spettacolo Chapiteau, ieri sera magistralmente in scena.
    Grazie ancora e avanti tutta!

  • Edicart al fianco di Fondazione Theodora Onlus

    Un bambino che legge è un bambino felice e la felicità è qualcosa che si moltiplica quando viene condivisa! Il 28 maggio in occasione della giornata mondiale del gioco e del divertimento Edicart ha scelto di essere al fianco dei bambini in ospedale. Per tutti gli  acquisti effettuati il 28 maggio 2015 sul sito www.edicart.it  l’azienda devolverà 1 euro a Fondazione Theodora Onlus.
    Per maggiori dettagli scrivi a info@edicart.it e condividi anche tu la gioia di regalare tanti sorrisi!

  • 30 Maggio 1995: primi sorrisi e magia in ospedale con il Dottor Strettoscopio

    Il 30 maggio del 1995, ben 20 anni fa,  il Dottor Strettoscopio faceva la sua prima visita presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, con la sua valigetta piena di giochi, timori e buone speranze….Da allora ne è passato di tempo, ed ha incontrato tantissime persone e anime belle, alcune son volate in cielo, altre no…ha incontrato bambini, ragazzi, genitori, infermieri, medici, educatori….Dottor Sogni,colleghi e amici (vecchi e nuovi, italiani e stranieri)…persone stupende che lo hanno aiutato a crescere e a continuare….GRAZIE di cuore a tutti, e Grazie alla Fondazione Theodora Onlus per aver creduto in me!!!Rodrigo Morganti

  • Nuovo spot TV per Fondazione Theodora Onlus

    Siamo felici di presentarvi il nuovo spot TV di Fondazione Theodora Onlus realizzato con la straordinaria partecipazione di Margherita Buy, attrice di eccezione e donna di gran cuore, da anni al fianco dei bimbi di Theodora in ospedale. 
    Grazie di cuore Margherita!

    Per vedere il nostro nuovo spot cliccate qui !

     

  • Dona un sorriso!

    Dal 1 luglio al 3 ottobre 2015 grazie all’iniziativa “Dona un sorriso”, promossa da Procter&Gamble in collaborazione con Nova Coop Piemonte e Coop Liguria a favore di Fondazione Theodora Onlus, sarà possibile regalare sorrisi ai bambini in ospedale.

    Sarà sufficiente acquistare, in un’unica spesa, 15 euro di prodotti P&G tra Dash, Gillette, Gillette Venus, Oral B, AZ e Pantene e spedire lo scontrino a “Dona un sorriso” c/o Globaldata via Mosca 36 – 00142 Roma per ricevere a casa un buono acquisto del valore di 5 euro spendibile in una successiva spesa presso i punti vendita Nova Coop Piemonte e Coop Liguria. Contestualmente Procter&Gamble donerà 2 euro a Fondazione Theodora Onlus a sostegno della sua attività in ospedale.

     

  • Nuovo programma di visite per Fondazione Thedora Onlus

     

    Mercoledì 1 luglio 2015 Fondazione Theodora Onlus inaugura un nuovo programma di visite, l’Accompagnamento Chirurgico, presso l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano in cui i Dottor Sogni lavorano sin dall’8 novembre 2000.

    I reparti che beneficeranno dell’Accompagnamento Chirurgico sono quelli di Chirurgia Pediatrica e Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva Pediatrica. La visita dei Dottor Sogni, grazie al supporto di Fondazione Stavros Niarchos e alla disponibilità dell’ospedale e dei reparti, avverrà ogni mercoledì.

    Questo nuovo progetto prevede l’accompagnamento del piccolo paziente durante tutte le fasi preoperatorie, l’assistenza alle famiglie durante l’intervento e il benvenuto al bambino operato al suo risveglio, creando così una rete di sostegno e fiducia fortissimi…”, racconta Sabrine Sofia, la Dottoressa Bonsai di Fondazione Theodora Onlus.

    Il Dottor Sogni interviene in un momento di massima tensione, in cui il livello di stress è elevato e ci sono molti cambiamenti di umore. Quando un bambino entra in ospedale per un intervento chirurgico accumula su di sé lo stress e l’ansia anche dei genitori che, nel periodo dell’attesa precedente all’intervento, sono destinati a crescere. Il compito dei Dottor Sogni è quello di accompagnare il bambino e la sua famiglia durante tutte le fasi di questo percorso delicato: dall’attesa che precede l’intervento, al momento dell’intervento (lavorando con i genitori) fino al risveglio post operazione.

    Il progetto nasce per creare legami e vincoli tra le persone: il bambino, i genitori, i medici e i Dottor Sogni. Mentre i medici sono concentrati sull’intervento chirurgico, i Dottor Sogni si prendono cura della parte più emotiva del bambino con l’obiettivo di abbassare il livello di stress e di creare un clima più sereno. “È un lavoro di sinergie, di sguardi, di consegne” – afferma Sabrine Sofia, Dottoressa Bonsai.

     

  • Volontariato aziendale in Barclays

     

     

     

     

     

     

     

    Una bella giornata di volontariato a favore del programma Bomboniere del Sorriso di Fondazione Theodora Onlus.

    Grazie di cuore a tutti gli operosi volontari di Barclays che giovedì 2 luglio, nella sede di via Arconati a Milano, hanno contribuito con il loro lavoro

    alla realizzazione della nostra missione.

  • I libri fanno ridere i bambini in ospedale, grazie a Edicart

    La Casa Editrice Edicart ha scelto di essere nuovamente al fianco di Fondazione Theodora Onlus devolvendo 1€ per ogni copia venduta del volume “I bambini devono fare da soli, senza mai sentirsi soli” (Rossini – Urso, Edicart, 16 euro)  in vendita online da settembre 2015 sul sito www.edicart.it. Grazie a questa iniziativa la Fondazione sarà in grado di regalare ancora più sorrisi., ascolto e magia ai bambini in ospedale.


    Fondazione Theodora Onlus parteciperà inoltre con due Dottor Sogni alla presentazione del primo volume “I bambini devono essere felici, non farci felici” di Elisabetta Rossini ed Elena Urso, che si terrà mercoledì 24 settembre alle 17 presso la Mondadori di Via Marghera a Milano. L’ingresso è gratuito previa però prenotazione telefonando al 3928744070 o mandando un mail a m.fumagalli@integracomunicazione.it
    Vi aspettiamo numerosi!

  • La ricetta di Filippo per Theodora

    Grande successo ieri sera a Roma per lo straordinario showcooking “La ricetta di Filippo per Theodora” che ha visto unirsi due eccellenze del Made in Italy, Molteni &C. e Filippo La Mantia, per sostenere insieme Fondazione Theodora Onlus. Grazie all’impegno del grande Chef Filippo La Mantia e al generoso contributo di Molteni&C. , Torre SGR, Redbrick e Coldwell Banker con il progetto “La ricetta di Filippo per Theodora”, la Fondazione potrà proseguire il programma di visite presso il reparto di Chirurgia Endoscopica digestiva ed Epatologia Gastroenterologia e Nutrizione dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Grazie a tutti gli amici che hanno partecipato alla serata.

  • Il “Pic-nic di Theodora” a Roma

    Grazie di cuore a tutti i nostri amici per aver partecipato alla terza edizione de il “Pic-nic di Theodora” a Roma presso i Giardini del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. E’ stata una splendida giornata all’insegna della solidarietà e dell’allegria. Un caloroso grazie alle Aziende Amiche che hanno sostenuto la nostra inziativa con il loro prezioso contributo.

    L’intero ricavato sosterrà le attività dei nostri Dottor Sogni presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e il Policlinico Umberto I di Roma.

  • #IoRegaloSorrisi: Natale ricco di giochi per i bimbi in ospedale grazie a Imaginarium

    Imaginarium, il brand spagonolo di giocattoli e di soluzioni per l’infanzia, per il Natale 2015 ha deciso di realizzare la campagna solidale #IoRegaloSorrisi in collaborazione con Fondazione Theodora Onlus ed altre cinque realtà non profit che operano in tutta Italia, per donare ai bambini in condizioni difficili un sorriso.

    L’azienda regalerà oltre 300 giochi a ciascuna Onlus che rientra nel progetto ed inoltre creerà sul sito Imaginarium.it  una landing page ad hoc che permetterà agli utenti di acquistare i giochi al prezzo scontato del 50% (la restante parte sarà coperta da Imaginarium) e di contribuire così a regalare un sereno Natale a tanti bambini.

    L’iniziativa è attiva dal 2 novembre fino al 31 dicembre 2015.

     

  • Giorgio Viganò Real Estate al fianco di Fondazione Theodora Onlus

    Giorgio Viganò Real Estate al fianco di Fondazione Theodora Onlus per i bambini in ospedale

    Giorgio Viganò Real Estate, società di consulenza immobiliare dalle forti competenze nel mercato di Milano e nelle più prestigiose località in Italia, ha scelto di sostenere la missione di Fondazione Theodora Onlus donando il 2% delle provvigioni su ogni immobile di cui gestisce la vendita e il 2% delle provvigioni su tutte le locazioni con canoni annuali a partire da € 30.000.

    L’acquirente o l’inquilino potranno raddoppiare il gesto solidale di Giorgio Viganò Real Estate donando il medesimo importo delle commissioni regalando così ancora più sorrisi ai bambini in ospedale.

    Gli immobili coinvolti in questa iniziativa benefica sono presenti sul sito www.giorgioviagno.com e sono facilmente riconoscibili in quanto riportano il logo di Fondazione Theodora Onlus.

    Giorgio Viganò Real Estate grazie a questa iniziativa contribuisce a sostenere l’attività dei Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus, che, ogni anno, portano momenti di gioco, ascolto e sorriso a oltre 35.000 bambini ricoverati in 18 ospedali italiani.

     

  • Near to You insieme a Fondazione Theodora Onlus: la verdura che frutta…sorrisi!

    Fare la spesa non è mai stato così bello grazie alla collaborazione tra Near to You e Fondazione Theodora Onlus, insieme per assicurare ancora più sorrisi ai piccoli pazienti che si trovano ad affrontare la prova di un ricovero lungo e difficile.

    Near to You è il primo servizio in Italia che porta frutta e verdura di qualità direttamente dall’orto alla tua tavola, con consegne a domicilio organizzate in “pacchetti spesa”, garantendo massima qualità e risparmio.

    Tutti coloro che aderiscono alla piattaforma Near to You usufruiscono di un servizio esclusivo: la possibilità di acquistare online frutta e verdura di qualità eccellente a prezzi competitivi, di ricevere la spesa direttamente sul posto di lavoro o a casa e soprattutto di contribuire attivamente a sostenere la missione di Fondazione Theodora Onlus.

    Grazie al prezioso supporto di Near to You la spesa diventa solidale: per ogni nuovo iscritto che abbia effettuato un ordine sulla piattaforma, Near to You donerà 5€ a Fondazione Theodora Onlus.

    Inoltre, Near to You devolverà a Fondazione Theodora Onlus il 5% degli acquisti effettuati sul portale che contribuiranno a sostenere l’attività dei Dottor Sogni che, ogni anno, portano momenti di gioia, ascolto e sorriso ad oltre 35.000 bambini ricoverati in 18 ospedali italiani.

    Aderire è facile e veloce: in pochi e semplici click sul sito Near To You , e a seguito dell’inserimento del codice Theodora, sarà possibile accedere ad una vasta scelta di ottimi prodotti che permetteranno di supportare e partecipare alla raccolta fondi a sostegno della missione di Fondazione Theodora Onlus.

     

  • “Chapiteau”, spettacolo teatrale: 22 e 23 Novembre a Livorno

    Chapiteau, è un adattamento per il teatro dell’omonimo libro scritto da Jean-Léonard de Meuron (grande amico della Fondazione) con le illustrazioni di Véronique Peccoud, messo magistralmente in scena da alcuni Dottor Sogni per festeggiare i 20 anni di attività ella Fondazione in Italia.

    E’ una metafora lieve e delicata per affrontare il tema del dolore e della perdita, cercando di rompere il tabù dello smarrimento che si prova quando perdiamo chi ci sta vicino“, racconta il Dottor Pelosone.

    “Chapiteau” è infatti l titolo della storia che racconta di un clown che perde il suo naso rosso e parte disperatamente alla sua ricerca. La sua scomparsa getta nello sconforto il circo, che, dopo aver versato moltissime lacrime, scopre una palla rossa nel cielo e, da una risata, riprende a vivere… “L’idea è proprio quella di portare la nostra esperienza fuori dall’ospedale e condividerla con le altre persone, per raccontare gli incontri vissuti nei reparti, le relazioni che si creano..” spiega il Dottor Pelosone.

    Lo spettacolo verrà messo in scena il prossimo 22 novembre 2015 alle ore 17 presso il Nuovo Teatro delle Commedie . Per informazioni e biglietti Nuovo Teatro delle Commedie

    Il 23 Novembre ci sarà una replica serale dello spettacolo alle 20.30 preceduta da un cocktail alle 19.30 sempre presso il Nuovo Teatro delle Commedie. Prezzo del biglietto 10€.

    Per il 2016 è prevista una prima replica di Chapiteau a Genova il 12 marzo presso il Teatro Rina e Gilberto Govi.

    Vi aspettiamo numerosi!

  • Festeggia il Natale con i Dolci Mille Sorrisi!

     

    A Natale scegli un Dolce Sorriso. Sostieni la missione di Fondazione Theodora Onlus, regalerai il sorriso ad un bambino in ospedale!

    Panettone Mille Sorrisi: Panettone milanese da 1 kg, realizzato secondo la ricetta tradizionale e incartato a mano nella prestigiosa carta della collezione classica G. Cova.

    Pandoro Mille Sorrisi: Pandoro da 750 gr, realizzato nel rispetto della tradizione dolciaria veronese e incartato a mano nella prestigiosa carta della collezione classica G. Cova.

    Il cartiglio, annodato al fiocco in raso dorato dei dolci natalizi, spiega il gesto di solidarietà: “Chi dona e riceve questo regalo sostiene l’attività dei Dottor Sogni in favore dei bambini in ospedale. Grazie di cuore!“.

    Palline di Natale: personalizzata con il logo della Fondazione, realizzata con la tecnica del decoupage, nastro in raso e confezione singola in cartone che richiama la fantasia natalizia.

     

    Puoi trovare i nostri prodotti solidali presso i banchetti di sensibilizzazione e raccolta fondi organizzati dalla Fondazione:

    A Milano:

    Istituto dei Tumori: 30 novembre e 4 dicembre 2015

    Istituto Neurologico Besta: 10, 11, 16, 17 dicembre 2015

    A La Spezia:

    Ospedale Civile Sant’Andrea: 1 dicembre 2015

    Per informazioni e ordini: Francesca Guadagni, Tel 02 801116, francesca.guadagni@theodora.org

  • A tu per tu con il nostro Dottor Sogni, la Dottoressa Bonsai

    Chi è la Dottoressa Bonsai?

    Brasiliana di nascita, ma di origine tedesca e italiana da parte dei nonni, la Dottoressa Bonsai è geneticamente modificataa perché non sembra né italiana, né tedesca né tanto meno brasiliana. Piccola, ma forte come un Bonsai, è irruente, spontanea e molto sincera, a lei sta a cuore la verità delle emozioni, anche quelle brutte, non ha paura di sbagliare e lo fa spesso, cerca sempre il lato positivo delle cose anche quando non c’è (tipico dei brasiliani) . Non le piacciono le bugie, le ingiustizie e i pidocchi. A casa ha 1 pompiere, 3 figli, 1 cane, 1 topo e 118 insetti stecchi!

    Vuoi condividere con noi un ricordo di una visita?

    Ho tanti ricordi, tante immagini nel mio cassetto dei segreti, ma devo dire che spesso non ricordo nulla dopo l’ospedale, dopo 16 anni che faccio la Dottoressa Bonsai ho capito che è una sorta di auto protezione. Lo scorso 19 settembre però ho conosciuto Adrian in terapia intensiva, un ragazzo di 16 anni sensibile e molto saggio, che è stato sottoposto ad un lungo e doloroso intervento alla colonna vertebrale. Tra di noi è nato subito un feeling. Ci siamo visti altre due volte dopo l’intervento e durante l’ultima visita l’ho trovato sdraiato con la testa rivolta verso l’alto, dritto, messo nell’unica posizione a lui possibile in quel momento. Dopo che ci siamo scambiati dei pensieri, risate e qualche coccola, lui mi dice: “Dottoressa Bonsai, lo sai che io e lei siamo proprio uguali?” Io rispondo, certo Adrian siamo tutti e due del segno dell’acquario e un po’ sognatori, no? E lui dice “No, non per questo, (mi ha fatto avvicinare all’orecchio), perché tutti e due sappiamo volare!Ho provato un tonfo al cuore! E’ stata una delle cose più belle e importanti che un bambino mi abbia mai detto in ospedale, per di più che è stata detta da un ragazzo che non può usare le gambe ed è costretto sulla sedia a rotelle. Ho trovato una grande profondità in queste parole. Grazie Adrian, mi hai fatto riflettere, ed è vero che volare si può, io ci credo e tu me lo hai confermato.

    Ci racconti il nuovo programma di visite, l’Accompagnamento Chirurgico?

    L’accompagnamento chirurgico è dinamico, lavori sempre in una “zona rischio” nel massimo della tensione, non solo del bambino, ma anche dell’intero nucleo familiare nonché del personale medico infermieristico. Siamo presenti durante l’intero percorso operatorio, dall’arrivo in ospedale alla preparazione. Affianchiamo i bambini nel tragitto in barella dal reparto alla sala operatoria e ci prendiamo cura dei genitori dopo l’entrata dei loro figli nel blocco chirurgico, momento delicato per gli adulti. Alla fine ci ritroviamo ancora insieme al risveglio dall’anestesia per un ultimo saluto. Si creano forti vincoli non solo con il bambino, ma anche con la famiglia. Questo nuovo programma è coinvolgente, intimo, a volte difficile, sempre delicato. Bisogna essere portati all’ascolto, un po’ equilibristi e lavorare con molto tatto per non essere invadenti, ma accoglienti. Stiamo imparando dai bambini sul campo, solo loro sono davvero genuini e naturali. Vedere un bambino che è sereno mentre saluta i genitori prima di entrare in sala operatoria è fantastico. Questo è possibile perché si lavora in sinergia con tutta l’equipe medica della sala operatoria, che ringrazio per la grande apertura vero di noi, apertura che ci permette di fare sempre meglio il nostro lavoro e ai bambini di beneficiarne.

    Vuoi dedicare un messaggio speciale a tutti i bambini e ai genitori che hai incontrato in questi anni?

    Grazie! Grazie per la fiducia, per i tanti sorrisi, grazie anche per qualche rifiuto che ci ha permesso di migliorare, ai cioccolatini nei momenti di fame, ai miei figli che mi hanno dato l’esperienza per capire come si sta dall’altra parte e grazie per le vostre coccole, spesso siete voi a farci sorridere e a farci sentire privilegiati di poter esservi vicino e ricevere tanto in cambio!

  • Un SMS al 45509 vale il sorriso di un bambino malato

    Dal 10 al 24 gennaio 2016, bastano un SMS solidale o una chiamata da rete fissa al 45509 per donare 2 o 5 euro e contribuire al progetto di Fondazione Theodora Onlus “Un sorriso per i bambini in ospedale” volto a garantire la visita dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati nei reparti di oncologia e ai piccoli pazienti che devono affrontare un intervento chirurgico.

     

    Con i fondi raccolti i Dottor Sogni potranno continuare la loro attività presso la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto I di Roma e presso l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano, dove la Fondazione ha recentemente avviato un nuovo programma di visite, l’accompagnamento chirurgico. Il programma consiste nell’accompagnare il bambino che sta per affrontare un intervento chirurgico e la sua famiglia dal momento dell’attesa pre-operatoria fino al risveglio, con l’obiettivo di distendere le ansie ed abbassare il livello di stress del bambino e dei genitori.

    Per questo progetto Fondazione Theodora Onlus può contare sul sostegno della testimonial Margherita Buy, che ha prestato la sua immagine per la campagna di comunicazione, di tanti amici come Filippo La Mantia, Massimilano Rosolino e Natalia Titova e degli sportivi Romano Battisti, Valerio Cleri, Tommaso Rinaldi e Flavia Tartaglini.

  • In diretta dai reparti: intervista alla Dottoressa Ida Salvo

     
    Qual è il valore aggiunto che porta un Dottor Sogni in reparto?
    Sono 16 anni che sono con noi! Sono parte integrante del nostro ospedale, tutti conoscono per nome i nostri amici di Theodora, lavorano al nostro fianco come è giusto che sia in un ospedale speciale perché è dei Bambini quale è il Buzzi. Un’esperienza lunga, bella e importante per noi e sono certa anche per loro.
    Nel mio caso poi ho la fortuna di ospitarli la mattina nello spogliatoio comune della rianimazione pediatrica: noi medici e infermieri e i Dottor Sogni. La giornata così inizia bene perché infondono serenità e allegria, ingredienti  fondamentali  per noi che lavoriamo in rianimazione con i bimbi più gravi presenti in ospedale.
    I Dottor Sogni sono professionisti eccezionali sia dal punto di vista professionale che soprattutto umano! 

    Quanto sono importanti il sorriso e l’ascolto per un bambino ricoverato?
    Sono anestesista, lavoriamo in rianimazione e in sala operatoria tutti i giorni, ma siamo anche dei genitori. Sono anni che cerchiamo di ridurre con ogni mezzo lo stress, le paure dei bimbi e dei genitori che vengono operati presso la nostra struttura.
    Le paure dei bambini sono diverse a secondo dell’età: i più piccoli hanno paura del distacco dalla mamma; più avanti negli anni  la paura è quella degli aghi, di aver male e infine negli adolescenti la paura diventa paura di morire “ mi sveglierò?, mi sveglierò mentre mi operano?”
    Per i genitori invece, qualsisia sia l’età del loro figlio, e anche qualsiasi sia l’entità dell’intervento (non c’è molta differenza tra  una fimosi o un trapianto), la paura  è uguale, grande, paura di perdere  il proprio figlio, che gli venga fatto del male, sensazione di impotenza, la paura che nasce nel dover affidare il proprio figlio a degli “sconosciuti”.
    Il bambino anche molto piccolo avverte perfettamente la preoccupazione dei genitori per quanto cerchino di simularla; sono i genitori il tramite su cui lavorare per evitare al bimbo situazioni di stress post traumatico molto frequenti dopo i ricoveri in ospedale (ad esempio il bambino che non piangeva più di notte, non faceva più la pipì a letto riprende a piangere, fare la pipì…)
    Ecco quindi il contesto difficile, con queste paure , in cui nasce il progetto ‘Accompagnamento Chirurgico’. Devo ammettere che i Dottor Sogni riescono davvero ad inserirsi a meraviglia, bastano pochi minuti con il bambino, in primis, e poi con la famiglia del piccolo che deve andare in sala. Si crea una specie di cerchio magico fatto di giochi che crea la sensazione di  protezione e comprensione profonda. Riescono con un sorriso e un gioco abbozzato a creare un’armonia tra gli operatori, tra operatori e genitori. I Dottor Sogni giocano con il personale, tutti sorridono (portantini, infermieri, medici), l’armonia che si crea induce fiducia nei genitori “guarda come vanno d’accordo” come tutto diventa semplice quasi un gioco, gioco che dà sicurezza. E se i genitori sono più sereni i bambini non hanno paura.

    Ci racconta un episodio vissuto con un Dottor Sogni?
    Sentire  i genitori che vedono i loro bimbi operati più volte negli anni per patologie malformative dichiarare che questa volta è stato “Diverso” e il diverso erano i Dottor Sogni!

    Ha un messaggio per i nostri Dottor Sogni?
    Continuare quello che fanno così bene e  magari se è possibile venire più spesso per accompagnare tutti i nostri bambini in sala……
     

     

     

  • Esperienze esclusive all’asta su Charity Stars a sostegno di Theodora

    Visita privata della mostra di Hayez con il Coordinatore delle Gallerie di Piazza Scala” e “Cena esclusiva nella cucina del ristorante di Filippo La Mantia” sono le prime due esperienze straordinarie messe in asta sulla piattaforma di Charity Stars a favore di Fondazione Theodora Onlus. I vincitori vivranno delle esperienze indimenticabili, ma soprattutto, grazie al loro gesto, contribuiranno a sostenere la missione della Fondazione.

     

    Visita privata della mostra di Hayez con il Coordinatore delle Gallerie di Piazza Scala per 30 persone

    Esclusiva visita guidata a porte chiuse della mostra dedicata a Francesco Hayez accompagnati dal Coordinatore delle Gallerie di Piazza Scala, Giovanni Morale. Vai alla pagina dell’asta

    Cena esclusiva per 4 persone nella cucina del ristorante di Filippo La Mantia

    Oltre a gustare dei piatti sapientemente preparati e studiati dall’oste e cuoco, Chef Filippo La Mantia, si potranno conoscere tutti i segreti di una vera cucina professionale.
    Gli ospiti saranno infatti accolti per una cena all’interno della sua cucina, cuore pulsante del ristorante, dove potranno apprezzare la cura e l’attenzione che La mantia ha nella creazione dei suoi piatti.
     
     
    Le prime due aste si sono concluse con grande successo, la raccolta fondi a favore della missione di Fondazione Theodora Onlus continua con un’asta dedicata alla moda: 

    Assisti alla sfilata di Etro

    Fashion Victim si nasce ma in alcuni casi si diventa! Gli appassionati di moda avranno l’opportunità di assistere alla sfilata di Etro della nuova collezione Autunno/Inverno 2016-17 dedicata alla Donna.
    Due seats per assistere al defilè dalla III fila, settore SETTORE OSPITI/VIP permetteranno di prendere parte ad uno dei più attesi e seguiti fashion show.
    Ma non è tutto: si potrà anche accedere anche al backstage , così da poter vivere a pieno l’emozione di una grande sfilata e vivere da vicino il mondo della moda.
     
  • Novità nel programma Bomboniere del Sorriso!

    L’amato programma Bomboniere del Sorriso di Fondazione Theodora Onlus si rinnova e allarga la proposta per le vostre feste solidali.
    Festeggiate con noi le vostre ricorrenze e cerimonie e continuate a sostenere i programma di visita dei nostri Dottor Sogni con le nuove ed eleganti Bomboniere del Sorriso!
    Per maggiori informazioni clicca qui

    Speriamo che le nostre nuove bomboniere vi piacciano come piacciono a noi! Fateci conoscere le vostre opinioni, scriveteci a bomboniere@theodora.org

     

  • Giornata internazionale della Felicità

    Aiutaci a diffondere la felicità con il tuo sorriso, #giveasmile!

     

    Il 20 marzo le Nazioni Unite celebrano la Giornata Internazionale della Felicità. La felicità è contagiosa così come l’allegria e la magia dei Dottor Sogni, diffondondi la felicità insieme a noi!
     
     
    Condividi il tuo più bel sorriso sui social network:
     
     
    2. Scattati una foto con il tuo miglior sorriso.
    3. Condividi la tua foto sui social networking con l’hashtag #giveasmile, #HappyDay, #FondationeTheodoraOnlus e invita i tuoi amici a fare lo stesso.
     
    Non vediamo l’ora di vedere le vostre foto! Diffondiamo la felicità!
     

     

     

  • In diretta dai reparti: intervista al Dottor Gaducci

     

    Qual è il valore aggiunto che porta un Dottor Sogni in reparto?
    Spero mi siano concesse alcune ore per rispondere a questa domanda perchè ogni volta che ci incontriamo al lavoro con i Dottor Sogni scopro nuovi Valori che questi amici portano nel Reparto di Pediatria. Ci conosciamo da anni, abbiamo accolto i “nuovi arrivi” e ci incontriamo, anche se più saltuariamente con i ”vecchi”. Rappresentano per i bambini un momento di meraviglia inattesa, un calcio a tutto quello che pensavano fosse l’Ospedale. E’ la rivoluzione. Fare anche un semplice prelievo di sangue per un bambino, spesso è vissuto, nonostante le mille attenzioni che noi Pediatri ci imponiamo, come una piccola violenza, la presenza del Dottor Sogni rende anche questo percorso più agevole. Il tragitto di chi deve essere operato, dal Reparto al blocco operatorio, fatto con la compagnia rassicurante e scanzonata dei clown in camice variopinto dei Dottor Sogni da’ al bambino la sensazione di complicità e protezione. E’ ovvio che per i bambini ricoverati in Reparto e per i loro genitori il tempo passa più in fretta e tutte le ansie genitoriali spesso si stemperano alla presenza di questi Amici. E poi, non lo nego è un momento di relax anche per noi Medici e Personale infermieristico con interventi che spesso “allentano” la tensione, quando presente, in cui i professionisti di Theodora sono “maghi” nel capire l’utilità del loro intervento con sapiente discrezione.

    Quanto sono importanti il sorriso e l’ascolto per un bambino ricoverato?
    Mi sono chiesto spesso perchè il mio sorriso a letto di un bambino non sempre, anzi raramente sortisce l’effetto di un sorriso di scambio. Forse nonostante il mio impegno, resta poco credibile. Mi piacerebbe curare il “dentro” di un bambino oltre che il ”fuori”.
    Mi trovo spesso a studiare il comportamento dei bambini e sempre più mi convinco che è un impegno che necessita anche di doti ”sovrannaturali” e che, probabilmente i Dirigenti di Theodora sanno ”scovare” nei candidati che si presentano al loro cospetto.

    Ci racconta un episodio vissuto con un Dottor Sogni?
    Lavoro insieme ai Dottor Sogni da tanti anni. Come posso dimenticare il mitico Dott.Baciccia? La prima volta che l’ho incontrato attese che mi avvicinassi, per visitare il bambino sul piano del letto e poi azionò un suo marchingegno da cui uscì una portentosa pernacchia! Ovviamente stetti al gioco e, scusandomi, mi giustificai dell’accaduto dicendo che non si sarebbe più ripetuto; pochi instanti dopo mi piegai di nuovo sopra al letto del bambino e….immaginate voi cosa avvenne. Baciccia, se mi leggi ti abbraccio pernacchia inclusa!
    Come dimenticare la dissacrante sfrontatezza della Dottoressa Irina Pirina. La difficoltà iniziale con Irina stava nel capire il suo umorismo a tratti volutamente demenziale, che però aveva un effetto dirompente sui bambini. Ricordo una volta che, invitati i pazienti a vedere “ l’effetto che faceva” posò nel mezzo del corridoio una magnifica “cacca”, ovviamente di plastica in attesa che un consulente invitato in reparto tornasse nella sua sede passando dal corridoio. Ricordiamo spesso con le infermiere che quel giorno erano di turno la faccia del consulente, e le fragorose risate successive da parte di bambini e mamme. La sfrontatezza di Irina Pirina si spegneva non appena aveva smesso l’abito di Dottor Sogni: prima di uscire dal Reparto per prendere il treno che l’avrebbe condotta a casa, abbassando gli occhi quasi a scusarsi per quanto aveva dovuto “osare“ ci salutava.

    Ha un messaggio per i nostri Dottor Sogni?
    Il messaggio ai Dottor Sogni: qualche anno fa, a dire il vero tanti anni fa, una bambina che seguivo a domicilio per una malattia che la impegnò a lungo, prima che andassi via dalla sua casa una sera mi lasciò un messaggio su un foglio con un disegno. Il disegno raffigurava una bellissima balena ed il messaggio diceva esattamente ciò che ogni volta vorrei dire al Dottor Sogni: per favore resta ancora un po’?

  • In diretta dai reparti: Dottoressa Waü

    Chi è la Dottoressa Waü?
    La Dottoressa Waü è una “Smorfiologa”, cattura le emozioni, le custodisce nella sua scatola dei sorrisi e poi dispensa smorfie! Ama i brillantini e le piace truccarsi. Il suo nome da Dottor Sogni è collegato all’emozione dello stupore, della meraviglia della prima volta. “C’era una volta…la prima volta” dice Waü ma, non fatela arrabbiare, altrimenti ruggisce come un leone!!

    Ci racconti l’esperienza della formazione iniziale?
    La formazione è stata un’esperienza estremamente significativa ed importante con delle sessioni di lavoro, teoriche e pratiche, molto intense. Alla fine della giornata si arrivava stanchi, ma soddisfatti, la stessa sensazione che vivi al termine di un intenso turno in ospedale. La formazione è stata anche la prima volta in cui sono venuta a contatto e che ho vissuto direttamente la dimensione artistica del “clown”. C’è una frase che ha segnato tutto il percorso di formazione e che mi ha poi aiutata nel lavoro in ospedale: “il clown ha fiducia nella vita, lui sa che in ogni situazione c’è sempre qualcosa di positivo e di bello da cogliere”. Ho capito quanto questa affermazione fosse vera osservando i colleghi al lavoro: anche in un contesto difficile e di sofferenza come quello ospedaliero si possono ricreare momenti di leggerezza se si ha la capacità di sognare! 

    Vuoi condividere con noi un ricordo di una visita?
    Ho un ricordo fresco, vissuto appena qualche giorno fa in turno con il mio collega Dottor Apollo. Siamo entrati in una stanza difficile, ad essere ricoverato era un bimbo che, a detta del personale ospedaliero, non sorrideva da qualche giorno. La madre, si avvertiva, aveva un grande carico di paura e di dolore. Il Dottor Apollo è riuscito a conquistare la fiducia del bambino e, grazie ad un sapiente gioco di magia, a farlo sorridere. Di fronte a questa conquista la madre non ha saputo trattenere l’emozione e si è lasciata andare al pianto. E’ stato allora che, mentre Apollo continuava a dedicarsi al bambino per mantenere il contatto che si era riusciti a creare, io mi sono rivolta alla madre invitandola a seguirmi per ammirare lo splendido panorama che si offriva ai nostri occhi da quella stanza dell’Ospedale Bambino Gesù. Era chiaro che in quel momento la madre avesse bisogno di sfogarsi, ne aveva il diritto ma, allo stesso tempo, non volevamo che quelle lacrime potessero influenzare la magia che si era creata con il bambino. In quella situazione ho sentito che il nostro lavoro di coppia, all’interno della  stanza, era stato perfetto e ho avuto la conferma che i Dottor Sogni lavorano per il bambino e la sua famiglia e non per loro stessi.

    Vuoi dedicare un messaggio speciale a tutti bambini e ai genitori che hai incontrato?
    Quello che voglio trasmettere è il grande senso di gratitudine che avverto al termine di ogni visita. Quando ti accorgi che il solo essere in un posto, può cambiare l’umore e la giornata delle persone che incontri, capisci di essere molto fortunata. Grazie per lo scambio, per l’affetto, per l’entusiasmo e per lo stupore…Grazie in tutte le smorfie del mondo!           
      
     

  • In diretta dai reparti: intervista al Professor Andreacchio

    “Il Dottor Sogni è un aiuto prezioso, un collaboratore magico che mi aiuta a visitare meglio” 

    Raccontava così nel 2013 il Professor Andreacchio, Primario di ortopedia dell’Ospedale Regina Margherita di Torino, e ancora oggi le sue parole descrivono perfettamente perché l’aiuto dei Dottor Sogni è importante anche per il personale ospedaliero.

     

    Qual è il valore aggiunto che porta un Dottor Sogni in reparto?

    Un valore importantissimo, riesce a far diventare un mondo magico quello che è un luogo di per se triste e pieno di sofferenza come un reparto ospedaliero. Per quanto il reparto di Ortopedia si occupi di patologie che non portano ad estreme conseguenze (non sempre) il dolore è un elemento purtroppo costante dei ricoverati nel nostro reparto e anche se la gestione farmacologica del dolore rimane fondamentale è anche vero che un momento di evasione come la visita dei Dottori Sogni aiuta a distrarsi, a distogliere l’ attenzione, a “dimenticare” il problema e a vivere meglio.


    Quanto sono importanti l’allegria e la magia per un bambino ricoverato?

    È inutile sottolineare come giocare, distrarsi, sognare siano aspetti fondamentali nel riuscire ad “evadere” dalla realtà che si trova a vivere il bambino ricoverato e quindi riuscire a dimenticare l’ esperienza che è alla base del ricovero. La presenza di una figura diversa, giocosa, sorridente ma mai invadente, rispettosa sempre del momento e della situazione è un supporto fondamentale nei reparti ospedalieri.

    Ci racconta un episodio vissuto con un Dottor Sogni?

    Ve ne sono molti e tutti validi. La cosa che in generale io prediligo è poter visitare un bambino con la presenza del Dottor Sogni a fianco. Questi è un aiuto prezioso, un collaboratore magico che mi aiuta a visitare meglio, riesce a far ridere il bambino e quando anche sia necessario effettuare manovre anche dolorose, una medicazione, l’applicazione di un gesso, tutto diventa più semplice per il medico e meno gravoso per il bambino.
    Ricordo in particolare un episodio in cui avevo la necessità di dover osservare la marcia di un bambino di 3 anni che si rifiutava categoricamente di camminare da solo e con la mamma e nonostante giocattoli, promesse, minacce da parte dei genitori non c’era verso di ottenere collaborazione. Il Dottor Sogni si è avvicinato e nonostante questo siparietto durasse da parecchi minuti con nessun segno di apertura, ha bisbigliato nell’ orecchio del bambino qualche frase di cui non ho mai saputo il contenuto ed ecco che il piccolo si è messo a camminare tranquillamente avanti e indietro consentendomi di vedere quello che mi interessava sotto lo sguardo sbigottito dei genitori e mio che non siamo mai riusciti a capire come abbia fatto ad ottenere in un attimo quello che tutti noi non eravamo riusciti in 20 minuti.

    Ha un messaggio per i nostri Dottor Sogni?

    Solo grazie per la loro presenza che sarebbe bellissimo avere a tempo pieno nei nostri reparti e ambulatori per quella freschezza e quell’ allegria che immediatamente sono in grado di trasmettere anche solo con la loro presenza.
     

  • Milano Marathon 2016: indimenticabile!

    #CorroperTheodora alla Milano Marathon 2016

    Anche quest’anno la Milano Marathon è stata indimenticabile, tanta gioia, emozione, sudore e solidarietà!
    Grazie a chi ha corso insieme ai nostri Dottor Sogni, ai volontari e a chi ci ha sostenuto con passione e fiducia. Insieme abbiamo tagliato un importante traguardo: regalare sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale!

  • Dona il tuo 5X1000 per far sorridere i bambini in ospedale

    Dona il tuo 5X1000 per far sorridere i bambini in ospedale

    Aiutaci a sostenere i bambini che affrontano la dura prova del ricovero ospedaliero, donaci il tuo 5X1000! Non ti costa nulla, ma per i bambini in ospedale ha un gran valore.

    E’ semplicissimo:

    1) Cerca nella tua dichiarazione dei redditi (CUD, 730, Unico) la sezione “Scelta per la destinazione del cinque per mille


    2) Firma all’interno della casella “Sostegno del volontariato e delle altre Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale“.


    3) Riporta, sotto la firma il codice fiscale di Fondazione Theodora Onlus 97247270156.

     

    Regalerai così la magica visita dei Dottor Sogni a piccoli pazienti che stanno affrontando la difficile prova del ricovero.

     

    Cosa abbiamo fatto con il tuo 5X1000?

    I contributi erogati nel 2014 con le dichiarazioni relative all’anno finanziario 2012 hanno permesso l’implementazione del progetto “Sorrisi in corsia” all’Istituto Giannina Gaslini di Genova.


    Grazie alla scelta dei contribuenti di assegnare il 5×1000 della propria imposta Irpef alla missione di Fondazione Theodora Onlus, i costi per la realizzazione del programma sono stati coperti per un periodo di sei mesi – novembre 2014/aprile 2015 – e sono stati raggiunti obiettivi ragguardevoli che vogliamo condividere con voi:

    Quanto              Cosa

    6                          reparti
    6                          mesi di copertura costi
    9                          Dottor Sogni coinvolti
    636                      ore di visita effettivamente realizzate dai Dottor Sogni
    1.800                   bambini visitati
    5.000                   familiari supportati
     
    Grazie!

     

  • My Style Bags per Theodora

     


    Un elegante regalo da farsi o da fare capace di regalare un sorriso…a tutti i bambini ricoverati in ospedale!

     

    Iniziata nel 2015 in occasione del «Pic-nic di Theodora»  e del 20° anno di attività in Italia della Fondazione, si rinnova e consolida anche per il 2016, la collaborazione tra Fondazione Theodora Onlus e My Style Bags, nota azienda milanese specializzata nella creazione e produzione di borse, borsoni e accessori di elevata qualità Made in Italy che si contraddistingue per la caratteristica personalizzazione con il ricamo di iniziali, nomi o loghi che rende gli accessori unici ed esclusivi.

    Presentata in anteprima esclusiva, alle famiglie amiche della Fondazione, durante il “Pic-nic di Theodora” alla Venaria Reale, la nuova linea di prodotti realizzati per Theodora e firmata My Style Bags si compone di tre articoli di punta del brand:

    Zaino, pratico e comodo per grandi e piccini. Realizzato con materiali in canvas 100%, rivestimento interno in cotone 100% e chiusura con cerniera. Colori disponibili: blu con manici e rifiniture in marrone, logo Theodora in bianco; beige con manici e rifiniture in marrone, logo Theodora multicolor.
    Dimensioni: 38x33x13cm
    Donazione minima: 65 €

    Beauty case, finemente realizzato con materiali in canvas 100%, rivestimento interno impermeabile, eleganti manici e chiusura con cerniera. Colori disponibili: blu con manici e rifiniture in canvas marrone, logo Theodora in bianco; beige con manici e rifiniture in marrone, logo Theodora multicolor.
    Dimensioni: 23x13x10cm
    Donazione minima: 40 €

     

    Borsone da week-end, pratico e comodo per grandi e piccini. Realizzato con materiali in canvas 100%, rivestimento interno in cotone 100%, tracolla regolabile, tasca interna, chiusura con cerniera. Ottimo come bagaglio a mano.
    Colori disponibili: blu con manici e rifiniture in marrone, logo Theodora in bianco; beige con manici e rifiniture in marrone, logo Theodora multicolor.
    Dimensioni: 55x37x23cm
    Donazione minima: 120 €

     

    Con una piccola donazione in più, 10,00 € a lettera, sarà possibile personalizzare il proprio My Style Bags con le proprie inziali ricamate.
    Spese di spedizione escluse.

    Prenota qui la tua My Style Bag!

    Viaggiare con stile contribuendo in maniera concreta a supportare la missione di Fondazione Theodora Onlus e le attività dei Dottor Sogni.
     

  • Asta solidale per Fondazione Theodora su Charity Stars

    Asta solidale imperdibile!

     

    Realizza il tuo sogno, aggiudicati subito la maglietta autografata di Pogba, di Marchisio e il pallone autografato dalla Juventus in asta su Charity Stars per Fondazione Theodora Onlus regalerai così tanti sogni e sorrisi ai bambini ricoverati.

     

    Maglia ufficiale Pogba Juventus, stagione 15/16 – autografata

    Aggiudicati la maglia ufficiale bianconera home della Juventus, stagione 2015/2016, del centrocampista Paul Pogba.

    Il giocatore ha inoltre autografato la maglia sul retro, rendendola ancora più unica.

    Vai alla pagina dell’asta

     

    Maglia ufficiale Marchisio Juventus, stagione 15/16 – autografata

    Aggiudicati la maglia ufficiale bianconera home della Juventus, stagione 2015/2016, del centrocampista Claudio Marchisio.

    Il giocatore ha inoltre autografato la maglia sul retro, rendendola ancora più unica.

    Vai alla pagina dell’asta

    Pallone ufficiale Juventus Champions League 14/15 – autografato dai giocatori

    Aggiudicati il pallone ufficiale della Champions League 2014/2015, replica “match ball Capitano”, autografato dai giocatori della Juventus della stagione 2015/2016, tra cui Gigi Buffon, Paulo Dybala, Alvaro Morata, Juan Cuadrado e tanti altri.
     
    Vai alla pagina d’asta
  • “Il vocabolario del cuore”, in diretta dai reparti

    Un’infermiera dell’Istituto Gaslini di Genova racconta così l’importanza della visita dei Dottor Sogni per i bambini in ospedale:

    “I miei quasi 30  anni di servizio come infermiera pediatrica sono passati velocemente alternando eventi tristi ad altri più sereni che hanno rafforzando entrambi la mia professione.
    Sicuramente l’arrivo in reparto da alcuni anni dei Dottor Sogni ha portato anche una ventata di allegria. I Dottor Sogni di Fondazione Theodora, infatti, portano tanti sorrisi per i piccoli pazienti ricoverati, ma anche un valido aiuto al personale sanitario nell’affrontare le varie situazioni.
    Entrano in reparto sempre in punta di piedi e con grande professionalità e umanità si mettono a disposizione di tutti. Mi è capitato più di una volta di essere ricorsa ai Dottor Sogni che erano di turno in quel momento per chiedergli aiuto in situazioni difficili.
    A questo proposito vi voglio raccontare una storia.
    Era un martedi mattina e in reparto c’era molto da fare, così noi infermiere andavano avanti e indietro come matte.
    Sara, ricoverata per dolori epigastrici aveva attirato la mia attenzione, perchè già dal giorno prima se ne stava sempre a letto, non volendo nè mangiare nè alzarsi e accusando sempre dolori più forti. Dagli accertamenti effettuati non risultava nulla di grave e forse nella sua mente c’era qualcos’altro.

    Provai più volte a stabilire un contatto ma non ci riuscii. Arrivai a chiedere aiuto anche ad altri bambini ricoverati, più o meno della sua stessa età, per cercare di coinvolgerla con alcuni giochi. Purtroppo non avevo molto tempo da dedicare a Sara perchè le attività del reparto erano davvero tante. Non mi ricordavo che fortunatamente era martedì…e dalla porta di entrata apparve il Dottor Pelosone.
    Subito lo ho indirizzato nella stanza della bambina e, spiegandogli la situazione (forse anche troppo velocemente per mancanza di tempo), lo ho abbandonato.
    Non so ancora adesso come abbia fatto ma sicuramente non è stato per magia che dopo poco tempo Sara era a giocare a carte tutta sorridente con altri bambini. Il Dottor Pelosone non ha guarito la piccola paziente dalla sua malattia e non ha risolto i suoi problemi, ma ha contribuito a regalarle un sorriso e un momento di serenità.
    A me invece ha dato la possibilità di passare per quel varco che lui aveva aperto nel muro e che Sara aveva innalzato cominciando a stabilire un contatto con lei.
    Non è una bugia che poco tempo fa ho rivisto la piccola, in reparto per accertamenti, che oltre a salutarmi calorosamente mi ha chieso del Dottor Pelosone.

    A proposito…all’inizio ho detto che i Dottor Sogni sono un valido aiuto nell’affrontare la quotidianità nei reparti pediatrici…da questi dottori speciali ho imparato che le “bolle di sapone” sono davvero magiche. Vi assicuro che sono diventate un mio strumento di lavoro indispensabile e che io mi sono guadagnata il soprannome di “infermiera delle bolle”.

  • Il programma di Accompagnamento Chirurgico compie un anno e si evolve!

    E’ passato ormai un anno dal 1 luglio 2015, giorno in cui la Fondazione ha inaugurato un nuovo programma di visite, l’Accompagnamento Chirurgico, presso l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano in cui i Dottor Sogni lavorano sin dal 2000. I reparti che beneficiano di questo programma sono: Chirurgia Pediatrica, Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva Pediatrica.


    L’accompagnamento chirurgico è dinamico, lavori sempre in una ”zona rischio” nel massimo della tensione, non solo del bambino, ma anche dell’intero nucleo familiare nonché del personale medico infermieristico. Siamo presenti durante l’intero percorso operatorio, dall’arrivo in ospedale alla preparazione. Affianchiamo i bambini nel tragitto in barella dal reparto alla sala operatoria e ci prendiamo cura dei genitori dopo l’entrata dei loro figli nel blocco chirurgico, momento delicato e difficile per gli adulti. Alla fine ci ritroviamo ancora insieme al risveglio dall’anestesia per un ultimo saluto. Si creano forti vincoli non solo con il bambino, ma anche con la famiglia.
    Questo programma è coinvolgente, intimo, a volte difficile, sempre delicato. Bisogna essere portati all’ascolto, un pò equilibristi e  lavorare con molto tatto per non essere invadenti, ma accoglienti
    .Dottoressa Bonsai

    Dopo un anno di lavoro intenso, la Fondazione ha formato, nel mese di giugno 2016, 6 Dottor Sogni in grado di affiancare la Dottoressa Bonsai, la Dottoressa Peppa e il Dottor Strettoscopio che, durante l’anno 2015, si sono occupati interamente del nuovo programma di visita.
    Il percorso formativo studiato per i candidati, è stato articolato in due parti una pratica e una teorica.
    La sessione pratica si è svolta presso l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano e ha previsto due momenti formativi. Inizialmente i Dottor Sogni hanno osservato i formatori al lavoro e poi successivamente sono stati osservati in modo da potersi scambiare esperienze, sensazioni e consigli su come instaurare al meglio un contatto con i bambini in attesa di essere operati e con le loro famiglie.
    La parte teorica ha previsto invece degli incontri di confronto e di approfondimento su temi di igene, fasi dell’accompagnamento, modalità del lavoro e aspetti emotivi.

    Il Dottor Soap Opera racconta così i suoi primi giorni di formazione: “Una mattina ho percepito intensamente la fragilità dei genitori di un bimbo mentre entrava in sala operatoria. Il loro pianto, specialmente quello della madre, mi ha toccato molto. In quello stesso momento mi sono ‘scoperto’ anch’io con le lacrime agli occhi…
    Mi ha riempito il cuore e ho sentito la forza del nostro lavoro quando la mia collega ha fatto sorridere un bambino che poco prima urlava dalla paura (non era ancora entrato in sala operatoria)

  • Studio Notai Associati Ricci – Radaelli: sogni e sorrisi per i bimbi in ospedale

    Due mesi dedicati alla solidarietà per regalare un sorriso ai bambini ricoverati in ospedale.
    Donare una parte del proprio onorario per sostenere le iniziative benefiche volte a restituire il sorriso a quei bambini che da molto tempo si trovano nei reparti pediatrici, è l’iniziativa promossa dallo studio Notai Associati Ricci-Radaelli, che quest’anno ha deciso di sostenere Fondazione Theodora Onlus nei mesi di Ottobre e Novembre.
    Da sempre attenti alle tematiche legate al sociale, Alessandra Radaelli e Giovanni Ricci hanno riconosciuto nei progetti di Fondazione Theodora Onlus un impegno concreto ed efficace per regalare sogni e sorrisi a oltre 35.000 bambini ricoverati in 40 reparti pediatrici di 18 ospedali italiani.

    Grazie all’iniziativa dei giovani Notai, i bambini di questi ospedali riceveranno le visite dei Dottor Sogni, artisti professionisti assunti e specificatamente formati per lavorare in ambito ospedaliero pediatrico. I Dottor Sogni lavorano sulle emozioni e si prendono cura della parte sana del bambino con le loro speciali visite individuali, stanza per stanza, ai pazienti che spesso affrontano un ricovero lungo e difficile, offrendo loro e alla famiglia un sostegno concreto.

    I sorrisi, i sogni e la fantasia sono gli amici più preziosi per i bambini in ospedale perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti. Grazie all’iniziativa promossa dallo Studio Notai Associati Ricci – Radaelli potremo portare avanti la nostra missione e regalare la magica visita dei Dottor Sogni a tanti piccoli pazienti” – spiega Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus.

    Forte l’entusiasmo da parte dei promotori dell’iniziativa: “Alessandra ed io siamo giovani Notai convinti che sognare renda più forti i bambini” – spiega Giovanni Ricci – “siamo felici di poter sostenere un progetto che ci sta molto a cuore per regalare un sorriso agli adulti del nostro domani” .
    Contribuire a rendere meno doloroso un periodo di cure e vita tra le mura di un ospedale grazie allo sforzo di professionisti nei quali crediamo fermamente” – sostiene Alessandra Radaelli – “ci motiva e ci rende orgogliosi del nostro lavoro quotidiano. Il futuro di tutti, giovani e meno giovani, non può non passare attraverso il sorriso dei bambini.”
     

     

  • In diretta dai reparti: intervista alla Dottoressa Dorella Scarponi

     
    La Dottoressa Dorella Scarponi, Dirigente Medico di Psichiatria dell’unità operativa Pediatria-Pession presso il Policlinico S.Orsola Malpighi di Bologna e supervisore del gruppo Dottor Sogni di Bologna ci racconta la sua esperienza con i Dottor Sogni.

    Qual è il valore aggiunto che porta un Dottor Sogni in reparto?
    Il Dottor Sogni vivifica la disposizione all’incontro. La caratteristica degli abiti, dei movimenti, delle parole così come dei silenzi, sono indizi di una diversità visibile, presentata senza allusioni. I pazienti non hanno bisogno di intuire attraverso allusioni la realtà dell’ospedale, perché la vivono direttamente, in tutta la sua diversità e incongruenza: “cosa ci fai tu qui? Cosa significa la tua presenza in ospedale?”. Può significare un gioco, un pensare ad altro o uno stare insieme. Il Dottor Sogni quando gioca sta con te, ti prende seriamente in considerazione, ti lascia spazio. Senza presunzione assume consapevolmente la posizione più bassa, un modo per autorizzare i più piccoli ad esercitare la propria competenza nello stare al mondo.
    Quanto sono importanti il sorriso e l’ascolto per un bambino ricoverato?
    L’ascolto è la chiave di accesso ai racconti di ogni bambino. L’innata simpatia verso le parti più piccole dell’altro, concedono ai Dottor Sogni la capacità di aspettare che il racconto arrivi, si presentifichi, faccia capolino anche in mezzo al dolore. Lo festeggiano quasi, con un sorriso, un saluto strampalato, inciampando sulla verità e sui non detti, incoraggiando una parola, un sorriso di complicità.

    Ci racconta un episodio vissuto con un Dottor Sogni?
    La Dottoressa Rovescia ne “La Bolla Biglia”, entra nella stanza di ospedale e trasforma il gioco delle bolle in un’occasione per stabilire un patto con la paziente a significare una presa di posizione. Il Dottor Sogni dice la sua con responsabilità, si espone onestamente, fuori dalle logiche del gradimento e del potere. Lo fa per simpatia.

    Ha un messaggio per i nostri Dottor Sogni?
    E’ un sognatore che sa sorridere di sé, il Dottor Sogni; riconosce che sia possibile una certa benevolenza verso l’imperfezione, propria e altrui. La goffaggine diventa una dimensione transitabile e comune a tutti gli umani, finalmente riconosciuta come portatrice di una comunicazione efficace. Entra ed esce dai panni di chi porta un non detto o un ancora da dire e come un galleggiante nel mare tira fuori dall’acqua oggetti preziosi, dimenticati o perduti.

     

     

  • In diretta dai reparti: Dottoressa ConFusa

    Da dove nasce il nome ConFusa?
    Durante il tirocinio in ospedale, tutti mi chiedevano che nome avessi scelto…ed io rispondevo sempre di essere ancora confusa. Un giorno, un collega mi ha fatto notare la composizione di questo aggettivo…et voilà! Tra la confusione e le fusa, mi son proprio trovata…ecco la nuova Dottoressa ConFusa!

    Ci racconti l’esperienza della formazione iniziale?
    Una grande occasione di sperimentazione espressiva e artistica attraverso l’incontro con sé, con l’altro, gli altri. Siamo stati condotti e accompagnati da due formatori, anch’essi Dottor Sogni, in un percorso a volte difficile, poiché alla fine ci sarebbe stata una selezione. Da entrambe le parti ognuno si è donato nel lavoro con grande impegno, generosità e verità: questo ha fatto la differenza! In alcuni momenti sono venuti ad osservarci dei Dottor Sogni veterani, che ci hanno offerto qualche rimando. La pratica in sala si alternava con lezioni teoriche svolte presso una struttura ospedaliera dove opera la Fondazione: qui abbiamo incontrato assistenti sociali, psicologi, medici. A completare il tutto le osservazioni ai colleghi Dottor Sogni svolte presso le strutture ospedaliere, nel mio caso L’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, dove ora opero. L’esperienza della formazione iniziale è stata molto illuminante e mi ha consentito di avviare, con rinnovata consapevolezza, il lavoro sulla fiducia in me, nella vita e nei suoi doni…e di scoprire cosa voglio fare da grande…costruire sogni ad occhi aperti!

    Vuoi condividere con noi un ricordo di una visita?
    Quante immagini scorrono tra testa e pancia…nel cuore, di fronte a questa domanda.
    Condivido con voi il ricordo recente di un piccolo-grande momento, che sintetizza una grande lezione che mi danno spesso genitori e bambini…è proprio insieme a loro, nell’ascolto, che la strada si fa.
    N. ha quindici anni e un tumore cerebrale diagnosticato da pochi mesi. La incontro in ospedale da un paio di settimane. Qualche giorno fa, nel reparto di chirurgia alta intensità, mi avvicino alla sua stanza, la porta è socchiusa, busso delicatamente e chiedo “Si può?”. E’ rientrata da poco dalla sala operatoria, accanto a lei ci sono i suoi splendidi genitori e un’altra signora. Mi fermo sulla soglia e penso non sia il caso di intervenire, quando sento N. dire, con un filo di voce “ConFusa…”; chiedo allora il permesso per fare un saluto…i genitori, sorridendo: “certo!”. Appena mi avvicino, N., con la testa fasciata e visibilmente molto debole e sofferente, sgrana gli occhi e mi dice, prima che io possa fiatare: “ConFusa, come stai?”. Uno sguardo tra noi e mi è parso la stanza si riempisse di luce. Richiude gli occhioni azzurri. N., davvero uno splendido fiore, anche in queste condizioni si apre all’incontro e lo fa con un’amorevolezza estremamente pura e commovente. Mi colpisce particolarmente perché nelle visite precedenti non l’avevo agganciata con “fuochi d’artificio” e grasse risate…non ce n’erano le condizioni. Questo episodio mi ricorda che spesso basta poco, che è tanto: una presenza vera, sincera arriva forte a bambini e genitori…e a volte, insieme all’intenzione del sogno che porti con te, può essere trasformativa e dirompente, pur nella delicatezza, senza bisogno di strabilianti performance.

    Vuoi dedicare un messaggio speciale a tutti bambini e ai genitori che hai incontrato in questi anni?
    Certo! A loro va un grande, grandissimo grazie…perché, in momenti tanto difficili, di dolore e sofferenza, ci danno il permesso di entrare…la possibilità di cercare e creare un contatto…c’insegnano così la fiducia, la forza e il valore della vita in ogni istante. I sogni si costruiscono insieme!
     

    Carta d’identità 

    Nome? ConFusa
    …all’anagrafe? Ilaria Comolli
    In quali ospedali lavori? Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino
    Il tuo numero di scarpe è? 39 o…93?!
    Che gelato ti piace? marron glacé!
    La cosa che ti piace di più? camminare nel bosco quando c’è il sole, come quando ero bambina!
     
  • Chi sono? alla ricerca della propria identità

    Il tema dell’identità e dell’autenticità, filo conduttore dell’ultimo seminario di formazione continua, organizzato lo scorso ottobre per i Dottor Sogni, è stato trattato sia durante i workshop artistici, sia in occasione dell’incontro con il Presidente e Fondatore di Theodora, André Poulie.
    Il Fondatore ha dato un contributo significativo al lavoro ripercorrendo le tappe che hanno portato alla creazione di Theodora: “L’idea di realizzare Fondation Théodora è nata dall’esperienza che ho vissuto in ospedale da bambino in seguito ad un incidente. Mia mamma, Théodora, veniva a trovarmi tutti i giorni trasmettendomi gioia e allegria. Riusciva a farmi dimenticare di essere in ospedale, mi faceva volare in luoghi lontani grazie alla fantasia. Era una donna speciale, piena di energia che trasmetteva a tutti i bambini del reparto. Quando è mancata, a causa di una grave malattia, insieme a mio fratello Jan, abbiamo deciso di diffondere lo spirito gioioso della mamma a tutti i piccoli ricoverati grazie all’aiuto di artisti professionisti, i Dottor Sogni. E’ nata così nel 1993 in Svizzera, Fondation Théodora” racconta André Poulie.
    Dopo ventun anni di attività in Italia, la riflessione sull’identità svolta durante il seminario, ha permesso al gruppo Theodora di rafforzare la passione e la dedizione per questo lavoro, oltre alla consapevolezza dei valori su cui la Fondazione si basa.

     

  • Almagores II per Fondazione Theodora

    Navigare è un po’ come sognare: ti fa sentire più leggero, più libero. La pensa così l’equipaggio di Almagores II, che ha scelto di solcare le acque dell’Oceano Atlantico per regalare sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale.
    La bandiera con il logo di Fondazione Theodora Onlus sarà a bordo dell’Almagores II per l’intera durata della Regata Atlantica ARC che arriverà fino a Sta Lucia nei Caraibi a fine novembre.
    Sostieni anche tu l’impresa di Almagores II, fai una donazione ora. Insieme possiamo aiutare un bambino a tornare a sognare, perché sognare li rende più forti!
     
    La donazione a favore di Fondazione Theodora Onlus può essere effettuata:
    –  con bonifico bancario presso Banca Prossima IBAN: IT51F0335901600100000113874
    –  con bollettino Postale: C/C n. 13659222
    Nella causale specificare:  “Regata Atlantica ARC”.
     
    Grazie a tutti per le numerose donazioni che stanno arrivando! Continuate a seguire le imprese di Almagores II sul blog Sail.Blogs e a regalare la magica visita dei Dottor Sogni ai bimbi ricoverati in ospedale, grazie!
  • A Natale fai sognare un bambino!

    A Natale trasforma i tuoi regali in un gesto di solidarietà! Puoi scegliere tra diverse proposte solidali, che renderanno felice chi li riceve e permetteranno ai bambini ricoverati in ospedale di beneficiare della magica visita dei Dottor Sogni!

    Il cartiglio, annodato al fiocco in raso verde dei dolci natalizi, spiega il gesto di solidarietà: Chi dona e riceve questo regalo sostiene l’attività dei Dottor Sogni in favore dei bambini in ospedale. Grazie di cuore! “

    Quest’anno la Fondazione inaugura la collaborazione con T’A Milano proponendo: una raffinata confezione regalo da 5 scatole Frutta & Cioccolato, una colorata confezione in cartone rigido con 10 Tavolette di Cioccolato ed un elegante confezione in cartone rigido con 40 cioccolatini GianduiottiPer maggiori informazioni relative ai prodotti consultare la presentazione completa qui

    Biglietti di Natale: i biglietti di Natale, (dimensioni 12×12 cm), offerti in due grafiche una più spiritosa “Albero di Natale” e due versioni più istituzionale “Fiocco di Neve” e “Buone Feste” vengono forniti con busta. L’interno del biglietto può essere bianco oppure personalizzato secondo i desideri dell’azienda. Il retro reca il logo della Fondazione e spiega il valore della scelta. I biglietti di Natale di Theodora sono disponibili anche in versione elettronica.

    Per informazioni e ordini: Francesca Guadagni, Tel 02 801116, francesca.guadagni@theodora.org

    Consulta qui il nostro catalogo!

     

    Puoi trovare i nostri prodotti solidali anche presso i banchetti di sensibilizzazione e raccolta fondi che organizza la Fondazione:

    A Milano

    Istituto dei Tumori: 6 e 15 dicembre 2016

    Istituto Neurologico Besta: 1, 2, 15,16 dicembre 2016

     

     

     

  • Newsletter di Fondazione Theodora Onlus

  • Almagores II ha vinto per Theodora!

    Il  viaggio di andata di Almagores II in occasione della Regata Atlantica ARC per Fondazione Theodora Onlus si è conluso con successo, sono arrivati secondi nella loro categoria! Complimenti a tutto l’equipaggio per l’impresa e grazie per il prezioso sostegno!Il viaggio nell’oceano è finito, ma quello per regalare sorrisi e sogni ai bambini in ospedale continua, aiutaci anche tu con una donazione. Insieme possiamo aiutare un bambino a tornare a sognare, perché sognare li rende più forti!

    La donazione a favore di Fondazione Theodora Onlus può essere effettuata:

    –  con bonifico bancario presso Banca Prossima IBAN: IT51F0335901600100000113874

    –  con bollettino Postale: C/C n. 13659222

    Nella causale specificare:  “Regata Atlantica ARC”.

    Grazie a tutti per il sostegno!

  • “Dona un sorriso” P&G e Coop al fianco di Fondazione Theodora

    Il progetto di solidarietà “Dona un sorriso” attivato da aprile a giugno 2016 da Procter & Gamble e Coop Consorzio Nord Ovest (che riunisce Coop Lombardia, NovaCoop e Coop Liguria) ha riscosso enorme successo. I fondi raccolti sono pari a 18.600 euro e  verranno consegnati a Fondazione Theodora Onlus sabato 18 dicembre in occasione della manifestazione organizzata da P&G e Coop presso la galleria del centro commerciale L’Aquilone di Genova.

    «I Dottor Sogni donano sorrisi ai bambini ammalati, si prendono cura della loro parte sana attraverso il gioco e l’ascolto, ingredienti fondamentali che spesso rendono più facile il percorso verso la guarigione. Ricevere questo assegno è per noi una grande emozione, segno della sensibilità degli italiani, in particolare dei clienti di Coop Liguria e dei consumatori dei prodotti P&G. Uno splendido aiuto che ci permetterà di lavorare sempre di più e sempre meglio per portare un po’ di serenità a chi attraversa momenti difficili. Dunque, grazie a tutti voi, a P&G, Coop Consorzio Nord Ovest e a tutti coloro che hanno contribuito sostenendoci con un gesto di grande sensibilità» – ha commentato Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus.


    L’attività prevedeva un beneficio per il consumatore ed una parallela iniziativa benefica. Da un lato infatti il consumatore riceveva buoni acquisto del valore complessivo di 10 euro da utilizzare presso i punti vendita Coop, a fronte di un acquisto di 10 euro di prodotti P&G tra AZ, Oral B e Pantene. Dall’altro, per ognuno di questi acquisti combinati, P&G ha attivato una donazione di 1 euro a Fondazione Theodora Onlus, per un totale complessivo di 18.600 euro grazie alle adesioni in tutto Coop Consorzio Nord Ovest.

    «“Dona un Sorriso” è, ancora una volta, un grande successo della solidarietà. Un risultato del quale siamo orgogliosi, un lavoro di squadra frutto della sensibilità di tanti. Uomini e donne ai quali diciamo sinceramente “grazie”. Con il loro contributo siamo riusciti a donare un sorriso in più ai bambini ospedalizzati, dando un aiuto concreto a chi si impegna per essere al loro fianco, rendendo speciali anche i momenti più difficili. E questa è anche la missione di P&G che da sempre con i sui prodotti ama prendersi cura dei bisogni delle famiglie, provando a migliorarne la qualità della vita» – ha dichiarato Riccardo Calvi, Responsabile Comunicazione Istituzionale P&G in Italia.

    «Siamo molto felici del risultato raggiunto – ha commentato il Direttore dell’Ipercoop di Genova Bolzaneto, Maurizio Grigis –  iniziative come questa rinnovano l’impegno mutualistico alla base della cooperazione, sempre pronta a sostenere le associazioni di volontariato che si adoperano per la  comunità, e ricordano a tutti noi che anche un’attività semplice e quotidiana come fare la spesa può trasformarsi in un gesto di solidarietà. Come Coop Liguria supportiamo da sempre l’Istituto Giannina Gaslini, dove operano anche i Dottor Sogni, che è un centro pediatrico di eccellenza e un punto di riferimento non solo per i genovesi ma per tutta Italia. I nostri Soci condividono questa sensibilità e ogni volta si dimostrano generosi e attenti, trasformando in un successo le iniziative solidali promosse dalla Cooperativa!».

  • Fendi regala sogni e sorrisi ai bimbi in ospedale!

    FENDI ha scelto di devolvere una parte del ricavato delle vendite del periodo natalizio di FENDI KIDS, boutique per bambini inaugurata il 17 dicembre 2016, per sostenere l’attività di un Dottor Sogni per un anno presso l’Ospedale Bambino Gesù di Roma.

    Ci sentiamo sempre molto vicini alle associazioni che si prendono cura dei bambini, specialmente quelli più bisognosi. Siamo inoltre profondamente orgogliosi di collaborare con Fondazione Theodora Onlus che aiuta concretamente i bambini in situazioni estremamente difficili regalando loro un sorriso e momenti di serenità,” afferma Pietro Beccari, Presidente e Amministratore Delegato di FENDI.

    I sorrisi, i sogni e la fantasia sono gli amici più preziosi per i bambini in ospedale perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti. Grazie alla preziosa collaborazione con FENDI potremo regalare tanti sogni e sorrisi ai bambini ricoverati presso l’Ospedale Bambino Gesù di Roma” dichiara Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus.
     

     

  • Un SMS al 45518 per rendere più forti i bambini in ospedale

    Dal 15 al 29 gennaio 2017, bastano un SMS solidale o una chiamata da rete fissa al 45518 per donare da 2 a 10 euro e contribuire al progetto di Fondazione Theodora Onlus “Un sorriso per i bambini in ospedale” volto a garantire la visita dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati nei reparti di oncologia e ai piccoli pazienti che devono affrontare un intervento chirurgico. 

    Con i fondi raccolti i Dottor Sogni potranno continuare la loro attività presso la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto I di Roma e presso l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano, dove la Fondazione ha recentemente avviato un nuovo programma di visite, l’accompagnamento chirurgico. Il programma consiste nell’accompagnare il bambino che sta per affrontare un intervento chirurgico e la sua famiglia dal momento dell’attesa pre-operatoria fino al risveglio, con l’obiettivo di distendere le ansie ed abbassare il livello di stress del bambino e dei genitori.

    Per questo progetto Fondazione Theodora Onlus può contare sul sostegno della testimonial Margherita Buy, che ha prestato la sua immagine per la campagna di comunicazione, di tanti amici Massimiliano Rosolino, Natalia Titova, Filippo La Mantia e degli sportivi Romano Battisti, Flavia Tartaglini, Sandro Campagna, Francesca Dallapé e Francesco Di Fulvio.

    Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulare personale TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali. Sarà di 5 euro anche per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone, TWT e Convergenze e di 5 o 10 euro con chiamata da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali.

     

  • Etro e Valeria Straneo in asta su Charity Stars per Theodora

     

    Corri con la campionessa Valeria Straneo la Milano City Marathon

    Mettiti alla prova insieme a una grande campionessa italiana: Valeria Straneo. Il 2 aprile, in occasione della Milano Marathon, potrai  affiancarla in una speciale staffetta. Cosa aspetti? Non è necessario essere degli atleti, l’importante è avere voglia di correre e conoscere di persona una campionessa come Valeria e sostenere una nobile causa. Nel 2013 Valeria ha conquistato il gradino più alto del podio nella mezza maratona ai Giochi del Mediterraneo a Mersin, in Turchia, stabilendo il nuovo record della manifestazione in 1h11’00”. Il 10 agosto conquista la medaglia d’argento nella maratona ai Mondiali di Mosca, seconda solo alla keniota Edna Kiplagat. Nell’ottobre 2013 vince la Rock’n’roll Half Marathon di Lisbona in 1h09’21”. Mentre l’anno successivo guadagna il secondo posto nella maratona degli Europei di Atletica di Zurigo. 

    Sii anche tu, insieme a Valeria, un campione di solidarietà e divertiti il 2 aprile a Milano insieme a Valeria! Punta ora sua Charity Stars per aggiudicarti l’asta

     

    Assisti alla sfilata di Etro A/I 17-18 | 2 pass backstage per salutare Veronica Etro

     

    Se sei appassionata di moda e desideri scoprire in anteprima le creazioni di uno dei brand più interessanti della Fashion Week, segnati in agenda questo appuntamente imperdibile. Aggiudicati l’esclusiva opportunità di assistere alla sfilata di Etro della nuova collezione Autunno/Inverno 2017-18 dedicata alla Donna. Due pass per assistere al defilè che ti permetteranno di prendere parte ad uno dei più attesi e seguiti fashion show, insieme ad un tuo accompagnatore. Potrai inoltre accedere al backstage, così da poter vivere a pieno l’emozione di una grande sfilata, vivere da vicino il mondo della moda e salutare personalmente Veronica Etro che ti regalerà il libro Etro con dedica personalizzata.
    Scopri di più su questa imperdibile asta!

     

     

     

  • Un voto per un sorriso!

    Fondazione Theodora Onlus partecipa all’AVIVA COMMUNITY FUND con l’obiettivo di garantire la visita settimanale di un Dottor Sogni ai bambini ricoverati presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale Luigi Sacco di Milano.
    Come puoi aiutarci?
    Registrandoti qui entro il 30 marzo e votando il progetto di Fondazione Theodora Onlus. Avrai a disposizione 10 voti che potrai assegnare tutti alla Fondazione oppure distribuire tra i vari progetti in gara.
    Abbiamo bisogno anche del tuo prezioso aiuto per donare momenti di serenità e leggerezza ai bambini che affrontano un ricovero lungo e difficile, accedi subito al sito di AVIVA e trasforma il tuo voto in un sorriso, grazie!

     

  • In diretta dai reparti: il Dottor Apollo si racconta

    Una sensazione netta, come mi affaccio nella stanza, incontro i suoi occhi, sono occhi nuvolosi, sembra che stia per piovere, è comunque quel tempo incerto che non si sa come andrà a finire. Avendo ricevuto il permesso, entro e mi avvicino. Osservo e ascolto con le orecchie, con il cuore, con l’istinto. Aspetto il tempo e il senso del gioco, alle volte parte subito, alle volte non è il gioco quello che serve. Mentre lavoro, vedo il cielo dei suoi occhi, aprirsi. Mi fermo solo un momento, perché il raggio di sole dei suoi occhi nutre anche me. Mi lascio attraversare, fino a farlo arrivare nel mio cuore. Sento il calore dentro di me. Se dovessi dare una definizione direi, Gioia. La sento, la sentiamo, ho fatto il mio lavoro, saluto e sono pronto per la prossima consulenza metereologica.
     A differenza di quella reale la nostra consulenza non si esprime sul tempo futuro, ma sul tempo presente. A dir la verità non è neppure una consulenza, ma un’interazione con il clima che troviamo. Alle volte bisogna soffiare le nuvole, alle volte asciugare l’umidità, alle volte cercare un refolo fresco che rinfranchi una pianura secca e troppo calda, alle volte bisogna trovare la forza per superare una tempesta che ha distrutto tutto.
     Sento il mio lavoro, come quello di un pilota di mongolfiera che deve sentire a che altezza portare il suo pallone. Alle volte riscaldando l’aria, alle volte aspettando che si raffreddi. Il viaggio è sempre arricchito da incontri per nulla casuali. Le persone che ci lavorano e lo vivono ogni giorno mi sembrano come dei personaggi fantastici, usciti da un romanzo di avventure di Giulio Verne. Nessuno di loro è banale ed ognuno porta con sé l’esperienza di esplorazioni ai confini della realtà e della conocenza. E dopo ogni viaggio sento che nessuno è più come ieri, ma che portiamo dentro di noi una grande arca di Noe carica di umanità.“ Il Dottor Apollo racconta così le sensazioni che prova durante le visite in ospedale.
     
    Due curiosità sul Dottor Apollo
     
    Chi è il Dottor Apollo?
    Dentro il nome Apollo c’è…il pollo, un animale molto semplice. Curioso del mondo intorno a lui, che non smette di osservare ciò che lo circonda, è anche il nome delle missioni spaziali intorno alla Luna, ed anche la figura mitologica che in molte allegorie degli affreschi italiani è rappresentata mentre danza con le ore guidando il carro del sole.
    In quali ospedali regala sogni e sorrisi ai bambini?
    Policlinico Umberto I, Ospedale Bambino Gesù di Roma e presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli
  • “I Dottor Sogni sono un ponte tra noi e i pazienti”, racconta Daniela Basso

    Il seminario di formazione continua dedicato ai 30 Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus si è concluso domenica 26 marzo con l’emozionante intervento dell’infermiera Daniela Basso che ha raccontato come sia prezioso l’aiuto dei Dottor Sogni nel reparto di Oncologia Pediatrica dell’Istituto Gaslini di Genova in cui lavora da oltre vent’anni: 

    Siete entrati per la prima volta nel nostro reparto nel 1998, lo avete fatto in punta di piedi, in silenzio… malgrado la vostra allegra rumorosità…
    Non credo sia stato facile.
    Il reparto di Oncologia accoglie i piccoli pazienti in stanze singole. Così simili nella struttura, così diverse per la loro atmosfera all’interno. Ci si possono respirare lo sconforto e la paura di chi è ricoverato all’esordio di malattia. L’accettazione della nuova routine di chi è ricoverato per un normale ciclo di terapia. La gioia di chi è all’ultimo ricovero, ultimo ciclo e poi tornerà a casa. Guarito. La disperazione di chi è all’ultimo ricovero, ma non tornerà a casa.
    Ogni volta vi dovete ritarare, una trasformazione in pochi passi.
    In punta di piedi.
    Siete adorati dai pazienti ma anche dai loro genitori.
    Ed anche da buona parte del personale.
    Ogni mercoledì portate colore, suoni, fantasia, allegria e giochi.
    Siete uno strumento unico per aiutare i nostri pazienti ad esorcizzare la paura, a metabolizzare la rabbia, a sorridere anche quando sembra impossibile.
    Sapete trasformare un guanto in un pupazzo, una siringa in un microfono.
    Siete spesso un ponte tra noi ed i pazienti, in pochi minuti conoscete alcuni loro aspetti che poi condividete regalandoci importanti nuove chiavi di lettura.
    Riuscite ad alleggerire la tensione che talvolta trovate al vostro arrivo in sala infermieri..
    Sarebbe bello vedervi più spesso…
    Dovremmo lavorare di più sulla collaborazione e lo scambio tra personale medico ed infermieristico e dottor Sogni.
    Abbiamo tutti tante cose da imparare.
    Potremmo arricchirci reciprocamente.
    Essere ancor di più gli uni per gli altri una grande opportunità.
    Le mie grandi opportunità siete voi…
    Dr Baciccia, D.ssa Blu Blu, Dr Boh?, D.ssa Irina Pirina, D.ssa Melodia,
    Dr Nasello, D.ssa Piperita, Dr Pelosone, D.ssa Sofà, Dr Stropiccio.
     
    Daniela ha proseguito il suo intervento raccontando un episiodio che le è rimasto particolarmente a cuore, la storia di Giulia:
     
    Giulia ha 15 anni, non ha più armi per combattere…forse non le ha mai avute. Si è chiusa, barricata dietro ad un muro senza uno spiraglio, difficilissimo fare breccia al di là, poterla raggiungere.
    É apatica, depressa, apparentemente disinteressata a questa vita che non le appartiene più.
    Ho provato tante volte, Trovare un canale di comunicazione è pressoché impossibile, parla poco, la sua mamma quasi sempre risponde per lei.
    Un giorno il Dr Pelosone mi da la chiave per aprire la porta.
    Mi racconta della magia che si è creata durante la visita (con la dottoressa Melodia) la settimana prima, mi parla di una canzone più vecchia di Giulia, quasi più vecchia di me…l ‘hanno cantata per lei. L’hanno cantata con lei.
    Mi chiede di fare da ambasciatrice per un suo messaggio di saluto, dato che quella settimana lui non verrà in reparto.
    La sera stessa entro nella sua camera cantando la «loro» canzone…”Ti saluta tanto il dr Pelosone….»
    Per la prima volta i muscoli del suo viso fanno un gran lavoro e mi regalano un sorriso che ancora non conoscevo.
    É felice. Mi chiede quando tornerà il dr Pelosone. La rassicuro …mercoledì prossimo.
    Approfitto di questa apertura, mi ci infilo a piè pari. Parliamo di canzoni…di musica…le piacciono i Modà, le consegno i moduli per chiedere all’ organizzazione Make a Wish di realizzare il suo desiderio: conoscere Checco, il cantante dei Modà.
    Ci riuscirà. Prima di andare via.
    Grazie dr Pelosone.
    Una ricchezza.
  • Milano Marathon 2017: traguardo raggiunto!

    Domenica 2 aprile è stata dura tagliare il traguardo della Milano Marathon 2017 ma ci siamo riusciti perché avevamo nel cuore un grande obiettivo: regalare ancora più sogni e sorrisi ai bambini ricoverati presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano!
    Un grazie speciale agli oltre 200 runner, ai volontari, a Valeria Straneo, a Silvio Omodeo e al Gruppo Garda Music Fife, alle aziende amiche: Clifford Chance, Credit Suisse, Studio Legale La Scala per il sostegno finanziario e a Cortilia per il sostegno tecnico.
    Vi aspettiamo alla Milano Marathon 2018!
  • Per una Pasqua più dolce regala un sogno a un bambino!

    L’allegria della nostra missione incontra dolcissimi ingredienti di prima qualità e fa nascere due regali pasquali davvero speciali: la Colomba Mille Sorrisi e i Biscotti Theodora doppiamente buoni perché regalano sogni e sorrisi ai bambini in ospedale.

    La Colomba Mille Sogni

    Colomba classica Giovanni Cova & C. realizzata secondo la ricetta tradizionale per mantenere vivi gli antichi sapori del passato. La colomba – dal peso di 750gr – è incartata a mano nella raffinata carta azzurra destinata  esclusivamente a Fondazione Theodora Onlus.
    Annodato al fiocco in raso bianco, c’è il cartiglio che spiega il gesto solidale:
    Chi dona e riceve questo regalo sostiene l’attività dei Dottor Sogni in favore dei bambini in ospedale. Grazie di cuore!
    La donazione minima è pari a 15 euro.

     

    Biscotti di Theodora
    100 gr di biscotti di pasticceria Giovanni Cova & C. con confettura di albicocca confezionati in una speciale latta personalizzata con le immagini dei Dottor Sogni.
    La donazione minima richiesta è di 7 euro.

    Vi aspettiamo con le nostre proposte solidali di Pasqua presso i banchetti Theodora

    A Milano:
    Istituto Neurologico Besta: 4,5,11,12 aprile
    Istituto Nazionale dei Tumori: 6 e 13 aprile

    A La Spezia:
    Ospedale Sant’Andrea: 11 aprile

    Per informazioni e ordini: Tel 02 801116 – michela.cavenago@theodora.org

  • Il Dottor Pelosone si racconta

    Mi auguro che negli anni ognuno di noi possa essere stato un ponte per far sentire meno sole le persone ricoverate in un momento di difficoltà“, racconta il Dottor Pelosone

     

    Da dove nasce il nome Pelosone?
    Il dottor Pelosone nasce nel 2002 durante una visita all’ospedale Buzzi di Milano. Era uno dei primi giorni di lavoro e mi aiutava e sosteneva il Dottor Garibaldi…ancora non avevo un nome e prima di entrare in una stanza ci dicemmo col Dottor Garibaldi…proviamo Pelosone (dato che ho la barba), se il bambino ride vorrà dire che è il nome giusto…e così fu. Pelosone come un orsetto che ti tiene compagnia e ti coccola quando ne hai bisogno. Pelosone come un orso che ogni tanto ha bisogno di essere un po’ orso.  Sul mio camice spuntano tanti orsi e uno dei miei aiutanti è l’orsetto Paco.

    Vuoi condividere con noi un ricordo di una visita?
    I ricordi sono tanti, dolci e salati, a volte comici, a volte commoventi…uno è legato ad un bimbo che a Savona incontrai anni fa, aveva paura dei clown e appena entrato in reparto mi viene comunicato questo aspetto da un’infermiera…io dovevo ancora truccarmi e vestirmi…così mi avvicinai al bambino e gli confessai che anche io da piccolo non amavo i clown, ma non tutti i clown sono uguali. Mi venne voglia di chiedergli se voleva diventare il mio assistente e così, avendo il doppio camice con me, ci preparammo insieme e alla fine della giornata mi disse di essersi divertito tanto a giocare con me e gli altri bambini e bambine ricoverati e che da quel giorno avrebbe cambiato idea sul clown. Ho anche una sua foto che conservo ancora oggi dopo 14 anni. 
    Un altro ricordo è legato ad un giorno a Livorno, dove dal fondo di un corridoio sento urlare…dottor pelosoneeeee, mi avvicino e vedo un ragazzo sui 25 anni che mi riconosce dicendo che una decina di anni prima era stato visitato dal dottor Pelosone e oggi era in ospedale perché il suo bimbo, nato da un mese, era ricoverato nella terapia intensiva. Ci abbracciammo entrambi commossi.

    Hai dei piccoli aiutanti?
    I piccoli aiutanti sono tanti…il mio orsetto Paco è uno di questi, ma soprattutto i bambini e le bambine, sono spesso loro i principali alleati preziosi per trasformare la stanza di un ospedale in un luogo giocoso che fa guadagnare ossigeno e forza per tutte e tutti. Ci sono anche grandi aiutanti, sono le colleghe e i colleghi Dottor Sogni, ognuno con una sua caratteristica che ci differenzia e che, rendendoci unici, ci arricchisce  negli anni come gruppo. Mi sento molto fortunato a vivere per una parte della mia vita questa esperienza, che mentre cresce ti aiuta a crescere. Gli altri aiutanti da cui attingo spunti e forza da portare in ospedale sono le mie figlie Giulietta e Marianna e la mia compagna Susanna, i miei genitori, i miei amici e amiche…e poi gli alberi, il sole, il mare, le stelle.

    Vuoi dedicare un messaggio speciale a tutti bambini e ai genitori che hai incontrato in questi anni?
    Quando mi chiedono perché fai questo lavoro io rispondo che uno dei motivi è realizzare il desiderio di portare in ospedale un pezzetto di ciò che c’è fuori e di portare fuori dall’ospedale un pezzetto di ciò che c’è dentro. Mi auguro che negli anni ognuno di noi possa essere stato un ponte per far sentire meno sole le persone ricoverate in un momento di difficoltà e spesso proprio chi vive questi momenti ha lasciato tanta forza a noi che torniamo fuori. Per questo vorrei dire semplicemente grazie e ricordarmi ogni volta che una delle cose che conta è saper vivere fino in fondo ciò che c’è nel presente e se questo accade nasce l’incontro più autentico, leggero, giocoso e profondo. 

     

    Carta d’identità                       

    Nome? Pelosone
    …all’anagrafe? Antonio Panella
    In quali ospedali lavori? Istituto Giannina Gaslini di Genova, Ospedale Sant’Andrea di La Spezia e Spedali Riuniti di Livorno
    Il tuo numero di scarpe è? 41
    Che gelato ti piace? mango, cioccolato fondente e pistacchio
    La cosa che ti piace di più? gli abbracci e… i baci.

     

  • Theodora News di Aprile

     
    E’ tornata la primavera e con essa la Newsletter di Theodora, che abbiamo rinnovato nella sua veste grafica e stilistica, ma i contenuti restano fedeli al nostro messaggio di positività. 
    Arianna, la mamma di un bimbo ricoverato presso l’ospedale Buzzi, ha raccontato così la sua esperienza con i Dottor Sogni: “Mio figlio prima di entrare in sala operatoria ha incontrato proprio questi due visi sorridenti (Bonsai e Peppa) e ha dimenticato tutta la paura, entrando anche lui in sala operatoria con il sorriso! (e io, insieme alle lacrime, anche). Grazie, non lo dimenticherò mai!“. Leggi le altre testimonianze dei genitori e del personale ospedaliero, le ultime notizie sui Dottor Sogni e sui nuovi programmi di visita in arrivo sul Theodora News di Aprile. Buona lettura!
     
  • In diretta dai reparti: Dottor Nasello

    “Vogliamo spiegarvi chi siamo perché spesso ci domandano…
    Ma siete dottori veri? Siete dei volontari? Siete dei Pagliacci!?
    No! Noi siamo dei dottori Sogni!
    E al mattino, mettiamo nella nostra valigia da dottore tutte le cose pulite
    che ci servono per fare la visita in Ospedale. Ma non tutte le mattine sono uguali.
    Le giornate sono come gli incontri: tutti diversi.
    Arriviamo all’Ospedale ed entriamo nello spogliatoio: e ci cambiamo, per restare noi stessi
    Non abbiamo un copione. Non entriamo pensando a delle battute
    Però io vorrei dire la mia sui cellulari! Istituiamo la giornata mondiale:
    meno messaggi e più massaggi!
    Un bel respiro… e poi… entriamo nel reparto! Ogni camera è diversa dall’altra
    Coi nostri colori possiamo apparecchiare ogni volta una diversa… tavolozza!
    All’ospedale puoi trovare tutto: vita, morte, e qualcuno che crede anche ai miracoli.
    E noi siamo lì, nel mezzo, come api che portano in giro il polline da un fiore all’altro
    E i fiori sono i bambini, le mamme, le nonne e i papà!

    E il polline gira nell’aria e diventa un colore, un gioco, una storia…
    Noi siamo lì… non solo per far ridere i bambini ma per sorridere con loro
    E quando ci riusciamo… siamo contenti
    Poi a volte, improvvisamente, si sta in silenzio, così… anche un attimo…
    Può essere che non sai cosa dire. O che ti sei fermato ad ascoltare le emozioni che escono…
    E noi, cerchiamo di giocarci, con le emozioni, ma seriamente
    E qualche emozione ti rimane addosso…
    Allora ti viene quasi naturale dopo… contraccambiare: un bacio, un abbraccio…
    è la cura che possiamo dare noi… fare le cose con cura…
    Prenderci cura di ogni persona… credere nella buona sorte
    Credere nella forza di ognuno, come un passamano, come una potente medicina…
    e anche un sorriso… ti fa sentire più forte.”
    Dottor Nasello
  • I gioielli regalano sogni e sorrisi? Quelli di VRIKdesign sì!

    I gioielli prodotti in esclusiva da VRIKdesign per Theodora, lanciati lo scorso 6 maggio a Milano in occasione del “Pic-nic di Theodora”, sono colorati, divertenti, ma allo stesso tempo eleganti e in più regalano sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale grazie alla scelta di VRIKdesign di devolvere una parte del ricavato dalla vendita dei gioielli alla missione della Fondazione.

    Regalati dei gioielli unici che trasmettono gioia e allegria! Puoi scegliere i gemelli e gli orecchini Theodora nella variante cuore, naso, nasocuore disponibili nei brillanti colori del logo Theodora: arancione, rosso, blu, giallo e verde.

          

     

     

    I gioielli VRIKdesign sono realizzati con la stampante 3D grazie alla lavorazione dell’amido estratto da alcuni vegetali, sono ottenuti pertanto da risorse rinnovabili e biodegradabili. Le parti metalliche prodotte in Italia sono certificate nikel free e vengono applicate a mano grazie a una rigorosa tecnica.

    Scopri come fare per averli sul sito di VRIKdesign e sul nostro sito nella sezione Regali del Sorriso
     

  • I Dottor Sogni arrivano in Ostetrica e Neonatologia!

    Lo scorso 9 maggio Fondazione Theodora, grazie al prezioso sostegno de “Il Nonno di Camilla”, storico sostenitore spezzino, ha avviato un innovativo progetto pilota: l’ingresso dei Dottor Sogni all’interno del reparto di Ostetricia, Neonatologia e Patologia Neonatale dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia.
    Si tratta di un progetto sperimentale, non presente in altri ospedali italiani. L’intervento del Dottor Sogni, in questa specifica situazione, aiuta la partoriente e i suoi familiari a ridurre il livello di stress post parto e a sviluppare la relazione affettiva tra mamma e bambino.
    Il progetto nasce dal bisogno, dichiarato dallo stesso ospedale, di offrire un sostegno concreto alla neomamma e al neonato che si trovano ad affrontare la nuova vita insieme e le sfide che ne derivano. Il personale ospedaliero non è sempre in grado di dedicarsi anche agli aspetti emotivi dei pazienti perché concentrato sulle cure mediche e sulle terapie. Non sempre quindi riesce ad accogliere e stimolare lo sviluppo della relazione tra mamma e bambino, supportando la neomamma in particolari situazioni derivanti da paure, stress, depressione post-parto, complicazioni patologiche, solitudine, appartenenza ad una comunità straniera. Il Dottor Sogni si inserisce in questo contesto e affianca il personale ospedaliero per colmare questo bisogno. Attraverso il proprio bagaglio artistico, umano e poetico, si prende cura della neomamma e del piccolo neonato e stimola la relazione affettiva tra loro.
     
     
    Ne parliamo con il Dottor Pelosone reduce dal suo primo giorno di visita.
     
     
     
    Come ci si approccia a questo tipo di esperienza? Come si può essere d’aiuto?
    È importante entrare in punta di piedi. Si assiste, si conosce, si attraversa. Sono situazioni molto diverse tra loro, ma tutte esperienze uniche e speciali. Abbiamo attraversato tutti i reparti.
    In patologia neonatale sono ricoverati i bambini nati prematuri o con problemi che li costringono a rimanere in ospedale, lontani dai genitori: Matilda, Emma, Albert. Li noi Dottor Sogni cerchiamo un contatto con i bimbi, che con molta forza fanno sentire che ti sentono e percepiscono. È un circolo forte di emozioni che include anche la mamma, amplificando tutto.
    Al nido ci sono i bimbi nati da poco; generalmente stanno in camera con la mamma, ma vengono portati qui per esser pesati e cambiati. Grazie alle infermiere e al personale che ci accoglie comprendiamo meglio cosa significhi stare in un posto di nascite riuscite e di nascite mancate.
    Nel reparto di ostetricia le mamme sono in stanza con i propri figli nati da poche ore, oppure sono in attesa del parto.
    Nella stanza del tracciato le mamme a termine attendono il momento in cui si romperanno le acque. Si chiede di poter entrare ad accompagnare il papà che affiancherà la mamma. Lo prepariamo su ciò che lo attende e alla fine, uscendo, le mamme ringraziano per essere stati con loro.
    Le infermiere e le ostetriche hanno perfettamente compreso il nostro ruolo con una grande e straordinaria collaborazione.
     
    Ci racconti qualche momento particolare della sua prima visita. Qualche incontro.
    All’improvviso una mamma corre: è iniziato il travaglio. In un momento tanto delicato ci si mette da parte, rispettando il tempo sacro dell’attesa. Dopo tre ore, stiamo per andare via, quando sentiamo un urlo: è nato Elia. Elia, che stamattina era ancora nella pancia della sua mamma, ora è venuto alla luce!
    Margherita, invece, è nata da poco. È’ con la mamma e con la bisnonna calabrese. Carillon, coccole, nenie e poesie.
    Alessio con mamma e papà e tanti piccoli gesti di cura e musiche soffuse per comunicare un benvenuto sussurrato. Tutti messaggi d’amore che da una stanza all’altra accomunano mamme che hanno condiviso questa straordinaria esperienza di notte durante il travaglio, e che ora, finalmente abbracciano il loro bambino.
    Dopo una giornata come questa si torna a casa con tanto in più, ma un pezzetto di cuore e di te rimane ancora lì.
  • Sogni in viaggio, grazie a Trenitalia!

     
    Trenitalia crede come noi che nei sogni dei bambini ci sia una forza straordinaria, una magia che è più forte di tutto. Anche in ospedale. É per questo che ha scelto di sostenere parte dei costi di trasporto dei Dottor Sogni in tutta Italia, permettendo così a Fondazione Theodora Onlus di destinare ancora più fondi a favore dei piccoli pazienti e delle loro famiglie che affrontano un ricovero lungo e difficile.
     
    Grazie al prezioso contributo di Trenitalia i 30 Dottor Sogni potranno viaggiare con più facilità sul territorio italiano, per sostenere ancora più bambini malati, perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti!” afferma Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora.
     

     

  • Aggiudicati l’asta su Charity Stars: incontra la Juventus

     
    Con Charitystars abbiamo preparato per te un’asta solidale imperdibile! Che cosa la rende straordinaria? Il fatto che, mentre proverai a realizzare il tuo sogno, potrai regalarne tanti altri ai bambini ricoverati in ospedale
     
    Vincendo quest’asta potrai vivere un’esperienza unica e irripetibile: incontrare i giocatori della Juventus prima dell’ultima giornata di campionato.
     
    Sabato 27 Maggio potrai infatti partecipare a un aperitivo organizzato nell’hotel di Bologna, dove alloggiano i giocatori bianconeri. In questa occasione, insieme ad altri 4 ospiti Randstad, potrai incontrare i giocatori, chiacchierare con loro, scattare foto insieme e vivere le emozionanti ore che precedono l’ultima giornata di campionato di Serie A. Contestualmente ti sarà consegnato il biglietto per assistere al match Bologna – Juventus previsto per il giorno successivo.
    Il pernottamento presso l’hotel la notte di sabato 27 Maggio è incluso nel prezzo finale d’asta.
    Domenica 28 Maggio, potrai vivere a pieno la giornata che alle 20.45 si coronerà con l’ultima gara di campionato. Potrai assistere da un’ottima posizione (lunedì 22 Maggio saranno disponibili i dettagli del settore), al match allo stadio Dall’Ara, per godere a pieno dell’ultimo incontro della stagione 16/17.
     
    Per maggiori informazioni visita la pagina dell’asta 
  • Come si comporta il Dottor Sogni con un bimbo arrabbiato?

      

     

    Al Dottor Ragù, Dottor Sogni del gruppo di Roma, è capitato in diverse situazioni di doversi confrontare con la rabbia dei bambini ricoverati in ospedale, come ad esempio in occasione della sua visita alla piccola Serena.
    Quando in una stanza c’è una persona arrabbiata – spiega il dottor Ragù – lo capisci, prima di tutto, dal silenzio e dal suo sguardo fisso verso il soffitto. In questi casi mi affido all’istinto ed eseguo azioni smarrite e un poco assurde. È un dialogo: Fragilità per fragilità. La prima cosa che ho imparato è il dichiarare subito all’ospite della stanza che può tranquillamente rifiutarmi e che io, accetto il suo rifiuto con serenità e, subito dopo, la butto sullo scherzo inaspettato.
     
    Un giorno entro nella stanza della piccola Serena. I nostri rapporti, fini ad allora erano stati buoni, ma ancora agli inizi. Lei era ricoverata da due mesi, c’erano già stati incontri molto belli tra noi, anche se la madre a metà del gioco scoppiava sempre a piangere, dicendo ai miei colleghi che io gli procuravo quella reazione (pian piano, fortunatamente, quelle lacrime sono scomparse). Serena non era sola in stanza, ma con Giulia una bambina di 6 anni, piena di energie e allegra come lei.
     
    Quel giorno però non era così, mentre la sua compagna era la bambina allegra di sempre, Serena guardava il soffitto e me di sottocchio. Il volto era arrabbiato e spaventato, la mamma un po’ smarrita.
    Sento, e non so dire il perché, che devo dedicarmi solo a lei, cosi mentre uno dei miei colleghi gioca con Giulia, io mi siedo al suo fianco e la sua mamma esce dalla stanza. Dichiaro subito che non deve parlare per forza e che io ho solo voglia di starle accanto. Lei acconsente e dopo qualche minuto inizio a parlarle sotto voce spiegandole che non importa quale sia il motivo del suo silenzio e della sua rabbia e che è giusto che lei la provi e soprattutto la manifesti.
     
    Poi comincio a raccontarle una storia che in qualche modo parla del suo presente, chiaramente sotto forma di favola, ed infine le lascio una biglia che mi è servita per la narrazione.
    La storia che le ho raccontato quel giorno finisce così: “perché la vita è fatta di tanti umori diversi… l’importante è sentirli e rispettarli”.
     
    Per approfondire la gestione delle emozioni, leggi anche l’articolo dello psicologo Pierrot Amicone, supervisore psicologico del gruppo dei Dottor Sogni 
     
     Dottor Ragù
  • Accogliere e gestire le emozioni dei bambini ospedalizzati

    Essere ricoverato in ospedale è per un bambino, di qualsiasi età, una grandissima fonte di stress. Per quante attenzioni la famiglia gli possa riservare in un momento così difficile, in lui prevalgono sentimenti e manifestazioni di insicurezza, paura, ostilità, rabbia. Spesso i genitori si trovano disarmati e impotenti di fronte a reazioni sconosciute e imprevedibili, quasi non si trovassero più di fronte al proprio bambino.
    Ne parliamo con lo psicologo Pierrot Amicone, supervisore psicologico del gruppo dei Dottor Sogni di Milano, che ci spiega come accogliere e gestire le emozioni dei bambini ospedalizzati.
     
    Ma cosa sono le emozioni?
    Le emozioni costituiscono una risorsa cruciale per comunicare e promuovere relazioni; sono un processo dinamico con il quale l’individuo si adatta e risponde alle situazioni in cui si viene a trovare. Le emozioni hanno la particolarità di essere una forma di comunicazione, sia verso gli altri sia verso se stessi.
    Le utilizziamo per molteplici scopi: iniziare a fronteggiare la situazione; segnalare il proprio stato (e le proprie intenzioni) agli altri; preparare il corpo e la mente all’azione; portare al centro dell’attenzione l’evento da fronteggiare.
     
    Quindi in una situazione di difficoltà le emozioni prendono il sopravvento?
    In alcuni momenti di particolare tensione e “fragilità” le emozioni possono prendere il sopravvento. Ed è lì, che il Dottor Sogni può essere d’aiuto. Il ricovero in ospedale può sottoporre il bambino di qualunque età allo sviluppo ed espressione di sentimenti di insicurezza o di ostilità e a uno stato di “deprivazione”. Di fronte al possibile sconvolgimento delle sue abitudini il bambino si trova talvolta disorientato, perde la sua sicurezza e risponde all’ansia che lo avvolge in maniera soggettiva. I sentimenti vissuti dai bambini ospedalizzati possono essere molteplici: l’ansia, la paura, l’angoscia, il dolore, la rabbia, ecc.. Talvolta, questi bambini attraversano dei veri e propri stati depressivi (comportamento reattivo).
     
    Quanto incide il comportamento dei genitori nelle emozioni dei bambini?
    I bambini in queste condizioni percepiscono anche i sentimenti di frustrazione, rabbia, di impotenza e di dolore vissuti dalle loro figure genitoriali e familiari. Quindi è importante anche come il genitore si relaziona in questi contesto.
     
    E nei confronti dei medici, come si può comportare il bambino?
    Il bambino sofferente può provare anche dei sentimenti “negativi” verso il personale sanitario; sentimenti quest’ultimi caratterizzati da diffidenza e da sospetto, in quanto sono proprio le figure sanitarie ad essere talvolta percepite come pericolose e minacciose.
     
    In queste condizioni cosa può fare il Dottor Sogni?
    Cercare di accogliere e accettare empaticamente l’esperienza emozionale del bambino come una delle sue modalità comunicative. In questo modo gli si comunica che quelle emozioni possono essere accettate e accolte anche, e soprattutto, nella non facile esperienza del ricovero in ospedale. È un po’ come favorire e riconoscere, come comprensibilissimo fatto umano del bambino, il proprio stato di disagio, la propria sofferenza, la propria difficoltà (e “battaglia”) esistenziale nel “qui e ora”.
    Un atteggiamento di questo genere non è così scontato da attivare.
    Tale efficace modalità gestionale delle emozioni richiede profonde competenze comunicativo-relazionali di ascolto attivo ed empatico di ciò che il bambino sta vivendo, competenze umane e professionali nel cogliere il senso e il significato dei messaggi del bambino; senso e significati che, se efficacemente compresi, possono favorire i Dottor Sogni nella promozione di adeguate strategie per incanalare, far sfogare, condividere e valorizzare quelle particolari, complesse, spontanee, fondamentali e autentiche risorse che chiamiamo emozioni.
     
  • Newsletter online in arrivo!

     
    Cari amici e sostenitori di Theodora,
    siamo felici di presentarvi la nuova newsletter online; sarà un nostro appuntamento fisso, trimestrale, per tenervi ancora più informati su ciò che riusciamo a fare grazie a voi e al vostro prezioso sostegno. 
    Abbiamo voluto inaugurare questo progetto editoriale attraverso le parole del nostro Direttore.
     
    Quali saranno i contenuti della nuova newsletter?
    Fondazione Theodora vive e opera grazie al sostegno di tutti voi che quotidianamente ci sostenente con il vostro affetto e con il vostro contributo, chi di tempo, chi di denaro, chi di passione ed energia. Ci sembra importante rendere il nostro legame sempre più stretto e profondo, pertanto riteniamo fondamentale comunicare in maniera continuativa, aggiornarvi e ringraziarvi per quanto riusciamo a fare insieme.
    In questo primo numero vi presentiamo, in particolare, il programma di visite sperimentale e assolutamente innovativo, avviato, come progetto pilota, presso l’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia nel reparto di Ostetricia, Neonatologia e Patologia Neonatale. L’iniziativa è stata possibile grazie al prezioso supporto de “Il nonno di Camilla” che, da anni, ci sostiene in pediatria a La Spezia.
    Sarà un’attività particolare come, leggerete nell’articolo dedicato, ma che comunque vive sugli stessi valori di sorriso e sollievo di chi sta attraversando un’esperienza, fuori dal comune, che guidano ogni nostro progetto.
     
    Anche il format scelto per la nuova newsletter richiama molto lo spirito dei Dottor Sogni e di Fondazione Theodora?
    Si, abbiamo scelto una veste solare e accogliente che richiama quelli che sono i valori che portiamo in corsia: il sorriso e il gioco, diritti fondamentali per tutti i bambini, anche in ospedale. La missione di Theodora, infatti, nella sua straordinarietà, è semplice e immediata: offrire al bambino malato e alla sua famiglia un sostegno concreto nell’affrontare la difficile prova del ricovero.
     
    Ma il Dottor Sogni non pensa solo ai bambini ed è questo il link anche con il progetto di La Spezia vero?
    Esatto, quando ho seguito di persona, per la prima volta, le visite di due nostri Dottor Sogni in ospedale, mi sono davvero resa conto di quanto valga il loro intervento. La loro “visita”, infatti, porta non solo un momento di spensieratezza al bambino ricoverato, ma anche un momento di sollievo ai suoi genitori, ai nonni, agli zii, il cui dolore per la malattia del bambino, seppur anche soltanto per il breve momento in cui sentono il loro figlio o il loro nipote ridere, si attenua. Sembra quasi che, in quel momento di magia, la disperazione per la malattia del piccolo si assopisca con la forza di un sorriso, facendo bene a tutti, agli adulti e al bambino. Quella mia prima visita non la dimenticherò mai. Per questo affiancare le mamme e le famiglie nel delicato momento post-parto ci sembra un’ottima occasione per sperimentare e offrire la professionalità dei nostri Dottor Sogni.
     
    Ricordiamo quanti sono e cosa fanno i nostri Dottor Sogni?
    Attualmente i 30 Dottor Sogni della Fondazione regalano ogni anno sorrisi e magia a oltre 35.000 piccoli pazienti ricoverati in 18 ospedali italiani. La soddisfazione più grande è riuscire a garantire a sempre più bimbi in ospedale la visita dei Dottor Sogni. La nostra grande sfida è trovare ogni giorno le risorse necessarie per proseguire tutti gli attuali programmi di visita negli ospedali italiani in cui operiamo, preservando l’altissima qualità del servizio offerto ai bimbi ricoverati e alle loro famiglie. E in questo i nostri sostenitori sono preziosi.
    Tutto il mondo di Theodora si basa su un pensiero forte di positività, che cerchiamo di trasmettere ogni giorno non solo ai bambini visitati dai nostri Dottor Sogni in ospedale, ma anche a tutte le persone che ci stanno accanto e supportano con affetto la nostra attività. 
  • Bolle Squisini: una dolcezza per te e un sorriso per i bimbi in ospedale

     
    Hai mai assaggiato una bolla di Squisini? Sai perché dovresti farlo subito? Perché oltre a gustare un ottimo prodotto contribuirai a regalare sogni e sorrisi ai bambini in ospedale.
    Squisini. La Bolla ripiena di Italia, team di professionisti del gusto che utilizza prodotti biologici certificati e selezionati tra le eccellenze gastronomiche italiane, ha scelto infatti di devolvere 1€ a favore della Fondazione per ogni acquisto delle Bolle Theodora realizzate in due golosi gusti Crema Ace e Crema Cioccolato e Nocciole.
     
    Essere al fianco di Fondazione Theodora significa garantire ai bambini in ospedale e alle loro famiglie un sostegno concreto fatto di gioco, allegria e ascolto. Ecco perché è nata l’idea di creare la Bolla Theodora!”, sostengono i tre soci fondatori di Squisini: Sergio Buondonno, Fabrizio Origoni e Gianmarco Rocca.
     
     
    Cosa aspettate ad assaggiare le Bolle Theodora? Non ve ne pentirete sono dolcissime perché regalano amore, sostegno e allegria ai piccoli pazienti e alle loro famiglie! Le trovate presso il bistrot Squisini in via Cusani 10, Milano.
  • Sorrisi e sogni anche per i bimbi ricoverati al Santobono Pausilipon di Napoli!

    Da oltre 22 anni la nostra missione è quella di offrire ai bambini ricoverati in ospedale la magica visita dei Dottor Sogni, artisti professionisti capaci di ascoltare paure e sogni dei bambini in ospedale, di farli sorridere e di essere un sostegno concreto per loro e per tutta la famiglia.
    Il nostro desiderio è quello di poter essere al fianco di sempre più bambini in ospedale perché sorridere rende i bambini più sereni e sognare li rende più forti! Ad oggi siamo presenti in 18 ospedali con 30 Dottor Sogni e visitiamo oltre 35.000 piccoli pazienti all’anno.
     
    Grazie al vostro prezioso aiuto, lo scorso 13 giugno 2017 abbiamo realizzato un grande sogno: portare momenti di leggerezza e serenità anche ai bambini ricoverati nei reparti di onco-ematologia e trapianto dell’Ospedale Santobono Pausilipon di Napoli.
     
    Il Dottor Apollo racconta così le emozioni vissute in occasione della sua prima visita: “Entriamo nel reparto di trapianto di midollo dove troviamo molte stanze in cui l’accesso è consentito solo ad un familiare e solo per poco tempo. Grazie però alla fiducia che l’equipe medica ripone nell’utilità dell’intervento dei Dottor Sogni all’interno del percorso terapeutico, possiamo entrare anche noi.
    In una di queste stanze incontriamo Simone, un bimbo di 5 anni. La mamma ci chiede giustamente, data la delicatezza della situazione, se siamo autorizzati ad essere lì visto che neanche il papà può essere presente per tutto il tempo e la mamma non può uscire. La informiamo che siamo autorizzati dalla direzione sanitaria dell’ospedale e che la caposala ci ha indicato come muoverci nella stanza, che cosa si può e che cosa non si può fare e quali sono i dispositivi di protezione da indossare.
    Non potendo utilizzare oggetti, l’unico percorso possibile è legato all’uso della voce, ai movimenti del corpo e alla dinamica che riusciremo a creare. Il gioco nasce piano piano, dall’ascolto reciproco tra me, la Dottoressa Waü, la mamma e il bambino. Il clown aiuta molto a costruire dinamiche relazionali in cui il bimbo prende confidenza e si impadronisce del gioco. All’interno della dinamica prendono corpo i temi della paura, della forza e del reagire.
    La formazione che abbiamo alle spalle ci aiuta a lastricare un percorso dove le risate e il sorprendersi accompagnano la mamma e il bambino. Ci sono momenti in cui tutti e quattro siamo proiettati in un reale in cui nessuno pensa più all’ospedale e alla malattia. Lo spazio si riempie di gioco e di risate. I polmoni sentono un’aria che si può respirare senza timore. Il nostro lavoro è compiuto. Salutiamo e ci prepariamo al prossimo incontro. Grazie Theodora.”.
     
     
    É solo grazie al vostro prezioso sostegno se il Dottor Apollo e la Dottoressa Waü hanno potuto regalare sorrisi e sogni al piccolo Simone e a tanti altri bambini ricoverati presso l’Ospedale Santobono Pausilipon di Napoli. Continuate ad essere al nostro fianco con una donazione, grazie!
  • Sei di Padova, Roma o Napoli? Sei un artista? Diventa Dottor Sogni!

     
    Per lo sviluppo di Fondazione Theodora Onlus, il gruppo dei Dottor Sogni verrà ampliato coinvolgendo artisti padovani, romani e napoletani. A tal proposito, Fondazione Theodora Onlus sta pianificando una nuova formazione iniziale che avrà luogo tra ottobre e dicembre 2017.
     
    Il percorso di selezione e formazione si svolgerà in tre fasi successive con l’obiettivo di fornire agli artisti selezionati dalla Fondazione gli strumenti necessari allo svolgimento del lavoro in ambito ospedaliero.
    Queste le tre fasi previste per la selezione:
    • compilazione di un questionario scritto e superamento di un colloquio professionale e motivazionale;
    • corso di formazione teorico-pratico (almeno 4 mesi) gratuito dedicato in genere a una “classe” di più persone; e
    • tirocinio di 3/4 settimane in affiancamento a un Dottor Sogni formatore o di lunga esperienza.
    Alla fine di questo percorso, l’artista verrà assunto dalla Fondazione e lavorerà in ospedale secondo una pianificazione trimestrale. Ciascun Dottor Sogni svolge, in media, l’attività per 4/6 mezze giornate al mese.
     
    Requisiti essenziali:
    • compimento del 25° anno di età;
    • residenza o domicilio a Padova o Roma o Napoli;
    • formazione artistica e/o partecipazione a progetti artistici.
     
    Requisiti preferenziali:
    • formazione pedagogica e/o partecipazione a progetti per bambini; 
    • esperienza in ambito ospedaliero.
     
    Il curriculum vitae dovrà essere inviato via email entro il 9 luglio 2017 a: cristina.petrarca@theodora.org 
  • EPS corre al fianco di Fondazione Theodora Onlus

     
    EPS, azienda che opera nel settore delle energie sostenibili, ha scelto di correre al fianco di Fondazione Theodora Onlus nel regalare sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale.
     
    L’azienda ha lanciato, per i propri dipendenti, un piano di allenamenti mirati per la corsa a piedi, della durata di un anno, affiancato alla promozione di uno stile di vita sano e di un’alimentazione equilibrata. A guidare l’iniziativa il tecnico Silvio Omodeo, atleta e allenatore di campioni della maratona come il pluripremiato Danilo Goffi e Ambasciatore di Theodora.
     
    L’intero progetto è strutturato a beneficio di Fondazione Theodora Onlus, grazie alla generosa donazione di EPS e al sostegno di Silvio Omodeo.
     
    Per approfondimenti EPS&Theodora
  • I Dottor Sogni non finiscono mai di imparare!

     
    Fondazione Theodora Onlus pone sempre al centro della sua attività il bambino e il suo benessere. Ma qual è la preparazione di questi straordinari artisti? Scopriamolo insieme.
     
    È solo attraverso un’attenta e continua formazione dei suoi artisti, i Dottor Sogni, che la Fondazione riesce a garantire degli elevati standard di supporto ai bambini ospedalizzati e alle loro famiglie. Dopo la formazione iniziale, i Dottor Sogni sono infatti coinvolti in un costante ciclo di formazione continua che consiste nella partecipazione a due seminari annuali residenziali di 4 giorni per un totale di 30 ore di aggiornamento teorico-pratico.
    I workshop sono organizzati in collaborazione con professionisti in campo artistico, psicologico e medico con l’obiettivo di arricchire e coltivare la professionalità e la passione di questi eccezionali performer.
     
    È una grande fortuna poter incontrare due volte l’anno i colleghi di tutta Italia. – racconta la Dottoressa CaucciùIl confronto e lo scambio che si creano tra di noi è importante per la nostra quotidianità in ospedale. Partecipare ai workshop artistici di Fondazione Theodora significa mettersi continuamente in gioco, non fermarsi mai, essere sempre disponibili a far evolvere il proprio personaggio. Inoltre la sessione di discussione, organizzata con i medici che operano negli ospedali nei quali siamo presenti, è un’occasione importante per capire la percezione che ha il personale ospedaliero del nostro lavoro e ci consente di migliorare il nostro intervento per portare sempre più leggerezza ai bambini, alle loro famiglie e all’equipe medica“.
     
     
    Ma non finisce qui. Oltre al seminario di formazione continua, la Fondazione prevede per i Dottor Sogni anche un programma di visite formative.
     
    Le visite di osservazione permettono un confronto e una condivisione di esperienze tra i Dottor Sogni. Il Dottor Sogni valuta le proprie eventuali difficoltà o aree di miglioramento (di abilità o di approccio) e, in relazione ad esse, chiede a un collega di essere osservato durante una visita al fine di ricevere consigli o suggerimenti dal collega. Ogni Dottor Sogni ha diritto ad almeno 2 visite di osservazione l’anno.
     
    Grazie alle visite di duo i Dottor Sogni hanno la possibilità di operare negli ospedali di un’area geografica in cui normalmente non lavorano allo scopo di conoscere altre realtà ospedaliere e di affiancarsi ad un collega con differenti abilità o approcci. Attraverso questo tipo di attività formativa i Dottor Sogni, i loro gruppi di appartenenza e la Fondazione arricchiscono la loro esperienza e garantiscono così un alto livello di qualità del servizio offerto.
     
  • Aspiranti Dottor Sogni in arrivo!

     
    Grazie al vostro prezioso sostegno Fondazione Theodora Onlus ha avviato, nel mese di giugno 2017 un nuovo programma di visite presso l’Ospedale Santobono Pausilipon di Napoli, e ne avvierà uno, nel mese di febbraio 2018, presso la Clinica Pediatrica di Padova
    Per garantire momenti di serenità e leggerezza ai bambini ricoverati in questi due nuovi ospedali, la Fondazione ha deciso di selezionare e formare nuovi Dottor Sogni.
     
    Per poter diventare un Dottor Sogni è indispensabile avere una formazione artistica professionale e una preparazione in ambito ospedaliero pediatrico e psicologico. Per questa ragione Fondazione Theodora Onlus ha organizzato un corso di formazione specifico al termine del quale selezionerà solamente gli artisti idonei ad intraprendere questa attività.
     
    In cosa consiste la formazione iniziale?
     
    Il percorso formativo dura 5 mesi e prevede 130 ore di formazione artistica, pratica e teorica, 50 ore formazione teorica ospedaliera e 70 ore di formazione pratica ospedaliera, queste ultime articolate in visite in ospedale di 4 ore ciascuna.

    La formazione artistica è tenuta da due Coordinatori Artistici interni alla Fondazione che approfondiscono tematiche quali: pantomima, improvvisazione teatrale, tecniche di clowning, lavoro in team, microprestidigitazione e giocoleria.
    La formazione teorica ospedaliera viene invece generalmente svolta presso le aule dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano con l’intervento di medici e professionisti sanitari incaricati di trasmettere informazioni indispensabili per il lavoro in ospedale quali: elementi di psicologia e pedagogia, tecniche di comunicazione, studio delle patologie, normativa ospedaliera, igiene, sicurezza e privacy.
    Anche la formazione pratica ospedaliera è fondamentale. Grazie infatti a un periodo di tirocinio in ospedale, i Dottor Sogni possono contare su una vera e propria “formazione in corsia” durante la quale partecipano alle visite nei reparti pediatrici nei quali la Fondazione opera.
     
    Una volta raggiunta l’autonomia professionale, ciascun nuovo Dottor Sogni sarà pronto ad avviare il proprio unico e straordinario programma di visita.
     
     
    La Dottoressa Waü racconta così la sua esperienza relativa alla formazione iniziale avvenuta nel 2014:
     
     
     
    La formazione è stata un’esperienza estremamente significativa ed importante con delle sessioni di lavoro, teoriche e pratiche, molto intense. Alla fine della giornata si arrivava stanchi, ma soddisfatti, la stessa sensazione che vivi al termine di un intenso turno in ospedale. La formazione è stata anche la mia prima occasione in cui ho vissuto direttamente la dimensione artistica del “clown”. C’è una frase che ha segnato tutto il percorso di formazione e che mi ha poi aiutata nel lavoro in ospedale: “il clown ha fiducia nella vita, lui sa che in ogni situazione c’è sempre qualcosa di positivo e di bello da cogliere”. Ho capito quanto questa affermazione fosse vera osservando i colleghi al lavoro: anche in un contesto difficile e di sofferenza come quello ospedaliero si possono ricreare momenti di leggerezza se si ha la capacità di sognare! “.
     
     
    Fondazione Theodora Onlus non solo assicura una formazione iniziale ai Dottor Sogni, ma anche una formazione continua durante tutto il periodo di attività. Tutto questo garantisce un alto livello di qualità delle visite in ospedale.
     
  • Come aiutare i bambini ad esprimere le proprie emozioni? Con la musica!

    Come possiamo aiutare i bambini, che hanno un linguaggio verbale ed emotivo non ancora sviluppato, ad esprimere appieno le proprie emozioni? Tra le varie forme espressive, non linguistiche, la musica risulta una delle più adatte. Tutte le proprietà del suono (tono, timbro, ritmo, tempo, struttura) riescono a trasmettere messaggi profondi di natura emozionale. Un neonato, appena scopre la possibilità di fare vocalizzi, comincia ad esibirsi divertendosi e godendo così del piacere di esprimersi e non appena riesce ad impugnare qualcosa lo usa per fare rumore o meglio “musica”. Possiamo dire quindi che l’espressione delle emozioni, all’inizio della vita, è musicale. Non c’è bisogno di “sapere” o di “capire”, basta lasciar uscire quello che si prova. Favorire l’attività musicale spontanea nei bambini significa dare loro strumenti e voci per raccontare le proprie emozioni, seguirle nelle loro variazioni ed intensità sperimentandole. In particolare, ascoltare musica consente di riconoscere le proprie emozioni ma anche di scoprirne di nuove. In questo modo si comincia a entrare in risonanza con le esperienze altrui, una competenza molto utile nelle relazioni interpersonali. Produrre musica, suonare, permette invece di riprodurre, dentro di sé, le emozioni legate a un certo brano e trasmetterle a chi le ascolta. Ascoltare e Produrre musica sono due attività diverse: attraverso l’ascolto il bambino impara a contenere e gestire le emozioni, attraverso la produzione di musica impara a comunicarle e condividerle. Sai quali sono gli strumenti musicali più adatti per ogni stato d’animo? Ecco quelle più comuni: Rabbia: il tamburo o il bongo hanno un suono deciso e duro capace di ricalcare la carica energetica che si sprigiona quando si è arrabbiati. fornire questo strumenti ad un bambino lo aiuta a raccontare e a sfogare la propria rabbia. Tristezza: attraverso delle scatole di legno (suonate con una bacchetta) o delle palline da tennis battute su superfici dure si fornisce un valido strumento per esprimere la delusione e la malinconia. Il loro suono sordo infatti traduce in note uno stato d’animo caratterizzato dal ritiro in se stessi. Felicità: l’espressione della gioia può essere accompagnata dal suono netto e pulito tipico dello xilofono e del triangolo. Il bambino rifletterà la propria emozione felice grazie al suono squillante ed allegro. (Fonte Riza.it) La musica è una forma espressiva che viene utilizzata spesso anche dai Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus in occasione delle visite in ospedale come ci racconta il Dottor Pelosone:
    Sfruttare la comunicazione non verbale del suono è utile per entrare in relazione con i bambini ricoverati. Il solo fatto di bussare alla porta fa capire immediatamente, senza l’utilizzo della parola, che sto chiedendo il permesso di entrare. Se capisco che il gioco incentrato sulla musica può essere utile in quella situazione per cerare un ponte tra me e il bambino proseguo dando voce ai vari oggetti della stanza (armadio, comodino…) che diventano così un veicolo per far musica e per coinvolgere tutta la famiglia in un gioco comune. Uno strumento che mi capita spesso di usare in ospedale è il carillon. La dolce musica che produce calma il pianto dei neonati ed è molto utile post intervento chirurgico perché accompagna il bambino nel risveglio e aiuta ad alleviare l’ansia dei genitori e a donargli un po’ di serenità. L’espediente della musica è molto utile anche con i bambini più grandi. Facendo suonare al bambino il suo strumento preferito, che ha portato da casa, lo si aiuta a rivalorizzarsi come individuo e a fargli recuperare così un importante tassello della sua vita”.
  • FENDI al fianco di Theodora per i bambini in ospedale

                           

     
    Dal 2014 FENDI, nota casa di moda fondata nel 1925 a Roma, sostiene la missione di Fondazione Theodora Onlus contribuendo così a regalare momenti di gioco, ascolto e sorriso ai bambini ricoverati in ospedale.
    Pietro Beccari, amministratore delegato e presidente dell’azienda, ci racconta le ragioni del loro generoso gesto:
     
    Quanto è importante l’impegno sociale per FENDI?
    L’impegno sociale per FENDI è molto importante e vede l’azienda coinvolta in moltissimi progetti su fronti diversi. Siamo sempre felici di supportare le iniziative a favore dei più piccoli, ci sentiamo molto vicini alle associazioni che si prendono cura dei bambini, specialmente quelli più bisognosi.
     
    Come ha conosciuto Fondazione Theodora Onlus?
    Grazie a mia moglie Elisabetta, ambasciatrice della Onlus, che ha preso a cuore la causa di Theodora da molto tempo. Siamo profondamente orgogliosi di collaborare con questa Fondazione che aiuta concretamente i bambini in situazioni estremamente difficili regalando loro un sorriso e momenti di serenità.
     
    Come si concretizza il Vostro sostegno per la Fondazione?
    Sostenendo le diverse iniziative organizzate dalla Onlus e coinvolgendola nei progetti Fendi legati ai più piccoli. Lo scorso anno, per l’apertura della nuova boutique FENDI Kids a Roma, abbiamo devoluto una parte delle vendite del periodo natalizio di FENDI Kids per sostenere un intero anno di attività di un Dottor Sogni presso il Bambino Gesù, istituto pediatrico con cui Fendi collabora già da più di 5 anni e per il quale, in passato, ha contribuito alla realizzazione del più importante Centro pediatrico di ricerca a livello europeo e ha sostenuto l’innovazione nelle cure pediatriche presso lo stesso istituto.
     
    Qual è secondo Lei il valore aggiunto che porta Theodora ai bimbi in ospedale con i suoi Dottor Sogni?
    La Onlus aiuta i bambini a sognare e a sorridere in momenti estremamente difficili avvalendosi della professionalità dei Dottor Sogni, che forniscono ai bambini e alle famiglie un prezioso aiuto.
     
    Perché consiglierebbe ad altre aziende di sostenere Fondazione Theodora Onlus?
    Penso sia un dovere delle aziende sostenere progetti benefici come questo. Fondazione Theodora svolge un ruolo molto importante all’interno dei reparti pediatrici e poterli supportare ci rende orgogliosi.
     

     
  • Tanti sorrisi per un settembre di eventi, solidarietà e divertimento

     

     

    Il mese di settembre è stato denso di appuntamenti sportivi e solidali per Fondazione Theodora Onlus! Il mese è infatti iniziato con il Trofeo di golf per Theodora, organizzato dal Rotary Club Milano Porta Venezia presso la Pinetina Golf Club di Appiano Gentile, arrivato ormai alla sua XIII° edizione. La serata ha visto la partecipazione straordinaria del Presidente e Fondatore di Theodora, André Poulie, di Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus e della Dottoressa ConFusa. Grazie ai fondi raccolti in occasione dell’evento regaleremo momenti di leggerezza e serenità a tanti bambini ricoverati in ospedale e alle loro famiglie.

    Ma non ci siamo fermati qui! Il 21 settembre la Fondazione ha infatti festeggiato l’equinozio di autunno con un gustoso aperitivo solidale a Milano da Squisini, team di professionisti del gusto che utilizza prodotti biologici certificati e selezionati tra le eccellenze gastronomiche italiane. Una serta unica, piena di allegria, divertimento e solidarietà, durante la quale gli ospiti hanno potuto gustare le ottime bolle di Squisini e conoscere più da vicino la missione di Theodora grazie alla partecipazione di Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale della Fondazione. Desideriamo ringraziare 
    di cuore sia tutti gli amici che hanno aderito all’evento che Squisini che ha scelto di devolvere a Theodora una parte del ricavato dell’aperitivo, donando così tanti sogni e sorrisi ai bambini che si trovano ad affrontare la dura prova di un ricovero ospedaliero.


    Qual è stato l’ultimo evento di settembre? Naturalmente l’immancabile “Pic-nic di Theodora” a Roma!

    Una location da sogno per questa immancabile edizione che si è svolta presso i meravigliosi Giardini del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.
    Laboratori creativi, spettacoli, tornei di calcio, costruzioni, giochi all’aria aperta, allegria e solidarietà sono stati gli ingredienti magici della giornata.
    Con i fondi raccolti offriremo un sostegno concreto ai piccoli ricoverati presso l’Ospedale Bambino Gesù e il Policlinico Umberto I di Roma.

     
     
     
    TANTI EVENTI, TANTI AMICI, UN UNICO OBIETTIVO: regalare sogni e sorrisi ai bambini in ospedale!
     
     
    Vuoi essere anche tu al fianco dei bambinI in ospedale? 
     
    Dedica un evento di raccolta fondi a Fondazione Theodora Onlus, il tuo gesto si trasformerà in momenti di leggerezza e allegria per i piccoli pazienti.
    Come fare? Chiama in Fondazione allo 02 801116 oppure scrivi una e-mail alla Responsabile Eventi, Chiara De Stefani, metteremo insieme le tue idee, il tuo cuore e il nostro lavoro per i bambini in ospedale.
     
    Non hai in programma nessun evento, ma vuoi aiutarci comunque a regalare sorrisi ai bimbi? Puoi sostenerci anche con una donazione online, è semplice, veloce e sicura! Grazie! 
  • BeASuperHero! Vota Fondazione Theodora Onlus

    Hai tempo fino al 19 novembre 2017 per regalare sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale attraverso l’operazione #BeASuperhero di Carrefour!
     
    É semplice!
     
    1) FAI LA SPESA nei punti vendita Carrefour o online su carrefour.it. Ogni 20 euro spesi con carta Payback (la carta punti di Carrefour) ricevi un bollino e un codice
     
    2) SCEGLI Fondazione Theodora Onlus tra le onlus che trovi qui
     
    3) VOTA Fondazione Theodora Onlus inserendo il codice sul retro del bollino
     
    4) GUARDA LA CLASSIFICA in tempo reale. Grazie a te Carrefour donerà 500.000 euro alle Onlus votate
     
     
    Aiutaci a rendere più forti i bambini in ospedale, vota subito
  • Theodora arriva all’ospedale di Padova

     
    Dal 1995 il nostro desiderio è quello di poter essere al fianco di sempre più bambini in ospedale perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti! Ad oggi, siamo presenti in 41 reparti di 18 ospedali con 30 Dottor Sogni e visitiamo oltre 35.000 piccoli pazienti l’anno.
     
    L’attività della Fondazione è sempre in espansione e, nel mese di febbraio 2018, Theodora inizierà un nuovo programma di visite anche nei reparti di onco-ematologia della Clinica Pediatrica di Padova: centro di eccellenza per la diagnosi e la cura delle malattie maligne ed ematologiche dell’infanzia.
    Avviare un programma di visita in un nuovo ospedale è sempre una grande emozione. Saper di dare un contributo per donare momenti di serenità ai piccoli pazienti e alle loro famiglie che affrontano la difficile prova del ricovero, è una gioia indescrivibile! Come riescono i Dottor Sogni a realizzare questa magia? Non facendo grandi spettacoli, ma attraverso l’ascolto, l’empatia, l’improvvisazione e naturalmente grazie al prezioso sostegno di tutti voi!”, sostiene Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus.
     
    L’arrivo a Padova rappresenta un traguardo molto importante per la Fondazione perché permette di raggiungere un nuovo bacino di utenza che non afferisce solo a Padova, ma all’intera area Nord Est, dove ci ripromettiamo di incrociare un bisogno che ci è stato confermato dalla direzione sanitaria del polo padovano. La Clinica Pediatrica di Padova costituisce infatti un punto di riferimento non solo a livello regionale, ma anche italiano ed europeo grazie ai solidi rapporti di collaborazione con alcuni tra i più prestigiosi ospedali del mondo.
    É quindi per noi un grande onore essere parte di questo progetto ospedaliero che ha come obiettivo quello di garantire la migliore assistenza ai bambini affetti da patologie ematologiche e neoplastiche, affiancandoci ai migliori protocolli di cura con adeguate terapie di supporto (incluso quelle psicologiche sia per i bambini che per le famiglie).
    Un traguardo importante questo di Padova che ci consente infine di aprire le selezioni per la formazione di una nuova risorsa che entrerà a far parte dell’équipe dei Dottor Sogni solo dopo aver frequentato e superato il corso di formazione iniziale organizzato dalla Fondazione. Tale percorso formativo, indispensabile per operare in ambito ospedaliero pediatrico, si sviluppa nell’arco di 5 mesi e prevede 130 ore di formazione artistica (pratica e teorica), 50 ore formazione teorica ospedaliera e 70 ore di formazione pratica ospedaliera.
    Una formazione articolata e altamente specifica fondamentale per poter gestire un ruolo tanto delicato al fianco dei bambini.
     
    Aiutaci in questo nuovo progetto: dona ora 
  • Dicono di noi

    Leggi gli articoli della nostra rassegna stampa

    2017

    Novembre

    Marie Claire

    Starbene

    Grazia

    Grazia.it

    Ottobre

    Grazia

    Il Messaggero

    Giugno

    Affari Italiani.it

    Maggio

    Io Donna

    Vivimilano

    Runner’s World

    Vita Diocesana

    La Stampa di Torino

    Famiglia Cristiana.it

    Aprile

    Elle Kids

    Marie Claire Enfants

    Marieclaire.it

    Vogue Bambini

    Affari Italiani.com

    Le ultime notizie.eu

    Marzo

    Millionaire

    Runner’s World

    Febbraio

    Il Messaggero dei Ragazzi

    Blog.Corriere.it

    La Stampa Ed. Alessandria

    Gennaio

    Runner’s World

    Miracoli

    Runner’s World

    Corriere della Sera

    Il Giorno.it

    Giornale di Monza 

    Il Giorno Ed. Monza – Brianza

    Mi – Tomorrow

    Il Venerdì (La Repubblica)

    Sette (Corriere della Sera)

    Sociale.corriere.it

    Intimità della famiglia

    Daily Media

    Moda24 (Il Sole 24 Ore)

    Tuttomilano (La Repubblica)

    Il Messaggero

    Pubbli.comnow!

    Quimamme.it

    Telenord.it

    LiberoQuotidiano.it

    Pubblicità Italia Today

    Telesette

    TU STYLE

    Uomini & Donne della comunicazione

    Advertiser

    Goldenbackstage.com

    Gosalute

    Mio

    Mediakey.it

    Panorama.it

    Il Cittadino Monza e Brianza.it

    Viversani e belli

    Il Cittadino Monza e Brianza

    Io Donna

    Io Donna.it

    Sette

    Confidenze tra amiche

     

    2016

    Dicembre

    Fashion facile.com

    Il Tempo

    Corriere della Sera – Ed. Bologna

    Corriere della Sera -Ed. Bologna.it

    Grazia

    It.Fashionnetwork.com

    Telenord.it

    Genova Post.com

    MF Fashion

    MF Fashion.it

    Il Mattino

    Il Messaggero

    Genova Today.it

    Luglio

    Vogue Bambini

    La Gazzetta dello Sport Ed. Milano

    Maggio

    La Stampa Ed. Torino

    La Repubblica – Ed. Torino

    Libero Quotidiano

    Asefi Brokers.com

    Vanity Fair

    Lenews.info

    Corriere della Sera ed. Milano

    IO Donna

    Radiomamma.it

    Le ultime notizie.eu

    Affaritaliani.it

    Grazia

    Aprile

    Giornale della Libreria

    Marzo

    Il Mio Papa

    Febbraio

    Piemontepress.it

    Gennaio

    Volontariato Oggi.info

    Gosalute.it

    QuotidianoSanità.it

    StriscaLaNotizia.mediaset.it

    Ilgiorno.it

    Diagnosi&Terapia

    Il Cittadino di Monza

    Il Cittadino MB

    Giornale di Monza

    Sport Business Management

    Corriere della Sera

    F

    Intimità

     Tu Style

    Famiglia Cristiana

    Viversani e Belli

    Grazia

    Il Giorno Ed. Milano

    Redattoresociale.it

    Tuttomamma.com

    ViviMilano – Corriere della Sera

    Diva e Donna

    Telesette

    Starbene

    Sette – Corriere della Sera

    Superabile.it

    Corriere dello Sport Stadio

    Il Tabloid.it

     

    2015

    Novembre

    Tutto Milano_La Repubblica

    Diva e Donna

    Mediakei.tv

    Pubbli.now

    DailyNet

    Internews.biz

    Bimbì

     

    Ottobre

    Il Messaggero Ed_Roma

    La Repubblica_Ed Milano

    Eduesse

    Nuovo Teatro delle Commedie

    Luglio

    Sette – Corriere della Sera

    Il Giornale – Ed. Piemonte

    Corriere Eusebiano

    Corriere di Novara

    Affari&Finanza

    Città di Genova.com

    Genova Post

    Giugno

    Fondazione Mariani – Neurofoglio

    Vogue Bambini

    La Sesia

    La Stampa Ed. Vercelli

    Il Secolo XIX – Levante

    Torino Cronaca Qui

    Affari Italiani.it

    La Stampa Ed. Torino

    Comune di Torino.it

    Style Piccoli

    Affari Italiani.it

    Asefbrokers.com

    Milanodascoprire.it

     

    Maggio

    Levante News.it

    Manuelamakeup.blogspot.it

    Sweetbeautifulgirl.it

    Rorymakeup.blogspot.it

    Grazia

    Mi-Tomorrow

    Libero Magazine

    Fashion Magazine.it

    Crisalide Press

     

    Aprile

    La Gazzetta dello Sport

    La Repubblica.it – Ed. Parma

    Milano Sportiva

    Assesempione.info

     

    Marzo

    Quattrozampe

     

    Febbraio

    Gente

    Glamfood.it

    Oggi

    Rete 1 Svizzera

    Giornale del Popolo

    Vero TV

     

    Gennaio

    Io donna.it

    Famiglia Cristiana

    Il Secolo XIX-Ed. La Spezia

    Lega Serie B.it

    Corriere della Sera

    Quotidiano sanità.it

    2014

    Dicembre

    Casa.Grazia.it

    La Nazione – Ed. Livorno

    Novembre

    Ilgiornale.it

    Il Secolo XIX – Ed. La Spezia

    Ottobre

    Vanity Fair

    Il Secolo XIX

    Panorama

    Il Messaggero

    Beautybiz.it

    Il Secolo XIX – Ed. Levante

    Leggo – Ed. Milano

    Io Donna

    Settembre

    Mammemilano.it

    Milanotoday.it

    Avvenire

    Corriere dello Sport

    TuttoSport

    Corrieredellosport.it

    Gazzetta.it

    RaiSport.Rai.it

    Il Secolo XIX Ed. La Spezia

    Agosto

    Corriere della Sera – Style Piccoli

    Luglio

    Il Sole 24 Ore

    Il Giornale Ed. Milano

    Giugno

    La Stampa Ed. Imperia e Savona

    La Repubblica Ed. Milano

    Bargiornale

    VanityFair

    Corriere della Sera – Milano

    Maggio

    Attual.it

    Il Mattino

    Il Mattino.it

    Riviera24.it

    IlNazionale.it

    Il Corriere di Bra, Cherasco e Sommariva

    Il Giornale

    Corriere dello Sport Stadio

    La Stampa Ed. Torino – II

    La Stampa Ed. Torino

    La Stampa Ed. Canavese

    Il Corriere di Alba

    Vogue.it

    Libero – Quotidiano Ed. di Milano

    Bimbisaniebelli.it

    Vivimilano.corriere.it

    Acasa-Abitare.com

    Vivimilano

    Blablababyblog.it

    MarieClaire.it

    Io Donna

    Aprile

    Dove

    Eco di Biella

    Il Biellese

    Modajunior.eu

    Vogue.it

    Vivimilano.it

    Oggi

    Bimbochic.it

    Classlife.it

    Marzo

    Vanityfair.it

    Style.it

    Io, domani

    Crisalidepress.it

    Newsroomfromitaly.wordpress.com

    It.Paperblog.com

    Giardinaggio

    LegalCommunity.it

    Diritto24.Ilsole24ore.com

    Rss-Notizie.it

    Viversani&Belli

    Omaggiomania.com

    La Gazzetta dello Sport

    Gennaio

    Torino Cronacaqui

    Corriere del Mezzogiorno

    Senzaetà.it

    L’Eco di Bergamo

    Il Corriere Mercantile

    Corriere della Sera

    Il Salvagente

    Viversani&Belli

    FattoreFamiglia

    Famigliacristiana.it

    Corriere della Sera – Ed. Milano

    Geonotizie.it

    Il Cittadinomb.it

    Milombardia.gazzetta.it

    Style.it

    Bimbochic.it

    Mammeonline.net

    Corriere dello Sport Stadio

    La Gazzetta dello Sport

    Famiglia Cristiana

    Tuttosport.com

    Tustyle.it

    Napolivillage.com

    Grintajuve.it

    Cronacadiretta.it

    Genova24.it

    Larepubblicanews.it

    Confidenze tra amiche

    Il Giorno – Ed. Bergamo Brescia

    La Spezia.cronaca4.it

    Cittadellaspezia.com

    Gazzettadellaspezia.it

    Salutedomani.com

    Dazeboanews.it

    La Stampa Ed. Savona

    Il Giorno Ed. Milano

    Il Giorno Ed. Monza Brianza

    Avvenire Ed. Milano Lombardia

    Secolo d’Italia

    Diva e Donna

     

    2013

    Dicembre

    24 Hours

    24 Hours

    Mi- Lorenteggio.com

    InnBesta

    Ottobre

    Corrieredelmezzogiorno.it

    Corriere.it

    Ansa.it

    24 Hours

    Il Corriere della Sera

    Settembre

    CHI

    Io Donna

    Elaborare.com

    Al femminile.com

    Luglio

    Style Piccoli

    Sport.Libero.it

    Giugno

    La Stampa

    Il Giornale

    Viaggi In Benessere.it

    Il Messaggero-Cronaca di Roma

    Romadailynews.it

    Fanpage.it

    Il Cittadino (Monza)

    Cronaca Diretta.it

    Free News Pos.com

    Il Messaggero.it

    Il Mattino.it

    Panorama-Auto.it

    AutoMoto.it

    Mywaytv.tv

    Gazzetta di Modena

    NanoPress

    Maggio

    Vogue Italia web

    Automoto.it

    Gioia&Co

    Confidenze tra Amiche

    A Sua Immagine

    Il Messaggero

    Il Messaggero-Croncaca di Roma

    Fotographia

    La Nazione Ed.Massa_maggio

    Al femminile.com_maggio

    Il Giorno ed. Milano_maggio

    IlNord.com_maggio

    Io Donna_maggio

    Monopoli.info_maggio

    Radiomamma.it_maggio

    Style Magazine_aprile

    La Valsusa_febbraio

    Superando.it_febbraio

    Vita.it_febbraio

    Corriere del Ticino_gennaio

    Bluewin Italia_gennaio

    Corriere del Ticino_gennaio

    Clicmedicina.it_gennaio

    360_gennaio

    Io Donna (Corriere della Sera)_gennaio

    IoDonna.it_gennaio

    Il Giornale Ed. Milano_gennaio

    Intimità della Famiglia_gennaio

    Corriere della Sera_gennaio

    Torino Sette (La Stampa)_gennaio

    Pianetamamma.it_gennaio

  • Kiehl’s per Dottor Sogni!

    Kiehl’s, azienda che dal 1860 realizza prodotti di alta qualità per viso, corpo e capelli, ha scelto di essere al fianco di Fondazione Theodora Onlus in occasione delle festività natalizie con il progetto “Un sorriso a Natale per i bimbi in ospedale”.

    Kiehl’s devolverà infatti parte del ricavato dalla vendita della collezione dedicata al Natale a favore della missione della Fondazione. I dieci prodotti in edizione limitata, realizzati in collaborazione con la designer inglese Kate Moross, sono disponibili nelle Boutique Kiehl’s e sul sito.
    Per gli amanti del Natale, questa collezione imperdibile sarà la soluzione perfetta per i regali ai propri cari!

  • Per il tuo Natale da Sogni… una scelta di cuore!

    Molti bambini passeranno il NATALE in ospedale con le loro mamme e i loro papà. Aiutiamoli a sognare e a sorridere!
     
     
     
     
     
     
    Le feste di Natale sono per molti di noi sinonimo di famiglia, scambio di regali e amicizia. Essere ricoverati è di per sè un’esperienza difficile, lo diventa ancora di più quando ad esserlo sono dei bambini e proprio in un periodo di festa come il Natale.
     
    Fondazione Theodora Onlus offre tutto l’anno le speciali visite dei Dottor Sogni ai piccoli ricoverati. Anche a Natale i nostri artisti si recano a trovare i piccoli pazienti e le loro famiglie cercando più che mai di farli evadere verso un mondo fatto di colori, musica, magia e sorrisi.
     
    Anche tu puoi contribuire a regalare momenti di gioia ai bambini in ospedale! Scegli le nostre proposte solidali, ci aiuterai così a prenderci cura della parte sana del bambino, quella parte che ha sempre voglia di giocare, immaginare, ridere!
     
    Scarica qui il nostro CATALOGO DI NATALE
     

    Ecco in anteprima i nostri Dolci di Natale!

     
     
     
    Come fare per ricevere i nostri prodotti solidali?
     
    Chiama in Fondazione allo 02 801116 oppure scrivi a info@theodora.it
     
    Preferisci vedere di persona le nostre proposte? Nessun problema ti aspettiamo ai  BANCHETTI THEODORA che la Fondazione organizza in ospedale:
     
    Milano
    Istituto dei Tumori: 11 e 18 dicembre 2017
    Istituto Neurologico Besta: 12,13,19 e 20 dicembre 2017
     
    Torino
    Ospedale Regina Margherita: 14 dicembre 2017
     
    La Spezia
    Ospedale Sant’Andrea: 19 dicembre 2017
     
    Aiutaci a rendere più forti i bambini in ospedale! Guarda subito il nostro catalogo e contattaci, grazie!
     
     
  • É uscito il nuovo Theodora News!

     
    Ho trascorso due mesi all’Istituto Neurologico Besta con mio figlio, Marco, operato di tumore al cervello. Vorrei ringraziarvi per averci donato momenti di spensieratezza e serenità in una situazione tanto delicata. Le vostre visite hanno reso più leggera la degenza e dato a Marco la forza di affrontare le lunghe giornate in ospedale. Grazie di cuore, non vi dimenticheremo mai…” Sara, mamma di Marco
     
    Nell’ultimo numero di Theodora News trovi tante altre testimonianze di genitori, news dalla Fondazione e curiosità sui Dottor Sogni.
     

     

  • Spirituals&Folk per Theodora

     

     

    Ti piace la buona musica? Vuoi aiutarci a regalare sogni e sorrisi ai bambini in ospedale? Ti aspettiamo a Genova il 25 novembre al concerto degli Spirituals & Folk per Fondazione Theodora Onlus, non puoi mancare!

     
    Il concerto è stato reso possibile grazie al prezioso appoggio dell’infermiera del reparto di oncologia dell’Istituto Gaslini di Genova, Daniela Basso, che canta nel coro Gospel degli Spirituals & Folk, e che ha scelto di essere al nostro fianco in questa occasione.
     
    Prima dell’inizio del concerto Daniela racconterà, in un monologo accompagnato da canti, la sua esperienza nel lavoro di infermiera pediatrica e il senso del lavoro in collaborazione con i Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus!
     
    Vi aspettiamo numerosi!
  • Campagna SMS: grazie!

    Campagna SMS: grazie!

    Sabato 3 febbraio si è conclusa la campagna di raccolta fondi con SMS solidale di Fondazione Theodora Onlus a sostegno del progetto “Un sorriso per i bambini in ospedale”.  

    Grazie ai fondi raccolti la Fondazione, con i suoi Dottor Sogni, continuerà la propria attività presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto I di Roma, l’A.O.R.N. Santobono Pausilipon di Napoli. Le donazioni verranno inoltre impiegate per sostenere, presso l’Ospedale dei Bambini Buzzi di Milano, il programma di accompagnamento chirurgico con cui i Dottor Sogni sono accanto ai bambini che stanno per affrontare un intervento e alle loro famiglie, dal momento dell’attesa pre-operatoria fino al risveglio. 

    Desideriamo ringraziare per il prezioso e fondamentale sostegno:

    heart  tutti i media partner, conduttori, giornalisti, che hanno raccontato il nostro impegno per offrire un sostegno concreto ai bambini in ospedale e ai loro genitori
     hearti nostri ambasciatori del sorriso, che come noi credono nella forza dei sogni e dei sorrisi, per allontanare la paura e le lacrime
    heart tutti i sostenitori, che con la loro donazione hanno contribuito a regalare la speciale visita dei nostri Dottor Sogni a oltre 7.000 piccoli pazienti

    Sorridere rende i bambini più sereni e sognare li rende più forti!

  • La Dottoressa Ma…Dai! si racconta

    Da dove nasce il nome Ma…Dai!?
    Quando ho iniziato ad operare in ospedale non avevo idea di chi fosse la Dottoressa Sogni che mi prendeva per mano e con coraggio e un pizzico di follia mi conduceva tra le corsie con spumeggiante leggerezza.
    A quel tempo quando mi chiedevano, come ti chiami, per presentarmi rispondevo: Mah….
    Poi finalmente un piccolo paziente mi ha suggerito come uscire dall’impasse dicendomi: Ma Dai! Come ti chiami???
    E io: Certo! Ecco chi sono: Ma…Dai!
     
    Chi è la Dottoressa Ma…Dai!?
    Ma…Dai! si muove leggera perché il suo mezzo di locomozione è il Vento del Nord che spesso viene in suo aiuto. Sulla sua testa c’è appena stata una bufera e qui hanno trovato parcheggio alcune farfalle stanche.
    Ostinata collezionista di arcobaleni, gliene esce uno dal taschino dorato insieme ai suoi fazzoletti colorati.
    Dipinge nell’aria cuori invisibili e altri messaggi con il suo scopino scaccia polvere e scaccia pensieri per far brillare le meravigliose persone che incontra. Ma…Dai! ha un problema: non riesce a smettere di moltiplicare carote. Qualcuno le può dare uno stop???
     
    Vuoi condividere con noi un ricordo di una visita?
    Ferragosto: una ragazzina non vedente ricoverata in nefrologia.
    Il suo desiderio è poter andare al mare.
    OK andiamo! Il letto prende il volo, atterriamo in spiaggia, le lenzuola diventano onde, andiamo sott’acqua e poi riemergiamo per respirare. Schizziamo acqua anche addosso al papà che non si arrabbia, ma ha gli occhi lucidi. Poi prima di buttarci sulla sabbia, ci spalmiamo vigorosamente la crema tra solletico e risate.
    Spossati, ma felici, ci godiamo il calore del sole e non solo quello, anche il calore di un momento di intensa condivisione e di libertà fuori dal tempo e dallo spazio.
     
    Hai dei piccoli aiutanti?
    Attualmente il mio aiutante è Salvatore che massaggia a tutte le ore. Una tartaruga dotata di batterie che massaggia le schiene stanche delle mamme e ricarica chi si è scaricato. Perché non sono mica solo i cellulari che si scaricano…
     
    Essere per te un Dottor Sogni è?
    L’opportunità di provare a vivere col cuore spalancato. Allenarsi a vedere cosa c’è oltre un letto di ospedale. Non smettere di meravigliarsi davanti ai piccoli miracoli quotidiani. Affrontare la paura di una porta chiusa e di un: “no grazie, non abbiamo bisogno”, e vedere che sopravvivi comunque. Essere consapevoli dei propri limiti e giocare a bowling con il proprio EGO. Non dimenticare che anche in ospedale ci sono gli Umani, che aspettano di essere visti.

     
    Carta d’identità                     
    Nome? Ma…Dai!
    all’anagrafe? Mariapaola Allegri
    In quali ospedali lavori? Istituto Mondino di Pavia, Istituto Neurologico Besta e Istituto Nazionale dei Tumori di Milano; IRCSS Policlinico San Donato e Ospedale San Gerardo di Monza
    Il tuo numero di scarpe è? 39
    Che gelato ti piace? Al gusto di lattuga
    La cosa che ti piace di più? Camminare, come mi ha insegnato Waka la lumaca ora emigrata a Genova.
     
  • Diventa amico di Theodora

    La felicità è contagiosa, più siamo e meglio è!

    Entra anche tu nella community di Thedora!

    delma

     

    Amici Theodora

     

     Insieme possiamo diffondere l’allegria e far conoscere a sempre più persone l’importanza della visita dei Dottor Sogni per i piccoli ricoverati. Vuoi essere dei nostri?

    Scarica il cuore Theodora che trovi qui
    2 Scattati una foto
    3 Condividila sui tuoi social network con #FondazioneTheodora
     
    oppure invia la foto a: info@theodora.it insieme alla liberatoria firmata e diventerai protagonista sui nostri canali social.
     
    Cosa aspetti? Libera la tua fantasia, scattati una foto con il cuore Theodora oppure mima il cuore con le mani, scegli tu! La cosa importante è che trasmetta gioia, leggerezza e serenità!
    Diventa anche tu Amico di Theodora!
     

     

     

  • Intervista all’Ambasciatore di Theodora: Silvio Omodeo

    Omodeo

    Silvio Omodeo, preparatore atletico d’eccezione e speaker di moltissime manifestazione sportive, dal  2016 ha sposato la missione di Fondazione Theodora Onlus perché come noi di Theodora crede che sorridere renda i bambini in ospedale più sereni e sognare li renda più forti!

    Come ha conosciuto Fondazione Theodora Onlus?

    Circa tre anni fa in occasione della Maratona un’amica mi ha presentato Emanuela, che ho poi ho scoperto essere il Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus la cui missione mi ha da subito estremamente coinvolto e commosso.

    Come si concretizza il suo sostegno per Fondazione Theodora Onlus?

    In qualità di Ambasciatore di Theodora, nel corso degli ultimi due anni, ho iniziato ad attivarmi per promuovere tra amici e aziende le iscrizioni delle staffette per la Milano Marathon a favore della Fondazione, a ricercare sponsor e testimonial, a organizzare dei piccoli eventi di raccolta fondi tra i runner e a offrire un po’ del mio tempo libero per attività di segreteria in occasione degli eventi Theodora.

     

    Perché è importante correre per una buona causa?

    Fare attività sportiva, in questo caso correre, è sempre importante, ma quando la nostra passione, fatica e determinazione vengono messe in campo per sostenere chi aiuta altre persone meno fortunate ed ugualmente desiderose di poter essere partecipi di questa Vita, direi che la gioia è centuplicata e la sensazione di star bene con se stessi aumenta esponenzialmente, per di più Sorridendo….
     

    5 consigli utili per i runner in vista della Milano Marathon…

    Per i runner che correranno l’intera maratona:

    • nei tre giorni che precedono la gara l’alimentazione deve prevedere un giusto mix fra carboidrati e proteine
    • non cambiare abitudini nella colazione mattutina il giorno della gara
    • capire bene qual è il reale passo Maratona e farlo dall’inizio senza strafare nei km iniziali e poi… pazienza, pazienza, perché la Maratona è la Gara regina, vuole rispetto, ma se si è saggi, accetta di farsi domare e ti sorriderà….

    Per gli staffettisti Theodora: siate sereni, non agitatevi perché sarà una bella esperienza con altre migliaia di Runner, tutti vincitori, tutti, perché hanno saputo cogliere il senso delle Staffette benefiche e gioire di un momento di Sport ed Amicizia, Sorridendo a ciò che ti offre la Vita.

     

  • Perché è importante giocare per il bambino?

     

    gioco

     

    Perché è importante il gioco per il bambino in ospedale?

    Il gioco contribuisce al benessere di ogni bambino, da un punto di vista fisico, cognitivo, sociale ed emotivo-affettivo. Giocare, infatti, permette ai bimbi di esprimere la loro creatività, l’immaginazione e di cimentarsi in nuove conquiste, vincendo così ansie e paure. L’American Academy of Pedriatrics ricorda che il gioco è così importante per lo sviluppo ottimale dei più piccoli da essere riconosciuto dalle Nazioni Unite come un diritto fondamentale di ogni bimbo e nelle sue linee guida ai pediatri sull’importanza dell’attività ludica (2007), mette in risalto il valore del gioco libero come un alleato essenziale per la salute e il benessere dell’infanzia.

     

    Quanto è importante il gioco per il bambino in ospedale?

    gioco ospedale

     

    Il gioco in ospedale aiuta il bambino a dirottare l’ansia legata alla malattia, a dargli la possibilità di recuperare la sua dimensione sana in un ambiente che ne sottolinea quella malata, a scaricare energie e sentimenti e a compensare sofferenze e frustrazioni.

    A volte lo stress e l’ansia causati dall’ospedalizzazione possono interferire nel normale processo di comunicazione tra genitori-bambino. Partecipare insieme ad una stessa attività di gioco, oltre che rilassante e piacevole, può aiutare a dimenticare momentaneamente il ricovero e a creare momenti di dialogo su un terreno comune.

     

    Come utilizzano il gioco i Dottor Sogni?

     

    nasello gioco

    Il Dottor Nasello con un piccolo paziente ricoverato presso l’Ospedale Gaslini di Genova

    nasello gaslini

    Massimo Ivaldo, alias Dottor Nasello, Dottor Sogni di Fondazione Theodora quasi 20 anni

    In una stanza, il gioco condiviso si può moltiplicare, creando una relazione a misura del bambino. Il gioco libera energie ed emozioni, diventa strumento utile che crea sollecitazioni impreviste e può aprirsi a luogo della creatività e della sperimentazione personale. Inoltre, il gioco permette di confrontarsi con le regole in modo piacevole e divertente, diversamente da quelle ospedaliere, spesso noiose e coercitive. Insomma: il gioco ci rende, adulti e bambini, protagonisti di sfide che, attraverso la rappresentazione simbolica, diventano alleate della cura sostenendo il percorso di guarigione in maniera leggera”,  Dottor Nasello.

    E allora? Giochiamo! Scarica qui il gioco “La Scatola Magica” tratto dal libro di Massimo Ivaldo I Giochi di “… ancora una volta!” – (guida pratica adatta per bambini dai… 99 anni in giù) e divertiti con i tuoi bimbi, nipotini o con i tuoi amici!

  • Formazione internazionale per i 200 Dottor Sogni di Theodora!

     

     

    tes

     

    Dal 4 al 10 marzo 2018 si è svolto in Svizzera il Theodora Exchange Seminar, seminario internazionale di aggiornamento dedicato a oltre 200 Dottor Sogni e a 50 membri dello staff provenienti dalle 8 Theodora presenti nel mondo: Svizzera, Francia, Italia, Inghilterra, Spagna, Bielorussia, Turchia e Hong Kong. Questo evento internazionale è stato organizzato da Theodora Svizzera che a gennaio ha festeggiato 25 anni di attività. Risale infatti al 1993 la decisione dei fratelli André e Jan Poulie di creare una fondazione per ricordare la loro mamma, Theodora.

     

     

    workshop

     

    basso

     

    Il percorso formativo è stato strutturato in:

     

    • Workshop artistici: volti ad offrire ai Dottor Sogni spunti di riflessione, nuove competenze e strumenti da utilizzare in occasione delle visite in ospedale. Temi trattati: tecniche di improvvisazione, la magia in ospedale, multiculturalità nell’attività quotidiana in reparto, il ruolo del Dottor Sogni, l’immaginazione e l’utilizzo delle storie.
    • Conferenze: i numerosi relatori presenti hanno trattato, da svariati punti di vista (medico, artistico, filosofico), argomenti attuali e rilevanti nel campo dell’umanizzazione ospedaliera: il ruolo della medicina integrativa, l’utilizzo dell’ipnosi per alleviare il dolore, l’effetto benefico dell’intervento dei Dottor Sogni per i bambini e per i loro familiari.

     

    Qual è stato l’apporto dell’Italia?

     

    basso

    Daniela Basso, infermiera dell’Ospedale Gaslini di Genova

    pelosone

    Dottor Piero Trucchi insieme ai Dottor Sogni della Liguria

     

    Fondazione Theodora Onlus ha contribuito attivamente al programma proponendo tre conferenze: I Dottor Sogni in neonatologia e in patologia neonatale”, a cura del gruppo dei Dottor Sogni Liguri; L’uso saggio dell’equilibrio. Tra la libertà artistica, l’identità professionale e le esigenze dei luoghi di cura”, tenuta dal Dottor Piero Trucchi, medico chirurgo, psicoterapeuta specialista in clinica pediatrica e supervisore del gruppo di Genova; e infine “Come riesco a lavorare in un reparto di oncologia pediatrica?” di Daniela Basso, infermiera nel reparto di oncologia dell’Istituto Gaslini di Genova, che ha raccontato la sua ventennale esperienza ospedaliera testimoniando l’importanza della cooperazione tra i Dottor Sogni e gli operatori sanitari: “I Dottor Sogni entrano in punta di piedi. Sanno trasformare un guanto in un pupazzo, una siringa in un microfono. Sono spesso un ponte tra noi ed i pazienti, in pochi minuti ne conoscono alcuni aspetti che poi condividono, regalandoci importanti nuove chiavi di lettura. Sono capaci di suscitare risate dove si pensa possano esistere solo lacrime e pianto, ma anche di aiutare i nostri pazienti ed esorcizzare la paura…a metabolizzare la rabbia”.

     

    Testimonianze dei Dottor Sogni

     

     

    Garibaldi

    Il seminario internazionale è stato davvero incredibile! Un’occasione molto preziosa di condivisione di esperienze, difficoltà, paure, ma ovviamente anche delle gioie che viviamo ogni giorno in ospedale come Dottor Sogni. Farò tesoro dell’entusiasmo, dell’energia e dell’amore, che hanno caratterizzato queste giornate, per donare una ventata di leggerezza e aria fresca ai bimbi che stanno affrontando la difficile prova del ricovero”, DOTTOR GARIBALDI.

    Bonsai

    Tornare dopo una settimana di formazione dedicata a 200 artisti di culture diverse non può che essere di grande ricchezza. Al di là dell’esperienza umana di questi giorni mi porto a casa molte riflessioni e immagini che saranno di gran supporto al lavoro in ospedale.

    Sono rimasta profondamente colpita dalle parole del filosofo Alexandre Jollien:  – Possono esistere le tragedie, ma il dramma è un’altra cosa – . In ospedale non c’è spazio per il dramma, si vive il momento e si sceglie come stare all’interno di ciò che incontriamo. Ringrazio i miei compagni di lavoro e naturalmente Theodora perché, attraverso i seminari di formazione continua, mi regala una possibilità di crescita personale e mi fornisce gli strumenti per operare al meglio in ospedale ”, DOTTORESSA BONSAI.

     

     

    Guarda il video del seminario!

     

  • Teatro della Tosse: narrazione teatrale di Daniela Basso infermiera del Gaslini

    daniela basso

    Venerdì 30 marzo vi aspettiamo al Teatro della Tosse di Genova alla narrazione teatral-musicale di Daniela Basso, infermiera di oncologia pediatrica dell’Ospedale Gaslini di Genova, che da anni collabora nel suo lavoro con i Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus. 

    Lo spettacolo è un viaggio poetico per cercare di condividere non tanto delle risposte quanto delle domande. Una delle quali è: come camminare sul leggero filo che unisce vita e morte? Come trasformare questa domanda in azioni concrete nel lavoro in ospedale e nel lavoro con i bambini?

    Questo racconto parte da un’esperienza personale come diario intimo dell’infermiera che attraverso storie e canzoni ci accompagna a risvegliare le domande che appartengono a ognuno di noi sulla vita e sulla morte, un esempio di come medicina e arte possano allearsi per migliorare la qualità della cura che in un reparto oncologico non è solo portare la persona a guarire, ma anche in alcuni casi accompagnarla a morire.  Vita e morte. Morte e infanzia. Parole che si contraddicono, ma che nella realtà convivono.

    Alla fine dello spettacolo ci sarà un confronto tra il pubblico, Daniela Basso e i Dottor Sogni, vi aspettiamo!

    Per info e prenotazioni cliccate qui

  • Milano Marathon 8 aprile 2018 – CORRI DONA VINCI

    Milano Marathon

    Corri con THEODORA e aiutaci a donare sempre più sogni e sorrisi ai bambini in ospedale: per loro TU HAI VINTO!

    La tua partecipazione è per noi fondamentale. Scegliendo Fondazione Theodora Onlus, una parte della tua quota di iscrizione, potrà continuare a garantire le speciali visite dei nostri Dottor Sogni regalando ai piccoli pazienti e alle loro famiglie momenti di gioco, ascolto e sorriso: i tuoi sorrisi diventeranno quelli dei bimbi di Theodora!


    Come puoi aiutarci?

    ISCRIVITI SUBITO ALLA MILANO MARATHON con Fondazione Theodora Onlus
    DIVENTA FUNDRAISER DEI SOGNI attivando la tua pagina di raccolta fondi su Rete del Dono

    Coinvolgi amici e colleghi correndo con noi la STAFFETTA DEI SOGNI con un contributo di:
    250 € fino al 31 marzo 2018

    …oppure sfidati nella MARATONA INDIVIDUALE lunga 42 km con una donazione di:
    120 € fino al 31 marzo 2018

    Potrai effettuare il pagamento in banca IBAN IT 51F0335901600100000113874 riportando sempre la causale “MM18 – NOME STAFFETTA” e inviandoci copia di avvenuta donazione confermeremo la tua iscrizione. Ogni importo superiore alla quota di iscrizione sarà interamente devoluto alla missione di Fondazione Theodora Onlus.


    DIVENTA FUNDRAISER DEI SOGNI

    Attiva un’iniziativa di raccolta fondi online – personale o a sostegno di una gara -, chiedi ai tuoi amici di affiancarti in quest’avventura con una donazione per il progetto di Fondazione Theodora Onlus, “Sorrisi in corsia!” attivo sulla piattaforma di Rete del Dono. Per aderire clicca qui
    É semplice e divertente!

     

    IO CORRO PER UN SOGNO CHE RENDE PIU’ FORTI…#IOCORROPERTHEODORA

    Per maggiori informazioni e per le procedure di iscrizione scrivi a milanomarathon@theodora.org
     

  • La Dottoressa Melodia si racconta

    Melodia

     

    Da dove nasce il nome Melodia?

    Quando è arrivato il momento di decidere il mio nome da Dottor Sogni, ho pensato: cosa so fare io? Cosa mi piace fare? Ma certo: so cantare! E così è arrivato il mio nome, Dottoressa Melodia, che è un nome dolce, ma anche furbetto, come il mio personaggio.

     

    Chi è la Dottoressa Melodia?

    La Dottoressa Melodia sa essere dolce come una ninna nanna, e frizzante come una tarantella. A volte, quando c’è bisogno di calma e di silenzio, entra in punta di piedi, ma quando meno te lo aspetti ti fa ballare e cantare. Il suo motto è: canta che ti passa! Le piace raccogliere canzoni in tutte le lingue.

     

    Vuoi condividere con noi un ricordo di una visita?

    Eravamo io e il Dottor Pelosone nel reparto di oncologia pediatrica dell’Istituto Gaslini di Genova. Durante le consegne l’infermiera ci parla di una ragazza che non vuole più alzarsi dal letto, sembra aver perso la voglia di vivere. Quando entriamo nella sua stanza la troviamo effettivamente a letto, sembra molto stanca. Il Dottor Pelosone comincia a cantare una vecchia canzone e io prendo una mano della ragazza e comincio a ballare con lei; in poco tempo creiamo tutti e tre assieme una coreografia, facciamo le prove, e poi la mostriamo alla mamma che ci riprende col telefono. La ragazza è sempre a letto, ma ora ride.

    Un giorno all’ospedale di Livorno le infermiere mi fanno fare il giro per mostrarmi il nuovo reparto e mi portano anche in ostetricia. In una sala parto c’è una donna in travaglio, un travaglio lungo che non procede. Suggerisco a suo marito di fare qualcosa per lei, per aiutarla, gli suggerisco di cantarle una serenata. Lui si vergogna, dice che non sa cantare. Allora mi nascondo dietro di lui e canto una canzone d’amore napoletana, mentre lui davanti alla moglie in travaglio interpreta la canzone in playback con tutto sé stesso.

     

    Hai dei piccoli aiutanti?

    Il mio super aiutante si chiama Ciro: è un riccio a cui piace molto la puzza di piedi, quindi appena trova un bambino o una bambina cerca di attaccarsi ai suoi piedini per ciucciarli. Ma Ciro è bravo anche a fare le coccole, il solletico e i massaggi. E sa pure scrivere e fare i salti mortali.

     

    Essere per te un Dottor Sogni è…

    Quando divento la Dottoressa Melodia, non cambia solo il mio vestito, il trucco o la mia pettinatura, cambia anche il mio sguardo sul mondo. É come se diventassi una super eroina che ha il potere di incontrare gli altri nel luogo profondo del loro essere. Tutto si trasforma: si trasforma la stanza d’ospedale, si trasformano i bambini, i genitori, i nonni, le infermiere e mi trasformo io, che ogni volta divento un po’ più grande e più ricca.

     

    Carta d’identità 

    Nome? Melodia

    …all’anagrafe? Elena Colombo

    In quali ospedali lavori? Spedali Riuniti di Livorno, Ospedale Gaslini di Genova e Ospedale Sant’Andrea di La Spezia

    Il tuo numero di scarpe è? 37 

    Che gelato ti piace? Cioccolato fondente, nocciola, pistacchio e tiramisù

    La cosa che ti piace di più? Ballare

     

  • In diretta dai reparti: Roberta Dedato, Ospedale Buzzi

    Roberta Dedato

    Roberta Dedato, Coordinatore Infermieristico U.O. TERAPIA INTENSIVA PEDIATRICA

    E CURE PALLIATIVE PEDIATRICHE, insieme alla Dottoressa Balera e alla Dottoressa Lulù

     

     

    Qual è il valore aggiunto che porta un Dottor Sogni in reparto?

    Quando un Dottor Sogni entra in reparto porta con sé un sorriso. La Terapia Intensiva Pediatrica è un ambiente chiuso e circoscritto: i piccoli pazienti nei loro letti, con il visino corrucciato, i genitori accanto a loro con espressione preoccupata e gli operatori intorno indaffarati…quasi senza rivolgersi parola. Monitor che luccicano e scandiscono i ritmi, pompe infusionali che suonano.

    In questo scenario entra un Dottor Sogni, tutti si fermano e tutti gli sguardi rivolti a lui ed ecco arrivare i sorrisi: un attimo di tregua per i pazienti, i loro genitori e gli operatori. Un attimo prezioso.

     

    Quanto sono importanti il sorriso e l’ascolto per un bambino ricoverato?

    La malattia, nel bambino, compromette l’equilibrio e la spensieratezza tipici dell’infanzia. Il ricovero porta il bambino in una dimensione completamente diversa da quella cui è abituato. É importante quindi che l’ambiente sia a “misura di bambino” per ridurre lo stress del ricovero.

    La complicità tra operatori e genitori, la coerenza dei comportamenti e la sincerità di base consentono al bambino di fidarsi e affidarsi.

    La dimensione di gioco con cui si approccia il bambino rende sicuramente meno traumatica l’ospedalizzazione. La presenza di un Dottor Sogni permette all’operatore di realizzare una dimensione di gioco che consente di instaurare il rapporto di fiducia con il piccolo paziente.

    In reparto, come nel percorso di accompagnamento chirurgico, il bambino si sente meno solo con un Dottor Sogni al suo fianco e sicuramente è più facile non aver paura dell’infermiere o del medico quando non si è soli.

    Per i genitori, vedere l’approccio al bambino in una dimensione di gioco e colore, aiuta a fidarsi e ad affidarsi e questo facilità il processo di cura.

    A volte, sia per i bambini che per i genitori, è più semplice esprimere le proprie paure ad un Dottor Sogni che non ad un operatore. Ho notato ad esempio che nessuno da del “Lei” a un Dottor Sogni e questo è sicuramente indice di confidenza e della volontà di lasciarsi andare.

     

    Ci racconta un episodio vissuto con un Dottor Sogni?

    I Dottor Sogni sono importanti anche per gli operatori: quando ci incontriamo al mattino in spogliatoio si respira un’aria leggera. Ci cambiamo e scherziamo ed è un bel modo di iniziare la giornata.

    Non saprei riferirvi un episodio in particolare, ma potrei raccontarvi di mille sorrisi, di atmosfere che ti fanno dimenticare di essere in un ospedale.

     

    Ha un messaggio per i nostri Dottor Sogni?

    Grazie. Siete importanti.

  • Le caramelle regalano sogni e sorrisi ai bambini in ospedale? Grazie a Galatine sì!

    Galatine per Theodora

     

    Il brand Galatine, che fa parte della storica azienda Sperlari, ha scelto di sostenere Fondazione Theodora Onlus perché come noi crede che nei sogni dei bambini ci sia una forza straordinaria, una magia che è più forte di tutto. Anche in ospedale.

    La collaborazione, in essere nel 2018, è legata all’iniziativa Fiabe…a Tavoletta, la Limited Edition di Galatine dedicata al mondo dei sogni e delle favole. Grazie al prezioso sostegno dell’azienda garantiremo la visita di un Dottor Sogni per un anno ai bambini che affrontano un ricovero ospedaliero lungo e difficile.

    Dove trovare queste favolose Galatine? Nei migliori bar e tabacchi presenti sul territorio italiano e nella grande distribuzione.

    Cosa aspetti? Scegli la tua favola preferita e regala un sogno ai bambini in ospedale! 

  • Ristogolf regala sogni e sorrisi ai bambini in ospedale!

    ristogolf

    L’Associazione Ristoratori Albergatori & Co. Golfisti, “RISTOGOLF”, nata dal desiderio di incrementare e sviluppare il gioco del golf fra i ristoratori, gli albergatori, tutti gli operatori del settore food&beverage ed i simpatizzanti, grazie al sostegno e all’intervento dell’Ambasciatore di Theodora, Professor Bruno Marelli, ha scelto Fondazione Theodora Onlus, quale Onlus beneficiaria del Circuito Ristogolf by KitchenAid & Estra 2018.

     

    Grazie ai fondi derivanti da questa preziosa collaborazione Ristogolf&Theodora 2018, la Fondazione potrà regalare ancora più sogni e sorrisi ai bambini che affrontano la difficile prova del ricovero ospedaliero.

     

    Fondazione Theodora Onlus sarà presente durante l’intero circuito di golf per raccontare l’attività di sostegno che, dal 1995, Theodora, con i suoi Dottor Sogni, offre ogni anno a oltre 35.000 ai bambini ricoverati nei 18 ospedali italiani nei quali opera.

     

    Tappe del circuito:

    • 16 maggio 2018 Golf Club Castelconturbia
    • 6 giugno 2018 Golf Club La Pinetina
    • 27 giugno 2018 Golf Club Bologna
    • 18 luglio 2018 Golf Club Asiago
    • 5 settembre 2018 Golf Club Villa D’Esteù

    Ristogolf

  • Il “Pic-nic di Theodra” a Milano, 12 maggio 2018

    Emanuela Basso Petrino insieme ai Dottor Sogni

     

    Sabato 12 maggio 2018 presso i Giardini di Villa Reale a Milano, Fondazione Theodora Onlus ha organizzato per l’ottavo anno consecutivo il “Pic-nic di Theodora”: l’evento benefico meneghino, diventato ormai un appuntamento imperdibile e che si conferma, anche per quest’anno, un successo strepitoso!

     

    Una giornata meravigliosa, piena di allegria e positività per grandi e piccini che ha registrato la partecipazione di circa 800 persone tra grandi e piccini. Un vero e proprio pic-nic sull’erba durante il quale sono stati moltissimi i momenti di gioco e divertimento per i bambini.

    A conclusione della giornata, il momento più emozionante: centinaia di palloncini rossi di Theodora sono volati in cielo come metafora dei pensieri felici che ogni piccolo partecipante dedica a tutti quei bimbi che devono affrontare un lungo e difficile ricovero e che Fondazione Theodora Onlus dal 1995, attraverso l’ascolto, il gioco e il sorriso, si impegna concretamente ad aiutare.

     

    Comitato di Milano

    Comitato Organizzatore di Milano

    Dottor Sogni

    Dottor Soap Opera e Dottor Garibaldi

    Lancio dei palloncini

    Il lancio dei palloncini

    Anche nel 2018, il ricavato dell’evento ci consentirà di continuare a portare a Milano la stessa gioia e sorriso ai tanti bambini ricoverati presso l’Istituto Nazionale dei Tumori, l’Ospedale dei Bambini V. Buzzi, l’Istituto Neurologico Besta, l’Ospedale L. Sacco e il Policlinico San Donato nei quali la Fondazione è presente.

     

    Nei sogni dei bambini c’è una forza straordinaria, una magia che è più forte di tutto. Anche in ospedale. Noi crediamo in questa forza, la sentiamo, ogni giorno stando accanto a loro. Grazie alle famiglie e alle aziende amiche, che hanno partecipato al “Pic-nic di Theodora” a Milano, potremo regalare ancora più sogni e sorrisi ai piccoli ricoverati negli ospedali milanesi in cui operiamo da 23 anni.” spiega Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus.

     

    Il “Pic-nic di Theodora” a Milano è patrocinato dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia e reso possibile grazie al prezioso sostegno di Cova Montenapoleone, Wide Care Services, Molteni&C, Fineco Bank, Nextam Partners, Albinati Areonautics, Fondazione Deutsche Bank Italia, Image, Rene Caovilla, Agnona, Il Viaggio, Gallo, Edicart, Riso Buono, e all’insostituibile collaborazione di San Benedetto, Brandart, Corriere della Sera, Crazy Balloons, Flying Tiger, Gallo, Galatine, Geomag, Spazio Garibaldi 77, OK Kikolle Lab, La Gazzetta dello Sport, Lui L’Espresso, Libero, Malibutails, Mattel, My Style Bags, Rigoletto, MUMI, Stefano Guindani Photo, White Pepper e Vogue.

     

    Per vedere l’Album del “Pic-nic di Theodora” a Milano clicca qui 

     

  • Cocktail Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede per Theodora

    L'Ambasciatore Sebastiani con Emanuela Basso Petrino, Margherita Buy, Dottor Sogni

     

    Il 16 Maggio si è tenuto a Roma, all’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, un Cocktail benefico per sostenere l’attività di Fondazione Theodora Onlus negli ospedali romani in cui la Fondazione opera: Policlinico Umberto I, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù  e l’IRCCS San Raffaele Pisana.

    Sebastiani e Emanuela Basso Petrino

    Ambasciatore Sebastiani con Emanuela Basso Petrino

    Daniela Basso

    Daniela Basso, infermiera dell’Istituto Gaslini 

     

    É stato un onore essere ospiti dell’Ambasciata e poter raccontare la nostra missione attraverso le parole di Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus, e grazie al toccante intervento di Daniela Basso, infermiera del reparto di oncologia pediatrica dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova, che collabora da anni con i Dottor Sogni.

    Ringraziamo di cuore l’Ambasciatore Pietro Sebastiani per l’ospitalità e per aver espresso il suo affetto e la sua ammirazione nei confronti di Fondazione Theodora Onlus.

    Per vedere l’Album dell’evento clicca qui

    Leggi la news sul sito dell’Ambasciata d’Italia qui

     

     

     

     

  • Il “Pic-nic di Theodora” a Torino, 26 maggio 2018

    Emanuela Basso Petrino al Picnic di Theodora

    Sabato 26 maggio per il quinto anno consecutivo, Fondazione Theodora Onlus ha organizzato l’appuntamento più atteso della primavera: Il “Pic-nic di Theodora”. Quest’anno l’evento è stato reso ancora più speciale a partire dalla cornice esclusiva e delicata nel quale si è svolto: il Giardino di Levante dei Musei Reali.

    Una giornata meravigliosa e unica nel suo genere, in un posto incantato e senza tempo, che ha registrato la partecipazione di circa 600 ospiti tra grandi e piccini.

    Speciali momenti questi, resi possibili grazie al sorriso e all’allegria di tutti i bimbi e delle loro famiglie che hanno animato il Giardino di Levante durante il “Pic-nic di Theodora”: un evento festoso e colorato per sostenere l’attività che Fondazione Theodora Onlus, dal 2001, svolge, con i suoi Dottor Sogni, presso i reparti di Alta Intensità (Neurochirurgia, otorino e maxillofacciale chirurgia plastica), Cardiologia e Cardiochirurgia e Sala Gessi dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.

     

    picnic torino 2018

    I Dottor Sogni

    Dottoressa ConFusa

    La Dottoressa ConFusa

    Picnic Theodora Torino 2018

    Giardino di Levante, Musei Reali

     

    Nel corso del pic-nic sull’erba, sono stati moltissimi i momenti di gioco e divertimento per i bambini: oltre agli immancabili Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus, il giardino si è popolato di fatine, personaggi dei fumetti, mini calciatori che si sfidavano in divertenti tornei e piccoli architetti impegnati nella progettazione di futuristiche costruzioni.

     

    Il “Pic-nic di Theodora” a Torino è patrocinato dalla Città di Torino e dalla Regione Piemonte, con la collaborazione dei Musei Reali di Torino e reso possibile grazie al prezioso sostegno di Lavazza, Banca Patrimoni Sella&C., Atlantica Real Estate, DiaSorin, Nextam Partners, Wins, Albinati, Banca Ifigest, Stratta, Gallo, Gruppo EdiCart, Riso Buono e con la partecipazione di San Benedetto, Awe Sport, Brandart, Casa Marchetti, Carioca, Corriere della Sera, Galatine, La Gazzetta dello Sport, Geomag, Visconti, 1 Caffè Onlus, Libero, La Stampa, Mattel, My Style Bags, Quercetti, Malibutails, Stefano Guindani Photo, Vogue, Flying Tiger, Gelaterie Stecco Natura.

  • Festival Andersen 2018: Daniela Basso e Fondazione Theodora

    Daniela Basso

    Venerdì 8 giugno, in occasione del Festival Andersen, Daniela Basso, infermiera di oncologia pediatrica dell’Ospedale Gaslini di Genova, racconterà con il suo monologo “Ma come fai?”  il lavoro di cura che ogni giorno e ogni notte si trova a svolgere, e come questo si integra e si arricchisce nell’incontro con i Dottor Sogni.

    Si sorride, ci si commuove, attraverso una narrazione fatta di parole e canzoni…un invito a creare un ponte con il mondo dell’ospedale, ricordare per portare al cuore.

    Vi aspettiamo! Venerdì 8 giugno ore 21 presso il Cortile del Convento dell’Annunziata, Sestri Levante.

    Per info: Festival Andersen 

  • “Il Nonno di Camilla” dal 2008 regala sorrisi ai bimbi in ospedale

    Il Nonno di Camilla

     

    Nicoletta De Monti, storico donatore spezzino della Fondazione, ci racconta nell’intervista cosa ha spinto la sua famiglia a sostenere due programmi di visita di Fondazione Theodora Onlus presso l’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia. 

     

    Come ha conosciuto Fondazione Theodora Onlus? 

    Abbiamo conosciuto Fondazione Theodora attraverso Internet: il sito della Fondazione, con le sue immagini, i testi e le testimonianze ci hanno fatto immediatamente capire che avevamo trovato quello che stavamo cercando.

     

    Cosa vi ha spinto nel 2008 a sostenere il programma di visita di Fondazione Theodora presso il reparto di pediatria dell’Ospedale di La Spezia? 

    Avevamo perso un affetto importante e volevamo fare qualcosa che lo potesse “tenere in vita” per sempre. Amava i bambini e non accettava di vederli soffrire, ci è sembrata quindi la cosa migliore farlo vivere nei sorrisi dei bimbi ricoverati. Conoscervi ci ha convinto senza alcun dubbio della vostra professionalità, dell’amore, del rispetto, della gioia e della sensibilità che mettete ogni giorno in quello che fate. Quando abbiamo iniziato a supportare il programma di visite all’Ospedale della nostra città nel nome del “Nonno di Camilla“, la nipote che purtroppo non ha conosciuto, ci siamo sentiti fieri ed orgogliosi di aver dato un senso importante e condivisibile al nostro lavoro.

    Neonatologia Peloson

    Ilaria Scalzo, coordinatore infermieristico pediatria e neonatologia dell’Ospedale Sant’Andrea, insieme alla Dottoressa Blu Blu

    pelosone

    Una piccola neonata si addormenta con il cuore di Theodora tra le mani

     

    Nel 2017 il vostro impegno per Theodora si è rafforzato grazie al vostro prezioso sostegno al programma di visita innovativo e sperimentale in neonatologia e ostetricia. È stato un passo importante e un grande atto di fiducia nei confronti dell’attività della Fondazione, cosa vi ha mosso a procedere in questa direzione? 

    I 10 anni vissuti con voi sono stati importanti e determinante è stato il senso che abbiamo colto nel vostro programma sperimentale: il sorriso è vita e una nuova vita è sorriso.

    10 anni Spezia

    Festeggiamenti per i 10 anni di Theodora a La Spezia grazie al “Nonno di Camilla”

    spezia

    Il personale dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia con il Dottor Pelosone

     

    Qual è secondo Lei il valore aggiunto che porta Fondazione Theodora Onlus in ospedale attraverso i Dottor Sogni? 

    Il grande valore aggiunto sono le persone che stanno dietro ad ogni Dottor Sogni.

    Dottor Sogni

    C’è un ricordo di una visita in ospedale con i Dottor Sogni che vuole condividere con noi?

    I ricordi sono tanti, tutti meravigliosi ed emozionanti, ognuno ci ha fatto sentire persone migliori.

     

     

  • Tanti sorrisi per una primavera ricca di eventi, solidarietà e divertimento

     

    Il “Pic-nic di Theodora” a Milano, 12 maggio

     

    Comitato di Milano

    Il Comitato di Milano

    Dottor Sogni

    Il Dottor Soap Opera e il Dottor Garibaldi

     

    Il mese di maggio 2018 è iniziato con l’immancabile “Pic-nic di Theodora” a Milano, che si è svolto presso i meravigliosi Giardini di Villa Reale con l’obiettivo di raccogliere fondi per i programmi di visita della Fondazione attivi presso: Istituto Nazionale dei Tumori, Ospedale dei Bambini Buzzi, Istituto Neurologico Besta, ASST Fatebenefratelli Sacco e IRCCS Policlinico San Donato. Una giornata piena di allegria e positività per grandi e piccini che ha registrato la partecipazione di circa 800 persone. Il momento più emozionante? Centinaia di palloncini rossi di Theodora sono volati in cielo come metafora dei pensieri felici che ogni piccolo partecipante dedica a tutti quei bimbi che devono affrontare un lungo e difficile ricovero.

     

     

    Cocktail benefico all’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, 16 maggio

     

    Emanuela Basso Petrino e Ambasciatore Sebastiani

    Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Theodora, insieme all’Ambasciatore Sebastiani

    Ambasciata d'Italia

    Dottor Ragù, Margherita Buy, Ambasciatore Sebastiani, Daniela Basso, Emanuela Basso Petrino e la Dottoressa Waü

     

    Il 16 maggio si è tenuto a Roma, all’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, un Cocktail benefico per sostenere l’attività di Fondazione Theodora Onlus negli ospedali romani in cui la Fondazione opera. É stato un onore essere ospiti dell’Ambasciata e poter raccontare la nostra missione attraverso le parole di Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus, e grazie all’intervento di Daniela Basso, infermiera del reparto di oncologia pediatrica dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova, che collabora da anni con i Dottor Sogni.

    Un grazie di cuore all’Ambasciatore Pietro Sebastiani per aver espresso il suo affetto e la sua ammirazione nei confronti di Fondazione Theodora Onlus e a Margherita Buy, testimonial della Fondazione, che da anni ci sostiene con affetto e passione.

     

    Ristogolf 2018: 1° tappa Castelconturbia, 16 maggio

     

    Ristogolf

    Emanuela Basso Petrino insieme a Dario Colloi, Direttore di Ristogolf, e allo Chef Giancarlo Morelli

    Ristogolf

    Manuela Dezi di Fondazione Theodora e il Dottor Soap Opera ringraziano Ristogolf del sostegno

     

    L’Associazione Ristoratori Albergatori & Co. Golfisti, “RISTOGOLF”, quest’anno, grazie al sostegno e alla presentazione del nostro Ambasciatore di Theodora, Professor Bruno Marelli, ha scelto Fondazione Theodora, quale Onlus beneficiaria del Circuito Ristogolf by KitchenAid & Estra 2018.

    Mercoledì 16 maggio si è tenuta la prima tappa del circuito Ristogolf 2018 presso il Golf Club Castelconturbia in provincia di Novara, uno tra i migliori dieci campi dell’Europa Continentale. Gli ingredienti della giornata? Sport, piatti stellati e solidarietà! Scopri le prossime tappe del circuito qui 

     

     

    Il “Pic-nic di Theodora” a Torino, 26 maggio

     

    Picnic Theodora Torino 2018

    Emanuela Basso Petrino insieme ai Dottor Sogni

    picnic torino 2018

    “Pic-nic Theodora” Torino

     

    Il 26 maggio è stata la volta del “Pic-nic di Theodora” a Torino, che quest’anno si è svolto nella cornice esclusiva del Giardino di Levante dei Musei Reali.

    Una giornata meravigliosa e unica nel suo genere, in un posto incantato e senza tempo, che ha registrato la partecipazione di circa 600 ospiti tra grandi e piccini. Un evento festoso e colorato per sostenere l’attività che Fondazione Theodora Onlus, dal 2001, svolge, con i suoi Dottor Sogni, presso i reparti di Alta Intensità (Neurochirurgia, otorino e maxillofacciale chirurgia plastica), Cardiologia e Cardiochirurgia e Sala Gessi dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.

     

     

    “Ma come fai?” Daniela Basso per Fondazione Theodora, 8 giugno

     

    andersen

    Daniela Basso insieme ad Antonio Panella (Dottor Pelosone)

    andersen

    Daniela Basso durante lo spettacolo “Ma come fai?”

    L’8 giugno, in occasione del Festival Andersen di Sestri Levante, Daniela Basso, infermiera di oncologia pediatrica dell’Istituto Gaslini di Genova, che da anni collabora nel suo lavoro con i Dottor Sogni della Fondazione, ha presentato la sua narrazione teatral-musicale “Ma come fai?”. Durante il monologo Daniela racconta, attraverso il suo sguardo, il lavoro di cura che svolge quotidianamente in reparto e come questo si integri e si arricchisca nell’incontro con i Dottor Sogni.

     

    Tanti eventi, tanti amici, un unico obiettivo: regalare sogni e sorrisi ai bambini in ospedale!

     

     

    Vuoi essere anche tu al fianco dei bambini in ospedale? Dedica un evento di raccolta fondi a Fondazione Theodora Onlus: il tuo gesto si trasformerà in momenti di leggerezza e allegria per i piccoli pazienti.

    Come fare? Chiama in Fondazione allo 02 801116 oppure scrivi una e-mail alla nostra Responsabile Eventi, Marianna Duglio: marianna.duglio@theodora.org . Metteremo insieme le tue idee, il tuo cuore e il nostro lavoro per i bambini in ospedale.

     

    Non hai in programma nessun evento, ma vuoi aiutarci comunque a regalare sorrisi ai bimbi? Puoi sostenerci anche con una donazione online, è semplice, veloce e sicura! Dona ora qui, Grazie!

  • Scopri cosa ha spinto Edoardo, 21 anni, a diventare volontario Theodora!

     

    Volontari

     

    Come hai conosciuto Fondazione Theodora Onlus?

    Grazie a mia madre, Giovanna Ferrero Ventimiglia, membro del Consiglio Direttivo di Theodora, e ideatrice, insieme a Lucrezia Borromeo Arese, del primo “Pic-nic di Theodora” a Milano nel 2010.

     

    Cosa ti ha spinto a diventare volontario della Fondazione?

    Mia mamma è sempre stata molto attiva nel campo del volontariato, fin da quando aveva 16 anni, e ha trasmesso a me e ai miei fratelli l’importanza di dedicare una parte del nostro tempo libero a chi ne ha bisogno. Così quando mia mamma mi ha raccontato l’attività che la Fondazione svolge in ospedale per i bambini malati ho deciso di impegnarmi anch’io in prima persona per questa importante causa.

     

    Come si concretizza la tua attività di volontariato?

    Sono sempre stato vicino alla Fondazione, ma ho iniziato a dare un sostegno concreto circa 6 anni fa in occasione del picnic benefico che la Fondazione organizza ogni anno a Milano, Torino e Roma. I compiti di noi ragazzi volontari sono legati alla preparazione “sul campo” dell’evento: allestimento, preparazione dei cestini e distribuzione del packed lunch agli ospiti.

     

    Volontari Picnic

    I volontari del “Pic-nic di Theodora” a Milano

    palloncini picnic

    Il lancio dei palloncini al “Pic-nic di Theodora” a Milano

     

     

    Cosa ti lascia, a fine giornata, la tua esperienza di volontariato?

    Una fortissima soddisfazione e gratitudine poiché facendo così poco, come dedicare una giornata e mezzo, si riesce a dare un grandissimo contributo alla Fondazione.

     

    Cosa diresti ai tuoi amici o ad altre persone per invitarli a diventare volontari Theodora?

    Racconterei la mia esperienza, la mia motivazione e descriverei la passione e l’energia che i volontari Theodora e i Dottor Sogni hanno per questa causa, spesso basta questo per tirare fuori il buono che c’è in ognuno di noi. Un altro aspetto importante è che il gruppo di ragazzi volontari che partecipa ogni anno al picnic è diventato davvero molto affiatato. Insieme non solo facciamo del bene, ma ci divertiamo anche tanto e il nostro entusiasmo e allegria contagiano tutti!

     

    Fai anche tu come Edoardo, diventa volontario di Fondazione Theodora, per info clicca qui

     

  • 5per1000: una scelta solidale

    nasello gaslini

     

    Nel 2017 Fondazione Theodora Onlus ha ricevuto 59.643,65€ dalla devoluzione del 5 per mille dell’IRPEF relativo all’anno fiscale 2015.

    Grazie alla scelta di 1.379 donatori di assegnare alla missione di Fondazione Theodora Onlus la propria quota del contributo, la Fondazione ha potuto investire tali fondi nel sostegno del programma di visite in atto presso l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, implementando il progetto “Sorrisi in corsia al Gaslini” il cui obiettivo è offrire un sostegno concreto attraverso l’ascolto, il gioco e i sorrisi alle bambine e ai bambini ricoverati presso l’Istituto genovese.

    Il contributo ha permesso la copertura di 9 mesi del programma – Settembre 2017/Maggio 2018 –durante i quali i nostri Dottor Sogni hanno potuto “visitare” e sostenere i piccoli pazienti e le loro famiglie con incontri settimanali condotti in ben 8 reparti della struttura, per la maggior parte ad alta specializzazione.

    I dettagli dell’azione e il ‘Rendiconto degli Importi del per mille dell’IRPEF percepiti dagli aventi diritto’ sono visibili a questi link: Rendiconto e Relazione descrittiva del progetto “Sorrisi in corsia al Gaslini” (ex DL 3/07/2017 n. 111).

     

    Grazie per essere sempre al nostro fianco!

  • In diretta dai reparti: Testimonianza dei nonni di Angelo

    Bonsai

    Dottoressa Bonsai

    Peppa

    Dottoressa Peppa

    Dottor Patè

    Dottor Patè

     

    I nonni di Angelo, affetto da una malattia incurabile, ci raccontano attraverso le loro emozionanti parole quanto sia stato prezioso l’intervento dei Dottor Sogni durante i lunghi mesi di degenza del piccolo Angelo presso l’Istituto Neurologico Besta di Milano:

    Buongiorno, siamo Patrizia e Andrea, nonni di Angelo, nostro primo nipote amato e bellissimo. Abbiamo vissuto nostro malgrado, un lungo periodo, pochi anni or sono, all’Istituto BESTA di Milano, qui la nostra sofferenza è stata tanta, troppa…. Abbiamo dovuto accettare l’idea che la malattia di Angelo non avesse una cura e questo non ci dava pace, abbiamo diviso il dolore con nostra figlia e il marito alternandoci giorno e notte sempre con la speranza che tutto andasse a buon fine ma così non è stato. In questo lungo e buio periodo vissuto al BESTA ci sono stati anche dei momenti “sereni”, fatti di giochi, di allegria e di sostegno morale, venivano “PERSONE SPECIALI” a portare il sorriso ai nostri amati bimbi,” i Dottor SOGNI” di Fondazione Theodora. Creavano momenti magici dove i bambini riuscivano a divertirsi regalandoci i loro meravigliosi sorrisi, la loro allegria. Ci hanno donato momenti di “leggerezza” in un clima pesante, non solo ai bambini, ma soprattutto a noi adulti. Siamo grati a loro per il lavoro che svolgono sempre con grande rispetto e umanità verso chi soffre. Con l’aiuto della loro presenza abbiamo cercato di accantonare la tristezza che copriva i nostri cuori. Vi siamo grati per ogni sorriso regalato e per ogni lacrima asciugata, la vostra presenza in questi luoghi è un dono prezioso, per tutto quello che fate non possiamo che dirvi GRAZIE DI ESISTERE!!!!!!!”, Patrizia e Andrea, i nonni di Angelo.

     

    Aiutaci a continuare a portare momenti di gioco, ascolto e sorriso ai bambini ricoverati in ospedale. Dona ora online cliccando qui. Grazie!

  • Grimaldi Studio Legale al fianco dei bambini in ospedale

    Sciaudone

    Dal 2016 Grimaldi Studio Legale, da oltre 20 anni una delle realtà professionali più significative del mercato legale italiano, ha scelto di essere al fianco di Fondazione Theodora Onlus e dei bambini in ospedale. Il Prof. Avvocato Francesco Sciaudone, Managing Partner dello Studio Legale, ci racconta le ragioni del loro generoso gesto:

    Come ha conosciuto Fondazione Theodora Onlus?

    Grazie ad amici che conoscevano le belle iniziative che hanno fatto.

    Quanto è importante l’impegno sociale per voi come Studio Legale?

    Molto, cerchiamo sempre di ricordarci che non ci può essere business senza sociale! 


    Come si concretizza il vostro sostegno per Theodora?

    Sosteniamo da anni i Dottor Sogni, organizzando con loro eventi del nostro studio che ci hanno portato a mettere in contatto Theodora con centinaia e centinaia di amici e clienti.

    Qual è secondo Lei il valore aggiunto che porta Fondazione Theodora Onlus in ospedale attraverso i Dottor Sogni?

    Il sorriso è una medicina fondamentale, portarlo come fanno loro con serietà e professionalità è una cosa davvero bella! 

  • Natale solidale con Theodora

     

    Natale Solidale Theodora

    Molti bambini passeranno le festività in ospedale con le loro mamme e i loro papà. Aiutiamoli a sognare e sorridere!

     

    Le feste di Natale sono per molti di noi sinonimo di famiglia, scambio di regali e amicizia. Essere ricoverati è di per sé un’esperienza difficile, lo diventa ancora di più quando ad esserlo sono dei bambini e proprio in un periodo di festa come il Natale.

     

    Anche tu con la tua azienda puoi compiere un importante gesto di solidarietà, scegliendo la regalistica natalizia di Fondazione Theodora Onlus: dolci solidali, biglietti di auguri personalizzabili, magliette e giochi per bambini.

    Grazie al vostro contributo potremo regalare ancora più sogni e sorrisi ai piccoli pazienti ricoverati nei 17 ospedali in cui la Fondazione opera. Il vostro gesto sarà apprezzato da clienti e dipendenti come ci confermano le numerose aziende che sono al nostro fianco da anni.

     

    Scarica qui il nostro CATALOGO DI NATALE

     

    Guarda in anteprima le nostre novità solidali 2018!

    Latta Theodora

    Latta Theodora

    Tazza Theodora

    Tazza Theodora

     

    Come fare per ricevere i nostri prodotti solidali?

     

    Chiama in Fondazione allo 02 801116 oppure scrivi a marianna.duglio@theodora.it

     

    Preferisci vedere di persona le nostre proposte? Nessun problema ti aspettiamo presso i banchetti Theodora che la Fondazione organizza in ospedale:

     

    Milano

    Istituto dei Tumori: 5 e 18 dicembre 2018

    Istituto Neurologico Besta: 11,12,18 e 19 dicembre 2018

     

    Bologna

    Ospedale Bellaria: 11 e 18 dicembre 2018

     

    Torino

    Regina Margherita: 13 dicembre 2018

     

    La Spezia

    Centro Commerciale La Fabbrica: 15 dicembre 2018

     

    Roma

    IRCCS San Raffaele Pisana: 10 e 17 dicembre 2018

     

    Aiutaci a rendere più forti i bambini in ospedale! Guarda subito il nostro catalogo e contattaci, grazie!

  • Schesir e Theodora insieme per regalare un magico Natale ai bimbi in ospedale

    Schesir

    Schesir, nota azienda nel settore pet food, ha scelto di regalare ai bambini ricoverati in ospedale i doni solidali di Fondazione Theodora Onlus per rendere più magico il loro Natale.

    Le strutture ospedaliere coinvolte in questa iniziativa benefica sono: l’Istituto Gaslini di Genova, lOspedale San Gerardo di Monza, l’Istituto Mondino di Pavia e l’Ospedale Buzzi di Milano.

    Anche tu puoi contribuire a portare momenti di spensieratezza e allegria ai piccoli pazienti! Partecipa alliniziativa Dedica un pensiero a chi ne ha più bisogno. Vai sulla pagina di Schesir e scrivi un messaggio per i bimbi ricoverati in ospedale. Per ogni pensiero inviato, Schesir donerà 2 euro a Fondazione Theodora Onlus. Grazie!

  • Ambrogino d’oro per Theodora

    Ambrogino d'oro Fondazione Theodora

     

    Fondazione Theodora Onlus è onorata di ricevere dalla Commissione per la Concessione delle Civiche Benemerenze del Comune di Milano, il prossimo 7 dicembre 2018, l’Ambrogino d’oro, inestimabile riconoscimento al valore dell’attività di Theodora a sostegno dei bambini ricoverati in ospedale.

     

    “Desidero ringraziare il Comune di Milano per il prestigioso premio conferito a Fondazione Theodora Onlus e per aver riconosciuto l’impegno della Fondazione che, da oltre 23 anni, porta momenti di gioco, ascolto e sorriso ai bambini ricoverati in ospedale con le speciali visite dei Dottor Sogni, artisti professionisti, assunti e specificamente formati per operare in reparti ospedalieri pediatrici di alta complessità. I nostri Dottor Sogni sono artisti dotati di grande sensibilità e capacità di ascolto. Non intervengono sulla malattia, che invece viene gestita dal personale sanitario, ma si prendono cura della “parte sana” del bambino, quella parte che ha bisogno di esprimersi attraverso il gioco, la fantasia, il pianto e il sorriso”, afferma Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus.

     

    In particolare a Milano, Fondazione Theodora Onlus opera presso cinque importanti realtà ospedaliere con 11 Dottor Sogni:

    Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori (dal 30 maggio 1995 in Pediatria);

    Ospedale dei Bambini V. Buzzi (dall’8 novembre 2000 nei reparti di: Ortopedia e Traumatologia Pediatrica, Chirurgia pediatrica, Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva Pediatrica);

    Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Besta (dal 13 aprile 2000 nei reparti di: Neurologia dello Sviluppo e Neuropsichiatria Infantile);

    ASST Fatebenefratelli Sacco (dal 4 gennaio 2007 in Pediatria);

    IRCCS Policlinico San Donato (dal 15 febbraio 2012 nei reparti di: Cardiochirurgia Pediatrica e Terapia Intensiva).

     

    Album fotografico Ambrogino d’oro per Fondazione Theodora disponibile qui

  • Milano Marathon 2019: allena il tuo cuore per i bimbi in ospedale!

    Milano Marathon 2019: Fondazione Theodora

    Il 7 aprile 2019 Fondazione Theodora Onlus parteciperà, in qualità di Charity Partner, per il nono anno consecutivo, alla Milano Marathon!

    Mettiti in gioco con noi, insieme faremo molta strada e porteremo momenti di gioco, ascolto e sorriso ai bambini ricoverati presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

     

    Ho conosciuto i Dottor Sogni in ospedale durante il ricovero di Davide… quando arrivavano nella stanza portavano una ventata di aria fresca, positività e leggerezza. Ci sono stati vicino sempre in modo delicato e discretonon li dimenticherò mai. È per questo che ho scelto di correre la Milano Marathon per Theodora! Per regalare a tanti bambini ricoverati in ospedale, come Davide, la visita dei Dottor Sogni.

    Non sarà facile arrivare fino in fondo, ma l’obiettivo è troppo grande per rinunciare a metà strada!”, Alessandro papà di Davide  

     

    Cosa aspetti? Iscriviti anche tu alla Milano Marathon (maratona 42,195 Km oppure alla staffetta da quattro persone, 10 Km circa a testa) con Fondazione Theodora Onlus, aiutaci a tagliare questo importante traguardo sportivo e solidale.

     

    Per informazioni: milanomarathon@theodora.it, Tel 02 801116

  • Un SMS al 45583 per rendere più forti i bambini in ospedale

    Fondazione Theodora

    Dal 13 al 28 gennaio 2019, bastano un SMS solidale o una chiamata da rete fissa al 45583 per donare da 2 a 5/10 euro e contribuire al progetto di Fondazione Theodora Onlus “Un sorriso per i bambini in ospedale” volto a garantire la visita dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati nei reparti di oncologia. 

    Con i fondi raccolti Fondazione Theodora Onlus, con i suoi Dottor Sogni, potrà continuare la propria attività presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto I di Roma, l’A.O.R.N. Santobono Pausilipon di Napoli.

    Per questo progetto Fondazione Theodora Onlus può contare sul sostegno della testimonial Margherita Buy, che ha prestato la sua immagine per la campagna di comunicazione, e di tanti amici come Antonella Clerici, Filippo La Mantia, The Pozzoli’s Family, lo Spezia Calcio e gli sportivi Cristina Chirichella e Filippo Lanza.

    Aiutaci anche tu oggi, con un SMS o una chiamata da rete fissa al 45583, potrai essere accanto ai bambini ricoverati nei reparti di oncologia, grazie!

    Fondazione Theodora Onlus SMS 45583

  • Bomboniere del Sorriso: un “mucchio” di solidarietà!

    Casa del Giovane

    Risale al 2009 la collaborazione tra Fondazione Theodora Onlus e la Comunità Casa del Giovane di Pavia.

    Gli ospiti della Comunità partecipano a un progetto di lavoro volontario per la composizione delle bomboniere che la Fondazione offre ai propri sostenitori per festeggiare le cerimonie personali e familiari.

    È un grande onore essere stati scelti come progetto/lavoro dalla Comunità e un ulteriore supporto alla realizzazione della missione della Fondazione. Vogliamo farvene sapere di più, per questo ne parliamo con Domenico Paladino, Educatore professionale dei Centri Diurni.

     

    Come avete conosciuto Fondazione Theodora Onlus?

     

    Abbiamo conosciuto la vostra Fondazione durante la ricerca di attività di volontariato ricche di significato, che potevano essere svolte anche a “distanza” in un luogo protetto. Durante tale ricerca, un nostro operatore è venuto a conoscenza del lavoro che la vostra realtà effettuava e ci è piaciuta molto l’idea di collaborare come amici “invisibili ma vicini” del vostro operato. Da allora è nata una bella collaborazione che va avanti ormai da una decina di anni.

    Come si concretizza il vostro sostegno?

    Un gruppo di ospiti dei Centri Diurni Don Orione e Don Bosco per la salute mentale si riunisce intorno ad un tavolo e ognuno, in base alle proprie competenze, si impegna nell’assemblaggio delle Bomboniere del Sorriso. C’è chi si occupa di costruire la scatolina, chi inserisce il naso rosso al suo interno e chi si occupa dello stoccaggio delle bomboniere.

    Come vivono gli ospiti dei Centri Diurni questa attività a sostegno del programma di bomboniere solidali?

    A questa domanda M.P. risponde “dà soddisfazione, mi rende felice perché si dà una mano ai bambini in difficoltà”.

    G. M. dice “è un modo per aiutare il prossimo”.

    M.B. “aiuti gli altri ed è una bella attività”.

    S.L. aggiunge: “Ho scelto di aderire a questo progetto perché mi piace il senso che c’è dietro. Aiutare chi ha bisogno. È un piccolo gesto che mi rende felice. È divertente svolgere questo lavoro. Sapere che il nostro lavoro non passa inosservato è una grande soddisfazione”.

     

    Siamo molto grati al contributo che riceviamo dai ragazzi della Comunità Casa del Giovane di Pavia e siamo felici che le nostre Bomboniere del Sorriso siano occasione di riscatto oltre che di celebrazione e gioia!

     

    Scopri le nostre Bomboniere del Sorriso qui 

     

  • “A teatro…ingessati”

    Dottor Sogni

     

    Dal 1999 Fondazione Theodora Onlus è presente all’Istituto Gaslini di Genova con i suoi Dottor Sogni nei reparti di: Ematologia, Oncologia, Centro trapianti, Nefrologia e dialisi, Day Hospital e sala gessi, Ortopedia e Traumatologia, Neurologia e malattie neuromuscolari.

    A seguito di questi quasi 20 anni di collaborazione tra la Fondazione e il Reparto di Ortopedia dell’Istituto Giannina Gaslini, la Fondazione ha immaginato di potenziare tale alleanza mettendo a disposizione l’esperienza artistica dei Dottori Sogni per costruire una Rassegna Teatrale in Reparto

    Il Teatro come forma di racconto e narrazione, come occasione di condivisione e scambio umano su temi che attraversano sia l’infanzia che l’adolescenza che l’età adulta. Creare all’interno del reparto uno spazio teatrale permette a famiglie, piccoli ricoverati e personale medico di attraversare un’esperienza gioiosa che unisce e crea condivisone, in un momento, il ricovero, in cui le fragilità tendono a volte a isolare. 

    Gli Spettacoli si svolgeranno una volta al mese al pomeriggio nel Salone adiacente la Sala gessi. Questo percorso segna la prosecuzione del lavoro costruito negli anni da Fondazione Theodora e il personale ospedaliero nel comune obiettivo di migliorare il benessere e la cura dei piccoli e delle loro famiglie. Il tutto si sviluppa grazie alla collaborazione delle insegnanti della scuola in ospedale e dei volontari per creare rete e amplificare gli effetti del lavoro.

    Rassegna

  • Fondazione Theodora inaugura un nuovo programma di visita all’Azienda Ospedaliera di Padova!

     

    Dottoressa Peppa

    Un bambino sereno ha più forza per affrontare la malattia e per guarire. Lo sanno bene i 32 Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus, artisti professionisti specificamente formati per operare in ambito ospedaliero pediatrico, che ogni anno regalano la magia di un sorriso a oltre 35.000 bambini e a circa 105.000 familiari in 41 reparti pediatrici di 18 presidi italiani.

    È con il desiderio di essere al fianco di sempre più bambini in ospedale che la Fondazione inaugura, grazie al supporto di Moncler, il 7 febbraio 2019, un nuovo programma di visita presso i reparti di onco-ematologia e trapianto dell’Azienda Ospedaliera di Padova, centro di eccellenza per la diagnosi e la cura delle malattie maligne ed ematologiche dell’infanzia: “Avviare un programma di visita in un nuovo ospedale è una grande emozione. Sapere di poter contribuire a donare momenti di serenità e di evasione a tanti nuovi piccoli pazienti e alle loro famiglie durante la difficile prova del ricovero ci riempie di gioia. Come riescono i Dottor Sogni a realizzare questa magia? Attraverso l’ascolto, l’empatia, l’improvvisazione, lavorando con le emozioni. I nostri Dottor Sogni non intervengono infatti sulla malattia, che viene gestita dal personale sanitario, ma si prendono cura della “parte sana” del bambino, quella parte che ha bisogno di esprimersi attraverso il gioco, la fantasia, il pianto e il sorriso. Tutti i bambini hanno bisogno di sorridere e di ridere, anche in ospedale, perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti”, sostiene Emanuela Basso Petrino, Direttore Generale di Fondazione Theodora Onlus.

    Dottor Sogni

    La collaborazione di Fondazione Theodora Onlus con l’Azienda Ospedaliera di Padova, centro di eccellenza per la cura e la ricerca medica, rappresenta un traguardo importante per la Fondazione, che così può raggiungere un significativo nuovo bacino di utenza non limitato alla città di Padova, ma esteso all’intero Veneto e al nord est del nostro paese, aggiungendo così un tassello alla mappatura dei poli pediatrici di riferimento in cui già opera. 

    L’Azienda Ospedaliera di Padova costituisce infatti un punto di riferimento non solo italiano ed europeo grazie ai solidi rapporti di collaborazione con alcuni tra i più prestigiosi ospedali di tutto il mondo.

    Essere parte di questo progetto ospedaliero che ha come obiettivo quello di garantire al bambino con malattie ematologiche e neoplastiche la migliore assistenza, intesa nella sua globalità, assicurando i migliori protocolli di cura e adeguate terapie di supporto (incluso quello psicologico, al bambino e alla sua famiglia) è per la Fondazione un grande privilegio.

  • VyTA&Fondazione Theodora: Intervista a Nicolò Marzotto

    VyTA

    VyTA, la famosa boulangerie che accompagna i viaggiatori lungo le principali rotte ferroviarie, ha scelto di essere al fianco di Fondazione Theodora Onlus e dei bambini in ospedale. Nicolò Marzotto, Presidente Retail Food S.r.L – VyTA, ci racconta le ragioni del loro generoso gesto:

     

    Come ha conosciuto Fondazione Theodora Onlus?

    Ho conosciuto Theodora tramite Roberta d’Amelio Poss, che fa parte del Consiglio direttivo. Grazie a Lei ho potuto conoscere la storia e la filosofia che anima le iniziative della Fondazione a sostegno dei bambini ospedalizzati.

     

    Quanto è importante l’impegno sociale per voi come Azienda?

    Per noi ha sempre rappresentato un impegno da perseguire con convinzione e dedizione.

    Il nostro lavoro ci offre l’opportunità di incontrare e far incontrare migliaia di persone ogni giorno, che siano clienti abituali o viaggiatori di passaggio, rappresentano un grande potenziale in termini di visibilità e sostegno a tutte quelle iniziative che coinvolgono la sfera sociale.

     

    Come si concretizza il vostro sostegno per Theodora?

    Tra le nostre proposte alle clientela, abbiamo il ”Panino Theodora”: per ogni panino venduto, VyTA devolve 1 euro alla Fondazione.

    Ogni anno, grazie a questa formula dedicata, riusciamo a dare un buon contributo in termini economici e di visibilità alla Fondazione. Inoltre, offriamo il lunch packet del “Pic-nic di Theodora”, l’evento di beneficenza che si tiene annualmente a Roma.

     

    Qual è secondo Lei il valore aggiunto che porta Fondazione Theodora Onlus in ospedale attraverso i Dottor Sogni?

    La figura del Dottor Sogni negli ospedali è molto preziosa perché si dedica agli aspetti legati all’emotività del paziente, al suo desiderio di esprimere sentimenti e stati d’animo, che spesso non possono essere seguiti pienamente dal personale medico perché più attivamente concentrato nelle cure.

    Riguardo all’universo infantile, trovo che sia davvero importante sostenere i piccoli pazienti nella difficile esperienza del ricovero e donare allegria anche in situazioni di diagnosi purtroppo funeste.

     

     

  • Milano Marathon 7 aprile 2019: allena il tuo cuore per i bimbi in ospedale!

    Milano Marathon 2019

    Il 7 aprile 2019 Fondazione Theodora Onlus parteciperà, in qualità di Charity Partner, per il nono anno consecutivo, alla Milano Marathon! Mettiti in gioco con noi, insieme faremo molta strada e porteremo momenti di gioco, ascolto e sorriso a più di 700 bambini ricoverati in un anno presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

    Ho conosciuto i Dottor Sogni in ospedale durante il ricovero di Davide… quando arrivavano nella stanza portavano una ventata di aria fresca, positività e leggerezza. Ci sono stati vicino sempre in modo delicato e discretonon li dimenticherò mai. È per questo che ho scelto di correre la Milano Marathon per Theodora! Per regalare a tanti bambini ricoverati in ospedale, come Davide, la visita dei Dottor Sogni. Non sarà facile arrivare fino in fondo, ma l’obiettivo è troppo grande per rinunciare a metà strada!”, Alessandro papà di Davide  

    Cosa aspetti? Fai come Davide, iscriviti anche tu alla Milano Marathon! Aiutaci a tagliare questo importante traguardo sportivo e solidale. Scegli la formula che più ti si addice:

    1. Coinvolgi amici e colleghi a correre la Staffetta dei Sogni
    2. Sfidati nella Maratona individuale lunga 42 km

    Come iscriversi:

    Staffetta: Accedi al sito della Generali Milano Marathon e seleziona Fondazione Theodora Onlus tra i Charity Partner proposti. Compila tutti i campi richiesti, ti contatteremo per finalizzare l’iscrizione. Costo 50 € per ciascun runner, totale a staffetta 200 €.

    Maratona: Invia a Fondazione Theodora Onlus la conferma di avvenuta donazione, riceverai tutti i dettagli per inserire e confermare la tua iscrizione direttamente sul portale dedicato. Costo maratona 120 .

    Modalità di donazione:

    Effettua una donazione intestata a Fondazione Theodora Onlus (specificando nella causale: “MM19 – STAFFETTA/MARATONA – Nome squadra”)

    • In banca: IBAN IT 51F0335901600100000113874
    • In posta: C/C postale 13659222
    • Online sul nostro sito: www.theodora.it

    Allenati a…raccogliere fondi!

    • Diventa fundraiser di Fondazione Theodora Onlus: Coinvolgi colleghi, amici, famiglia, chiedendo loro di fare una donazione a TheodoraOrganizza gare di torte, sfide tra compagni di staffetta, aperitivi dedicati a Theodora. Realizza un video in cui chiedi di sostenere la tua sfida
    • Dona e invita a donare per il progetto “Staffetta solidale per Theodora” su Rete del Dono. Puoi anche creare la tua personale pagina di raccolta fondi collegata al nostro progetto: contattaci per scoprire come!

    Che si scelga di essere parte di una staffetta, di correre l’intera maratona, di fare il tifo per i propri amici e colleghi, di partecipare a una gara di torte organizzata a favore dei nostri runner…il traguardo più importante da raggiungere INSIEME è quello della solidarietà!

    Io corro per un sogno che rende più forti! #iocorroperTheodora e tu?

    Per maggiori informazioni  milanomarathon@theodora.it tel. 02 801116

  • Milano Marathon 2019

     

    Milano Marathon

     

    Il 7 aprile oltre 300 Runner hanno scelto di correre la Milano Marathon per Theodora!

     

    Insieme abbiamo tagliato non solo un incredibile traguardo sportivo, ma soprattutto uno straordinario traguardo solidale: donare momenti di leggerezza, evasione e sorrisi ai bambini che affrontano la difficile prova del ricovero ospedaliero.

     

    Grazie di cuore a tutti i nostri Runner, alle Aziende Amiche, al nostro Ambasciatore e preparatore atletico Silvio Omodeo e al Garda Music Fife.

     

    Guarda l’album fotografico della Milano Marathon 2019 sulla pagina di Facebook di Fondazione Theodora Onlus!

     

     

     

  • Nuovo programma di visita per Fondazione Theodora presso l’Hospice pediatrico del Gaslini

    Fondazione Theodora

    L’Istituto Giannina Gaslini di Genova, nel mese di maggio 2018, ha inaugurato l’Hospice pediatrico “Il Guscio dei bimbi”, una struttura residenziale alternativa all’ospedale, ad elevata complessità assistenziale, sia da un punto di vista strutturale che organizzativo, ma a dimensione di bambino, con spazi, luoghi, arredi adeguati all’età, in un ambiente molto simile a quello in cui vive normalmente una famiglia.

    In questo spazio accogliente e protetto vengono ospitati bambini prematuri, bambini dimessi dal reparto di rianimazione e in stadio terminale di malattia con l’intento di offrire loro un aiuto per tornare a casa a trascorrere gli ultimi giorni con la propria famiglia.

     

    Siamo molto onorati che il Direttore Responsabile e il primario della struttura, dopo aver osservato e apprezzato la qualità e la professionalità dell’intervento dei Dottor Sogni nei reparti di oncologia ed ematologia dell’Istituto Gaslini in cui operiamo da 20 anni, abbiano fatto richiesta alla Fondazione di poter beneficiare della visita dei Dottor Sogni anche in un luogo così delicato quale l’Hospice pediatrico. Poter offrire un contributo nel percorso di cure palliative dedicate ai piccoli pazienti cronici inguaribili è per Fondazione Theodora Onlus un grande privilegio e un onore”, afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.

     

    Fondazione Theodora

     

    Con grande emozione giovedì 11 aprile i nostri Dottor Sogni hanno effettuato la prima visita presso “Il Guscio dei bimbi”. La Dottoressa Piperita e il Dottor Stropiccio sono entrati in punta di piedi nelle stanze con l’intento di offrire ai bambini e alle loro famiglie un sostegno e un appoggio in questo percorso delicato e difficile: “Nonostante nell’Hospice siano presenti bambini e ragazzi con gravissime difficoltà, trovo che sia un luogo in cui si respira una grande umanità, umanità che cerchiamo di portare anche noi in ospedale con le nostre speciali visite” sostiene la Dottoressa Piperita.

     

  • La Pozzolis Family ha sposato la causa di Theodora!

    Pozzolis Family &Theodora

    Siamo molto felici di avere al nostro fianco la Pozzolis Family! In occasione del loro matrimonio Alice e Gianmarco hanno scelto di sostenere la missione di Fondazione Theodora Onlus invitando i loro fan a fare una donazione a favore della Fondazione. Tutti possono contribuire con una donazione online sul nostro sito specificando nelle note “matrimonio Pozzolis”

     

    Alice, a seguito della sua prima visita in ospedale, ha raccontato così la sua esperienza: “Quando i Dottor Sogni mi hanno chiesto di accompagnarli nelle loro visite ai bambini ospedalizzati, ho impiegato meno di un secondo a rispondere “assolutamente si!”. Ma solo perché non avevo idea di quello che mi aspettava. E meno male, perché altrimenti me la sarei fatta sotto e sarei rimasta a casa. E così mi sarei persa l’occasione di vedere la bellezza. Quando oggi ho visto la Dottoressa Bonsai calmare una bimba di pochi mesi appoggiandole un carillon vicino all’orecchio, quando ho visto il sollievo dei suoi genitori che finalmente riuscivano a cambiare la benda di una medicazione, quando ho visto quella bimba sorridere ho capito è che la bellezza e la cura, insieme all’amore, possono muovere le montagne. Grazie Dottor Sogni! Siete meravigliosi“.

     

    Abbiamo bisogno anche del vostro aiuto per regalare ancora più sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale, donate ora, grazie!

  • Image Regenerative Clinic & Fondazione Theodora per i bimbi dell’Ospedale Buzzi

    Fondazione Theodora

    Image Regenerative Clinic, la prima Urban Medi Spa Italiana, condividendo appieno la missione di Fondazione Theodora Onlus, ha scelto di adottare, grazie anche al prezioso contributo dei suoi generosi pazienti, due Dottor Sogni all’Ospedale dei Bambini V. Buzzi di Milano per regalare ogni anno sogni e sorrisi a quasi 1.000 bambini ricoverati presso i reparti di: anestesia, terapia intensiva, rianimazione, chirurgia, ortopedia e traumatologia.

    Siamo felici di poter contare sul supporto di Image Regenerative Clinic per garantire la speciale visita dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati all’Ospedale dei Bambini V. Buzzi di Milano”, afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.

    “Siamo orgogliosi di poter aiutare anche quest’anno Fondazione Theodora Onlus, che con le visite dei Dottor Sogni aiuta i bambini a superare le lunghe degenze ospedaliere. Image sostiene Theodora dal 2015, ma da quest’anno, anche grazie al progetto Image Regenerative Clinic riusciremo a sostenere la Fondazione con aiuti più consistenti, “adottando” 2 Dottor Sogni all’Ospedale dei Bambini Buzzi di Milano. Ci riempie di gioia sapere che grazie al nostro contributo quasi 1000 bambini potranno continuare a sognare, anche all’interno dell’ospedale. Tutto ciò sarà reso possibile anche grazie all’aiuto dei nostri pazienti.”, afferma Elena Colombani.

  • TORNANO I “PIC-NIC DI THEODORA” a Milano e Roma

     

    Picnic Theodora

    Tornano i pic-nic che regalano sogni e sorrisi ai bambini in ospedale! Si terrà a Milano il 28 settembre il primo dei due appuntamenti solidali firmati Theodora e nati nel 2011 da un’idea di Giovanna Ferrero Ventimiglia e Lucrezia Borromeo Arese.

     

    Gli ospiti, che avranno confermato la loro partecipazione su Rete del Dono, riceveranno all’ingresso dei giardini tutto l’occorrente per il pic-nic: un telo per sedersi sul prato e un packet lunch pieno di leccornie da gustare in compagnia. Quali saranno i programmi delle giornate? Laboratori creativi, spettacoli, animazione e ovviamente l’allegria dei Dottor Sogni per passare una bella giornata nel verde all’insegna della solidarietà.

     

     

    Il “Pic-nic di Theodora” è un evento straordinario che, grazie a tutti gli amici che vi partecipano e che lo sostengono, contribuisce a garantire, ogni anno, le speciali visite dei Dottor Sogni di Theodora a oltre 35.000 bambini ricoverati in ospedale. I nostri Dottor Sogni sono artisti dotati di grande sensibilità e capacità di ascolto. Non intervengono sulla malattia, che invece viene gestita dal personale sanitario, ma si prendono cura della “parte sana” del bambino, quella parte che ha bisogno di esprimersi attraverso il gioco, la fantasia, il pianto e il sorriso. Tutti i bambini hanno bisogno di sorridere e di ridere, anche in ospedale, perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti..” , afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus

     

    Con i fondi raccolti, in occasione delle due tappe dei “Pic-nic di Theodora”, la Fondazione potrà garantire i programmi di visita attivi a Milano (Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Ospedale dei Bambini V. Buzzi, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Besta, l’ASST Fatebenefratelli Sacco e l’IRCCS Policlinico San Donato) e a Roma (Policlinico Umberto I e Ospedale Bambino Gesù).

     

    Il “Pic-nic di Theodora” si terrà a:

    • Milano, sabato 28 settembre 2019 dalle ore 11.30, Giardini di Villa Reale. Prenotazione obbligatoria su Rete del Dono
    • Roma, sabato 12 ottobre 2019 dalle ore 12.00, Giardini del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Prenotazione obbligatoria su Rete del Dono
  • Generali Agenzia di Monza&Fondazione Theodora per i bimbi in ospedale

     

    Generali&FondazioneTheodora

    Generali Agenzia di Monza Largo XVV Aprile, storica realtà assicurativa che dal 1929 opera nel Territorio di Monza e Brianza e nell’hinterland milanese, è al fianco di Fondazione Theodora Onlus e dei bambini ricoverati in ospedale.

    Il dott. Filippo Buelli e il Rag. Fabrizio Rasero, Agenti Generali dell’Agenzia Generali Monza Largo XXV Aprile, ci raccontano perché hanno scelto di sostenere integralmente le nostre attività presso i reparti di ematologia, centro trapianti, day hospital ematologico e pediatria.

    Come ha conosciuto Fondazione Theodora Onlus?

    Ho conosciuto Theodora tramite Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora. Grazie a Lei ho potuto conoscere da vicino la missione della Fondazione a favore dei bambini ricoverati in ospedale.

    Quanto è importante l’impegno sociale per voi come Azienda?

    Come imprenditori riteniamo sia un dovere sostenere il territorio in cui opera l’Agenzia, selezionando iniziative uniche e in grado di dare un significativo contributo allo sviluppo del tessuto sociale.

    Come si concretizza il vostro sostegno per Theodora?

    Dal 2014 abbiamo sostenuto Theodora devolvendo un euro per ogni polizza a premio annuo emessa, numero che supera i 10.000 pezzi all’anno. Dal 2019 l’Agenzia Generale di Monza Largo XXV Aprile supporta integralmente la presenza dei Dottor Sogni nei reparti pediatrici dell’Ospedale San Gerardo di Monza.

    Qual è secondo Voi il valore aggiunto che porta Fondazione Theodora Onlus in ospedale attraverso i Dottor Sogni?

    Siamo stati testimoni delle attività dei Dottor Sogni durante una visita nel reparto pediatrico del San Gerardo e questo ci ha reso ancora più consapevoli della forza, della speranza e della fantasia che Fondazione Theodora Onlus trasmettono ai bambini ricoverati in ospedale. Il nostro sostegno alla Fondazione ci consente quindi di assicurare un sorriso ai bambini e alle loro famiglie in un momento delicato della loro vita.

  • In diretta dai reparti: Daniela Basso dal Gaslini di Genova

    Daniela Basso e André Poulie di Theodora

    Daniela Basso, infermiera del reparto di oncologia pediatrica dell’Istituto G. Gaslini di Genova, ci racconta quanto sia importante la presenza dei Dottor Sogni in ospedale.

    Qual è il valore aggiunto che porta un Dottor Sogni in reparto?

    Non è facile descrivere “l’effetto Dottor Sogni”, sarebbe più semplice “viverlo”. Diciamo che il valore aggiunto si racchiude in una parola, che solitamente non si considera un valore, ma che per un bambino ricoverato in ospedale lo è: normalità. In pochi minuti i Dottor Sogni rapiscono i pazienti e le loro famiglie (e spesso anche il personale sanitario) e li portano dentro ad una specie di enorme bolla di sapone, dove gli odori, i suoni e i colori non sono più quelli asettici e monotoni di una stanza di degenza, ma si trasformano in profumi di casa, schiamazzi del parco giochi, azzurro del cielo, verde dei prati.

    Quanto sono importanti il sorriso e l’ascolto per un bambini ricoverato?

    Siete mai stati ricoverati? Lo è stato un vostro caro? Se sì, allora lo sapete già. Il sorriso e l’ascolto fanno la differenza tra il “curare” e il “prendersi cura” di qualcuno. L’età conta poco, sono bisogni universali.

    Cosa significa per Lei essere Ambasciatrice di Fondazione Theodora?

    Essere Ambasciatrice di Theodora è motivo di orgoglio. Stimo profondamente tutte le persone che con il loro lavoro in Theodora permettono la realizzazione di questo progetto. È per me strumento di crescita personale e professionale (ho preso parte al seminario internazionale Theodora a Rolle, ho partecipato al seminario nazionale dei Dottor Sogni e ai corsi di formazione); grazie alla collaborazione con la Fondazione ho realizzato uno spettacolo teatrale, un monologo, in cui racconto la mia esperienza di infermiera pediatrica che lavora da 20 anni al fianco dei Dottor Sogni.
     

  • Dedica il tuo compleanno ai bambini in ospedale

    Facebook&Theodora

    Con Facebook puoi lanciare una raccolta fondi per il tuo compleanno e regalare sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale!

    Nel suo primo anno di attività Facebook Fundraiser e Facebook Button hanno raccolto oltre 300 milioni di dollari in tutto il mondo senza gravare le organizzazioni non profit di alcun costo.

    Molti di voi hanno già scelto Fondazione Theodora Onlus, in occasione del loro compleanno, per garantire momenti di leggerezza, gioco e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale e alle loro famiglie. Il vostro aiuto è fondamentale per portare avanti la nostra missione. Per questo ti chiediamo di lanciare una raccolta fondi per il tuo prossimo compleanno, scegliendo Fondazione Theodora.

    Iniziare è semplice vai su Facebook nella sezione Raccolte Fondi all’indirizzo: facebook.com/fund/FondazioneTheodora/ oppure vai sulla nostra pagina Facebook facebook.com/FondazioneTheodora in alto trovi il bottone +Crea Raccolta fondi…

    Scegli quanto vuoi raccogliere e la durata della tua raccolta fondi. A questo punto personalizza la tua raccolta: dai un titolo che chiarisca sin da subito il tuo obiettivo e nello spazio apposito spiega ancora meglio le tue finalità e perché stai raccogliendo fondi a favore di Fondazione Theodora Onlus. Quindi scegli una immagine di copertina tra quelle che ti propone Facebook oppure caricane una tua personale.

    Comunica la tua raccolta fondi ai tuoi amici, condividila più che puoi e raggiungi il tuo obiettivo: regalare sogni e sorrisi, nel giorno del tuo compleanno, ai bambini che affrontano la difficile prova del ricovero. Grazie!

    Dottor Sogni

     

  • Il programma di visita “Accompagnamento Chirurgico” compie 4 anni!

    Accompagnamento Chirurgico Theodora

    Il 1 luglio 2015 Fondazione Theodora Onlus ha inaugurato un nuovo programma di visita, presso l’Ospedale dei Bambini Buzzi di Milano, “l’Accompagnamento Chirurgico”. I reparti che beneficiano di questo programma sono: Chirurgia Pediatrica e Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva Pediatrica.

    Questo progetto prevede l’accompagnamento del piccolo paziente durante tutte le fasi preoperatorie, l’assistenza alle famiglie durante l’intervento e il benvenuto al bambino operato al suo risveglio, creando così una rete di sostegno e fiducia fortissimi…”, racconta Sabrine Sofia, la Dottoressa Bonsai.

    L’intervento dei Dottor Sogni durante il processo chirurgico si dimostra efficace, da un lato, perché riduce il livello di ansia del bambino e della sua famiglia e, dall’altro, perché è in grado di apportare benefici molto importanti in ordine alle complicanze e alle fasi post operatorieNumerosi sono gli studi che hanno dimostrato come tecniche non farmacologiche, in cui si inserisce l’intervento dei Dottor Sogni, abbiano un effetto positivo sul bambino e sulla sua famiglia e come l’induzione dell’anestesia possa essere causa di ansia preoperatoria e fattore di disturbi post operatori.

    La Dottoressa Ida Salvo, che ai tempi dell’avvio del progetto era Direttore S.C. Anestesia e Rianimazione presso il reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale dei Bambini Buzzi di Milano racconta così l’importanza dell’intervento dei Dottor Sogni: “Le paure dei bambini sono diverse a secondo dell’età: i più piccoli hanno paura del distacco dalla mamma; più avanti negli anni la paura è quella degli aghi, di aver male e infine negli adolescenti la paura diventa paura di morire “mi sveglierò?, mi sveglierò mentre mi operano?”. Per i genitori invece, qualsisia sia l’età del loro figlio, e anche qualsiasi sia l’entità dellintervento (non c’è molta differenza tra una fimosi o un trapianto), la paura è uguale, grande, paura di perdere il proprio figlio, che gli venga fatto del male, sensazione di impotenza, la paura che nasce nel dover affidare il proprio figlio a degli “sconosciuti”. Il bambino anche molto piccolo avverte perfettamente la preoccupazione dei genitori per quanto cerchino di simularla; sono i genitori il tramite su cui lavorare per evitare al bimbo situazioni di stress post traumatico molto frequenti dopo i ricoveri in ospedale (ad esempio il bambino che non piangeva più di notte, non faceva più la pipì a letto riprende a piangere, fare la pipì…). Ecco quindi il contesto difficile, con queste paure, in cui nasce il progetto ‘Accompagnamento Chirurgico’. Devo ammettere che i nostri Dottor Sogni riescono davvero ad inserirsi a meraviglia, bastano pochi minuti con il bambino, in primis, e poi con la famiglia del piccolo che deve andare in sala. Si crea una specie di cerchio magico fatto di giochi che crea la sensazione di protezione e comprensione profonda. Riescono con un sorriso e un gioco abbozzato a creare un’armonia tra gli operatori, tra operatori e genitori. I Dottor Sogni giocano con il personale, tutti sorridono (portantini, infermieri, medici), l’armonia che si crea induce fiducia nei genitori “guarda come vanno d’accordo” come tutto diventa semplice quasi un gioco, gioco che dà sicurezza. E se i genitori sono più sereni i bambini non hanno paura”.

     

  • Le Bomboniere del Sorriso su NOZZETICHE!

    Nozzetiche

    Il portale NOZZETICHE ha scelto di sostenere e promuovere le Bomboniere del Sorriso di Fondazione Theodora Onlus sul proprio sito aiutandoci così a diffondere maggiormente le nostre proposte solidali. Grazie al loro sostegno e a tutte le persone che sceglieranno le nostre Bomboniere del Sorriso regaleremo ancora più sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale.

    Davide Montenovi di NOZZETICHE ci spiega nel dettaglio in che cosa consiste e come funziona il loro portale:

    Che cos’è NOZZETICHE?

    NozzEtiche, il team del Matrimonio Sostenibile, è un network ecologico ed equosolidale per la festa degli sposi. NozzEtiche nasce dal felice incontro fra realtà che condividono una cultura economica e un modo di fare impresa alternative e sostenibili e che hanno riunito le loro proposte in una vetrina dedicata agli sposi, per rendere più facile e piacevole progettare il giorno delle nozze con un sì più giusto e responsabile. Futuro, amore, felicità, abbraccio, armonia…il vocabolario degli sposi descrive una festa gioiosa. Pensiamo insieme una festa che mette al mondo la bellezza, che non lasci l’impronta di chi calpesta il pianeta, ma la traccia gentile di una storia che racconta anche l’entusiasmo e la sfida della responsabilità. L’anello e l’abito, le bomboniere, le partecipazioni e gli inviti, il trucco e l’acconciatura, le fotografie e l’ambiente, la tavola, il pranzo, il brindisi, il viaggio: ogni momento del matrimonio può essere pensato e realizzato da chi ha a cuore l’equità, la solidarietà, la sostenibilità. Perché festa sia!”

    Come funziona?

    Il sito di NozzeEtiche raccoglie tutti i fornitori, che aderiscono a solidi principi di equosolidarietà e minimo impatto ambientale. Per i futuri sposi interessati a consultare il sito devono semplicemente andare su www.nozzetiche.com, impostare i filtri per selezionare la regione in cui si sposano e/o il tipo di fornitore che interessa. Non resta infine che leggere sulle schede i dettagli, vedere le foto e contattare chi piace di più”.

     

    Guarda la pagina dedicata alle Bomboniere del Sorriso di Fondazione Theodora su NOZZETICHE!

     

     

     

  • Liste Nozze del Sorriso e Liste Occasioni Speciali del Sorriso

    Liste Nozze Fondazione Theodora

    Festeggiate il vostro matrimonio con un gesto di solidarietà. Condividete la gioia del giorno più bello con i Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus e i bambini ricoverati in ospedale. 

    Fate della vostra cerimonia – o festa –  un momento di gioia e generosità davvero grande aderendo al programma “Liste Nozze del Sorriso”, dedicando la vostra lista nozze alla missione di Fondazione Theodora Onlus.

    Con il programma “Lista Nozze del Sorriso” potrete regalare le visite settimanali dei Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus ai bambini ricoverati negli ospedali in cui siamo presenti.

    Coinvolgete parenti ed amici nella vostra scelta solidale e invitateli a contribuire alla vostra “Lista Nozze del Sorriso” per portare gioia, magia e sorrisi ai piccoli pazienti dei reparti pediatrici che visitiamo quotidianamente.

    Gli invitati che aderiranno alla vostra “Lista Nozze del Sorriso” potranno effettuare una donazione che registreremo a nome degli sposi. Dedicheremo i fondi ad azioni specifiche, ogni iniziativa intrapresa sarà dunque fonte di sostegno per le attività scelte. Agli sposi invieremo un attestato con il riscontro dei fondi raccolti e delle persone che hanno aderito. Agli invitati che hanno accolto il vostro appello, invieremo una lettera di ringraziamento.

    Festeggia anche tutte le altre occasioni speciali con le “Liste Occasioni Speciali del Sorriso” e sostituirai i regali con sorrisi.

    PER INFO telefona allo 02 801116 oppure scrivi a bomboniere@theodora.org

  • Il “Pic-nic di Theodora” 2019

    Il "Pic-nic di Theodora"

    Tornano i pic-nic che regalano sogni e sorrisi ai bambini in ospedale. Si terrà a Milano il 28 settembre, presso i Giardini di Villa Reale, il primo dei due appuntamenti solidali firmati Theodora e nati nel 2011 da un’idea di Giovanna Ferrero Ventimiglia e Lucrezia Borromeo Arese.

    Gli ospiti, che avranno confermato la loro partecipazione, riceveranno all’ingresso dei giardini tutto l’occorrente per il pic-nic: un telo per sedersi sul prato e un packet lunch pieno di leccornie da gustare in compagnia. Quali saranno i programmi delle giornate? Laboratori creativi, spettacoli, animazione e ovviamente l’allegria dei Dottor Sogni per passare una bella giornata nel verde all’insegna della solidarietà.

    Un evento di fundraising unico, dedicato agli amici e ai sostenitori di Fondazione Theodora Onlus, che, dal 1995, con i suoi Dottor Sogni, regala momenti di sorriso, gioco ed evasione ai tanti bambini e alle loro famiglie costretti ad affrontare una degenza ospedaliera lunga e difficile.

    Il “Pic-nic di Theodora” è un evento straordinario che, grazie a tutti gli amici che vi partecipano e che lo sostengono, contribuisce a garantire, ogni anno, le speciali visite dei Dottor Sogni di Theodora a oltre 35.000 bambini ricoverati in ospedale. I nostri Dottor Sogni sono artisti dotati di grande sensibilità e capacità di ascolto. Non intervengono sulla malattia, che invece viene gestita dal personale sanitario, ma si prendono cura della “parte sana” del bambino, quella parte che ha bisogno di esprimersi attraverso il gioco, la fantasia, il pianto e il sorriso. Tutti i bambini hanno bisogno di sorridere e di ridere, anche in ospedale, perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti..” – afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.

    Con i fondi raccolti, in occasione delle due tappe dei “Pic-nic di Theodora”, la Fondazione potrà garantire i programmi di visita attivi a Milano (Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Ospedale dei Bambini V. Buzzi, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Besta, l’ASST Fatebenefratelli Sacco, IRCCS Policlinico San Donato) e a Roma (Policlinico Umberto I e Ospedale Pediatrico Bambino Gesù).

    Il “Pic-nic di Theodora” si terrà a:

    • Milano, sabato 28 settembre 2019 dalle 11.30, Giardini di Villa Reale.

    Prenotazione obbligatoria: https://www.retedeldono.it/it/progetti/fondazione-theodora-onlus/il-pic-nic-di-theodora

    • Roma, sabato 12 ottobre 2019 dalle 12.00, Giardini del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

    Prenotazione obbligatoria: https://www.retedeldono.it/progetti/fondazione-theodora-onlus/il-pic-nic-di-theodora-roma

  • Super Surprising Dancing Party per Fondazione Theodora: 20 Settembre Torino

    Dancing Charity Party Theodora

    Vuoi aiutarci a regalare sogni e sorrisi ai bambini ricoverati all’Ospedale Regina Margherita? Ti aspettiamo venerdì 20 settembre al Super Surprising Dancing Party per Fondazione Theodora con Edit Torino: una serata unica con cibo d’eccellenza, spettacoli  acrobatici, musica e soprattutto tanta solidarietà!
    Il Charity Dancing Party ‘A touch of Red’ è un evento straordinario che, grazie a tutti gli amici che vi partecipano e che lo sostengono, contribuisce a garantire le speciali visite dei Dottor Sogni di Theodora ai bambini ricoverati all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, per aiutarli ad affrontare meglio, insieme alle famiglie, la malattia e la degenza.” – spiega Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.  

    Per info e prenotazioni: eventi@theodora.it (Donazione minima 100 euro per persona, IBAN IT 07 B 03069 09606 100000113874, causale: Theodora Party Torino)

  • Fondazione Theodora Onlus cerca nuovi artisti professionisti per inserimento nel gruppo dei Dottor Sogni

    Dottor Sogni Fondazione Theodora

    Per lo sviluppo di Fondazione Theodora Onlus, il gruppo dei Dottor Sogni verrà ampliato coinvolgendo artisti milanesi, torinesi, genovesi, romani e napoletani.  A tal proposito, Fondazione Theodora Onlus sta pianificando una nuova formazione iniziale che avrà luogo tra febbraio e aprile 2020.

    Il percorso di selezione e formazione si svolgerà in tre fasi successive con l’obiettivo di fornire agli artisti selezionati dalla Fondazione gli strumenti necessari allo svolgimento del lavoro in ambito ospedaliero.

    Queste le tre fasi previste per la selezione:

    • compilazione di un questionario scritto e superamento di un colloquio professionale e motivazionale;
    • corso di formazione teorico-pratico (almeno 3 mesi) gratuito dedicato in genere a una “classe” di più persone; e
    • tirocinio di 3/4 settimane in affiancamento a un Dottor Sogni formatore o di lunga esperienza.

    Alla fine di questo percorso, l’artista verrà assunto dalla Fondazione e lavorerà in ospedale secondo una pianificazione trimestrale. Ciascun Dottor Sogni svolge, in media, l’attività per 4/6 mezze giornate al mese.

    Requisiti essenziali:

    • residenza o domicilio a Milano, Torino, Roma o Napoli, Genova;
    • formazione artistica e/o partecipazione a progetti artistici; e
    • compimento del 25° anno di età.

    Requisiti preferenziali:

    • formazione pedagogica e/o partecipazione a progetti per bambini;
    • esperienza in ambito ospedaliero;
    • conoscenza della lingua inglese o francese; e
    • dimestichezza con l’uso del pc e dei suoi programmi principali.

    Il curriculum vitae dovrà essere inviato, mezzo mail, al seguente indirizzo: cristina.petrarca@theodora.org entro il 2 dicembre 2019.

  • VolontariAmo di Banco BPM: una catena di solidarietà

    Bpm per Theodora

    Quando è nata la sezione VolontariAmo di Banco BPM e con quale obiettivo?

    VolontariAmo nasce nel 2017 dopo la fusione tra Banco Popolare e Banca Popolare di Milano: è uno dei progetti seguiti da People Care, struttura che fa parte di Risorse Umane e che si occupa, con diverse proposte, di accrescere il benessere dei dipendenti in termini di Work Life Balance, Wellbeing, Ascolto dedicato e di diffondere Cultura per lo sviluppo di una società più attenta, equa ed inclusiva. Con VolontariAmo, Banco BPM vuole incoraggiare, supportare ed organizzare la partecipazione attiva e concreta dei propri dipendenti alla vita delle comunità locali, a sostegno di organizzazioni no-profit. La Banca si avvicina così al territorio e ai suoi bisogni mettendo a disposizione il tempo e la passione dei propri dipendenti.

    Quanti progetti all’anno sostenete e quanti volontari sono coinvolti?

    Nel 2018 abbiamo organizzato 39 iniziative a cui hanno partecipato 293 dipendenti. In tutto abbiamo supportato 33 Associazioni presenti in 27 diverse città italiane. Nei primi 6 mesi del 2019 abbiamo organizzato 28 iniziative con 20 associazioni No profit in 16 città italiane ed abbiamo già un fitto calendario per l’autunno che comprende nuovamente la Colletta Alimentare, giunta ormai alla 3° edizione.

    Come viene percepito il volontariato aziendale dai dipendenti? Aderiscono con entusiasmo e partecipazione?

    I nostri colleghi mettono a disposizione la propria passione ed energia per partecipare alle giornate di VolontariAmo dimostrando entusiasmo e gratitudine per l’opportunità di potersi avvicinare, spesso per la prima volta, al mondo no profit supportati dalla propria azienda. Il “desiderio di sentirsi utili”, che spinge a candidarsi alle iniziative proposte da VolontariAmo, diventa successivamente “ringraziamento” per aver ricevuto molto più di quanto si è donato.

    Con settembre, per il pic-nic, siamo già al nostro terzo incontro. Come avete conosciuto Fondazione Theodora Onlus e perché avete scelto di sostenerla?

    Le associazioni che incontriamo sul territorio ci vengono segnalate dai CSV o, più frequentemente, dai dipendenti stessi. È stata infatti una collega a parlarci della vostra bellissima realtà e a fornirci i vostri contatti. L’incontro che ne è seguito è stato il momento per approfondire la reciproca conoscenza e co-progettare la prima giornata di VolontariAmo con Fondazione Theodora che ha dato inizio alla nostra bellissima collaborazione.

    Con VolontariaAmo sosteniamo associazioni no profit che operano su realtà e tematiche molto varie (ambiente, animali, sostegno alle persone in difficoltà che vivono un disagio sociale, una malattia, una situazione di estrema povertà).

    Il nostro supporto, che deve necessariamente essere concentrato in un giorno, risponde spesso a esigenze una tantum delle associazioni che possono andare da piccole opere di manutenzione dei locali d’uso quotidiano o del verde, al riordino dei magazzini, alla preparazione del materiale o degli allestimenti per le feste, al supporto per attività ricreative rivolte agli utenti.

    Al termine di ogni giornata di volontariato, viene chiesto ai nostri volontari di lasciare “una traccia” dell’esperienza vissuta scrivendo un messaggio su una cartolina che verrà poi consegnata ai volontari del gruppo successivo, come a voler formare una catena di solidarietà che ci unisce nello spazio e nel tempo:

    Il tempo è la moneta della vita, è l’unica che possediamo e che possiamo decidere come spendere… spenderla per regalare sorrisi ai bambini ricoverati negli ospedali è moneta ben spesa per sentirsi più ricchi veramente. Grazie di Cuore a Theodora“, scrive un volontario di Banco BPM.

  • Intervista a un nostro donatore

    Fondazione Theodora

    Perché hai scelto Theodora?

    “Ho conosciuto la Fondazione durante il ricovero del figlio di un mio caro amico all’Istituto dei Tumori di Milano. Era un periodo drammatico della loro vita… e anch’io ne fui molto coinvolto. Un giorno all’ospedale assisto all’arrivo di due personaggi divertenti e colorati, i Dottor Sogni di Theodora, che portano nel reparto un’improvvisa ventata di stupore e allegria. Mi coinvolgono nella loro visita dentro la stanza del bambino, portando così tanto calore e umanità… Da quel giorno ho deciso di fare qualcosa per aiutarvi”.

    Come?

    Faccio due volte l’anno una donazione per sostenere le vostre attività. Ho potuto constatare personalmente il valore dei vostri interventi e l’effetto che fanno sui bambini e le famiglie.”

    Puoi spiegarci meglio le tue ragioni?

    “È davvero incredibile come i Dottor Sogni riescano a portare allegria e serenità ai bambini e ragazzi in un ambiente – l’ospedale – dove c’è tanta sofferenza, paura, a volte anche noia. L’atmosfera, nelle stanze, dopo il loro passaggio cambia in meglio. Credo che i bambini abbiano bisogno di non perdere la loro voglia di giocare e ridere, soprattutto nei momenti più difficili.”

    Desideri darci qualche suggerimento?

    “Non saprei… continuate così.”

    Che consigli daresti ai nostri lettori?

    Sostenete la Fondazione: quello che i Dottor Sogni riescono a fare nelle stanza d’ospedale è davvero importante e basta poco per fare la propria parte: io ho scelto di impegnarmi per l’equivalente di un caffè al giorno.”

    Sostenitore Theodora

     

  • Vita irreale, immaginazione reale: mostra di Leonardo

    Mostra disegni di Leo al Gaslini

    Giovedì 11 luglio 2019 è stata inaugurata la mostraVita irreale, immaginazione reale” nata da un incontro speciale tra i Dottor Sogni e Leonardo, ragazzo dal grande talento per le illustrazioni e paziente di oncologia dell’Istituto Giannina Gaslini, e dal desiderio di creare un ponte per collegare il mondo ospedaliero al mondo esterno rompendo così il tabù della malattia e del dolore che creano solitudine e isolamento.

    Esperienze come questa ci aiutano ad aprire lo sguardo per renderci conto che prima della malattia e del malato esiste la persona.

    Porre la persona al centro e prenderci cura della sua “parte sana” è la missione che svolge Fondazione Theodora Onlus ogni giorno in ospedale, dal 1995, con i Dottor Sogni, artisti professionisti, assunti e specificamente formati per operare in reparti ospedalieri pediatrici di alta complessità. I Dottor Sogni regalano momenti di gioco, ascolto e sorriso ai bambini in ospedale e alle loro famiglie aiutandoli così ad affrontare la difficile prova del ricovero.

    Dal 1999 Fondazione Theodora Onlus è presente all’Istituto Gaslini di Genova nei reparti di: Ematologia, Oncologia, Centro trapianti, Nefrologia e dialisi, Day Hospital e sala gessi, Ortopedia e Traumatologia, Neurologia e malattie neuromuscolari.

    Mostra disegni di Leo

     

    Mostra disegni di Leo

     

    Mostra disegni di Leo

     

     

  • In diretta dai reparti: la Dottoressa Daniela Caprino

    Fondazione Theodora

    L’Istituto Giannina Gaslini di Genova, nel mese di maggio 2018, ha inaugurato l’Hospice Pediatrico “Il Guscio dei bimbi”, una struttura residenziale alternativa all’ospedale, ad elevata complessità assistenziale, sia da un punto di vista strutturale che organizzativo, ma a dimensione di bambino, con spazi, luoghi, arredi adeguati all’età, in un ambiente simile a quello in cui vive normalmente una famiglia. Daniela Caprino, medico dell’Hospice, racconta quanto sia importante la presenza dei Dottor Sogni in questo reparto delicato:

    Quando a maggio del 2018 ha aperto l’Hospice Pediatrico sapevamo che sarebbe stata una sfida dura e impegnativa. Prendersi cura dei bambini inguaribili con patologie croniche, complesse significa offrire tutte le “cure” che migliorano la qualità della vita loro e dei loro famigliari, prendendosi carico non solo dei problemi medici ma anche dell’aspetto affettivo e relazionale. L’inserimento dei Dottor Sogni in questo reparto per noi rappresenta la possibilità di completare il nostro obiettivo.

    Ho conosciuto i Dottor Sogni dal loro arrivo al Gaslini vent’anni fa. Ho avuto modo di entrare in contatto e apprezzare il loro lavoro, la capacità di misurare le loro proposte tenendo conto della specificità delle situazioni. La grande esperienza e professionalità fa si che ogni incontro sia una storia unica, come è unica la storia di ogni paziente. Così l’agire artistico rende possibile l’entrare in relazione con i pazienti, quando è possibile, e/o con i genitori e il personale sanitario. Ricordo un giovedì pomeriggio, alcuni genitori erano nel “salotto” persi tra i loro problemi, sono arrivati Baciccia e Stropiccio, e si sono messi a lavorare con loro, essere coinvolti nel gioco e ridere, ha permesso loro di rientrare in stanza dal figlio con una carica diversa.

    L’Hospice pediatrico rappresenta anche un ponte tra il ricovero in reparto e l’andare a casa, un momento importante per i genitori che devono acquisire la consapevolezza delle condizioni del proprio figlio e imparare ad affrontare e risolvere problemi nuovi. I tempi di questo processo hanno un ritmo diverso. Il lavoro dei Dottor Sogni (Baciccia, Boh, Blu Blu, Irina Pirina, Melodia, Nasello, Pelosone, Piperita, Stropiccio) si integra con quello dell’equipe dell’Hospice, mantenendo vivo questo ritmo. Collaborare all’Hospice rappresenta un atto di fiducia nell’essere cresciuti insieme negli anni, professionalmente e umanamente”.

  • Almagores II per Theodora

    Almagores per Theodora

    Un bambino sereno ha più forza per affrontare la malattia e per guarire. Lo sanno bene i 32 Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus, artisti professionisti formati per lavorare in ambito ospedaliero pediatrico, che ogni anno regalano la magia di un sorriso a oltre 35.000 bambini e a circa 105.000 familiari in 42 reparti pediatrici di 18 ospedali italiani.

    I Dottor Sogni sono artisti dotati di grande sensibilità e capacità di ascolto. Non intervengono sulla malattia, che invece viene gestita dal personale sanitario, ma si prendono cura della “parte sana” del bambino, quella parte che ha bisogno di esprimersi attraverso il gioco, la fantasia, il pianto e il sorriso. Tutti i bambini hanno bisogno di sorridere e di ridere, anche in ospedale, perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti.

    È proprio per continuare a garantire queste visite speciali ai bambini ricoverati in ospedale che l’armatore di Almagores II ha scelto di lanciare una raccolta fondi in occasione della regata “Cape to Rio” 2020. Segui la loro avventura qui e sali a bordo anche tu! Ogni miglio percorso insieme regalerà sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale!

    Dona ora su Rete del Dono

    #ISALE4THEODORA

  • Un SMS al 45581 per rendere più forti i bambini in ospedale

     

    Dal 12 gennaio al 2 febbraio 2020, bastano un SMS solidale o una chiamata da rete fissa al 45581 per donare da 2 a 5/10 euro e contribuire al progetto di Fondazione Theodora Onlus “Sognare rende più forti i bambini in ospedale” volto a garantire la visita dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati nei reparti di onco-ematologia.

    Con i fondi raccolti Fondazione Theodora Onlus, con i suoi Dottor Sogni, potrà continuare la propria attività presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto I di Roma, l’A.O.R.N. Santobono Pausilipon di Napoli.

    Molti e affezionati sono gli Ambasciatori del Sorriso, i sostenitori di Fondazione Theodora nel mondo dello spettacolo e dello sport: l’amica e testimonial Margherita Buy e poi l’oste e cuoco Filippo La Mantia, gli attori comici di The Pozzolis Family, l’allenatore della nazionale maschile di pallanuoto Sandro Campagna, la ginnasta Vanessa Ferrari, i tuffatori Giovanni Tocci e Noemi Batki.

    La campagna di comunicazione è stata realizzata pro bono da Agenzia Armando Testa, BRW Filmland (casa di produzione), Matteo Sironi (regista), Human Touch (musica) ed Eccetera Produzioni Audio.

    Aiutaci anche tu oggi, con un SMS o una chiamata da rete fissa al 45581, potrai essere accanto ai bambini ricoverati nei reparti di onco-ematologia. 

    Perché sogni più forti rendono i bambini più forti!

    Fondazione Theodora

     

     

     

     

  • Fondazione Theodora & Ihealthyou

    I health you

    Fondazione Theodora Onlus ha avviato una collaborazione con il portale Ihealthyou per comunicare ad un pubblico più ampio la missione che svolge da 25 anni in ospedale a sostegno dei bambini ricoverati e delle loro famiglie.

    Ihealthyou è un portale informativo per trovare le strutture sanitarie più adatte alle proprie esigenze. Questa piattaforma non stila classifiche, favorisce un processo di informazione trasparente, utilizzando dei parametri oggettivi come il volume delle attività.


    Ihealthyou comprende anche un blog in cui strutture sanitarie, specialisti e Associazioni pubblicano articoli informativi ed educativi su medicina, benessere, prevenzione e stili di vita che aiutano a prendersi cura della propria salute, ogni giorno.

    Da giugno è attiva anche la community su Facebook: “La salute con Ihealthyou” un luogo in cui informarsi, confrontarsi e condividere le proprie esperienze.

  • Campagna con SMS solidale: Grazie a tutti!

    Fondazione Theodora

     

    Domenica 2 febbraio 2020 si è conclusa la campagna di raccolta fondi con SMS solidale di Fondazione Theodora Onlus a sostegno del progetto “Sognare rende più forti i bambini in ospedale”.  

    Grazie ai fondi raccolti la Fondazione, con i suoi Dottor Sogni, continuerà la propria attività presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto I di Roma, l’A.O.R.N. Santobono Pausilipon di Napoli.

    Desideriamo ringraziare per il prezioso e fondamentale sostegno:

    • tutti i media partner, conduttori, giornalisti, che hanno raccontato il nostro impegno per offrire un sostegno concreto ai bambini in ospedale e ai loro genitori
    • i nostri ambasciatori del sorriso, che come noi credono nella forza dei sogni e dei sorrisi, per allontanare la paura e le lacrime
    • tutti i sostenitori, che con la loro donazione hanno contribuito a regalare la speciale visita dei nostri Dottor Sogni a oltre 2.700 piccoli pazienti

    Perché sogni più forti rendono i bambini più forti!

  • Puzzle del Sorriso: una ragione in più per festeggiare!

    Puzzle Theodora

    L’offerta di bomboniere di Fondazione Theodora Onlus si arricchisce e aggiunge una nuova proposta per le vostre feste solidali. 

    Con il poetico Puzzle del Sorriso, grandi e piccini avranno una ragione in più per ricordare le vostre cerimonie e divertirsi insieme. Festeggiate con noi le vostre ricorrenze e occasioni speciali e continuate a sostenere i programmi di visita dei nostri Dottor Sogni con le nostre Bomboniere del Sorriso!

    Per maggiori informazioni cliccate qui e fateci sapere le vostre impressioni!

  • Almagores II & Fondazione Theodora per i bambini in ospedale

    dottor patè Grazie di cuore a tutti gli amici di Theodora che hanno contribuito alla raccolta fondi lanciata dall’armatore di Almagores II, Federico Borromeo, in occasione della regata Cape2Rio. Con i 15.000 euro raccolti garantiremo la visita del Dottor Patè per un intero anno presso l’Ospedale dei Bambini Buzzi, l’Istituto Nazionale dei Tumori, l’Istituto Neurologico Besta e l’Ospedale San Gerardo di Monza. Un grazie sincero da tutti i bambini e le famiglie che potranno ricevere le sue visite. “Indossare il camice è sentirmi un po’ supereroe, amplifica le mie emozioni e mi permette di sostenere il dolore straziante: la sofferenza dei bambini… il mio camice mi permette di prendere questo dolore e girarlo, stirarlo, sminuzzarlo, mischiarlo con una canzone e un ballo… e farlo diventare qualcosa di diverso.” Dottor Patè

    Grazie Almagores II!

    Almagores II per Theodora
  • Milano Marathon 2020: un traguardo da raggiungere insieme!

    Fondazione Theodora Milano Marathon 2020

    Fondazione Theodora Onlus parteciperà, in qualità di Gold Charity Partner, per il decimo anno consecutivo, alla Milano Marathon! Mettiti in gioco con noi, insieme faremo molta strada e garantiremo oltre 500 ore di presenza in reparto dei nostri Dottor Sogni, regalando sogni e sorrisi a più di 1.000 bambini, insieme ai loro famigliari, presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Aiutaci a tagliare questo importante traguardo sportivo e solidale!

    Come iscriversi:

    Staffetta: Accedi al sito della Generali Milano Marthon e compila tutti i campi richiesti. Ti contatteremo per finalizzare l’iscrizione. Donazione di 62,50 € per ciascun runner, totale a staffetta 250 €.

    Maratona: Invia a Fondazione Theodora Onlus la conferma di avvenuta donazione, riceverai tutti i dettagli per inserire e confermare la tua iscrizione direttamente sul portale dedicato. Donazione per la maratona 120 €.

    Modalità di donazione:

    Effettua una donazione intestata a Fondazione Theodora Onlus (specificando nella causale: “MM20 – STAFFETTA/MARATONA – Nome squadra”)

    • In banca: IBAN IT07B0306909606100000113874
    • In posta: C/C postale 13659222
    • Online sul sito: www.theodora.it
    Allenati a… donare per Theodora! L’allenamento è molto importante per arrivare preparati all’appuntamento sportivo. Ma partecipare alla Milano Marathon insieme a Theodora è molto di più: è un allenamento solidale, per aiutarci a donare sogni e sorrisi ai bambini! Corri e dona per Theodora su Rete del Dono  Sei un Runner? #iocorroperTheodora
    • Chiedi ad amici, colleghi, famigliari di fare il tifo per te con una donazione: 10 € per ogni km che percorrerai.
    • Scegli un obiettivo di raccolta fondi insieme ai tuoi compagni di squadra: chi lo raggiungerà per primo?
    • Fai un video durante l’allenamento in cui chiedi l’aiuto di tutti i tuoi amici.

    Correre non fa per te? #iotifoperTheodora

    • Prepara torte, biscotti, salatini per amici, colleghi, famigliari: ogni assaggio un’offerta per Theodora!
    • Organizza un’asta di torte: quale vincerà la sfida del gusto? E quella solidale?
    • Diffondi sui social le tue iniziative e chiedi a tutti gli amici di aiutarti a fare il tifo per Theodora.

    Che si scelga di essere parte di una staffetta, di correre l’intera maratona, di fare il tifo per i propri amici e colleghi, di partecipare a una gara di torte…il traguardo più importante da raggiungere INSIEME è quello della solidarietà!

    Per maggiori informazioni  milanomarathon@theodora.it  – Tel. 02 801116

  • Theodora entra nella stanza, nonostante la distanza

     

    Emanuela Basso Petrino e il Dottor Patè

    Cari amici di Theodora il coronavirus ci ha imposto una pausa momentanea dalle visite in ospedale, ma non ci impedirà di trovare altri strumenti per continuare a essere accanto ai bambini in ospedale e alle loro famiglie anche in questo periodo. E lo faremo da casa, dove ci siamo organizzati per continuare, in sicurezza, a portare avanti il nostro lavoro. Seguiteci e continueremo a raccontarvi quanto è importante aiutare i piccoli pazienti a rimanere sognatori. Perché ci crediamo davvero, sogni più forti rendono i bambini più forti. Grazie a tutti da parte dei Dottor Sogni e dello staff di Theodora“, Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.

  • Dona il tuo 5×1000 per offrire un sostegno concreto ai bambini in ospedale

    5x1000 Theodora

    Il tuo 5X1000 è un gesto semplice!

    Non ti costa nulla e ci permette di continuare a portare aiuto, ogni anno, ai bambini ricoverati nei 42 reparti pediatrici in cui operiamo in tutta Italia.

    Un bambino sereno ha più forza per affrontare la malattia e per guarire. Attraverso la tua firma, anche tu puoi aiutare i bambini in ospedale a rimanere sognatori. Perché sogni più forti rendono i bambini più forti!

    Ecco come fare

    123 Compila la scheda sul modello 730 o Unico

    Firma Firma nel riquadro “Sostegno del volontariato” 

    Cuore Theodora Indica nel riquadro il nostro codice fiscale 97247270156

     Grazie per il tuo aiuto!

     
    Stampa e conserva questo promemoria tra i documenti della dichiarazione dei redditi
    5x1000 Theodora

    Domande frequenti

    Che cos’è il 5×1000?

    Il 5×1000 è un particolare tipo di donazione che proviene dall’imposta sul reddito delle persone fisiche – IRPEF – come stabilito dalla Legge Finanziaria del 2006. Chiunque presenti la dichiarazione dei redditi può scegliere di destinare la propria quota, pari al 5×1000, a finalità di sostegno di particolari enti no profit, o di finanziamento della ricerca scientifica, o universitaria e sanitaria, compilando, con firma e codice fiscale dell’associazione, l’apposita sezione sulla dichiarazione dei redditi.

    Chi può donare il 5×1000?

    Ha la possibilità di destinare il 5×1000 delle proprie tasse ad una specifica associazione chiunque fa la dichiarazione dei redditi, presentando i modelli: REDDITI (Ex UNICO), CERTIFICAZIONE UNICA, MODELLO 730.

    Non ho l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi: posso donare il 5×1000?

    Si: basta consegnare ad una banca o a un ufficio postale la scheda integrativa per il 5×1000 contenuta nel CU in busta chiusa, su cui apporre la scritta “scelta per la destinazione del 5×1000 dell’IRPEF”, con indicazione di nome, cognome e codice fiscale del contribuente.

    È diverso dall’8×1000?

    Si: il 5×1000 non sostituisce, ma si aggiunge al meccanismo dell’8×1000. Entrambi permettono al contribuente di scegliere a chi devolvere una parte delle proprie imposte sul reddito, ma non vanno confusi perché hanno formule di destinazione fiscale diverse. Lo scopo dell’8 x1000 è di offrire sostegno alla Chiesa di culto (confessioni e credo religiosi) oppure è destinabile allo stato.

    Cos’è il 2X1000?

    É la quota che si può destinare ai partiti politici.

  • Dottor Sogni 2.0

    Dottor Sogni 2.0

    Guarda qui il video appello di Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus

    L’emergenza Covid – 19 ha imposto a Fondazione Theodora Onlus una temporanea sospensione di tutte le attività in ospedale, si è quindi posto il problema di come continuare a prendersi cura dei piccoli pazienti in un momento che peggiora la loro già delicata condizione e la risposta è stata trovata nel progetto “Dottor Sogni 2.0: Theodora entra nella stanza nonostante la distanza” ideato con l’obiettivo di far sentire che, anche in un momento così faticoso, in ospedale non si rimane soli.

    ll progetto prevede:

    • Video visite virtuali personalizzate” dei Dottor Sogni ai piccoli ricoverati in ospedale, per entrare nelle stanze di ospedale nonostante la distanza. Per prenotazioni inviare un whatsapp al 366 6396886 oppure una mail a dottorsogni@theodora.it
    • Favole al telefono 2020: Theodora chi-ama Rodari”: favole al telefono raccontate dai Dottor Sogni ai bambini ricoverati tra le 19 e le 21 orario in cui la malinconia si fa sentire di più in reparto. Per prenotazioni inviare un whatsapp al 366 6396886 oppure una mail a: dottorsogni@theodora.it
    • Una serie di video appuntamenti con i Dottor Sogni pubblicati sul canale YouTube della Fondazione da vedere ogni volta che se ne sente il bisogno

    In questo difficile momento per tutti noi, il nostro desiderio è quello di continuare a prenderci cura dei bambini in ospedale perché ora sono ancora più soli ed isolati, così come lo sono le loro famiglie. Da questo desiderio è nato il progetto “Dottor Sogni 2.0: Theodora entra nella stanza, nonostante la distanza“. Chiediamo a tutti gli Amici di Theodora di starci accanto, di essere parte di questo progetto, se possibile con una donazione. Ora più che mai non possiamo lasciare soli i bambini in ospedale”, Emanuela Basso Petrino Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.

    La relazione e l’incontro attraverso il gioco e l’arte sono le fondamenta su cui è costruito il nostro lavoro di dottor sogni. Incontrare i bambini ospedalizzati è la nostra missione, come farlo in questo periodo tanto faticoso per tutti? Abbiamo affinato i nostri strumenti artistici che permetteranno attraverso giochi e fantasia, di attraversare le mura dell’ospedale e nutrire di luce e fiducia la relazione con i bambini e le famiglie e il personale ospedaliero. Useremo la tecnologia tramite video, il telefono per raccontare, suonare, ma soprattutto per far sentire che, anche in un momento così faticoso, in ospedale non si rimane soli. Il nostro agire sfrutterà la tecnologia, rafforzando la magia dell’evocazione, dello scambio, della poesia, che l’incontro con i bambini si porta con sé. Pillole di luce e calore in cui l’elemento tecnologico sarà uno strumento al servizio dell’elemento umano e non viceversa. E’ nei momenti di difficoltà che i sogni vengono in aiuto per costruire insieme nuove possibilità e soluzioni. Questo ci ha insegnato il nostro incontro con i bambini in ospedale e adesso più che mai è il momento di continuare a metterlo in pratica”, Antonio Panella, alias Dottor Pelosone, Coordinatore Artistico di Fondazione Theodora Onlus.

    Aiutaci a non lasciare soli i bambini in ospedale, dona ora, grazie!

    Guarda il video appello del Dottor Patè!

     

    Guarda il video appello della nostra Ambasciatrice e Testimonial Margherita Buy!

     

    Margherita ci ha fatto un regalo meraviglioso, ha letto per i bambini e le bambine ricoverati in ospedale, la favola di Rodari “La strada che non andava in nessun posto”

  • “Favole al telefono 2020: Theodora chi-ama Rodari”

    Dottor Pelosone Fondazione Theodora

    Guarda il video appello della nostra Testimonial e Ambasciatrice Margherita Buy

    A seguito dell’emergenza sanitaria, la tutela dei ricoverati, ha costretto Fondazione Theodora Onlus a sospendere temporaneamente le visite in ospedale. Si è quindi posto il problema di come continuare a prendersi cura dei piccoli pazienti in un momento che peggiora la loro già delicata condizione e la risposta è stata trovata pensando a quelle “Favole al telefono” del 1962, in cui, secondo l’invenzione di Rodari il ragionier Bianchi, rappresentante di commercio, ogni sera chiama la sua bambina per raccontare una favola, dalle città in cui si trova a vendere medicinali. Racconti – medicina, che fanno bene al cuore, sono quelli a cui pensava Rodari e gli stessi di cui si fanno interpreti i Dottor Sogni in corsia: qui sono stati trasformati in interventi telefonici che della presenza dal vivo, attraverso la voce mantengono il calore della relazione.

    Le telefonate per la favola della buonanotte avverranno fra le 19.00 e le 21.00 circa, un momento della giornata in reparto in cui spesso prevale la malinconia. I bambini ricoverati negli ospedali in cui la Fondazione opera (qui l’elenco completo) potranno prenotare la loro favola al telefono scrivendo una mail a dottorsogni@theodora.it 

    Antonio Panella, alis Dottor Pelosone, Coordinatore Artistico di Fondazione Theodora Onlus racconta: ” La relazione e l’incontro attraverso il gioco e l’arte sono le fondamenta su cui è costruito il nostro lavoro di Dottor Sogni. L’emergenza sanitaria ci ha messo di fronte al problema fisico di non poter superare le mura dell’ospedale per nutrire di fiducia la relazione con i bambini, le famiglie e il personale ospedaliero. Ci siamo affidati ai buoni vecchi telefoni e a Rodari per superare l’ostacolo: la voce porta con sé la magia dell’evocazione, lo scambio, la poesia dell’incontro coni i bambini. I sogni e l’immaginazione sono utili soprattutto per superare le crisi e dalle crisi nascono quasi sempre nuove possibilità. Lo impariamo da anni proprio grazie alle sorprese che ci riservano i più piccoli. Ora più che mai è il momento di fare buon uso della loro istintiva saggezza”.

    Il progetto, di cui è testimonial Margherita Buy è patrocinato da “100 Gianni Rodari”, calendario ufficiale degli eventi di celebrazione dell’autore, a cura di Edizioni EL-Einaudi Ragazzi-Emme Edizioni. 

  • La sede della Fondazione è operativa!

    Fondazione Theodora La sede della Fondazione è di nuovo operativa e raggiungibile telefonicamente allo 02 801116 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18) oppure via email a info@theodora.it Navigate sul nostro sito per scoprire le nostre attività e iniziative anche in questo difficile periodo di crisi sanitaria. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per stare accanto ai bambini in ospedale, ora più che mai. Donate ora! Grazie per il vostro aiuto.
  • Scopri tutti i video del progetto Dottor Sogni 2.0

    Dottor Sogni 2.0: Theodora entra nella stanza, nonostante la distanza!

    I video realizzati dai Dottor Sogni tengono compagnia ai bambini in ospedale e non solo. Il Dottor Leoni dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia ha utilizzato il video “Un libro” raccontato dal Dottor Pelosone per effettuare una medicazione e ci ha rilasciato questa preziosa testimonianza:

    Lavoro in un pronto soccorso pediatrico e, come spesso succede, mi è capitata una piccolina di 4-5 anni che si era ferita alla testa cadendo all’indietro. La ferita non era particolarmente brutta, ma meritava di essere medicata e poi suturata. In un adulto o in un ragazzino un pelo più grande tale procedura risulta solo fastidiosa, richiede poco tempo e niente altro. Questa bambina, complice la paura, era ovviamente molto spaventata ed agitata: in questi casi rischia che una cosa semplice diventi estremamente lunga e cruenta – tra urla e lacrime –  e con un risultato peggiore. Fortunatamente l’infermiera che era con me conosceva la vostra Fondazione ed ha avuto l’idea di distrarre la bambina con un vostro video: solo così la bambina si è traquillizzata e rilassata quel che è bastata per poter terminare il lavoro senza incidenti. Anzi, direi che è stata bravissima! Ho sempre apprezzato il vostro ruolo in ospedale, soprattutto nel contesto pediatrico e soprattutto proprio con il ruolo di antidolorifico e antipaura, che ci permette di lavorare con pazienti molto più collaboranti, ma anche come elemento di distrazione nei casi di lungodegenze. Devo dire che anche nel caos provocato dal coronavirus, in questo nuovo mondo più digitalizzato, siete riusciti nel vostro scopo”.

     

    Scopri tutti i video ideati e realizzati dai Dottor Sogni per tenere compagnia ai bambini in ospedale e non solo!

     

     

     

    Dottoressa Piperita

    Dottoressa Piperita: “Il Signor Formica”

    Dottoressa Perpiacere

    Dottoressa Perpiacere: “La Gatta Pirilla” e “Punto Donato”

    Dottor Ragù

    Dottor Ragù: “Il filo”

     

    soap opera

    Dottor Soap Opera: “Theodora Rap 2020”

     

     

     

    La nostra Ambasciatrice e Testimonial, Margherita Buy, ci ha fatto un regalo meraviglioso, ha letto per i bambini e le bambine ricoverati in ospedale la favola di Rodari “La strada che non andava in nessun posto”

  • T-Shirt Irreplaceable per Theodora

    Irreplaceable per Theodora Una t-shirt per riaccendere i sogni dei bambini in ospedale! É l’iniziativa lanciata da Irreplaceable, azienda di moda creata dalla stilista Elisa Giordano, che ha disegnato una nuova T-shirt “Dreams make us stronger” per sostenere il progetto di Fondazione Theodora Onlus “Dottor Sogni 2.0″ che ha l’obiettivo di non far sentire soli i piccoli pazienti che oggi sono ancora più isolati a causa dell’emergenza Covid-19. “Rimanere sognatori in questo periodo difficile è fondamentale, specialmente per i bambini che in ospedale devono affrontare un percorso difficile, lontano dagli affetti, dalla quotidianità e in una condizione di isolamento che purtroppo ora è diventata ancora più difficile“, sottolinea la designer Elisa Giordano. “Ma è proprio in un periodo così complesso che i più fragili rischiano di soffrire maggiormente. Da qui è nata l’idea della T-shirt ‘Dreams make us stronger’ a sostegno della meravigliosa attività di Fondazione Theodora“, ha aggiunto la creatrice di Irreplaceable. Per la maglietta ho scelto il bianco perché simboleggia la purezza e la semplicità dei bambini; il carattere ricorda quello dei college universitari per dare un senso di appartenenza ad una stessa ‘scuola’ in cui si impara e si insegna il bene verso il prossimo e richiama il concetto che insieme si è più forti; il puntino rosso rafforza il messaggio ed un omaggio al caratteristico naso rosso dei Dottor Sogni; l’argento, infine, è il colore scelto per la stampa poiché riflette le luci e i colori dei giochi luminosi tipici della magia che i sogni possono creare.” Emanuela Basso Petrino Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus afferma: “È grazie ad aziende e persone sensibili come Elisa Giordano di Irreplaceable se la Fondazione può portare avanti la propria missione in questo periodo di emergenza sanitaria. Nonostante la temporanea sospensione dell’attività in ospedale, con il desiderio di prendersi cura dei piccoli ricoverati, la Fondazione ha avviato il progetto ‘Dottor Sogni 2.0: Theodora entra nella stanza, nonostante la distanza’ che prevede: le ‘video visite virtuali personalizzate’ dei Dottor Sogni, le favole della buona notte raccontate al telefono e una serie di video appuntamenti realizzati dai Dottor Sogni e pubblicati sul canale YouTube della Fondazione da vedere ogni volta che se ne senta il bisogno. Ora più che mai non possiamo lasciare soli i bambini in ospedale, abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per portare avanti il nostro progetto e donare così sogni e sorrisi ai bimbi in ospedale“.

    La T-Shirt Irreplaceable per Theodora è acquistabile online sul sito Irreplaceable.it ed è disponibile nella versione classica unisex o slim-fit da donna, al prezzo di 48 euro. I fondi derivati dalla vendita delle T-Shirt sarà devoluto a Fondazione Theodora.

  • Il “Pic-nic di Theodora 2020 – 2.0” per i 25 anni di Theodora

    picnic theodora

    Theodora festeggia i 25 anni della prima visita con un pic nic benefico in versione 2.0, a sostegno del progetto “Dottor Sogni 2.0: Theodora entra nella stanza, nonostante la distanza” per non lasciare soli i piccoli pazienti in ospedale

    Il “Pic-nic di Theodora”, evento benefico, nato nel 2011 da un’idea di Giovanna Ferrero Ventimiglia e Lucrezia Borromeo Arese, non si è potuto svolgere quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria. Per sentirsi comunque vicini, nonostante la distanza, la Fondazione ha organizzato il “Pic-nic di Theodora 2020 – 2.0” volto a sostenere il progetto “Dottor Sogni 2.0” messo in atto per rispondere all’isolamento dei bambini in ospedale causato dall’emergenza sanitaria.

    Il 30 maggio 1995 si è svolta la prima visita dei Dottor Sogni in ospedale; esattamente 25 anni dopo, la Fondazione ha deciso, non potendo realizzare il consueto evento benefico il ‘Pic-nic di Theodora‘ di realizzarne una versione virtuale per unire tutti gli Amici della Fondazione ovunque si trovino per sostenere insieme il progetto ‘Dottor Sogni 2-0’ che prevede tre iniziative: visite virtuali e personalizzate per ciascun piccolo paziente che ne faccia richiesta, favole della buona notte raccontate ogni sera al telefono dai Dottor Sogni e video ideati e realizzati dai Dottor Sogni con un calendario di appuntamenti fissi per i bambini in ospedale e non solo. Anche e soprattutto ora abbiamo bisogno dell’aiuto degli Amici e sostenitori di Theodora, con una donazione al nostro progetto pubblicato su Rete del Dono, per non lasciare soli i bambini in ospedale“, afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.

    Il progetto “Pic-nic di Theodora 2020 – 2.0” è attivo su Rete del Dono fino al 1 luglio e tutti possono contribuire con una donazione scrivendo anche un messaggio dedicato ai bambini in ospedale e a Theodora.

    Insieme a Theodora, vicini ai bambini, anche da lontano.

  • Theodora 25 anni di emozioni, sogni e sorrisi

     

    {“preview_thumbnail”:”/sites/theodora_it/files/styles/video_embed_wysiwyg_preview/public/video_thumbnails/eLFzIs1YZGM.jpg?itok=7ro71ZLH”,”video_url”:”https://www.youtube.com/watch?v=eLFzIs1YZGM&t”,”settings”:{“responsive”:0,”width”:”790″,”height”:”385″,”autoplay”:0},”settings_summary”:[“Embedded Video (790×385).”]}

     

    Un bambino con un sogno è capace di qualunque impresa. Per questo, da 25 anni, alleniamo a sognare i bambini ricoverati in ospedale. Perché sogni più forti rendono i bambini più forti soprattutto in questo momento di emergenza in cui i bambini sono ancora più soli ed isolati.

    Rivivi insieme a noi, attraverso la nostra video mostra, la magia e le emozioni di questo percorso reso possibile grazie ai tanti amici di Theodora.

    #25anniditheodora #25annidisogniesorrisi #25annidiemozioni

    Continua a donare sogni e sorrisi ai bambini in ospedale, DONA ORA, grazie!

    “Cari amici di Theodora, noi vogliamo dare un futuro a questa bellissima storia. Abbiamo bisogno di tutti voi, aiutateci a non lasciarli soli. Non interrompiamo i loro sogni”, Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato Fondazione Theodora Onlus

  • Progetto Dottor Sogni 2.0: testimonianze dei Dottor Sogni

    In questo periodo di emergenza, la Fondazione, per non lasciare soli i bambini in ospedale, ha ideato il progetto Dottor Sogni 2.0: Theodora entra nella stanza, nonostante la distanza che prevede tre iniziative: video visite virtuali, favole della buona notte e video realizzati dai Dottor Sogni. I genitori dei bambini ricoverati negli ospedali in cui la Fondazione opera possono prenotare le video visite e le favole al telefono inviando una mail a dottorsogni@theodora.it Come sta andando il progetto? Ve lo raccontiamo attraverso le testimonianze dei Dottor Sogni! Dottor Pelosone Fondazione Theodora

    Il Dottor Pelosone ci racconta la sua emozionante video visita con la dolcissima Angelica:

    Non appena ho detto il mio nome ad Angelica, lei ha cominciato a ridere e in quel momento ho realizzato che davvero anche nel video era possibile ridere insieme. Così rido. Rido per Angelica. Per la sua mamma. E così per un tempo ci troviamo a ridere… a ridere insieme. Sono convinto che lo schermo limiti, ma nello stesso tempo avvicini. Crea intimità. Essere nello stesso tempo, ma non nello stesso spazio è un limite, ma può essere anche occasione di gioco. Negli anni abbiamo acquisito una competenza artistica e umana potente che ci permette di attraversare schermi, muri, fatiche e generare occasioni di uno sguardo altro sulla vita, sulle fragilità”, Dottor Pelosone Pupilla

    La Dottoressa Pupilla ha incontrato virtualmente il piccolo Michele ed è nato subito un bellissimo gioco da fare insieme:

    “Michele, a causa di una caduta, si trova al Pronto Soccorso di La Spezia con la sua mamma Sara. Michele, faccia tonda, occhi profondi, un cerottino colorato sulla fronte, cerotto che lui dice essere Capitan America! Michele sta giocando con Hulk e allora inizio una sfida con il supereroe trasformandomi nella donna più forzuta del mondo sollevando 4 cuscini impilati per poi esserne sepolta… Michele ride e la mamma pure. Poi è il turno di Valentina, la mia tartaruga di peluche, che si presenta anche lei come la più forzuta del mondo. Michele è molto interessato e ammira Valentina che esce dal guscio e si ribalta a pancia in su chiedendo i “grattini”. Il clima si calma. Propongo allora a Michele di sfogliare il libro della storia che gli avevo registrato e mandato precedentemente e la videochiamata termina con la lettura di Federico, il topo poeta. In ultimo, due chiacchere con la mamma a cui consiglio, essendo io una gran amante del pesce, la trattoria “Autedo” di Spezia luogo che mi è rimasto nel cuore e nelle papille gustative da anni! Sara stupita ride e ringrazia! Venti minuti volati tra risate, poesia e improvvisazione. Sono molto stupita di come, anche in questa situazione surreale, la nostra forza di giocare con quello che c’è, senza preparare nulla, ha creato uno “spazio-tempo” prezioso..nonostante la distanza“, Dottoressa Pupilla irina pirina

    La Dottoressa Irina Pirina ha raccontato una favola al telefono a Deborah regalandole così morbidi sogni:

    Ho sentito Deborah prima che andasse a dormire. Ha ascoltato la favola con la mamma e uno dei suoi tre fratelli. Avevano tutti voglia di parlare un po’. La mamma è Domenicana, così Deborah mi ha raccontato che è andata a trovare i suoi nonni, e che il nonno aveva le galline. Così la prima favola letta è stata ‘Il pulcino cosmico”, visto che a lei piacciono tanto gli animali. Abbiamo letto anche ‘il topo che mangiava i gatti’ per restare sempre in tema animali. Alla fine Deborah mi ha detto che mi avrebbe mandato il disegno del suo coniglietto e così ha fatto! Poi ci hanno tenuto a raccontarmi che a loro piace tanto saltare sul letto, ma la mamma si preoccupa, così ho trovato una semplice soluzione: quella sera prima di dormire avrebbero fatto tre salti tenendosi per mano con la mamma! Così è finita anche questa telefonata, un po’ volando per atterrare su morbidi sogni!“, Dottoressa Irina Pirina Dottoressa Melodia

    La Dottoressa Melodia e il piccolo Matteo, un incontro emozionante:

    Appena ci siamo visti, Matteo mi ha fatto un grande sorriso, il che ha reso subito la comunicazione molto fluida. Ho cominciato a cantare una canzone accompagnandomi con due ovetti sonori. Matteo è rimasto in ascolto e alla fine della canzone ha cominciato a ridere. Poi ho fatto apparire Emilio, il mio coniglio, l’ho fatto avvicinare alla telecamera così che Matteo avesse la sensazione di toccarlo e questo ha fatto nascere un altro gioco, per cui la mamma indicava una parte del corpo di Matteo e mentre la toccava con un dito io facevo suonare il mio squeaker, così sembrava che le parti del corpo di Matteo suonassero. Un altro suggerimento me lo ha dato Matteo, che ha cominciato a giocare con un filo, proprio come se volesse giocare con me, allora ho cominciato a far volare i miei foulard colorati e ho cantato un’altra canzone. Alla fine anche la mamma ha cantato una canzone, cosa che per me è sempre un gran successo! Ci siamo salutati con baci lanciati attraverso lo schermo. Questa video visita è stata come un tuffo: un po’ di paura, ma ho preso coraggio e mi sono buttata e non ho più pensato a niente, tutto è stato così naturale, ogni cosa ha chiamato la successiva e ci siamo ritrovati insieme, io Matteo e la sua mamma, proprio come accade in ospedale,” Dottoressa Melodia

    La mamma del piccolo Matteo ha inviato alla Dottoressa Melodia questo emozionante messaggio:

    Mi sono commossa perché ho sorriso per la prima volta dopo molti giorni e non solo per Matteo, ma come ti dicevo, per il mio papà. Ci hai messo subito a nostro agio e lo testimoniano sia i sorrisi di Matteo sua la mia percezione del tempo… mi sembravano passati pochi minuti e invece… La vita di tutti i giorni, la quotidianità, quella normale, mi allontana dal pensare che qualcuno in quel momento non sta bene e avrebbe bisogno di compagnia e di fare un sorriso. Non è da tutti essere altruisti nei fatti e voi lo siete. Quanti grazie avrete ricevuto… aggiungete anche il nostro che cercherò di far diventare un insegnamento per Matteo e uno sprono per me a fare qualcosa per gli altri. Perché mai come ora ho capito che abbiamo bisogno gli uni degli altri. Vi mandiamo un abbraccio“, Ilaria, mamma di Matteo. Dottoressa Lulu

    La Dottoressa Lulù e la piccola Isotta: due divertenti video favole per sorridere e sognare insieme!

    L’emozione di sentire la sua voce rispondermi è stata come un lampo, una stella cometa. Mi sono agganciata alla sua vocina. Le ho chiesto se voleva che le raccontassi una storia. Ha risposto ‘sì’. Le ho raccontato la mia versione di ‘Alice Cascherina’ e poi anche ‘Alice casca in mare’. Nel raccontare la storia a un certo punto le ho chiesto se le piacessero gli animali e lei mi ha risposto di sì e che i suoi animali preferiti sono il gatto e poi…il tacchino! A questo punto ho sentito che questa frase del tacchino valeva per me tutta la telefonata. Mi sono sentita ricca. Attraverso la sua vocina ho potuto immaginare le guance tonde di Isotta. Ho anche pensato che la voce di Isotta avesse il gusto di una ciliegia“, Dottoressa Lulù bonsai

    La Dottoressa Bonsai racconta con emozione la sua prima video visita con la piccola Anna

    Ho chiuso ora la mia prima videochiamata, ero pronta e agitata già dalle 16.30, è forte l’emozione che si prova, è sempre come una prima volta, come se non avessi mai fatto questo lavoro. La videochiamata è iniziata alle 18.00 in punto, Anna piccolissima, solo 2 anni, capelli rossi e ricci. Stava mangiando insieme alla mamma, giovane e carina. Erano a casa. Non lo sapevo, pensavo fossero in ospedale. La relazione è immediata, la distanza non c’era più, ho avuto paura i primi 3 minuti perché temevo che ci fossero troppe distrazioni: cibo, tv accesa…ho cercato di essere calma e di fare delle proposte semplici, di non strafare. Anna ha parlato, sorriso e giocato con Brandy e Dayse la paperella..io ho cantato e assecondato il suo interesse. Dopo cena Anna è andata sul divano ed è arrivato il momento di salutarci. Erano già le 18.30, pensavo che fossero passati solo 15 minuti! Pensavo che Anna fosse troppo piccola per una videochiamata, ma forse visto che stava guardando i cartoni, avrà pensato che la Dottoressa Bonsai arrivasse dalla TV! Sono contenta, non ho voglia di togliermi il camice, vorrei che ci fossero altri bambini adesso, alemeno ancora uno, provo una bella sensazione. Grazie!”, Dottoressa Bonsai garibaldi

    Il Dottor Garibaldi e la ninna nanna cantata per la bambola della sorridente Jasmeri

    Dopo la prima chiamata senza risposta mi ha richiamato Jasmeiri, 7 anni e mezzo, sorridente nei miei confronti. Ho cercato di entrare in comunicazione con lei. Sfortunatamente o forse fortunatamente la connessione video è saltata per ben tre volte, la terza volta proprio mentre Jasmeiri stava osservando con curiosità due delle mie lumache addomesticate che avevo prelevato dal balcone e messe sopra un piatto con mezza foglia di lattuga che stavano gustando con piacere. Dopo questi primi dieci minuti di connessione video a singhiozzo, ho proposto di continuare solo con l’audio. La comunicazione si è fatta più organica, abbiamo parlato della sua casa col giardino, del papà che ammazza i topi con la scopa, della sua bambola che sembra un neonato vero… Jasmeiri mi ha raccontato che non legge molto, preferisce il tablet o ascoltare la musica. Le ho proposto una ninna nanna per la sua bambola e le è piaciuta. Ci siamo salutati dopo quasi mezz’ora ringraziandoci vicendevolmente. Ho trovato utile stare in una situazione di incertezza, restando onestamente nella ricerca di una complicità di gioco che nel mio vissuto non è decollata, ma da parte di Jasmeiri chi lo sa… Come nelle visite in ospedale, a volte si ha l’impressione di decollare, a volte di restare a terra. L’importante è cercare di starci.“, Dottor Garibaldi.

    Sostieni il nostro progetto Dottor Sogni 2.0 per non lasciare soli i bambini in ospedale, dona ora, grazie!

  • Grande successo per l’iniziativa Irreplaceable per Theodora!

    Irreplaceable per Theodora

    L’iniziativa benefica lanciata, nel mese di maggio 202, da Irreplaceable, azienda di moda creata dalla stilista Elisa Giordano, che ha disegnato la T-Shirt “Dreams make us stronger” per Fondazione Theodora Onlus ha ottenuto un grandissimo successo!

    Grazie al sostegno di tanti amici che hanno acquistato la T-Shirt solidale sono stati raccolti oltre 3.400 euro che saranno interamente devoluti alla missione della Fondazione e al progetto ‘Dottor Sogni 2.0’ per realizzare: video visite personalizzate dei Dottor Sogni e favole della buona notte che saranno lette alla sera al telefono.

    L’iniziativa ha avuto il sostegno di diversi protagonisti del mondo dello spettacolo, dello sport, della televisione, del giornalismo. Fra i testimonial che hanno aderito al progetto: Margherita Buy, Pierluigi Pardo, Fabio Basile, Myrta Merlino, Giorgia Cenni, Francesco Panella, Cristina Chiabotto, Stefania Pinna, Alexia, Chiara Maci, Alena Seredovà.

    Grazie di cuore a tutti per il sostegno: speriamo di riaccendere insieme il sorriso su tanti piccoli volti!
     

  • Emozioni e testimonianze per la favola di Rodari letta da Margherita Buy

    {“preview_thumbnail”:”/sites/theodora_it/files/styles/video_embed_wysiwyg_preview/public/video_thumbnails/2ne3mD5IO58.jpg?itok=fnT0-dWp”,”video_url”:”https://www.youtube.com/watch?v=2ne3mD5IO58&t”,”settings”:{“responsive”:0,”width”:”790″,”height”:”385″,”autoplay”:0},”settings_summary”:[“Embedded Video (790×385).”]}

    La meravigliosa favola “La strada che non andava in nessun posto” di Gianni Rodari, letta con grande poesia, dolcezza e professionalità, dalla nostra Ambasciatrice e Testimonial Margherita Buy, ha raggiunto e commosso tantissime persone.

    Desideriamo condividere con voi Amici di Theodora queste due testimonianze che ci hanno emozionato in modo particolare per le loro parole e perché raccontano come il nostro lavoro riesca a fare rete, a mettere in relazione vari mondi e persone: i Dottor Sogni con i bambini in ospedale e i Dottor Sogni, attraverso il loro lavoro di relazione, con il mondo al di fuori dall’ospedale.

    Il primo messaggio è stato scritto per Adele Patrini Presidentessa dell’Associazione C.A.O.S, centro ascolto operate al seno:  “Cara Adele, mi viene da dire che anche per me, per noi, vivere il percorso del cancro al seno è stato un po’ come trovarsi su ‘la strada che non andava in nessun posto’… credo che ciascuna di noi possa essere chiamata ‘una donna testa dura’… abbiamo percorso, e ancora stiamo percorrendo, questa strada sconosciuta, e scopriamo ogni giorno che ‘ci sono più posti che strade’… basta ‘avere voglia di muoversi’… con la consapevolezza che ‘certi tesori esistono soltanto per chi batte per primo una strada nuova’ e, aggiungo io, per chi ha più stupore che timore, più coraggio che paura, più speranza che sconforto… auguriamoci di avere sempre l’intraprendenza sia di imboccare strade nuove  sia la capacità di apprezzare ogni posto ci capita di trovarci e ogni persona che abbiamo l’opportunità di incontrare e conoscere…”.

    Il secondo messaggio che desideriamo condividere con voi è di Daniela Basso, infermiera di oncologia pediatrica dell’Ospedale Gaslini di Genova: “ Preziosa e cara Margherita, oggi ho ricevuto un dono. Il video in cui leggi la fiaba di Rodari. Mi hai commossa. Con la tua grandezza nella tua semplicità. Con la tua generosità. Se potessi farti arrivare anche solo un decimo del sollievo che i ‘miei’ bambini e ragazzi ricoverati traggono dalle visite dei Dottor Sogni… che tu sostieni con tanta forza… e del sollievo che trarranno dall’ascolto delle parole di Rodari, attraverso te. Si, perché ho pensato che mi aiuterai… Soprattutto nei turni di notte… quando, a ritmi più lenti, i nostri pazienti e le loro famiglie cercano in noi infermiere un sostegno per ‘quella strada nuova’… così in salita… che percorriamo insieme. Ti ascolteremo dire ‘Ci son più posti che strade’ e crederemo con fiducia che, comunque andrà, ci sarà un posto pieno di ricchezze per ognuno di loro. Ti ascolterò con loro. E, quando succederà, spero di riuscire a documentarlo in qualche modo. Perché solo così, credo, potrai toccare con mano la potenza del tuo dono. Daniela, infermiera”saltimbanco” del Gaslini che ha avuto la fortuna di conoscerti“.

  • Hera Solidale: Fondazione Theodora tra i 7 progetti sostenuti

    Fondazione Theodora

    Fondazione Theodora partecipa alla quarta edizione di HeraSolidale con il progetto “Le speciali visite in ospedale dei Dottor Sognivolto ad offrire ai bambini e ai ragazzi ricoverati presso due ospedali di Bologna, il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi e l’Ospedale Bellaria, le speciali visite dei Dottor Sogni.

    L’iniziativa HeraSolidale prevede che i lavoratori del Gruppo Hera, l’azienda stessa e i clienti sostengano 7 organizzazioni impegnate in progetti ambientali e di solidarietà. I lavoratori di Hera possono effettuare una donazione attraverso un addebito mensile in busta paga oppure con il sistema di welfare aziendale Hextra. In parallelo, la multiutility si impegna a destinare 1 euro per ogni nuovo cliente acquisito da Heara Comm. Anche i nuovi clienti luce e gas di Hera Comm, a loro volta, possono partecipare a HeraSolidale scegliendo di destinare 1 euro ulteriore in fase di sottoscrizione di un’offerta a libero mercato a una delle organizzazioni coinvolte.

    Scoprite qui i dettagli del nostro progetto “Le speciali visite in ospedale dei Dottor Sogni“.

  • Sorpresa per i bambini in ospedale: tornano i Dottor Sogni

    Dottor Sogni tornano in ospedale

    In questi mesi difficili segnati dalla pandemia non abbiamo lasciato soli i bambini in ospedale grazie al progetto “Dottor Sogni 2.0”, ma il lavoro in reparto ci mancava tanto. E proprio ieri, grazie al sostegno di tutti voi, Amici di Theodora, siamo tornati in ospedale!

    Aspettavamo questo momento da tanto tempo e vedere finalmente lo sguardo stupito e felice dei bambini e dei loro genitori, all’arrivo del Dottor Ragù e del Dottor Apollo nelle stanze di neurologia, neurochirurgia, epatogastroenterologia e nutrizione dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, è stata un’emozione indescrivibile.

    Oggi è solo la prima tappa del nostro viaggio per riaccendere i sogni dei bambini in ospedale. Lunedì prossimo ripartiranno infatti le visite dei Dottor Sogni anche presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

    Desideriamo ringraziare di cuore per il sostegno ricevuto in questi mesi difficili. Aiutateci a continuare ad essere accanto ai bambini e alle bambine ricoverati in ospedale: insieme doneremo leggerezza, sorrisi e sogni a tutti i piccoli che incontreremo.

     

  • Corsa dei Sogni Theodora

    La Corsa dei Sogni In questi mesi difficili non abbiamo mai lasciato soli i bambini in ospedale. Video, visite virtuali, favole al telefono: i Dottor Sogni di Theodora non si sono mai arresi, perché i sogni dei bambini non possono essere fermati. Ora abbiamo bisogno anche del tuo aiuto: che siano visite in ospedale o virtuali, grazie a te potremo continuare ad essere al fianco dei bambini in ospedale. Iscriviti alla Corsa dei Sogni Theodora: una sfida solidale che coinvolge tutti! I runner più esperti potranno sfidarsi nelle categorie 10 o 5 km, ma tutti potranno partecipare, correndo o passeggiando per 3 km da soli, con gli amici, con i propri bambini, oppure scegliendo la categoria speciale “3 km con il mio cane”: una simpatica sfida con i nostri amici a quattro zampe. Scegli la categoria che più ti piace, iscriviti e invita i tuoi amici alla Corsa dei Sogni Theodora: più siamo, più Sogni potremo portare ai bambini. Sorprese speciali dedicate ai gruppi più numerosi per ciascuna categoria! Iscriviti subito su Rete del Dono!
  • La favola di Rodari interpretata da Margherita Buy in onda ad ottobre su Rai Radio Kids!

    Margherita Buy e Fondazione Theodora La favola di Gianni Rodari, “La strada che non andava in nessun posto”, interpretata per i bambini in ospedale all’interno del progetto Dottor Sogni 2.0 dalla nostra Ambasciatrice e Testimonial Margherita Buy, sarà trasmessa su Rai Radio Kids per tutto il mese di ottobre alle 10.30 e alle 19.00. “Ringraziamo Fondazione Theodora Onlus e Margherita Buy per lo splendido regalo che hanno fatto a tutti gli ascoltatori della nostra radio – commenta Marco Lanzarone, responsabile di Rai Radio KidsSiamo felicissimi di questa operazione che dimostra due cose: l’estrema modernità, ancora oggi, di Gianni Rodari e la forza che una voce come quella della Buy può avere nel suscitare emozioni. Ogni tanto è bello chiudere gli occhi e ascoltare“. Un ringraziamento speciale a Emons audiolibri – che ha pubblicato ben 9 tra i maggiori titoli di Rodari, letti da grandi attori del cinema e del teatro – e agli eredi di Rodari per la gentile concessione. Ascolta la favola “La Strada che non andava in nessun posto” interpretata da Margherita Buy
  • In diretta dai reparti: una preziosa testimonianza

    Dottor Pelosone Fondazione Theodora La testimonianza di Laura Emanuela racconta in modo toccante il prezioso sostegno del Dottor Pelosone al suo nipotino Edoardo e alla sua famiglia durante il ricovero nel reparto di oncologia dell’Istituto Gaslini di Genova “Strappare la bellezza ovunque essa sia e regalarla a chi mi sta accanto. Per questo sono al mondo”, A. D’Avenia. “Ti ricordo così, caro Dottor Pelosone! Ti ho presente nel cuore come un inguaribile cercatore di bellezza. Un cercatore capace di sgomitare fra le mille pieghe della sofferenza e del dolore, pur di cercare, trovare e donare quell’attimo di gioia pura e semplice nascosto in una bolla di sapone, in un naso rosso, in un sorriso delicato, in una carta da pescare, in una storia letta, lentamente. Sotto voce. Con cura. Tanta cura. La bellezza, a volte, va proprio strappata con quella “forte delicatezza” di cui sei stato capace. Nulla hai lasciato al caso: hai bussato e, in punta di piedi, sei entrato nella vita sospesa di quella stanza di oncologia. Dai tuoi buffi occhialoni, hai guardato, hai scrutato, hai osservato i nostri occhi assetati, stanchi e “spettinati”! Hai cercato fra mille, con attenta discrezione, quell’unica chiave capace di aprire il cuore affaticato di chi stava soffrendo, sperando, lottando pazientemente. Hai fatto come il Piccolo Principe: ti sei avvicinato un po’ alla volta, fino all’ultimo istante. Di stanza in stanza, di dolore in dolore, di speranza in speranza. Ti sei avvicinato nel buio, come luce chiara e pulita. Hai riaperto gli occhi alla meraviglia, allo stupore, a quell'”Ohh” dei bambini che allarga il cuore. Hai strappato la bellezza di una risata, di un canto, di una parola di confronto, di un silenzio carico di significato, di un ballo con il tuo camice colorato e la salopette a strisce, di un abbraccio con la tua maglietta a righe bianche e rosse il giorno del dolore più grande. “Hai mutato il lamento il danza“, ci hai fatti danzare di gioia. Grazie a te Dottor Pelosone, a te Theodora, che cerchi e doni bellezza ovunque essa si trovi.
  • Natale solidale con Theodora: insieme con il cuore

    Natale solidale con Theodora

    Questo Natale più che mai abbiamo bisogno di restare uniti.

    Il 2020 è stato un anno in cui tutti noi abbiamo dovuto farei i conti con la presenza della malattia e con l’isolamento, in cui abbiamo compreso quanto invece sia necessario, per il nostro benessere, essere insieme agli altri. Un anno in cui abbiamo visto i bambini in ospedale essere ancora più soli. Ma insieme, con il cuore, i Dottor Sogni, il personale ospedaliero, tutti gli Amici di Theodora, si sono uniti alla Fondazione e la magia e i sogni hanno attraversato i muri dell’ospedale. Il volto e la voce dei Dottor Sogni sono entrati nelle stanze, donando quei momenti speciali e indispensabili che sono, da 25 anni, il dono che Theodora offre a migliaia di bambini che affrontano ogni giorno cure difficili e dolorose. Sarà un Natale necessariamente più sobrio, ma ti chiediamo di restare al nostro fianco, per aiutarci a prenderci cura dei bambini in ospedale ora e per garantirci di poterlo fare anche in futuro, quando potremo tornare nelle loro stanze. Donare sogni, emozioni, sorrisi ai bambini in ospedale è ora più che mai necessario.

    Sfoglia il CATALOGO DI NATALE THEODORA e ricorda che le SPEDIZIONI sono GRATUITE in tutta ITALIA!

    Guarda in anteprima le nostre novità solidali 2020!

    d Confezione Natale Boule D’Or latte e fondente
    Borsetta Boule D'Or Borsetta Boule D’Or latte e fondente
    Pochette Boule D'Or Pochette Boule D’Or latte e fondente
    Audiolibro 25 fiabe per Theodora L’Audiolibro “25 fiabe per Theodora“, un regalo da favola per te, per i bambini e per gli amici lontani. Adatto per i bambini dai 5 anni, donazione minima: 8 euro

    Come fare per ricevere i nostri prodotti solidali di Natale?

  • Theodora rientra all’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma

    Fondazione Theodora Prosegue il nostro viaggio per riaccendere i sogni dei bambini ricoverati in ospedale: Theodora è tornata all’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma! Oggi i bambini ricoverati presso il Reparto di Disabilità dello Sviluppo hanno ricevuto la speciale visita del Dottor Ragù e magicamente l’atmosfera in reparto è cambiata: ” Ci siamo ritrovati finalmente, queste sono le prime parole che ho ascoltato e poi…emozione di sguardi intensi fatti di meraviglia e abbracci visivi. Un brindisi alla normalità ritrovata. Siamo ritornati a casa ed abbiamo ritrovato i colori della famiglia, dell’amicizia profonda. Aleggiava nell’aria il pensiero profondo del dottor Albertini quando ci diceva, nei momenti particolari: Punto e a capo e un podo ci spazio, per ritornare a vivere e a ridere. Eravamo tutti emozionati, felici e travolti da una nuova boccata di aria fresca“, Dottor Ragù Abbiamo bisogno anche del tuo aiuto per continuare a riaccendere i sogni dei bambini in ospedale, dona ora
  • AssoMamme al fianco di Fondazione Theodora!

    Assomamme&Theodora

    AssoMamme, il portale pensato per la tranquillità e il benessere dei genitori – assistenza sanitaria H24 anche all’estero, corsi di formazione dedicati e webinar – ha scelto di sostenere la missione di Theodora devolvendo una parte del ricavato della quota di iscrizione alla Fondazione.

    Fondazione Theodora rappresenta per me la volontà e la concretezza dell’esserci. Un progetto di cuore, che ci fa capire che diventare madri non significa semplicemente diventare la Mamma del proprio bambino, ma significa diventare Mamme di ogni bambino; ci insegna che il sorriso ha un unico ed insostituibile potere e ce lo racconta ogni giorno attraverso lo splendido lavoro dei Dottor Sogni. Insieme a tutti i genitori di AssoMamme, sono onorata di sostenere Fondazione Theodora“, afferma Giulia Marulli, VicePresidente di AssoMamme

    Siamo molto felici di poter contare sul prezioso sostegno di AssoMamme. Prendersi cura dei bambini e dei loro genitori è un obiettivo che ci accomuna. I nostri Dottor Sogni infatti si prendono cura, della ‘parte sana’ del bambino in ospedale offrendo un sostegno concreto al bambino e alla sua famiglia nell’affrontare la difficile prova del ricovero“, afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.

    Associarsi ad AssoMamme ti permette di ottenere un supporto rapido nei momenti più difficili e contribuisce a donare sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale!

    Iscriviti subito alla community di AssoMamme

     

  • 20 novembre: Giornata mondiale dei diritti dei bambini

    Fondazione Theodora Il 20 novembre, come ogni anno, si celebra la Giornata Mondiale dei diritti dei bambini. La data scelta coincide con la promulgazione della Convezione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del 1989. “Fondazione Theodora celebra con grande partecipazione la Giornata dei diritti dei bambini perché la cura dei più piccoli e la tutela dei loro diritti sono alla base del nostro lavoro nei reparti d’ospedale per le bambine e i bambini in condizione di particolare fragilità“, afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus. Tra i diritti sanciti dalla Convenzione ci sono il diritto alla vita, alla salute e al gioco. In quest’anno tormentato la pandemia da COVID-19 sta avendo un impatto enorme anche su questi diritti fondamentali e assume un peso maggiore per chi è già ricoverato in ospedale e a causa delle restrizioni è più isolato e solo. Noi continuiamo a lavorare per promuovere e realizzare, con l’intervento dei nostri Dottor Sogni, il valore della cura all’interno del processo di umanizzazione in ospedale, sostenendo l’approccio della medicina integrata che si prende cura a 360 gradi del bambino, in sinergia con il personale ospedaliero, con tutti gli operatori coinvolti e la famiglia. Garantendo il diritto al gioco, portando l’arte, la poesia e l’ascolto all’interno delle stanze potremo recuperare e sostenere la parte sana dei piccoli pazienti e dar loro la forza per affrontare i periodi più difficili. Sosteniamo insieme i bambini ricoverati, difendiamo i loro diritti anche in ospedale. Dona ora a Fondazione Theodora
  • In diretta dai reparti: intervista alla Dottoressa Waü

    Dottoressa Wau Fondazione Theodora

    La Dottoressa Waü racconta il suo rientro in ospedale, dopo la sospensione dettata dalla pandemia, e come sia stato necessario rimodulare il suo intervento a causa dell’impossibilità di contatto e della distanza fisica. 

    Quali sensazioni hai provato quando sei rientrata in ospedale?

    Il mio rientro in ospedale è avvenuto in uno dei primi giorni di agosto che solitamente è un mese in cui il tempo ha un sapore dilatato, l’aria e l’ingresso nei reparti è prima una ventata di fresco e poi la temperatura diventa equilibrata…anche se il “clima” poi non sai mai come sarà. Personalmente ero molto curiosa di sapere cosa sarebbe successo e molto desiderosa di seguire le nuove procedure di intervento per la prevenzione di diffusione del COVID-19. Premesso che noi Dottor Sogni siamo formati e preparati per operare in reparti di alta complessità in cui le norme di igiene e le distanze sono già previste, ho pensato che non sarebbe stato troppo difficile applicare le nuove nei reparti che ben conosco. Il rientro è stato quindi da una parte molto eccitante poiché eravamo fuori dagli ospedali da marzo, (cioè 5 mesi di stop) e il desiderio di ricominciare era molto intenso, dall’altra un bisogno di proteggere il nostro modo di lavorare che a causa di questo virus avremmo dovuto modificare.

    Cosa è cambiato e che cosa è rimasto come prima della pandemia?

    È cambiato quindi che tutti i reparti in cui operiamo sono diventati di alta complessità, ovvero con obbligo di uso di mascherina, occhiali, guanti e impossibilità di interagire con oggetti molto cari ai nostri personaggi e ai bambini. L’impossibilità di contatto e la distanza fisica ci hanno costretto a ripensare e modellare i nostri interventi. Mi sono resa conto del valore della vicinanza fisica che un bambino o un genitore desiderano e di cui hanno bisogno, essendo la maggior parte del tempo isolati dal mondo esterno. L’importanza di un oggetto o di un pupazzo che sono strumenti per creare un’alleanza, mettere un piccolo mattoncino per costruire una relazione autentica. Allora attiviamo la nostra creatività per trovare nuovi modi di disegnare le relazioni con i nostri piccoli amici e le loro famiglie partendo dal nostro corpo che ha una grande potenziale di comunicazione anche senza la parola. Cercare un nuovo modo di toccare ed essere toccati senza contatto, ecco cosa è cambiato da prima della pandemia.

    Che cosa è la sorpresa che questo rientro in ospedale ti ha portato, una cosa che non ti aspettavi?

    Ho scelto il nome Waü anche perché amo le sorprese, di solito quelle belle ma questa volta mi è toccata una sorpresa dura da gestire… il non potersi riabbracciare! Non mi aspettavo la difficoltà enorme di trattenere il desiderio di stare vicino, di stringere una mano, di fare una carezza, di spalancare il sorriso a tutti denti (in realtà lo facevo ma non si vedeva a causa della mascherina). Ritrovare il personale ospedaliero, le famiglie e alcuni bambini così dopo tanto tempo, mi ha fatto esplodere una voglia di stringerli tutti a me! Che fatica fermare la spontaneità di un gesto di accoglienza e di amicizia… Per fortuna avevo con me il mio Orsetto di peluche!

    Una sorpresa che mi hanno fatto molte persone è stata quella di esprimere la loro nostalgia per la nostra assenza: SIAMO MANCATI TANTO, TANTISSIMO.

    Come ti hanno accolto il personale ospedaliero e i bambini?

    Mi hanno accolto con un entusiasmo pari a quello di quando si incontra la propria cantante o attrice preferita…. al mio passaggio si spalancavano occhioni, sorrisi, gomiti e braccia svolazzanti… mancava solo qualche chilo di coriandoli e qualche fuoco di artificio… io come una star di Hollywood! Per fortuna avevo gli occhiali protettivi per tutti i flash di gioia che ho ricevuto! Che onore e che riconoscenza fare questo mestiere. Grazie a tutti!

    Hai un messaggio per i bambini in ospedale?

    Ai bambini, vorrei regalare una formula magica contro i brutti sogni, da ripetere 3 volte con le manine chiuse nei pugni, insieme a chi fa la nanna con te:

    LA FORMULA MAGICA CONTRO I BRUTTI SOGNI

    Brutto sognaccio

    pauroso e tremendo

    Te ne approfitti che stavo dormendo!

    Ma ora son sveglio

    E ho aperto gli occhi

    Vediamo se adesso mi tocchi!

    Dopodiché…. fare una pernacchia e schiacciare del coraggio il bottoncino, che se guardi bene sta lì da qualche parte… sul tuo pancino!

    Tanti abbracci incoraggianti dalla vostra Dott.ssa Waü, ci vediamo presto prestissimo!

  • “25 fiabe per Theodora”

    25 fiabe per Theodora

    “Un regalo da favola”: per te, per i bambini, per gli amici lontani

    Un audiolibro per ascoltare, immaginare e sognare, grazie ai racconti che la scrittrice per bambini Emanuela Bussolati ha scritto o rielaborato e che ha scelto di donare a Theodora. L’audiolibro, adatto per i bambini dai 5 anni, è disponibile sulla pagina Regali del Sorriso. Dopo aver effettuato la donazione di 8 euro, ti verrà inviato il file dell’audiolibro via email e potrai scaricare le 25 fiabe per Theodora! 25, come gli anni che la Fondazione ha compiuto nel 2020, sono gli Amici di Theodora che le hanno interpretate: Margherita Buy, Malika Ayane, Antonio Buonanno, Paolo Cognetti, Lella Costa, Claudia de Lillo, Alessandra Faiella, Anna Ferzetti, Giulia Lazzarini, Alice Mangione della Pozzolis Family, Giulia Michelini, Rita Pelusio e Lucia Vasini, ma anche il personale ospedaliero, amici della Fondazione, Dottor Sogni, staff Theodora Con la tua donazione sosterrai il progetto “Favole al telefono – Theodora chi-ama Rodari“: favole raccontate dai Dottor Sogni ai bambini in ospedale, alla sera, momento in cui la malinconia si fa sentire di più in reparto. “È nei momenti di difficoltà che i sogni vengono in aiuto e ora, che i bambini in ospedale sono ancora più soli ed isolati a causa della pandemia, c’è ancora più bisogno di sognare e viaggiare con la fantasia. Come farlo senza entrare in ospedale? Grazie al potere della voce e delle fiabe. L’audiolibro ’25 fiabe per Theodora’ è nato con il desiderio di aiutare i bambini in ospedale a continuare a coltivare i loro sogni perché un bambino con un sogno ha più forza per affrontare la malattia“, afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus La Fondazione ha condiviso con la Presidenza della Repubblica il progetto dell’audiolibro e ha ricevuto questo caloroso messaggio in risposta: “Il Presidente della Repubblica ringrazia per le calorose espressioni di stima indirizzategli e per averlo reso partecipe – con l’Audiolibro “25 fiabe per Theodora” – del delicato, importante lavoro svolto quotidianamente nei reparti ospedalieri pediatrici di alta complessità dai Vostri Dottor Sogni. Nell’esprimere il proprio vivo apprezzamento per le energie sinora profuse – certo che si realizzi il progetto “Favole al telefono”, il Presidente Mattarella è lieto di inviare a Lei, alla scrittrice di fiabe Emanuela Bussolati, ai Dottor Sogni, ai soci della Fondazione e, soprattutto, a tutti i piccoli pazienti ricoverati in ospedale un saluto affettuoso e l’augurio di un 2021 ricco di guarigioni“. Il Ministro Speranza ci ha inviato questo prezioso messaggio:Il Ministro ritiene che realizzare un audiolibro di favole per far sentire meno soli i bimbi ricoverati sia stata un’idea davvero bellissima. In questo particolare momento, in cui la pandemia costringe a un isolamento forzato anche i più piccoli, regalare loro dei sogni è il modo migliore per aiutarli“. Questo progetto è stato reso possibile grazie a tutti i lettori che hanno scelto di partecipare al nostro sogno:
    • Margherita Buy, Testimonial e Ambasciatrice di Fondazione Theodora
    • Roberto Anglisani, attore e formatore Fondazione Theodora
    • Malika Ayane, cantautrice
    • Tommaso Banfi, attore
    • Daniela Basso, infermiera di oncologia pediatrica dell’Istituto Gaslini di Genova
    • Antonio Buonanno, attore
    • Emanuela Bussolati, autrice, illustratrice e progettista di libri per la prima infanzia, superpremio Andersen
    • Lisetta Cannici, ex maestra del reparto di ortopedia dell’Istituto Gaslini di Genova
    • Paolo Cognetti, scrittore
    • Marta Comerio, attrice
    • Lella Costa, attrice
    • Claudia de Lillo, scrittrice, giornalista e conduttrice radiofonica
    • Manuela Dezi, responsabile raccolta fondi individui Fondazione Theodora
    • Alessandra Faiella, attrice
    • Anna Ferzetti, attrice
    • Iolanda Granato, giornalista, speaker radiofonica e doppiatrice
    • Giulia Lazzarini, attrice
    • Chiara Leoncini, attrice
    • Alice Mangione della Pozzolis Family, attrice e autrice comica
    • Giulia Michelini, attrice
    • Antonio Panella, Dottor Sogni alias Dottor Pelosone
    • Rita Pelusio, attrice
    • Cecilia Pizzorno, musicista e formatrice Fondazione Theodora
    • Rita Rolla, infermiera pediatrica dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia
    • Elisa Sirianni, consulente per la comunicazione e la cura di progetti culturali e sociali
    • Lucia Vasini, attrice
    Titoli fiabe
    • Vento che spazza e distrugge (interpretata da Margherita Buy – al 32 secondo)
    • Nel paese del contrario (interpretata da Roberto Anglisani – al minuto 3:38)
    • La rana dalla bocca larga (interpretata da Malika Ayane – al minuto 6:40)
    • Folletto Serralocchi (interpretata da Daniela Basso – al minuto 9:55)
    • Il desiderio del maialino e quello del gatto (interpretata da Antonio Buonanno – al minuto 12:53)
    • Pierino Pierone e strega bistrega (interpretata da Emanuela Bussolati – al minuto 18:40)
    • Uno, due e… (interpretata da Lisetta Cannici – al minuto 24:02)
    • Chiodo di zuppa (interpretata da Paolo Cognetti – al minuto 26:52)
    • Le ocarine e il lupo (interpretata da Marta Comerio e Tommaso Banfi – al minuto 29:50)
    • Riccioli d’oro (interpretata da Lella Costa – al minuto 37:29)
    • Zizola e il sale (interpretata da Claudia de Lillo – al minuto 42:32)
    • Il cofanetto misterioso (interpretata da Manuela Dezi – al minuto 49:10)
    • Il reuccio fatto a mano (interpretata da Alessandra Faiella – al minuto 51:25)
    • Principessina d’oro e d’argento (interpretata da Anna Ferzetti – al minuto 1:00:00)
    • La volpe furba (interpretata da Iolanda Granato – al minuto 1:05:55)
    • Il bosco meraviglioso (interpretata da Giulia Lazzarini – al minuto 1:09:04)
    • La gallinella golosa (interpretata da Chiara Leoncini – al minuto 1:12:40)
    • Bruco golosone (interpretata da Alice della Pozzolis Family – al minuto 1:15:09)
    • Nonno drago e i 4 giganti (interpretata da Giulia Michelini – al minuto 1:18:46)
    • Masilo e Shimbec (interpretata da Antonio Panella – al minuto 1:21:05)
    • La regina Eleonora e Badamasso (interpretata da Rita Pelusio – al minuto 1:27:25)
    • C’era una volta il cielo (interpretata da Cecilia Pizzorno – al minuto 1:32:03)
    • Il mare in una buca (interpretata da Rita Rolla – al minuto 1:35:13)
    • La gallinella indaffarata (interpretata da Elisa Sirianni – al minuto 1:37:45)
    • Focaccina dolce (interpretata da Lucia Vasini – al minuto 1:39:53)
    Un grazie speciale va a Eccetera Produzioni Audio, che ha prestato pro bono la professionalità del suo team per la registrazione e il montaggio dell’audiolibro. Grazie di cuore alla nostra Ambasciatrice e Testimonial Margherita Buy per il suo prezioso video messaggio

    Ascolta le bellissima intervista realizzata da Daria Bignardi a Malika Ayane a Radio Capital!

    Grazie di cuore a Malika per aver raccontato con tanto amore ed entusiasmo il nostro progetto dell’audiolibro “25 fiabe per Theodora” Malika
  • Valorando Il calendario dell’avvento per crescere insieme

    Valorando per Theodora

    Valorando è un calendario dell’avvento che raccoglie 24 Valori che diventano 24 racconti e 24 disegni, creato da Pippi e Lulù, due mamme “che credono nel potere dei sogni”, e dalle loro due bambine.

    Una raccolta di 24 storie raccontate attraverso gli occhi curiosi di un bambino di nome VALORE “da leggere e da condividere per stare uniti in questo momento così complicato… per creare un momento speciale in famiglia e per unire tante famiglie“.

    Una condivisione di valori e racconti e l’invito a restare vicino anche ai bambini di cui si prende cura Theodora, perché anche per loro è Natale. Non Mollare Mai, Perfettamente Imperfetti, Coraggio, Celebrare, Amicizia…. scoprite tutte le Storie ed i VALORI guida su www.pippilulu.com

    Scaricate VALORANDO e donate per la nostra missione!

    Dona ora a Fondazione Theodora

    Selezionando “Donazione per eventi da privati” e nel campo “Donazione per” scrivete “VALORANDO”, oppure bonifico IT07B0306909606100000113874 inserendo nella causale “VALORANDO”

  • Pasqua 2021 con Theodora per i bambini in ospedale

    Pasqua con Theodora Ogni giorno i Dottor Sogni regalano sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale. Lo fanno entrando nelle loro stanze, dove ad oggi è consentito, o grazie alle video visite e alle fiabe lette al telefono. Con un semplice gesto, anche tu puoi aiutarci a restare al fianco dei bambini: per Pasqua scegli i nostri doni solidali. Grazie, di cuore per tutto quello che potrai fare. In anteprima alcuni prodotti solidali per Pasqua, scoprili tutti nel nostro CATALOGO!
    Borsetta Boule D'Or Borsetta Boule D’Or (donazione 8€)
    Pochette Boule D'Or Pochette Boule D’Or        (donazione 5€)
    Dolci pensieri Theodora Dolci pensieri con Theodora (donazione 5/10/15€)

    Ecco come puoi sostenerci!

    • Scegli i prodotti Theodora per i tuoi regali
    • Inoltra il catalogo ai tuoi amici, diffondi il catalogo in azienda per raccolte interne di ordini

    Per informazioni e ordini

    Marianna Duglio  – marianna.duglio@theodora.it – cell 337 1578983

    Donazioni*

    Causale: Pasqua * I costi di spedizione saranno calcolati in base al volume dei prodotti richiesti e comunicati tempestivamente per poter procedere con la donazione
  • Dona il tuo 5X1000 a Fondazione Theodora Onlus

    5X1000 Theodora

    Dona  il tuo 5X1000 a Fondazione Theodora Onlus

    Dalla tua firma nascono SOGNI e SORRISI

    Fondazione Theodora Onlus offre supporto alle bambine e ai bambini ricoverati in ospedale e alle loro famiglie portando preziosi momenti di evasione con le visite magiche dei Dottor Sogni. Nelle situazioni più difficili è importante avere qualcuno accanto che sappia riconoscere il momento e il modo giusti per dare forza e i Dottor Sogni di Fondazione Theodora conoscono il segreto per far tornare il sorriso sulle labbra dei piccoli pazienti. Stai al fianco dei nostri Dottor Sogni: destina il tuo 5per1000 a Fondazione Theodora Onlus e aiutaci a continuare a far sognare i piccoli in ospedale.

    Firma Firma nell’apposito spazio della tua dichiarazione dei redditi “Sostegno del volontariato

    123 Inserisci il nostro codice fiscale: 97247270156

    Grazie per il tuo aiuto

  • Intervista: Patrick Trancu racconta il suo gesto solidale per Theodora

    patrick Patrick Trancu, CEO di TT&A Advisors, ci racconta come ha conosciuto Fondazione Theodora Onlus e perché ha scelto, insieme agli autori de “Lo Stato in Crisi”, di devolvere i proventi dei diritti di autore del libro alla Fondazione.

    Per informazioni e Ordini: Lo Stato in Crisi

    Come ha conosciuto Fondazione Theodora?

    Ho conosciuto Fondazione Theodora nel febbraio 2020, per essere precisi il 16 febbraio in occasione di un TEDx Talk organizzato a Monza e al quale ho partecipato in qualità di speaker. Il tema dell’incontro era “Open to”. Io ho parlato di comunicazione in situazioni critiche inattese. Tra gli speaker vi era anche Momcilo Jankovic, un medico di una straordinaria umanità che si è sempre occupato dello studio della leucemia infantile. Il suo talk è stato “Open to care”. Durante la pausa di intermezzo della serata, e prima dei nostri interventi, abbiamo scambiato quattro chiacchere. E durante la nostra conversazione abbiamo parlato del suo lavoro con i bambini affetti da leucemia, un argomento a me particolarmente caro. Negli anni novanta, in qualità di allenatore di tuffi, mi era capitato di seguire molto da vicino e per tre anni un nostro giovane atleta affetto da leucemia. Parlando quindi di questi argomenti Momcilo ha accennato al lavoro di Fondazione Theodora a supporto dei bambini ospedalizzati. Tramite amici mia moglie Eva ha poi deciso di entrare a far parte del comitato di Fondazione Theodora di Lugano.

    Come si concretizza il suo sostegno alla Fondazione?

    Il Covid19 è stata e continua ad essere una sfida per tutti, in modo diversi. Le associazioni di volontariato e le Fondazioni si sono trovate in grande difficoltà. Da un lato molte non hanno potuto proseguire la propria missione, dall’altro si sono trovate nella condizione di non poter organizzare le loro attività di fundraising senza le quali per molte è impossibile operare. Il Covid inoltre ha creato grandissimo disagio per le persone ospedalizzate ed in particolare per i bambini che si sono visiti in parte “abbandonati” a causa delle severe norme di accesso agli ospedali da parte di famigliari ed amici. In questo contesto Fondazione Theodora ha proseguito nel proprio impegno trovando in maniera creativa modalità per restare vicini ai bambini anche durante questo difficile periodo. Per questo motivo abbiamo deciso di devolvere integralmente alla Fondazione i diritti d’autore derivanti dalle vendite de “Lo Stato in Crisi”.

    Secondo Lei quanto sono importanti il sorriso e il gioco per i bambini in ospedale?

    L’esperienza dell’ospedale è per i bambini spesso fonte di preoccupazione, paura e trauma. Ritengo quindi importantissimo che nei contesti ospedalieri i bambini abbiano la possibilità di socializzare tra di loro, divertirsi, ridere e sorridere. Si tratta di “terapie” dello spirito tanto importanti quanto quelle per il corpo. Per questo motivo il lavoro svolto dai Dottor Sogni è fondamentale per accrescere le possibilità di guarigione e per rendere più “leggera” la permanenza in ospedale.
  • “Dolci pensieri con Theodora” per i bambini ricoverati e il personale ospedaliero

    Dolci pensieri Theodora

    Per Pasqua, Fondazione Theodora ha voluto portare un po’ di dolcezza, poesia e normalità nei reparti di pediatria in cui da ormai un anno i bambini, i genitori, il personale medico affrontano non solo la malattia, ma anche la solitudine.

    La Fondazione ha consegnato agli ospedali oltre 700 confezioni di cioccolatini, insieme alle cartoline con gli speciali messaggi dei Dottor Sogni e all’audiolibro “25 fiabe con Theodora”: un risultato raggiunto grazie alle donazioni degli Amici di Theodora e alle aziende vicine alla Fondazione.

    Ci uniamo al grazie di Cinzia, infermiera dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia, a tutti coloro che hanno reso possibile questo grande risultato: ” Vorrei ringraziare tutti voi della Fondazione per il pensiero che avete sempre per noi e per i nostri bambini… anche nell’occasione di questa Santa Pasqua così difficile per tutti che ci costringe a stare ancora lontani. Avete trovato il modo per accorciare le distanze facendoci sentire la vostra presenza comunque… con cartoline, dolci doni, fiabe al telefono e così via… grazie infinite per la costanza, la pazienza e soprattutto la vostra immensa forza che non vi fa mai mollare. Un super abbraccio e buona Pasqua a tutti i nostri meravigliosi Dottor Sogni”.

    Dolci pensieri Theodora

    Ospedale Buzzi di Milano

    Dolci pensieri Theodora

    Ospedale Gaslini di Genova

    Dolci pensieri Theodora

    Ospedale Sant’Andrea La Spezia

     

  • Canzoni e musica con i Dottor Sogni all’Istituto Neurologico Besta

    Mercoledì 31 marzo grandi emozioni e canzoni nel cortile dell’Istituto Neurologico Besta di Milano! Il Dottor Garibaldi e il Dottor Soap Opera hanno proposto ai bambini presenti, e a quelli affacciati alle finestre, un piccolo concerto interattivo che ha coinvolto in canti e danze anche il personale sanitario. È stato un pomeriggio di musica e allegria per augurare a tutti una buona Pasqua e per vivere un momento di gioia e serenità insieme. Simona Sangion, caposala del reparto di neuropsichiatria infantile dell’Istituto Neurologico Besta ha raccontato così il pomeriggio musicale con i Dottor Sogni. “Il 31 marzo doveva essere un giorno come tutti gli altri, in corsia con i bambini annoiati e con previsione di pioggia a peggiorare il tutto, ma finalmente un raggio di sole dopo tanti giorni bui… i nostri Dottor Sogni sono venuti a visitare i nostri cuori, la nostra mente e hanno portato il sole! Quando li ho visiti avrei voluto abbracciarli e ho provato una forte emozione, ma soprattutto un senso di normalità che mancava da tanto tempo. Lo spettacolo che hanno portato ci ha fatto ridere e ci ha permesso di passare un pomeriggio in spensieratezza. I bambini e i loro genitori sono stati felici e hanno chiesto quando sarebbero tornati! La vostra presenza in ospedale è un toccasana per tutti quelli che hanno potuto partecipare lasciando quello che stavano facendo per venire in giardino o per guardarvi dalla finestra con tanto di galleria ad applaudire! Grazie infinite. Speriamo di riprendere le visite che negli anni ci hanno accompagnato”. Il Dottor Garibaldi ci ha raccontato: “Siamo stati accolti con calore e gioia dai bambini, dai ragazzi e dalle loro mamme. C’è stata la partecipazione entusiasta del personale ospedaliero, sull’esempio dei Primari e della Caposala, che scendendo a turno in cortile ad affacciandosi alle finestre, hanno portato un’aria di festa che abbiamo respirato a pieni polmoni. Un grazie di cuore a tutti coloro che con la loro presenza hanno colorato questa bella giornata”. Il Dottor Soap Opera ha aggiunto: “È stato un momento veramente bello ed emozionante, dopo più di un anno, ritornare in ospedale e incontrare tutti i bambini, gli infermieri e i medici con un abbraccio virtuale.”
    Dottor Garibaldi​​​​​​
    Musica con i Dottor Sogni al Besta
    Musica con i Dottor Sogni al Besta
    Ci auguriamo di poter tornare presto a visitare i bambini ricoverati all’Istituto Neurologico Besta nel quale siamo presenti da 21 anni grazie al prezioso sostegno della Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani. Nel frattempo continueremo a regalare loro sogni e sorrisi grazie alle video visite, alle favole al telefono e magari grazie ad un altro pomeriggio musicale con i Dottor Sogni.
  • Il Dottor Pelosone racconta…

    Dottor Pelosone Fondazione Theodora

    Dopo un anno dall’avvio del Dottor Sogni 2.0, quali sono le tue riflessioni in merito a questo progetto?

    Nel mese di marzo 2020 abbiamo dovuto sospendere le visite in presenza, ma non ci siamo arresi. Con l’obiettivo di trovare un’altra modalità di essere accanto ai bambini in ospedale, avvalendoci dei nuovi mezzi a disposizione, abbiamo ideato il progetto Dottor Sogni 2.0. All’inizio l’idea di realizzare le video visite mi ha lasciato perplesso, ma poi mi sono dovuto ricredere. perché in questo difficile anno le persone, che sono doppiamente isolate, apprezzano e riconoscono, anche da bambini, il legame che si crea anche durante una video visita. Grazie alla fantasia si possono superare i limiti imposti dal telefono e saziare la fame di incontri e di solitudine che ognuno sta vivendo“.

    Vuoi condividere con noi un aneddoto legato al Dottor Sogni 2.0?

    Se devo pensare ad un aneddoto o meglio ad un riscontro concreto di questa attività, mi viene in mente l’episodio del Dottor Leoni e dell’infermiera Rita Rolla dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia. Durante una visita in pronto soccorso hanno utilizzato un video del progetto Dottor Sogni 2.0 per calmare una bambina e poterle effettuare in tranquillità una suturazione. Questo episodio testimonia che il nostro progetto ha sortito un’efficacia concreta che è in realtà il frutto dei 26 anni di esperienza delle visite in ospedale che ci ha permesso di capire, pur non entrando direttamente nelle stanze, come agire a distanza e di rendere, grazie agli strumenti artistici dei Dottor Sogni, uno strumento così algido come il telefono a misura della poesia e della relazione affettiva che è l’obiettivo centrale che i Dottor Sogni perseguono”.

    Non solo il progetto Dottor Sogni 2.0, ma anche l’audiolibro di Theodora ha permesso ai bambini di sentirsi meno soli, ce ne parli?

    L’audiolibro ’25 fiabe per Theodora’ realizzato con le fiabe donate da Emanuela Bussolati e interpretare da testimonial, personale ospedaliero e staff di Theodora è un’opera artistica rappresentativa dello specchio dei tempi. Non potendo entrare fisicamente nelle stanze, abbiamo utilizzato la voce come veicolo del nostro corpo per portare un’evocazione artistica attraverso le favole. L’audiolibro ci ha permesso inoltre di raccontare anche all’esterno quello che facciamo nelle stanze d’ospedale e di renderlo utile anche ai bambini isolati a causa della pandemia. È un filo che collega tutto“.
  • Aiutaci a portare sogni e sorrisi ai bambini ricoverati al Policlinico Sant’Orsola di Bologna

    Dottor Sogni Ospedale Sant'Orsola Malpighi BolognaLa mia bambina è affetta da una malattia rara e ogni due settimane siamo all’Ospedale Sant’Orsola per l’infusione di un farmaco. Maria Sole è talmente felici di incontrare i Dottor Sogni che scorda flebo, prelievo e l’ospedale non le sembra per niente un ospedale. Grazie“, mamma di Maria Sole Con il desiderio di garantire la ripresa delle visite dei Dottor Sogni anche ai bambini ricoverati al Policlinico Sant’Orsola Malpighi di Bologna e di realizzare il progetto innovativo “Il Mondo in una scatola”, Fondazione Theodora ha attivato sul portale Idea Ginger, l’iniziativa di crowdfunding “In ospedale ci rIEMPiamo le scatole”. Sostenere il progetto è allo stesso tempo semplice, la donazione si effettua in pochi click, ma fondamentale perché solo se Fondazione Theodora raggiungerà l’obiettivo di raccolta fondi pari a 2.487 euro la Fondazione Sant’Orsola contribuirà al progetto con una preziosa ulteriore donazione. I fondi raccolti garantiranno la ripresa delle visite dei Dottor Sogni, nel mese di settembre, presso il Reparto di Pediatria Specialistica e il Day Hospital di Endocrinologia Pediatrica del Policlinico Sant’Orsola Malpighi di Bologna e la realizzazione del progetto innovativo “Il Mondo in una scatola” che aiuterà i bambini ad esprimere le loro emozioni tramite un semplice gioco. I piccoli pazienti, accompagnati dai Dottor Sogni, potranno raccontare emozioni, paure, sogni attraverso un disegno, una fotografia degli oggetti della stanza, un audio registrato, fogli con scritte parole che rappresentano la stanza di ospedale, la casa di cui il bambino ha nostalgia, le cose di cui ha paura, quelle che lo rendono felice.

    Grazie a te i Dottor Sogni potranno bussare alle stanze dei bambini ricoverati al Policlinico Sant’Orsola Malpighi e accompagnarli attraverso le loro emozioni, per riempire tante scatole, per diventare più forti! 

    Dona ora a Fondazione Theodora

    Guarda il video appello della Dottoressa Caucciù e della Dottoressa Rovescia

  • I Dottor Sogni tornano dai bambini dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia

    Dottor Sogni Spezia Grazie al prezioso sostegno e alla fiducia della Direzione Sanitaria, dei primari e del personale ospedaliero, oggi, i Dottor Sogni sono tornati a visitare le bambine e i bambini ricoverati nei reparti di neonatologia, patologia neonatale e pediatria dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia, dove siamo presenti dal 2007 grazie al prezioso sostegno de “Il nonno di Camilla”. “Un’emozione incredibile entrare in reparto dopo un anno e sentire l’affetto, la stima e il desiderio dei bambini e del personale ospedaliero di avere di nuovo al loro fianco i Dottor Sogni… come se fossimo una ventata di aria fresca necessaria in questo periodo difficile. Questo testimonia che il nostro intervento lascia un segno nel cuore delle persone che dura negli anni e che neanche la pandemia può intaccare“, Dottoressa Irina Pirina e Dottoressa Blu Blu
  • Regaliamo un audiolibro ai bambini in ospedale

    Fondazione TheodoraNel silenzio del reparto è molto emozionante sentire provenire dalle stanze le fiabe di Theodora. Un attimo di tranquillità per i bambini e di pace e di riposo per i genitori. Grazie di cuore per questo dono speciale“, Rita, infermiera pediatrica. Dopo un primo invio agli ospedali della speciale cartolina con il QR code per ascoltare gratuitamente l’audiolibro “25 fiabe per Theodora”, fatto in occasione della Pasqua grazie alle donazioni di tanti Amici di Theodora, la Fondazione ha un nuovo obiettivo: far sì che per tutto il 2021 i piccoli pazienti possano trascorrere momenti di serenità e poesia grazie all’ascolto dell’Audiolibro. Il sostegno di Aquiluna – La campagna di crowfunding Per realizzare questo sogno, Theodora può contare su una grande Amica: Marta Benoffi, con il suo marchio editoriale Aquiluna. Suoi infatti sono i racconti “Brillantina” e “Sono fatto così”, due volumi impreziositi dalla delicatezza dell’illustratrice giapponese Nomoco, donati alla Fondazione, che saranno inviati a tutti coloro che faranno una donazione minima di 20€ (per un libro) o 35€ (per entrambi) sulla piattaforma di crowdfunding Eppela. L’obiettivo del progetto, 5.000€, consentirà di stampare e inviare agli ospedali 20.000 cartoline speciali con l’Audiolibro “25 fiabe per Theodora”. Come sostenere il progetto? Con una donazione dal 24 maggio al 24 giugno su: https://www.eppela.com/regaliamounaudiolibro

  • I Dottor Sogni sono tornati all’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma!

    Fondazione TheodoraHo camminato in punta di piedi ripercorrendo vecchi passi per poi ritrovarmi in un nuovo cammino fatto di timide risate iniziali e di giochi che hanno portato a liberare, tramite il sorriso e l’accoglienza, ciò che è stato represso per troppo tempo. Oggi mi sono sentito un po’ paziente, un po’ uomo e in fine dottor sogni. Il tempo passato pesa e si sente, ma può essere digerito piano piano, per passare poi a nuove e sorridenti strade, così come è successo in questa ripresa di lavoro“, Dottor Ragù È stata una mattinata piena di magia, sogni e sorrisi per i bambini ricoverati, i loro familiari e per il personale ospedaliero che, grazie alla visita del Dottor Ragù, hanno potuto stemperare la tensione, le paure e la solitudine del ricovero ospedaliero. Aiutaci a continuare il nostro viaggio per riaccendere i sogni dei bambini in ospedale Dona ora a Fondazione Theodora
  • In diretta dai reparti: intervista alla Dottoressa Bonsai

    Dottoressa Bonsai Fondazione Theodora La Dottoressa Bonsai, a quasi un anno dalla ripresa delle visite in presenza presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, ci racconta il suo rientro in ospedale al fianco delle bambine e dei bambini in questo difficile periodo di pandemia.

    Ci racconti com’è andata la tua prima visita all’Istituto Nazionale dei Tumori?

    “All’inizio per me è stato tutto più facile, protetto e spensierato, il desiderio di tornare nel reparto dove ho lavorato per 20 anni ha prevalso su tutte le emozioni. Tutto è stato più intimo, silenzioso e la tensione si avvertiva sulla pelle di tutti! Dopo l’ingresso, fatti tutti i dovuti controlli, ho camminato lentamente per il corridoio e quando sono arrivata davanti all’ascensore mi sono emozionata, una sensazione strana, un momento di paura, di non farcela, di non sapere più lavorare, di aver perso il mio personaggio, la Dottoressa Bonsai, costruito con fatica in più di 20 anni nei reparti pediatrici. Ricordo il caldo sotto la mascherina ffp2, il costume, il camice e Brandy, il mio inseparabile compagno di lavoro. Sono stata accolta con mille sorrisi e abbracci virtuali, medici, educatori, mamme e bambini, tutti curiosi di un viso nuovo, di un ‘ponte per l’esterno’. Ho visitato tutti i bambini e i ragazzi presenti, sono stata la prima persona autorizzata ad entrare in reparto dopo le restrizioni, come un gelato dopo il caldo, mi sono sentita una finestra sul mondo!! Che dire, Bonsai ha immediatamente trovato casa e a fine giornata ero stanchissima! Tutti volevano parlare, parlare e parlare…. È difficile restare isolati per le cure, ed è stata ancora più dura per i bambini e le famiglie con i loro cari lontani… un solo genitore, niente fratelli, senza nonni o amici per mesi! La pandemia ha creato un’isola nell’isola già presente per le malattie di lunga degenza.”

    Che sensazioni hai avvertito in reparto?

    Il sentimento di tutti era di felicità, voglia di condividere, la mascherina non è mai stato un problema nella gestione della relazione. Ho sentito molto il bisogno di contatto da parte degli adulti, mamme e personale, il reparto era silenzioso come mai, un solo bambino per stanza, niente sala giochi se non per poche ore con momenti organizzati prima dagli educatori. È vero che siamo predisposti per sopportare lo stress, i traumi, le paure, i cambiamenti che non dipendono da noi, ma una cosa è certa, siamo nati per socializzare, per stare insieme, per sentire, per amare, l’unica cosa che non è normale è la solitudine e la rassegnazione! Siamo nati resilienti!

    Vuoi condividere con noi qualche ricordo delle visite in ospedale?

    Ieri ho conosciuto A. è un esordio, ha i capelli legati in una lunga treccia nera fino al sedere e uno sguardo vivo come hanno tutte le teenagers! Insieme abbiamo deciso che dopo un ricovero ci vuole un bel regalo, lei vuole un costume rosso, abbiamo visto tantissimi modelli e scelto la “boutique” dove andare a prenderlo subito dopo il ricovero.

    Ho ballato danze senegalesi con F. e sua mamma, (non capivano come una tedesca come la Bonsai poteva essere così nera dentro!). A Fatouma hanno appena amputato la gamba, ma non la vanità né tantomeno il ritmo. Bonsai le ha insegnato a ballare samba come faceva da piccola, muovendo velocemente le spalle in modo moooolto veloce come solo Carmen Miranda sapeva fare!

    M. metà italiano e metà americano, spalle da rugby, 1.85 di simpatia e intelligenza! Ci siamo conosciuti durante tutto questo anno. Massimo ha sofferto molto, ha dovuto fare tantissime rinunce per la terapia, ma ci siamo sempre visiti con un sorriso, anche quando era molto stanco e non se la sentiva. Abbiamo parlato tantissimo e costruito un bellissimo rapporto di gioco e chiacchere divertenti e folli, anche con la mamma! L’ultima bella notizia è che Massimo sta benissimo ed è passato al test per ingegneria al politecnico di Milano, la zia Bonsai è orgogliosissima!!!!

    G. La bambina più bella, dolce, carina che si possa immaginare, tutta peperina, sempre in giro per il corridoio, mai in camera!!! Conosce tutti i miei trucchi, è amica di Brandy, sa chiedere ciò che vuole e la vince sempre. Lunedì non sono riuscita a visitarla perché era triste, piangeva e voleva solo il suo papà. Quando sono ripassata in camera dormiva, allora ho pensato subito di farle una sorpresa, ho lasciato accanto a lei nel letto la mia super Peppa Pig ballerina, solo Gioia la poteva curare tutta la settimana. Ieri tornata in ospedale Peppa Pig mi aspettava, ma Gioia è tornata a casa con papà, mamma e la sua sorellina!”

    Aiutaci a continuare a regalare sogni e sorrisi alle bambine e ai bambini ricoverati in ospedale

    Dona ora a Fondazione Theodora

  • Silvio Omodeo, ideatore della Corsa dei Sogni, ha alcuni consigli per voi!

    Corsa dei Sogni Theodora

    Aperte per tutta l’estate le iscrizioni alla Corsa dei Sogni!

    Con una piccola donazione di 7€, si può scaricare il pettorale personalizzato per realizzare la propria attività: corsa, nuotata, passeggiate a piedi o in bicicletta…. non conta il risultato, ma metterci il cuore! Corsa dei Sogni Theodora Silvio Omodeo, Ambasciatore Theodora e preparatore atletico, ideatore della Corsa dei Sogni, ha alcuni consigli per voi!

    1) L’IMPORTANTE È MUOVERSI!

    “Per molti di voi stanno iniziando le vacanze, quale miglior momento per una bella nuotata, una camminata NON impegnativa in collina, montagna od anche in un parco cittadino, una bella biciclettata, una sgambettata con i pattini… ma anche una passeggiata di un 40 minuti con il vostro fedele amico a 4 zampe è un modo per avvicinarsi o riprendere a muovere le gambe dando tonicità ai muscoli, fiato ai polmoni ed energia al vostro cuore. Amici, Volere è Potere, soprattutto se lo fate con il cuore per donare sorrisi ai bambini in ospedale!”

    2) IDRATATEVI

    “L’idratazione quotidiana è importantissima, indipendentemente dal fatto che facciate o meno attività motoria: bere almeno 2 litri di acqua naturale durante il giorno, anche lontano dai pasti, mantiene il corpo fresco e ben idratato apportando un beneficio generale a muscoli, pelle e tendini, dando quindi agli stessi la possibilità di esprimersi al meglio nella eventualità di un’attività fisica. Bene anche spremute e tanta frutta fresca: il corpo vi ringrazierà e sarete pronti per l’Impresa Solidale per Theodora!

    3) ATTENTI ALL’ALIMENTAZIONE

    “Saper ben alimentarsi anche per poter poi essere pronti per la vostra attività motoria è basilare, quindi… eliminate il più possibile dalla vostra alimentazione i grassi e i fritti, stando anche attenti alle quantità dei carboidrati settimanali (pasta, riso, farinacei) aumentando invece frutta e verdura, con la giusta dose di proteine (carni bianche, uova e pesce). Vi sentirete più leggeri, con la giusta carica di forza muscolare e di energia per dire: #miattivoxtheodora“.

    4) CONSIGLI SPECIALI PER CHI CORRE

    “Ben attrezzati con scarpe adatte, abbigliamento idoneo al clima estivo ed alla località in cui siete, provate a muovere per almeno 20/30′ il vostro apparato muscolare/tendineo, facendo un po’ di fatica, ma… ATTENZIONE! Iniziate sempre saggiamente, senza cercare subito di essere competitivi con voi stessi o qualche compagno o compagna che vi segue. Se non avete mai corso provate con 4 volte questo schema: 2′ di camminata ed 1′ di corsetta leggera. Con calma vedrete che se lo sforzo che farete nelle prime 3/4 uscite è ben dosato, poi sarà più facile proseguire, aumentando le ripetizioni fino a 8 volte, e vedendo i miglioramenti in termini di minor fatica, miglioramento del fiato e battiti cardiaci”.

    5) IL CONSIGLIO PIÙ IMPORTANTE DI TUTTI: SORRIDERE! 

    “Fare attività sportiva fa bene, ma non dimenticate la cosa più importante, fatela sempre saggiamente e con il sorriso! Perché questa volta non contano i risultati, ma farlo con il cuore per regalare un Sorriso ai bimbi in ospedale. Quindi iscrivetevi subito alla seconda edizione della Corsa dei Sogni Theodora e condividete le vostre foto… sempre con il sorriso!” Corsa dei Sogni Theodora Corsa dei Sogni Theodora
  • Un giardino magico e musicale per i bambini del Besta!

    Fondazione Theodora

    Nel mesi di maggio e giugno le bambine e i bambini ricoverati all’Istituto Neurologico Besta di Milano, i loro familiari e il personale ospedaliero hanno trascorso pomeriggi molto speciali con i Dottor Sogni. Gli ingredienti? Magia, musica e tanta allegria per tutti!

    La Dottoressa Chiara Pantaleoni, Direttore f.f. U.O. Neurologia dello Sviluppo IRCCS Fondazione Istituto Neurologico Besta, racconta così gli speciali interventi dei Dottor Sogni:Fondazione Theodora e Istituto Besta: 20 anni insieme! Ebbene sì, sono vent’anni che stiamo insieme, festeggiamo quindi le nozze di… porcellana! Così pare… Certo che della porcellana c’è molto: sicuramente la delicatezza del rapporto, ma anche qualcosa di prezioso, come possiamo definire il contributo degli amici Dottor Sogni. La presenza in reparto dei nostri Dottor Garibaldi, Soap Opera, Lulù, Flora, Peppa e Bonsai, con la quale mi identifico un sacco… chissà perché…, la loro presenza dicevo è sempre stato un appuntamento gioioso per i piccoli pazienti, ma anche e forse ancora di più per i genitori, per il personale tutto, medici e infermieri, con tanti momenti di allegria, sorrisi, evasione e molto altro. Anche in un periodo così difficile, segnato dalle esigenze e limitazioni a causa dell’emergenza sanitaria, appena è stato possibile ecco che dal magico cappello di Theodora salta fuori… il giardino, uno spazio che ha consentito il rispetto delle regole di sicurezza, ma al tempo stesso la condivisione di momenti di musica, canto, balli, giochi, scherzi e ancora una volta benefica e rigenerate allegria. Il 22 giugno, appunto in giardino, c’è stato un ultimo incontro per un saluto di congedo prima dell’estate, presenti tutte le alte Direzioni della Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani e dell’Istituto Neurologico Besta e con loro i pazienti, i medici e le caposala, in attesa di rivedersi al più presto con regolarità, sempre con allegria e speriamo anche con maggiore serenità. Grazie amici! Con grande affetto e riconoscenza.

    Il Dottor Soap Opera racconta:Grazie a questi pomeriggi speciali abbiamo potuto incontrare nuovamente i bambini in ospedale, in una modalità diversa dal solito, ma nel contempo comunque emozionante e molto partecipata, con un coinvolgimento di tutti, bambini e personale ospedaliero. Non sono mancati momenti commoventi soprattutto nel rincontrare i dottori e gli infermieri… la sensazione era quella di essersi visti da poco. E poi balli, risate, canti e tanta emozione che a fatica riuscivamo a nascondere”.

    Fondazione Theodora è presente all’Istituto Neurologico Besta grazie al prezioso sostegno della Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani, il Presidente Dottor Lodovico Barassi racconta così la collaborazione e la sinergia con Theodora: “La collaborazione tra Fondazione Mariani e Fondazione Theodora e i suoi straordinari Dottor Sogni nasce più di vent’anni fa dalla condivisione di un obiettivo comune: migliorare la qualità di vita dei bambini affetti da patologie e delle loro famiglie. La Fondazione Mariani, oltre a sostenere la formazione del personale medico e paramedico e la ricerca scientifica in neurologia infantile, ritiene sia fondamentale supportare i progetti di assistenza e guardare oltre la malattia, facendo tutto il possibile per assicurare ai bambini anche con patologie neurologiche molto gravi, crescita, sviluppo e quando possibile, un sorriso. È dunque profonda la sintonia tra Fondazione Mariani e Fondazione Theodora che, con il suo eccellente operato, garantisce ai piccoli pazienti ricoverati il diritto al gioco, al sorriso, alla fantasia, per essere pienamente bambini anche in ospedale. A questo cammino insieme, che la Fondazione Mariani intende proseguire ancora a lungo, più che mai spinge il pensiero della fondatrice Luisa Mariani che è diventato il motto della fondazione: In un mondo perfetto i bambini non soffrono. In un mondo migliore potrebbero soffrire meno“.

     

     


     

     

  • Fondazione Theodora cambia sede!

    Fondazione Theodora

    Fondazione Theodora cambia sede!

    La Fondazione si è trasferita in via Bernardo Quaranta al 45, Milano. Rimangono invariati i numeri telefonici di riferimento e i relativi indirizzi di posta elettronica. Una nuova sede, per una nuova ripartenza insieme! Continuate a seguirci 
  • Chiusura estiva ufficio Fondazione Theodora

    Fondazione Theodora L’ufficio di Fondazione Theodora Onlus rimarrà chiuso dal 9 al 29 agosto 2021. I Dottor Sogni proseguiranno le loro speciali visite in presenza e online durante tutta l’estate per continuare a portare sogni, sorrisi e momenti di evasione ai bambini ricoverati.

  • I Dottor Sogni sono tornati all’Ospedale Bambino Gesù di Roma!

    Fondazione TheodoraOggi finalmente rinasco Strapazza per regalare ai bambini e ai genitori la possibilità di trovare nel nostro spazio di gioco quello di cui hanno bisogno, che sia una parola, un sorriso, una lacrima, una risata, un silenzio pieno d’amore“, Dottoressa Strapazza. Ieri pomeriggio le bambine e i bambini ricoverati all’Ospedale Bambino Gesù di Roma hanno ricevuto la speciale visita dei Dottor Sogni, una ventata di aria fresca ed energia per affrontare con più forza la malattia e il ricovero ospedaliero. Aiutaci a continuare il nostro viaggio per riaccendere i sogni dei bambini in ospedale! Dona ora a Fondazione Theodora
  • 5per1000: la vostra scelta solidale, il nostro impegno

    Con i fondi ricevuti dalla devoluzione del 5 per 1000, relativi all’anno fiscale 2018, la Fondazione ha implementato i progetti attivi presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e l’Ospedale Civile S. Andrea di La Spezia. Grazie al sostegno dei nostri donatori abbiamo regalato sogni e sorrisi ai bambini costretti in ospedale con fantasia e dolcezza. Fondazione Theodora Il 30 luglio 2020 Fondazione Theodora Onlus ha ricevuto 62.217,66€ dalla devoluzione del 5 per mille dell’IRPEF relativo all’anno fiscale 2018. La concomitante crisi pandemica aveva sospeso tutti i nostri programmi in presenza dal marzo dello stesso anno, costringendo la Fondazione ad elaborare un programma di affiancamento a distanza. Grazie a severi protocolli di accesso, l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano il 3 agosto 2020 ha riaperto le proprie porte ai Dottor Sogni, seguito il 20 aprile 2021 dall’Ospedale S. Andrea a La Spezia. Rigidi controlli e l’arrivo del vaccino hanno permesso il ritorno dei Dottor Sogni in queste strutture e, grazie alla scelta dei contribuenti di assegnare alla missione di Fondazione Theodora Onlus la propria quota del contributo, la Fondazione ha potuto ricominciare ad investire nel sostegno dei programmi di visita presso entrambe le realtà. I progetti in corso in tali strutture ospedaliere – dove la presenza dei Dottor Sogni della Fondazione è storica e consolidata – sono stati inclusi in un programma-ombrello chiamato “Sorrisi in corsia” il cui obiettivo è offrire un sostegno concreto attraverso l’ascolto, il gioco e i sorrisi alle bambine e ai bambini ricoverati. Il contributo ha permesso la copertura di 11 mesi di attività – Agosto 2020/Giugno 2021 – per l’Istituto dei Tumori e di 2 mesi e mezzo – Aprile/Giugno 2021 – per l’Ospedale S. Andrea, durante i quali i nostri Dottor Sogni – sebbene in versione “ridotta” – hanno potuto “visitare” e sostenere i piccoli pazienti e le loro famiglie. L’importo assegnato con la devoluzione non è stato interamente allocato a causa della sospensione dei programmi di visita in presenza determinata dalla crisi pandemica in atto, il residuo non consumato è stato accantonato in attesa di poter essere investito nella continuazione delle attività in corso e nella ripresa negli altri ospedali. I dettagli dell’azione e il “Rendiconto degli Importi del 5 per mille dell’IRPEF percepiti dagli aventi diritto” sono visibili a questi link: Link per Relazione Descrittiva Link per Rendiconto (ex DL 3/07/2017 n.111). Grazie per essere al nostro fianco!
  • I Dottor Sogni sono tornati all’Istituto Gaslini di Genova!

    I Dottor Sogni tornano al Gaslini di GenovaUn sorriso che sboccia piano, inaspettato. Era un mese che non sorrideva. Una risata che esplode, una mamma che si commuove e scappa in bagno a piangere“, Dottoressa Piperita I Dottor Sogni sono tornati al fianco delle bambine e dei bambini ricoverati all’Istituto Gaslini di Genova, un ponte magico che li aiuta a evadere dalla realtà ospedaliera verso un mondo fatto di sorrisi, sogni e gioco. Aiutaci a continuare il nostro viaggio per riaccendere i sogni dei bambini in ospedale. Dona ora a Fondazione Theodora
  • Il “Pic-nic di Theodora” a Milano

    "Il Pic-nic di Theodora"

    Il 18 settembre torna, con una edizione speciale in totale sicurezza, il “Pic-nic di Theodora”, presso i Giardini di Villa Reale a Milano. L’evento benefico ha l’obiettivo di sostenere la ripresa delle visite in presenza dei Dottor Sogni negli ospedali milanesi in cui la Fondazione opera.

    Una giornata all’aria aperta con giochi, laboratori, degustazioni di picnic menù, gelati e caffè, ma soprattutto una giornata dedicata al sorriso insieme ai Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus.

    Gli ospiti dovranno confermare la loro partecipazione iscrivendosi su Rete del Dono

    L’evento, nasce nel 2011 da un’idea di Giovanna Ferrero Ventimiglia e Lucrezia Borromeo Arese, e negli anni ha consentito alla Fondazione di essere al fianco dei bambini ricoverati negli ospedali milanesi.

    Siamo molto felici ed emozionati di poter realizzare il “Pic-nic di Theodora” a Milano, lo storico evento benefico della Fondazione dedicato alle famiglie. Sono stati mesi lunghi e difficili per tutti, soprattutto per i bambini in ospedale, costretti ad un isolamento ancora più duro. Oggi, finalmente, i Dottor Sogni stanno ritornando a bussare alle stanze dei piccoli pazienti per portare loro un po’ di evasione, sogni e magia. I fondi che raccoglieremo grazie al ‘Pic-nic di Theodora” ci aiuteranno a sostenere la ripresa delle visite in presenza dei Dottor Sogni negli ospedali milanesi in cui Theodora opera. Oggi più che mai è fondamentale prendersi cura della ‘parte sana’ e dei sogni dei bambini in ospedale, perché sogni più forti rendono i bambini più forti nell’affrontare la malattia“, afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.

    Il “Pic-nic di Theodora” a Milano è patrocinato dal Comune di Milano.

    La Fondazione ha superato la pandemia e ora ha bisogno dell’aiuto di tutti voi per riprendere a regalare sogni e sorrisi ai bambini ricoverati in ospedale!

    Prenotazione obbligatoria su Rete del Dono

    "Pic- nic di Theodora"

  • Natale solidale con Fondazione Theodora: scopri il catalogo 2021!

    Natale con Theodora 2021

    Natale con Theodora per aiutare bambini in ospedale!

    Grazie a te potremo continuare a far sorridere i bambini e i loro genitori “con la bellezza delle piccole cose” come racconta Monica. “È stato un istante per volervi bene. Come scartare il regalo, da sempre desiderato, il giorno di Natale. I vostri sorrisi e i vostri occhi li porterò per sempre con me, mi avete fatto ridere con la bellezza delle piccole cose“, Monica, mamma di una bambina ricoverata all’Ospedale Bambino Gesù di Roma. Guarda in anteprima le novità 2021 Panettoni e Pandori solidali, Biglietti di auguri e tante idee per i tuoi regali di Natale! Catalogo Natale

    • Fondazione Theodora Onlus cerca nuovi Dottor Sogni!

      Fondazione Theodora Fondazione Theodora cerca artisti professionisti per formare e assumere nuovi Dottor Sogni nelle aree di Milano, Torino e Genova. Leggi i requisiti richiesti per diventare un Dottor Sogni e inviaci il tuo curriculum! Requisiti essenziali
      • residenza o domicilio a Milano, Torino, Genova;
      • formazione artistica e/o partecipazione a progetti artistici;
      • compimento del 25° anno di età;
      • Certificazione Verde COVID-19 valida, ottenuta da ciclo di vaccinazione anti COVID-19 completa, come richiesto dalla normativa vigente per l’ingresso in ospedale.
      Requisiti preferenziali
      • formazione pedagogica e/o partecipazione a progetti per bambini;
      • esperienza in ambito ospedaliero;
      • conoscenza della lingua inglese o francese;
      • competenze informatiche (gestione posta elettronica, uso dei programmi principali).
      Il percorso di selezione e formazione si svolgerà in due fasi con l’obiettivo di fornire agli artisti selezionati dalla Fondazione gli strumenti necessari allo svolgimento del lavoro in ambito ospedaliero:
      • compilazione di un questionario scritto e superamento di un colloquio professionale e motivazionale;
      • corso di formazione teorico-pratico (della durata di almeno 3 mesi) gratuito.
      Il percorso di formazione iniziale avrà luogo a Milano, tra gennaio e marzo 2022. Il curriculum vitae dovrà essere inviato, mezzo mail, al seguente indirizzo: giulia.grottola@theodora.org entro il 19 novembre 2021
    • Nuovo programma di visita all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino

      Theodora al Regina Margherita Con grande emozione, grazie al prezioso sostegno di ADISCO – Sezione Piemonte, Fondazione Theodora ha avviato un nuovo programma di visita presso i reparti di onco-ematologia, trapianti e hospice dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino in cui la Fondazione opera da 20 anni. Un grande traguardo per garantire ai bambini ricoverati anche in questi reparti di alta complessità il diritto ad “essere bambini” anche in ospedale e per aiutarli ad affrontare al meglio e con più coraggio la loro patologia grazie alle speciali visite dei Dottor Sogni. “In ogni stanza, in ogni incontro, in ogni sguardo condiviso ho riconosciuto la stessa domanda di Amore. Le risposte cambiano per forma, colore, voci e parole… ma la sostanza è che bambini, famiglie, personale sanitario e Dottor Sogni… tutti noi abbiamo bisogno di tanto ascolto, gioco e sorrisi che illuminino i nostri istanti”, Dottoressa ConFusa.
    • A tu per tu: Dottor Luca Manfredini

      Dottor Luca Manfredini Dal 2019, Fondazione Theodora Onlus è presente tutti i giovedì pomeriggio con due Dottor Sogni presso l’Hospice pediatrico del Gaslini, il Guscio dei Bimbi. Il Responsabile, il Dottor Luca Manfredini, ci racconta il servizio che offre il reparto e la collaborazione con i Dottor Sogni.

      Qual è la missione del Guscio dei Bimbi?

      “Il Guscio dei Bimbi è il centro di cure palliative pediatriche del Gaslini. Nel nostro hospice spesso iniziamo un percorso che parte dai reparti di terapia intensiva, da quelli di onco-ematologia, della chirurgia e nell’80% dei casi questo percorso porta al domicilio. Ci prendiamo cura dei bambini inguaribili, con bisogni assistenziali complessi e a rischio di vita. Gran parte della nostra attività è a favore di un percorso che mira a fornire ai nostri bambini e alle loro famiglie, non la guarigione, ma la miglior qualità della vita e il rispetto della dignità del paziente e della famiglia“.

      Come ha impattato la pandemia sugli ospiti del Guscio?

      “Dal punto di visita clinico è cambiato poco in termini di numero di ricoveri e di tipologia dei pazienti. Quello che per gli altri era straordinario – vivere in casa e relativamente isolati – per i nostri bambini è l’ordinario perché in quanto bambini fragili hanno un’attività sociale e scolastica relativamente limitata a causa delle loro condizioni cliniche. I veri cambiamenti si sono avvertiti di più a livello assistenziale. Tutte le attività che offriamo ai bambini del Guscio – musicoterapia, pet therapy, arteterapia e anche quella dei Dottor Sogni – fino a poco tempo fa erano state sospese per ragioni di sicurezza a causa del COVID. Quindi il reparto che di solito era vivace, improvvisamente era diventato più austero. Il personale ospedaliero ha fatto del suo meglio per assumere anche questo ruolo e per sentire meno questa mancanza ai bambini. Il nostro reparto per fortuna è stato l’unico che, rispettando i criteri di sicurezza, ha potuto accogliere, in situazioni eccezionali, entrambi i genitori e a volte anche i fratellini per cercare di ricostruire quella vita familiare che deve essere la filosofia del Guscio“.

      Come si integra l’attività dei Dottor Sogni nel percorso di cure palliative?

      “Ho conosciuto i Dottor Sogni 22 anni fa quando hanno fatto il loro primo ingresso al Gaslini nel reparto di oncologia dove lavoravo. Successivamente nel 2000 mi è stato chiesto di occuparmi di terapia del dolore, cure palliative e di assistenza domiciliare e nel 2018 abbiamo aperto il Guscio dei Bimbi. Esiste una terapia medica, ma anche una terapia non medica. Se io sono lo ‘specialista della terapia medica, il Dottor Sogni è un collega che si occupa della terapia non medica. Lavoriamo in sinergia per prenderci cura a 360 gradi del bambino e della sua famiglia. Questo è fondamentale perché vuol dire offrire ai bambini non solo il farmaco, ma anche quell’attenzione e quell’esserci che, in alcune situazioni, può essere determinante”.
    • CUS Torino & Fondazione Theodora Onlus

      Cus Torino&Theodora Da oltre 10 anni, Fondazione Theodora Onlus può contare sul prezioso sostegno del CUS Torino in supporto alle attività di sensibilizzazione e raccolta fondi che la Fondazione organizza nella città di Torino a favore del programma di visita, attivo da oltre 20 anni, presso l’Ospedale Infantile Regina Margherita. Anche quest’anno, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia, gli straordinari volontari del CUS Torino sono rimasti al fianco di Theodora in occasione dell’iniziativa “Portici di Carta” che si è svolta il 24 giugno e delle iniziative di Natale, in particolare, attraverso il presidio del banchetto di raccolta fondi realizzato il 14 novembre con i prodotti solidali di Natale Theodora. Abbiamo ancora in programma tante iniziative da realizzare insieme con l’obiettivo comune di regalare, grazie alla speciale visita dei Dottor Sogni, sogni e sorrisi alle bambine e ai bambini ricoverati all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino!
    • In diretta dai reparti: testimonianze dei Dottor Sogni e dei familiari

      Fondazione Theodora Grazie al prezioso sostegno degli Amici di Theodora, delle Aziende Amiche e alla fiducia delle Direzioni Sanitarie degli ospedali in cui Theodora opera, i Dottor Sogni hanno ripreso a visitare le bambine e i bambini ricoverati presso:
      • Istituto Nazionale dei Tumori di Milano
      • Ospedale Sant’Andrea di La Spezia
      • IRCCS San Raffaele Pisana di Roma
      • Ospedale Bambino Gesù di Roma
      • Istituto Giannina Gaslini di Genova
      • Ospedale Regina Margherita di Torino

      Vi raccontiamo la ripresa delle visite in ospedale attraverso le emozionanti testimonianze dei Dottor Sogni…

      Fondazione TheodoraEra la prima volta che entravamo in ospedale dopo l’inizio della pandemia. Ero la prima persona permessa di entrare in reparto dopo le restrizioni, come un gelato dopo il caldo, mi sono sentita una finestra aperta sul mondo! È difficile restare isolati per le cure, è stata ancora più dura per i bambini e le famiglie divise, un solo genitore, niente fratelli, nonni o amici per mesi! La pandemia ha creato un’isola nell’isola già presente per le malattie di lunga degenza. Il sentimento di tutti era di felicità, voglia di condivisione. Siamo nati per socializzare, per stare insieme, per sentire, per amare, l’unica cosa che non è normale è la solitudine e la rassegnazione!“, Dottoressa Bonsai, Istituto Nazionale dei Tumori di Milano Fondazione TheodoraUn sorriso che sboccia inaspettato. Era un mese che non sorrideva. Una risata che esplode, una mamma che si commuove e scappa in bagno a piangere. Torno a casa con quei sorrisi nel cuore, balsamo che lenisce il grande dolore, dà respiro alla fatica. acquieta un poco la paura, accoglie il fragile che siamo, dà forza, fa gentilezza, fa speranza“, Dottoressa Piperita, Ospedale Gaslini di Genova Fondazione Theodora ” I giocattoli sono gli stessi di un anno e mezzo fa, ma i giochi, quelli no, sono nuovi, sono qualcosa che prima non esisteva e adesso mi riempie di meraviglia. Sono la stessa e sono nuova, e con una goffaggine in cui mi riconosco, le mie scarpette rosse disegnano nei corridoi dell’ospedale passi nuovi, cercano equilibri mai immaginati prima del momento in cui stanno venendo fuori, guidati dai giochi con i bambini, dalle storie delle mamme. Memoria del corpo e del cuore che si riconosce ma non si accontenta, ha avuto troppa fame di questo modo speciale di stare in ascolto e guardare accadere gli incanti a partire da quello che ha intorno, non può accontentarsi di ricordare come faceva prima, è qui, è adesso che tutto sta accadendo, e l’ascolto è tutto ciò che c’è bisogno di ricordare“, Dottoressa Strapazza, Ospedale Bambino Gesù di Roma. Fondazione TheodoraCosa c’è dentro? Una stella! E dentro la stella? Un desiderio! E dentro un desiderio? La speranza! E dentro la speranza? La pazienza! Il piccolo Daniel risponde così serio e senza esitazione quando gli facciamo guardare un caleidoscopio. I suoi 7 anni raccontano del suo vissuto adulto di paziente dell’ematologia“, Dottoressa Blu Blu, Ospedale Gaslini di Genova Fondazione Theodora

      In ogni stanza, in ogni incontro, in ogni sguardo condiviso ho riconosciuto la stessa domanda di Amore. Le risposte cambiano per fora, colore, voci e parole… ma la sostanza è che bambini, famiglie, personale sanitario e Dottor Sogni… tutti noi abbiamo bisogno di tanto ascolto, gioco e sorrisi che illuminino i nostri istanti“, Dottoressa ConFusa, Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino

      Testimonianze dei genitori…

      Un giorno, per caso, il mio piccolo e lento cuore, ha scoperto all’improvviso che aveva ancora tanto spazio per l’amore. È stato un istante! Un solo istante per volervi bene. Come scartare il regalo, da sempre desiderato, il giorno di Natale, come vedere il film che ricorderai per tutta la vita, come ascoltare la canzone che amerai per sempre. I vostri sorrisi e i vostri occhi li porterò per sempre con me, mi avete fatto ridere con la bellezza delle piccole cose. Al Dottor Ragù e al Dottor Apollo“, Monica mamma di una bambina ricoverata all’Ospedale Bambino Gesù di Roma

      Oggi è venuta a trovarci la Dottoressa Bonsai. Il valore di chiaccherare con lei e la sua contagiosa allegria hanno deliziato la nostra giornata! Queste persone dovrebbero esserci sempre. Con affetto“, Antonietta mamma di una ragazza ricoverata all’Istituto dei Tumori di Milano

      Ci tengo a dirvi grazie per quello che fate. La vostra presenza è stata per noi di vitale importanza. In quei momenti così bui ci avete tirato fuori il sorriso e rallegrato l’anima. Continuate così, continuate a portare la vostra allegria, non immaginate quanto la vostra presenza sia importante, siete come acqua fresca in un deserto assetato“, Mamma di Sofia ricoverata all’Ospedale Gaslini di Genova.

      Abbiamo bisogno del vostro prezioso aiuto per continuare a prenderci cura della “parte sana” del bambino in ospedale, quella parte che ha bisogno di esprimersi attraverso il gioco, la fantasia, il pianto e il sorriso.

      Dona ora a Fondazione Theodora

    • Chiusura ufficio Fondazione Theodora per festività natalizie

      Buone feste da Theodora L’ufficio di Fondazione Theodora Onlus rimarrà chiuso dal 24 dicembre al 9 gennaio 2022. I nostri programmi di visita attivi proseguiranno regolarmente durante l’intero periodo. Il nostro impegno di questi giorni sarà quello di portare tutto l’amore e la magia che caratterizzano queste giornate di festa anche ai nostri bambini ricoverati in ospedale. Un augurio di sere Feste e buon 2022 da tutta Fondazione Theodora.
    • KINTO Italia al fianco di Fondazione Theodora Onlus per i bambini in ospedale

      Kinto&Theodora

      KINTO Italia, la nuova generazione della mobilità, ha scelto di essere al fianco di Fondazione Theodora Onlus con una partnership che include l’utilizzo di un’auto Lexus NX300h per l’adempimento dei fini istituzionali di Theodora e delle manifestazioni di sensibilizzazione e raccolta fondi organizzate sul territorio italiano.

      Poter contare sul prezioso sostegno di KINTO Italia ci permette di avere una marcia in più nell’aiutare le bambine e i bambini in ospedale a ritornare a sognare, a sorridere e ad affrontare con più forza la malattia. Grazie anche al sostegno di aziende sensibili come KINTO Italia, i Dottor Sogni stanno tornando a bussare alle porte dei piccoli ricoverati, ancora duramente provati dalla pandemia, per aiutarli a superare, attraverso il gioco, l’ascolto e il sorriso, i momenti di fragilità e dolore che caratterizzano la difficile prova del ricovero“, afferma Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora Onlus.

    • I Dottor Sogni di nuovo all’Istituto Besta di Milano!

      Esattamente 22 mesi fa ero all’Istituto Neurologico Besta insieme al Dottor Soap Opera, mai avrei immaginato quello che sarebbe successo dopo… all’improvviso il tempo si è fermato. Quando siamo rientrati in ospedale ieri, i medici, gli infermieri, i bambini e le loro famiglie ci hanno accolto a braccia aperte. I loro occhi luminosi facevano percepire il loro sorriso e la felicità di poter finalmente trascorrere alcuni momenti di leggerezza e magia. E così, il tempo sospeso, è ripartito come un sogno mai interrotto“, Dottoressa Bonsai. Aiutaci a continuare il nostro viaggio per riaccendere i sogni dei bambini in ospedale: DONA ORA, GRAZIE!
    • Open day vaccinale a Torino. Dottor Sogni: presenti!

      Sabato 22 gennaio, in occasione dell’open day dell’Hub vaccinale pediatrico del Valentino, è stata richiesta la presenza dei Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus. La missione della Dottoressa ConFusa, del Dottor Garibaldi e del Dottor Soap Opera è stata quella di trasformare, grazie alla magia e all’allegria, le paure dei bambini in sorrisi.

      Per rendere l’esperienza più serena possibile per i bambini, oltre ai Dottor Sogni, era presente anche Adisco Sezione Regionale Piemonte O.D.V., associazione impegnata nel supportare i processi di cura per l’infanzia con un’attenzione particolare alle malattie oncologiche infantili. Adisco, per l’occasione, ha messo a disposizione di tutti i bambini tanti piccoli doni per rendere l’attesa per il vaccino un momento di gioco e spensieratezza.

      Un’operazione resa possibile grazie all’impegno della A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino, diretta dal Dott. Giovanni La Valle, e dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, il cui Direttore Dipartimento di Patologia e Cura del Bambino “Regina Margherita” e Direttore Oncoematologia pediatrica della Città della Salute di Torino, la Professoressa Franca Fagioli, ha sostenuto fin da subito l’iniziativa.

       

    • Una stanza tutta per sé

      Attraverso il progetto “Una stanza tutta per sé”, i Dottor Sogni aprono la porta della loro stanza più intima, quella del loro cuore, per vedere cosa è rimasto di tanti incontri con le bambine e i bambini in ospedale e per far comprendere il loro lavoro al di fuori del mondo ospedaliero

      Fondazione Theodora ha trasformato il momento di difficoltà e di sospensione delle attività in ospedale, dettati dalla pandemia, in un’occasione per realizzare un importante progetto, ideato da Antonio Panella (alias Dottor Pelosone) ed Elena Colombo (alias Dottoressa Melodia), “Una stanza tutta per sé“, che racconta le emozioni e il prezioso vissuto rimasti nella stanza più intima del cuore dei Dottor Sogni dopo 27 anni di incontri in ospedale con i piccoli ricoverati. Oltre ad avere una valenza artistica il progetto ha un’importante valenza formativa perché nel suo processo di costruzione ha permesso ai partecipanti, in un momento di parlasi lavorativa e di crisi mondiale, di rileggere sé stessi e riaffezionarsi al proprio mestiere, potendo così ottenere anche un risultato di rafforzamento della motivazione e del gruppo. Dopo un anno di seminari laboratoriali teatrali condotti dagli ideatori del progetto, ogni partecipante Dottor Sogni e dello staff Theodora, è riuscito a raccontarsi in un video di tre minuti. Successivamente, grazie all’intervento del video maker Andrea Ingrassia è stato costruito un unico video. Il risultato non è una somma di tanti ingredienti, ma la creazione di un viaggio in cui si porta per mano lo spettatore ad attraversare il mistero del lavoro dei Dottor Sogni, dell’incontro con l’infanzia, con il sogno, con sé stessi e con le fragilità.

      Negli anni abbiamo sentito il desiderio di far comprendere il misterioso lavoro del Dottore e della Dottoressa Sogni, soprattutto a chi non frequenta il mondo ospedaliero, e di creare, prendendo spunto dal nostro percorso, una dimensione culturale che parli di cura come parte fondante di una società, tanto più a seguito della pandemia. Attraverso la dimensione artistica, che è in grado di narrare l’inenarrabile, di mettere luce sulle contraddizioni e le fragilità, siamo riusciti, grazie al progetto “Una stanza tutta per sé” a rispondere artisticamente alla seguente domanda: dopo anni di incontri nelle stanze d’ospedale che cosa è rimasto dentro di noi?“, coordinatore artistico e Dottor Sogni di Fondazione Theodora.

      Restituzione luce al bambino paziente, dare la possibilità che torni a percepirsi persona e non solo malato, è uno dei nostri obiettivi. Spesso la malattia è disintegrazione, perdita di “identità”. Tenere insieme i pezzi aiuta a recuperare, a non percepirsi solo come malattia. Restituire questo sguardo attraverso l’arte e il gioco è parte fondamentale di un processo di cura integrato del piccolo paziente. Nel video “Una stanza tutta per sé” si ha la possibilità di vedere in che modo questo accade nelle stanze dell’ospedale mentre lo pratichiamo su di noi, facendoci conoscere“, Elena Colombo, ideatrice del progetto “Una stanza tutta per sé” e Dottoressa Sogni di Fondazione Theodora.

      Il progetto della “Stanza tutta per sé” rappresenta un atto creativo per rispondere con fiducia ad un periodo di buio, che permette di cogliere come la missione di Fondazione Theodora sia quella di cercare strade e costruire ponti, soprattutto quando le condizioni della vita diventano complesse e purtroppo questo appartiene a tutta l’umanità.

    • Corri la Milano Marathon con Theodora!

      Milano Marathon con Theodora

      Perché correre per Theodora

      Grazie alle donazioni di tutti, potremo garantire oltre 500 ore di attività delle Dottoresse Sogni e dei Dottor Sogni presso l’Istituto Nazionale dei Tumori, regalando sogni e sorrisi a più di 1.000 bambini.

      Come funziona

      • Staffette: gara non competitiva suddivisa in 4 frazioni, di distanza variabile tra i 7 e i 13 km. Donazione minima: 250€
      • Maratona: l’intero percorso, una sfida sportiva e solidale. Donazione minima: 120€. Per iscriverti come maratoneta Theodora scrivi a milanomarathon@theodora.it o chiamaci: 02 801116

      Chi corre per Theodora ha una marcia in più!

      Scegliendo di sostenere il nostro progetto, riceverai il pettorale per partecipare alla gara, la maglietta tecnica #iocorropertheodora e altri simpatici e utili gadget! I bambini in ospedale sono più forti se possono sorridere e sognare: tu puoi aiutarci, attivati subito! Invita i tuoi amici a sostenere la tua impresa con una donazione a Theodora. Ogni tuo passo in più, ogni amico coinvolto, ogni donazione piccola e grande, ci aiuterà a raggiungere insieme il nostro obiettivo. Scopri come diventare protagonista di una impresa solidale creando la tua personale raccolta fondi abbinata al nostro progetto “Io corro per Theodora”. Vuoi maggiori informazioni? Contattaci! “In quell’abbraccio c’era tutto il ricordo di un incontro tra due persone in un momento difficile della vita. Io, Dottoressa Bonsai e Stefano, ci eravamo conosciuti sei anni prima in oncologia pediatrica all’Istituto dei Tumori di Milano. Sento il bisogno di dire grazie a voi e a tutte le persone che in qualche modo ci stanno vicine. Grazie a voi io e i miei colleghi Dottor Sogni di Fondazione Theodora possiamo continuare questo bellissimo percorso visitando tutte le settimane i bambini ricoverati in ospedale“, Dottoressa Bonsai.
    • Il nostro primo BILANCIO SOCIALE

       Fondazione Theodora presenta il primo bilancio sociale

      Il Bilancio Sociale rappresenta un passo importante, dopo un periodo difficile, per raccontare chi siamo, cosa facciamo e come anche in momenti di incertezza abbiamo continuato a rappresentare un modello di qualità, un punto di riferimento nel settore.


      Ma è soprattutto uno sguardo rivolto verso il futuro. Partendo dalla nostra storia e dal nostro impegno quotidiano, dalle risorse impiegate vogliamo riflettere sul valore creato innanzitutto per i piccoli pazienti e per le loro famiglie e sull’impatto positivo che contribuiamo a costruire per la comunità degli stakeholder.

      Il nostro primo bilancio sociale è disponibile QUI

      I numeri Theodora in Italia

    • Benvenuti, nuovi Dottor Sogni!

      Fondazione Theodora dà un caloroso benvenuto a Elisa, Dario, Cinzia, Luigi e Chiara, che sono stati selezionati dopo aver concluso con successo il percorso formativo teorico-pratico dedicato e che, a partire da settembre, entrano quindi ufficialmente a far parte della famiglia Theodora. 5 nuovi Dottor Sogni sono diventati 32 in tutto – potranno portare d’ora in avanti ascolto, sostegno emotivo e spensieratezza a tanti piccoli pazienti ricoverati in ospedale. Prima di poter indossare il camice variopinto, nell’arco di 6 mesi gli aspiranti Dottor Sogni sono stati impegnati in numerose sessioni formative in cui, sotto la supervisione dei coordinatori artistici e con la collaborazione di professionisti medici e socio-sanitari, hanno potuto sia mettere alla prova le proprie qualità artistiche sia acquisire e perfezionare le necessarie competenze socio-psico-pedagogiche, che saranno loro indispensabili nella relazione con bambini e famiglie all’interno di un reparto ospedaliero. E proprio nei reparti e nelle stanze di ospedale per settimane si sono svolte le visite di osservazione prima e di affiancamento poi ai Dottor Sogni “senior”: a tutte e tutti è apparso subito evidente quanto per lavorare in un reparto pediatrico sia essenziale entrare in sintonia con le emozioni e gli stati d’animo. “In questo senso il filo conduttore con la formazione svolta è parso evidente”, ha affermato Dario. “L’invito è di cogliere e accogliere ogni spunto, stimolo, reazione ed emozione anziché affidarsi a strategie preconfezionate”. Una volta indossato il camice del Dottor Sogni, solo così Elisa, Dario, Cinzia, Luigi e Chiara potranno tessere relazioni creando un rapporto di fiducia con i piccoli pazienti, le famiglie e il personale ospedaliero che li assiste per offrire loro capacità di ascolto, empatia, comprensione.
    • La Spezia, il valore aggiunto dei Dottor Sogni in reparto

      Dal 2007 i Dottor Sogni di Fondazione Theodora sono presenti all’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia. Da qui è arrivata una sentita testimonianza da parte di un’operatrice sanitaria, che riportiamo perché rappresenta il senso del processo integrato di cura in cui Theodora da sempre crede fermamente, a beneficio di piccoli pazienti, familiari e degli stessi operatori medico-sanitari. Grazie Mara!

       

      Gentile Fondazione Theodora,

      mi chiamo Mara e sono un’ostetrica del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia. Oggi come altre volte ho apprezzato il lavoro dei Dottor Sogni e vorrei condividere con voi quale significato e valore abbia la loro presenza in reparto.

      Sempre di più li sentiamo come parte integrante della nostra équipe e di un modo di pensare l’accoglienza e l’accompagnamento alla nascita. Nel nostro reparto riteniamo che la cura della relazione sia un obiettivo fondamentale, anche se a volte non è facile coltivarlo nella pratica quotidiana al di là delle nostre buone intenzioni. I Dottor Sogni portano con sé proprio questa risorsa di gioco, di ascolto e di comunicazione affettiva anche all’interno dei vincoli della pratica di reparto, che a volte tende a soffocare tale possibilità. Per questo li crediamo un ingrediente importante per il buon svolgimento del nostro lavoro.

      Dopo tanti anni mi pare giusto riconoscere il valore di una visione per molti versi pionieristica e in cui continuiamo a credere. Sulla base di questa esperienza, ci piace immaginare nuove sfide per il futuro, magari sviluppando collaborazioni in nuovi ambiti. Ringrazio quindi la Fondazione Theodora e l’associazione “Il Nonno di Camilla” che ha permesso di sviluppare questo nostro prezioso lavoro d’insieme.

    • Responsabilità e rispetto, nuova tappa formativa per Theodora

      Grazie all’ospitalità dello studio legale Clifford & Chance, che ci ha accolto nella sua sede milanese, lo scorso sabato 12 novembre Dottor Sogni e staff di Fondazione Theodora si sono riuniti, per la prima volta dopo la pandemia, per proseguire il percorso di formazione continua, quale parte integrante della professionalità di operatori e staff.

      Marco Serra, sociologo del lavoro, formatore e facilitatore per enti profit e no profit, ha coordinato la sessione formativa in una modalità partecipativa e aperta al dialogo. Parole chiave, tra lavori di gruppo e discussione plenaria, sono state ‘responsabilità‘ e ‘rispetto‘ all’insegna della ‘gentilezza organizzativa’.

      Tra i primi e tangibili risultati della sessione formativa, una nuova consapevolezza condivisa che le organizzazioni sono entità ‘vive’ e che il lavoro sulle relazioni ottimizza i processi organizzativi. La sessione ha dato spunti e strumenti per la quotidianità esperenziale del lavoro in ospedale dei Dottor Sogni e per lo staff di ufficio, in un percorso di continuo aggiornamento e approfondimento, che sarà ripreso e ulteriormente sviluppato anche nel 2023.

    • Cura, non solo medicine: premiata Fondazione Theodora

      21 novembre 2022

      Lo scorso 18 novembre si è svolta a Milano la cerimonia di premiazione della terza edizione degli Humanizing Health Awards: a Fondazione Theodora è stato conferito il riconoscimento istituito da Teva Italia per premiare enti pubblici o privati senza scopro di lucro che portano avanti progetti di solidarietà, rivolti ai pazienti e ai loro familiari, per migliorare il loro percorso di cura.

      “A volte la cura migliore non è solo una medicina” recita lo slogan di Teva, azienda farmaceutica che presta particolare attenzione all’aspetto olistico della cura e che, proprio in un’ottica di umanizzazione dei luoghi e dei percorsi di cura, ha istituito gli Humanizing Health Awards. Il progetto presentato da Fondazione Theodora, “Un bambino in ospedale ha bisogno di tutta la forza dei suoi sogni per affrontare la malattia”, rivolto ai bambini ricoverati all’Ospedale Dei Bambini Vittore Buzzi di Milano e alle loro famiglie, è stato scelto e premiato tra oltre 50 candidati. Un importante riconoscimento per Fondazione Theodora, che da quasi 30 anni lavora secondo un approccio integrato alla cura, in collaborazione con il personale medico e ospedaliero, per offrire empatia, supporto ed evasione ai piccoli pazienti e alle loro famiglie.

      A Fondazione Theodora è stato quindi consegnato un premio di 10mila euro, in supporto alle attività. Non solo: il riconoscimento è arrivato da una giuria composta dagli oltre mille dipendenti di Teva Italia, che hanno potuto pertanto conoscere, approfondire e apprezzare la realtà di Theodora.

    • Con Theodora i bambini in ospedale non sono mai soli

      Importante riconoscimento per Fondazione Theodora lo scorso 17 dicembre, nel corso della cerimonia tenutasi all’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia per la 4a edizione del Premio #MAISOLI, che la Regione conferisce a enti e associazioni che operano all’interno della Sanità lombarda e che più si sono distinte nel 2022.

      Particolarmente significativa la motivazione del premio, assegnato a Theodora per il programma di visite all’Ospedale San Gerardo di Monza nei reparti di Pediatria, Ematologia e Centro Trapianti. Regione Lombardia, infatti, “ringrazia Fondazione Theodora Onlus per il lavoro prezioso e straordinario che l’associazione svolge sul territorio”. Un significativo attestato della bontà dell’operato dei Dottor Sogni e uno stimolo ulteriore a stare sempre più vicino ai piccoli pazienti e ai loro familiari durante la difficile prova del ricovero ospedaliero.

    • Genova, i Dottor Sogni al Day Hospital oncologico del Gaslini

      Theodora amplia ulteriormente il proprio impegno per i bambini in cura presso la struttura genovese

      Lo scorso 30 marzo i Dottor Sogni hanno visitato per la prima volta i piccoli pazienti del Day Hospital oncologico dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova. La Dottoressa Melodia e la Dottoressa Piperita nel corso dell’abituale turno di visita del giovedì hanno potuto portare ascolto, gioco ed evasione anche a bambini e famiglie che stanno affrontando il percorso di cura in modalità ambulatoriale.

      Si tratta di un ulteriore, significativo ampliamento dell’impegno di Fondazione Theodora con l’ospedale genovese, che ha avuto inizio nel 1999 e che negli anni ha portato progressivamente i Dottor Sogni a entrare in 10 reparti pediatrici del Gaslini – la maggior parte dei quali di alta complessità – per offrire ascolto e supporto emotivo a degenti e famiglie, lavorando in stretta collaborazione con il personale medico e sanitario. La solidità di questa collaborazione è stata corroborata dall’umanità e dalla professionalità dei Dottor Sogni e da costanti riscontri positivi di bambini, famiglie e staff ospedaliero. Una volta individuato il bisogno di supporto emotivo anche per i piccoli pazienti oncologici ambulatoriali, Theodora ha ritenuto fondamentale, alla luce della lunga esperienza maturata nei reparti di onco-ematologia del Gaslini, garantire uniformità di approccio e intervento a beneficio di tutti i piccoli pazienti affetti da tali patologie, aggiungendo quindi anche il Day Hospital all’attuale programma di visite dei Dottor Sogni, in pieno accordo con la Direzione Sanitaria.

      Da tempo il Gaslini e Theodora camminano di pari passo sulla strada dell’umanizzazione della cura in un’ottica integrata e multidisciplinare che ha, al suo centro d’attenzione, le bambine e i bambini ricoverati in ospedale. Una visione condivisa che guarda al piccolo paziente come essere umano a 360 gradi, senza limitarsi alla sola malattia ma prendendo in considerazione tutti i suoi bisogni: emotivi, psicologici, sociali e familiari. È un’attenzione che ha tra gli obiettivi il rendere accoglienti  i luoghi e i percorsi di cura e il meno traumatica possibile la permanenza in ospedale per bambini e famiglie, garantendo per quanto possibile anche la “normalità” della vita quotidiana. Un aspetto particolarmente importante, quest’ultimo, per i piccoli pazienti del Day Hospital oncologico, a cui i Dottor Sogni d’ora in avanti potranno contribuire attivamente.   

      Ricordo molte volte in cui a pazienti in condizioni difficilissime veniva strappato un sorriso dai Dottor Sogni, ricordo richieste dei piccoli pazienti e della famiglia su quando sarebbero arrivati in reparto i Dottor Sogni. Ho proprio la percezione, al di là di episodi singoli, di un costante ritorno positivo, di sorpresa, di accettazione, di sollievo, di voglia di passare ancora tempo assieme, sia da parte dei bambini sia delle famiglie. Per questo mi sono sempre speso per sostenere le vostre attività, perché sono ritenute altamente benefiche.

      Prof. Carlo Dufour
      Direttore Dipartimento Ematologico IRCCS Giannina Gaslini, Genova
    • Formazione continua: cos’è la cura per Theodora?

      Prima tappa formativa nel 2023 per operatori in ospedale e staff di sede della Fondazione

      Grazie all’ospitalità dello studio legale Clifford & Chance, che ha nuovamente accolto nella sua sede milanese Dottor Sogni e staff di sede, lo scorso sabato 1 aprile per Fondazione Theodora si è tenuta una nuova tappa del percorso di formazione continua, in un’ottica di costante aggiornamento e apprendimento per una sempre maggiore professionalità e qualità organizzativa.

      Il sociologo del lavoro, formatore e facilitatore per enti profit e no profit Marco Serra ha proseguito i lavori avviati nel 2022, articolando la sessione formativa tra play-role e riflessioni sulla consapevolezza del lavoro in team. Particolarmente significativi gli spunti su leadership diffusa e prospettiva ecocentrica, condivisi in modalità partecipativa.

      I lavori di gruppo, in continuità e ulteriore approfondimento delle riflessioni emerse nella precedente sessione del novembre 2022, si sono incentrati sul concetto di cura per Fondazione Theodora alla luce delle parole chiave responsabilità e rispetto. Tra i primi risultati tangibili condivisi nella tappa formativa, sono emersi nuovi strumenti e opportunità tanto per il lavoro in ospedale dei Dottor Sogni quanto per lo staff di ufficio, in coerenza con la missione di vicinanza e supporto a piccoli pazienti e familiari in ospedale.

    • Napoli, i Dottor Sogni sono tornati al Pausilipon

      I piccoli pazienti di Oncologia e Oncoematologia hanno ricevuto la visita della Dottoressa Strapazza e della Dottoressa Chou Chou

      “I nostri occhi brillano ancora di gioia per questo ritorno a casa e sono pieni della meraviglia dei bambini incontrati”. Così la Dottoressa Strapazza e la Dottoressa Chou Chou